Calendari serie A, no a teste di serie. Nessun derby nei turni infrasettimanali

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Domani pomeriggio si alza il sipario sulla nuova Serie A. Il campionato prenderà il via sabato 24 agosto con i primi anticipi, per concludersi il 18 maggio 2014.

La Lega di serie A ha reso noti i criteri per la compilazione dei calendari. Nei turni infrasettimanali non si incontreranno Inter, Juve, Milan, Napoli e Roma. e non potranno svolgersi i derby di Genova, Roma, Torino e Verona. Non sono previste teste di serie. Derby né alla 1/a nè all'ultima.

Per Fognini un'altra finale, stavolta in Croazia

Fabio Fognini vince la tredicesima partita consecutiva nel circuito Atp e approda alla finale dei Croatia Open di tennis di Umago (ATP250, terra, 467.800 euro) dopo aver superato il francese Gael Monfils per 6-0 3-6 7-6 in una partita spettacolare. Dopo il primo set dominato dal ligure, come dimostra il punteggio di 6-0, e il secondo appannaggio del francese per 6-3, Fognini si è portato 5-0 nel terzo set, con tre break di vantaggio. Sembrava fatta, invece Monfils ha infilato sei game di fila, con due palle per il match sul 5-6, ma Fognini è riuscito a rimanere in partita portandosi sul 6-6. Tie break in bilico solo nei primi punti, perché Fognini si è ritrovato, ha sfruttato la sua freschezza e ha chiuso 7-3 dopo un'ora e 54 minuti. Da stasera Fognini fa un ulteriore balzo nel ranking (dovrebbe salire fino al n.15) e domani affronterà nella sua terza finale consecutiva in altrettante settimane il vincente tra Andreas Seppi e lo spagnolo Tommy Robredo RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Nuoto: record italiano 50 farfalla

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Record italiano per Piero Codia nei 50 metri farfalla uomini ai Mondiali di nuoto in corso a Barcellona. L'azzurro, che si e' qualificato per le semifinali, ha segnato 23''21, quinto tempo assoluto.

Per Bettega futuro a Parigi?

Nel futuro di Roberto Bettega potrebbe esserci nuovamente il mondo del calcio.
Dopo la separazione dalla Juventus, consumata il 31 maggio 2010, l’ex dirigente bianconero aveva intrapreso la carriera da opinionista sulle reti Mediaset ma ora Bobby-gol potrebbe tornare a vestire i panni di direttore sportivo all’ombra della Torre Eiffel.
Infatti, secondo quanto riportato da SportMediaset, Bettega sarebbe entrato nelle mire degli sceicchi che lo vorrebbero per rimpiazzare il dimissionario Leonardo anche se, per il momento, l’altro ex dirigente juventino Jean Claude Blanc si è affrontato a smentire tale ipotesi.
canalejuve.it

Le donne e lo sport emozioni vincenti

Non si capisce perché devono accontentarsi della famigerata parità dei sessi quando sono così straordinariamente diverse dagli uomini. Sono le donne dello sport, che passano da un podio a un pianto, senza mezze misure e ti tengono lì, davanti alla tv, a tifare

Emozionano. Comunque vada. Non si capisce perché devono accontentarsi della famigerata parità dei sessi quando sono così straordinariamente diverse dagli uomini. Sono le donne dello sport, che passano da un podio a un pianto, senza mezze misure e ti tengono lì, davanti alla tv, a tifare. Che sia l’arrivo della 25 chilometri o un doppio e mezzo ritornato poco importa. Oggi sono i mondiali di Barcellona, appena ieri il tennis o la scherma: soffrono, vincono, perdono, ridono, urlano. Si mettono in piazza con le loro emozioni e il loro coraggio. Sbagliano, cambiano, ricominciano. Impossibile non tifare per tutte loro, soprattutto quelle che - risultati alla mano - ufficialmente perdono: oggi la copertina è di Martina Grimaldi, oro nella 25 chilometri di nuoto dopo 5 ore di battaglia e un arrivo allo sprint. Ma lo spirito è nelle parole di Alice Franco, quarta di un niente: «E’ andata così, posso solo impegnarmi di più per migliorare». O nelle lacrime di Maria Marconi, perfetta in quattro tuffi su cinque. La differenza tra la gloria e il fallimento. Quando c’è da lottare loro ci sono e trascinano, non può essere un caso. Raramente deludono. E se lo fanno ripartono a testa bassa con la loro incredibile determinazione che le porta a scelte coraggiose e vincenti: le ragazze del tennis hanno preso racchette e bagagli e sono andate all’estero a cercare fortuna. Federica Pellegrini ha fatto lo stesso. Fissato l’obiettivo, il resto è un accessorio: loro vanno, chi mi ama mi segua. E tornano vincitrici. 
corrieredellosport

Calcio: mega-offerta Real per Bale

Il Real Madrid non molla la presa su Gareth Bale ed e' pronto a presentare una super offerta al Tottenham: 60 milioni cash piu' i cartellini di Di Maria e Coentrao. Lo scrive 'AS'. Si tratterebbe di un'operazione superiore ai 100 milioni, considerato che l'esterno argentino arrivo' a Madrid per 30 milioni e il terzino ha una valutazione di 20 milioni. Se il trasferimento andasse in porto, diventerebbe il più costoso della storia, superando i 96 milioni di Cristiano Ronaldo.
ansa

Pugilato: Guillermo Jones positivo

(ANSA) - PANAMA CITY, 28 LUG - Potrebbe essere finita la carriera del 41enne panamense Guillermo "Felino" Jones, campione mondiale dei massimi leggeri Wba. E' infatti risultato positivo al controllo antidoping successivo al match dello scorso 17 maggio a Mosca quando "Felino" tornò in possesso del titolo mondiale battendo per Ko all'11/o round il russo Dennis Lebedev.

La sostanza trovata nelle urine del panamense e' il furosemide, un diuretico.

Boxe: Bruzzese tricolore massimi leggeri

(ANSA) - FERRARA, 28 LUG - L'emiliano di Argentina Leonardo Damian Bruzzese ha conquistato a Ferrara il titolo italiano dei massimi leggeri, che era vacante, battendo Francesco Versaci all'abbandono nell'intervallo fra la 7/a e l'8/a ripresa. La superiorità tecnica di Damian Bruzzese, 30 anni, allenato da Massimiliano Duran, è apparsa evidente. Nella sua carriera di atleta Bruzzese era gia' stato campione italiano, ma di ciclismo su pista a livello giovanile.

Olanda: Ajax conquista la Supercoppa

L'Ajax Amsterdam ha vinto la Supercoppa d'Olanda, ovvero il Johan Cruijff Schaal, battendo in rimonta l'Az Alkmaar per 3-2 dopo i supplementari. Tutti i gol nella ripresa, prima con l'Az (Gudmundsson e Johannsson), e poi con l'Ajax, a segno con Erikssen su punizione e Sigthorsson.

Nell'extratime rete decisiva di Siem de Jong. E' la prima vittoria nel Cruijff Schaal dell'Ajax negli ultimi 4 anni: in precedenza c'erano stati 3 Ko consecutivi.
ansa

Disegno di legge regionale, sport obbligatorio anche alle elementari

ALESSANDRO MONDO
TORINO
Legge rivoluzionaria» la definisce Alberto Cirio, assessore allo Sport. Di certo il disegno di legge sulla materia - presentato ieri in Regione e da settembre al vaglio del Consiglio - ha il merito di sdoganare l’educazione fisica, Cenerentola delle materie nell’ambito delle scuole primarie: oggi come oggi si fa, non si fa o si fa a metà. Comunque a discrezione degli insegnanti.  

Ginnastica in classe  
Il Piemonte, primo nel panorama delle Regioni italiane, riconsidera il rapporto sport-scuola garantendo almeno due ore di attività fisico-motoria in tutte le classi piemontesi della scuola primaria, supportate da istruttori specializzati (parliamo di diplomati di grado universitario Isef o laureati in scienze motorie), che l’ente pubblico si impegna a finanziare. Tanto per rendere l’idea, e la portata del provvedimento, la novità coinvolgerà circa 180 mila giovani studenti: oltre 92 mila nella sola provincia di Torino. Progetto da 2,1 milioni: 900 mila euro messi dal Ministero e dal Coni, la restante quota a carico della Regione. 

Partenza a settembre  
Non ultimo, un progetto immediatamente operativo, come ha precisato Roberto Cota: «Partirà nell’anno scolastico 2013-2014, coprendo il 50% degli istiituti scolastici. Il provvedimento andrà a regime in quello successivo». 
Una legge, obiettivi diversi: più attività fisica, maggiore prevenzione, minori costi in prospettiva per la sanità piemontese. Questi i punti salienti del testo normativo elaborato dal tavolo tecnico regionale avviato un anno fa con la partecipazione di Regione, Ministero, Coni, Federazioni, enti di promozione sportiva, enti locali ed esperti. Una filosofia di vita, prima di tutto, come hanno ribadito il presidente del Coni Gianfranco Porqueddu e Andrea Tronzano, capogruppo del Pdl in Comune, che hanno lavorato al disegno di legge. 

Certificati gratis  
Non è la sola novità. Il disegno di legge incentiva lo sport abolendo i costi del certificato di sana e robusta costituzione (prezzo medio: 30 euro), necessario per la pratica sportiva non agonistica: verrà rilasciato gratuitamente dai medici di famiglia.  

Volontari sportivi  
Inedito anche il riconoscimento istituzionale della figura del volontario sportivo. «Sarà equiparata ad altre forme di volontariato, dalla Protezione civile al 118 - spiega Cirio -, e potrà godere di pari dignità nell’ambito di interventi di sostegno da parte della Regione».  

Sport e salute  
La legge stabilisce una correlazione diretta tra spese sanitarie e investimenti sportivi: riconoscendo che «la pratica motoria» di oggi si traduce in un risparmio della sanità domani e creando un automatismo sotto l’aspetto finanziario. In sintesi, lo sport viene formalmente riconosciuto come strumento di prevenzione della salute e si stabilisce che una quota del fondo sanitario regionale sia destinata agli investimenti sportivi.  
lastampa.it

F1: Ungheria, Pirelli vede 2-3 pit stop

Al termine delle qualifiche del Gp d'Ungheria il Direttore Motorsport Pirelli Paul Hembery ha fatto il punto sul comportamento degli pneumatici. 'Con un divario prestazionale di più di un secondo e mezzo tra la media e la soft, è chiaro che le morbide erano le gomme da qualifica e che le medium sono per la gara. La combinazione scelta da Pirelli per il Gp d'Ungheria - aggiunge Hembery - darà spazio a una molteplicità di strategie, con la possibilità di optare sia per 2 sia per 3 pit stop'.
ansa

Pallanuoto: Mondiali, Setterosa eliminato

 Il Setterosa si ferma agli ottavi di finale del torneo di pallanuoto donne dei Mondiali. Al termine di una lunga e sofferta partita con la Grecia, l'Italia ha perso ai rigori per 13-12. Dopo i due tempi supplementari la partita si era chiusa sul 10-10. I tempi regolamentari erano invece finiti sul 9-9, dopo che le azzurre avevano rimontato da 6-8 a 9-8. Il gol delle greche che ha portato all'extra-time è arrivato a 30 secondi dalla fine.
ansa

Domenica sui canali Rai Sport: il palinsesto delle gare in onda il 28 Luglio 2013


LO SPORT SULLE RETI RAI GENERALISTE (RAI 1, RAI 2, RAI 3)
a cura di Simone Rossi - Digital-Sat.it

ore 12.50 - RAIDUE e RAI HD:
Automobilismo - Pole Position (diretta) *
da Budapest [Ungheria]
Conduce: Franco Bortuzzo
ore 13.55 - RAIDUE e RAI HD:
Automobilismo - Formula 1: GP Ungheria Gara (diretta) *
da Budapest [Ungheria]
Telecronaca: Gianfranco Mazzoni, Ivan Capelli, Giancarlo Bruno
Ai box: Ettore Giovannelli, Stella Bruno, Giorgio Piola
ore 13.55 - RAIDUE e RAI HD:
Automobilismo - Pole Position (diretta) *
da Budapest [Ungheria]
Conduce: Franco Bortuzzo
ore 17.00 - RAIDUE e RAI HD:
Nuoto: Campionati Mondiali 2013 Tuffi: Piattaforma 10 mt. Maschile (differita gara delle ore 14.00)
da Barcellona [Spagna]
Telecronaca: Stefano Bizzotto e Oscar Bertone
ore 18.00 - RAIDUE e RAI HD:
Nuoto: Campionati Mondiali 2013 Nuoto: Finali e semifinali (diretta)
da Barcellona [Spagna]
Telecronaca: Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi
Bordovasca: Elisabetta Caporale
ore 20.37 - RAIUNO:
Notiziario - Rai Tg Sport (diretta)
ore 23.25 - RAIDUE:
Rubrica - La Domenica Sportiva Estate (diretta)
Conduce: Luca De Capitani
OGGI SU RAISPORT 1 e 2 (SATELLITE, DIGITALE TERRESTRE, TIVUSAT)
Palinsesto di Rai Sport 1 di Domenica 28 Luglio 2013
  • ore 08:00 Notiziario: TG Sport + Rassegna Stampa (diretta)
  • ore 08:30 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 09:45 Notiziario: Tg Sport Flash (diretta)
  • ore 09:50 Nuoto: Campionati Mondiali 2013 - Nuoto: Eliminatorie (diretta)
    da Barcellona [Spagna]
    Telecronaca: Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi
    Bordovasca: Elisabetta Caporale
  • ore 14:00 Nuoto: Campionati Mondiali 2013 Tuffi: Piattaforma 10 mt. Maschile (diretta)
    da Barcellona [Spagna]
    Telecronaca: Stefano Bizzotto e Oscar Bertone
  • ore 15:15 Nuoto: Campionati Mondiali 2013 Pallanuoto Maschile: Ottavo di Finale (differita)
    da Barcellona [Spagna]
  • ore 16:30 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 17:00 Nuoto: Campionati Mondiali 2013 - Nuoto: Finali (diretta)
    da Barcellona [Spagna]
    Telecronaca: Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi
    Bordovasca: Elisabetta Caporale
  • ore 20:05 Nuoto: Campionati Mondiali 2013 Pallanuoto Ottavi di finale ITALIA - CINA (diretta)
    da Barcellona [Spagna]
    Telecronaca: Fabrizio Failla e Francesco Postiglione
  • ore 21:25 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 21:40 Arti Marziali: D-Fight (differita)
    da Bergamo
    Telecronaca: Andrea Fusco
  • ore 23:00 Studio Brasil Pre Partita (diretta)
    Conduce: Pino Cerboni
  • ore 23:30 Calcio Brasiliano: Brasilerao 2013 9o turno: Flamengo - Botafogo (diretta)
    da Rio De Janeiro [Brasile]
    Telecronaca: Fabrizio Tumbarello e Josè Altafini
  • ore 01:20  Studio Brasil Post Partita (diretta)
    Conduce: Pino Cerboni
Palinsesto di Rai Sport 2 di Domenica 28 Luglio 2013
  • ore 09:00 Teca: Memoria Rai Sport - Domenica Sportiva del 07/06/81 (archivio)
  • ore 09:50 Teca: Perle di Sport - Calcio (archivio)
  • ore 11:00 Sky Running: Giir di Mont (diretta)
    da Premana [Lecco]
    Telecronaca: Gianfranco Benincasa
  • ore 12:45 Ciclismo: Clasica San Sebastian (replica gara del 27/7)
    da San Sebastian [Spagna]
    Telecronaca: Francesco Pancani e Davide Cassani
  • ore 13:45 Teca: Memoria Rai Sport - Dalla DS del 21/5/72 Speciale al Giro (archivio)
  • ore 14:00 Teca: Memoria Rai Sport - Tutto Mondiali "Italia-Spagna" (archivio)
  • ore 16:00 Pugilato: Guanto d'Oro (diretta)
    da Marcianise [Caserta]
    Telecronaca: Andrea Fusco
  • ore 18:00 Ciclismo: Trofeo Matteotti (differita)
    da Pescara
    Telecronaca: Piergiorgio Severini e Gigi Sgarbozza
  • ore 19:00 Atletica Leggera: Campionati Italiani Assoluti 2a giornata (diretta)
    da Milano
    Telecronaca: Franco Bragagna
  • ore 22:00 Teca: Memoria Rai Sport - Ciclismo (archivio)
  • ore 22:30 Pugilato: Camp. Unione Europea Pesi Leggeri Zamora vs Ballisai (diretta)
    da Sequals [Pordenone]
    Telecronaca: Davide Novelli e Nino Benvenuti
  • ore 00:00 Ciclismo: Trofeo Matteotti (replica)
* = Evento disponibile solamente sul digitale terrestre e via satellite per utenti con smartcard Tivùsat
*** Si potrebbero verificare delle variazioni al palinsesto
in relazione alla diversa durata degli eventi in onda sui canali ***
LE GARE IN DIRETTA SUL SITO WEB DI RAISPORT
24 ore su 24 - Rai Sport 1 e 2 (www.raisport.rai.it)
Tutta la programmazione in onda sul canale digitale Rai Sport 1 e 2
LO SPORT DELLA RAI ALLA RADIO
Domenica Sport del 28 Luglio sarà presentata da Massimiliano Graziani e da Maria Elena Fabi. Cronache in diretta dei Mondiali di nuoto e della Formula 1, e approfondimenti dedicati principalmente al calcio. Si comincia alle 14.00 con la presentazione della giornata sportiva. In apertura, e lungo tutto il pomeriggio, linea agli inviati Carlo Verna e Manuela Collazzo, a Barcellona per seguire le gare dei Mondiali di nuoto. Sempre in diretta, la Formula 1: alle 14.00 dal circuito di Budapest, scatta il Gran Premio d’Ungheria (inviato Giulio Delfino). Quindi, gli sviluppi del processo sul calcio scommesse, con Maurizio Galdi (Gazzetta dello Sport). A seguire, ancora calcio con la Serie B. Fari puntati sul Padova di mister Dario Marcolin. Ci sarà il consueto spazio dedicato alle ultimissime del calciomercato, commentate questa settimana con il corrispondente in Italia di “Marca”, Julio Ocampo. E ancora, lo “Speciale Formula1”, di Giulio Delfino: commenti e interviste, a seguito del Gran Premio d’Ungheria. Chiusura alle 19.00.
Articolo di Simone Rossi
per "Digital-Sat.it"

Mondiali, Grimaldi oro nella 25 km. Tuffi: Cagnotto quarta

Un oro storico quello di Martina Grimaldi. La bolognese è stata brava nel reagire alla delusione del 12esimo posto nella 10 km, la "sua" gara (che le valse il bronzo olimpico un anno fa a Londra). La 25 km oggi per lei era una incognita, sapendo però di avere alle spalle molto allenamento per poterci credere. Martina ha condotto con astuzia la gara, sempre in testa. A 5 km dal termine ha risposto all'attacco della brasiliana Cunha poi ad 1 km dal traguardo ha forzato il ritmo decidendo di lanciare la volata con il gruppetto delle rivali. Un arrivo al fotofinish con la mano della Grimaldi davanti a tutte. Il suo tocco al traguardo precede di un decimo-di-secondo quello della tedesca Maurer. A 7 decimi l'americana Fabian.

La bella giornata del fondo azzurro viene completata dal quarto posto di Alice Franco, bronzo due anni fa a Shanghai. In precedenza l'unico oro mondiale femminile per l'Italia nella 25Km l'aveva conquistato Viola Valli ai Fukuoka nel 2001.                

"E' stato un Mondiale in salita ma alla fine è andata bene" - Grande gioia per l'atleta delle Fiamme oro, che a fine gara commenta: "Mi sono detta che dovevo resistere e che dovevo portare a casa qualcosa. In queste tre gare (oltre alla 25 km di oggi, ha partecipato anche alla 5 e 10 km, ndr) ho retto bene e adesso sono contenta. Dedico questo oro a tutti quelli che mi sono stati vicino e mi hanno seguito in questi giorni".

Tra gli uomini, sulla stessa distanza, oro al tedesco Thomas Lurz. L'arrivo allo sprint, in una gara-maratona nuotata ad una andatura molto sostenuta, una delle più veloci di sempre (4h 47' 27"). Il secondo oro qui a Barcellona per Lurz che chiude con 4 medaglie conquistate: 2 ori, 1 argento, 1 bronzo. Alle sue spalle il belga Richeman e lo statunitense Meyer. Settimo l'azzurro Simone Ruffini, staccato di 15 secondi. Indietro Valerio Cleri.

Tuffi, trampolino 3m - Grossa delusione per le azzurre nella finale dal trampolino da 3m. Soprattutto per Maria Marconi: l'azzurra, addirittura seconda dopo la terza serie di tuffi, paga un clamoroso errore nel quarto tuffo che l'ha di fatto estromessa dalla corsa per le medaglie chiudendo sesta. Stessa sorte ma con modalità diverse per Tania Cagnotto, la regolarità della bolzanina non ha condotto oltre il quarto posto. L'oro è andato alla cinese He Zi, argento per la connazionale Wang Han. Bronzo per la canadese Ware.

La delusione della Cagnotto - "E' un quarto posto che non brucia perchè questo Mondiale per me era già da dieci come voto". Sorride Tania Cagnotto nonostante il podio mancato nei tuffi da tre metri ai Mondiali di nuoto a Barcellona. "Ho iniziato malino - aggiunge l'azzurra - mi è mancato l'allenamento, da un metro basta la pulizia e la tecnica dai tre no. Quest'anno farò sicuramente meno gare e farò più preparazione atletica. Confermo - aggiunge la Cagnotto - che è stato il mio Mondiale più bello. Peccato per Maria (Marconi, ndr), era lì, ha lasciato i tuffi più rognosi alla fine. Credo comunque sia contenta così, ha fatto un bel punteggio e una bella gara".

Pallanuoto -
Non sono bastati quattro tempi regolamentari e due supplementari per stabilire chi tra azzurre e greche avesse diritto di accedere ai quarti di finale. Ai rigori l'ha spuntata 13-12 la Grecia, con un giallo all'ultimo rigore non tirato da Bianconi. L'arbitro ha infatti decretato la vittoria greca per il mancato tiro della Bianconi. Il Setterosa saluta il Mondiale.
sport.sky.it

Guinness Cup: il Milan passa 2-1 a Valencia

Comincia bene la campagna europea del Milan, che nella prima gara della Guinness International Champions Cup batte il Valencia per 2-1. Al 'Mestalla' i rossoneri sprecano un rigore con Robinho al 20', ma il brasiliano si fa subito perdonare con il diagonale dell'1-0. Poi esce per infortunio. Il raddoppio arriva al 38' con un super gol di De Jong. Nella ripresa il Valencia accorcia con Dani Parejo (53') e colpisce la traversa con Fede.
La Guinness Cup, che mette di fronte otto fra le migliori formazioni al mondo, si sposta negli Stati Uniti da fine mese. Il Milan, con i primi due punti in carniere, affronterà la vincente di Inter-Chelsea. Un'altra buona occasione, insomma, per confermare i progressi visti nella trasferta spagnola. Una squadra con più carattere e più corsa rispetto a quella ammirata nel Trofeo Tim con Juve e Sassuolo. Il primo tempo - al momento l'unico in grado di fornire una "reale" valutazione - è giocato a discreto ritmo dagli uomini di Allegri che, a dirla tutta, fanno ancora un po' di fatica a far ripartire l'azione. Manca Montolivo e Poli non è perfettamente assorbito nei meccanismi di squadra. De Jong fa vedere ottime cose in fase d'interdizione e, forse per la prima volta da quando veste rossonero, si proietta al tiro con facilità quasi inverosimile (anche sui calci di punizione). Spettacolare il gol del momentaneo 2-0.
Robinho continua nella versione double-face. Incontebile sul gol, meno sui rigori (è il secondo che sbaglia dopo quello con la Juve nel Tim) nell'applicazione. La sua partita però finisce presto per un problema muscolare. Petagna, preferito un po' a sorpresa a Niang, tocca pochi palloni. Non è al meglio della forma ma si dimostra ogni giorno di più un prospetto valido. Difesa poco sollecitata nei primi 45' e in forte balia nel finale quando il Valencia preme e dimostra di non voler perdere. Gabriel bene sotto pressione, un po' meno sugli interventi facili. Nel finale spazio anche per El Shaarawy al posto di un impalpabile Boateng. Il Faraone ha due allenamenti nelle gambe e se ne sta in disparte: troppo presto per esprimere un giudizio.

LA CRONACA

50' st - Finisce qui! Il Milan espugna il 'Mestalla' di Valencia per 2-1 con i gol di Robinho e De Jong
49' st -
Ancora occasione per Viera, che colpisce male la palla sulla pessima uscita di Gabriel
47' st -
Salvataggio di Zaccardo sulla linea di porta: la conclusione era di Bernat. Poi spreca Viera da centro area
45' st -
Sul cross di Joao Pereira, il pallone pizzica la traversa anche se in modo fortuito
44' st -
Altra parata di Gabriel sull'inserimento di Viera, che tocca debolmente di testa
43' st -
Il Valencia prova gli ultimi assalti: contiene bene Gabriel sui tiri dalla distanza. Grande intervento su Fede
38' st -
Traversa clamorosa di Fede su un tiro dalla distanza. ancora vicino al pari il Valencia
32' st -
Buona iniziativa di Constant sulla sinistra, il cross è deviato e Diego Alves può annticipare Petagna
28' st -
Partita molto interrotta in questi minuti a causa delle numerose sostituzioni. Ovviamente il ritmo ne risente
25' st -
Nel Milan è arrivato il momento di El Shaarawy: fuori Boateng
19' st -
Banega sfiora il palo dopo aver sorvolato la barriera su calcio di punizione
15' st -
Valencia vicino al pari con Alcacer, il tocco sotto termina a lato di un soffio
13' st -
Si sveglia dal torpore anche Emanuelson: bel calcio di punizione, ci arriva Diego Alves. Dall'azione d'angolo sfiora il bersaglio grosso Mexes
8' st - Riapre tutto il Valencia: segna Dani Parejo, lasciato troppo libero in area di rigore e abile a sfruttare il pallone di Alcacer
6' st -
Buona iniziativa di Constant, ma il tiro-cross dalla sinistra non trova compagni in area
5' st -
Ci prova Rami dal limite: la sua conclusione si spegne fuori
1' st -
Comincia il secondo tempo: due volti nuovi per il Milan, il portiere Gabriel e Muntari
45' - Finisce il primo tempo: Milan molto cinico e avanti 2-0
42' -
De Jong ci riprova su calcio di punizione ma il pallone termina fuori
38' - RADDOPPIO MILAN: grandissima conclusione di De Jong a giro da 25 metri. Assist di Boateng
35' -
Piccole contusioni per Boateng e Poli, nulla di preoccupante comunque per i rossoneri
31' -
Qualche leggerezza difensiva per il Milan, Jonas vicino al pareggio
29' -
Annullato un gol al Valencia: segnalata posizione di fuorigioco sul colpo di testa vincente
25' -
Robinho costretto al cambio: al suo posto Emanuelson. Per il brasiliano un problema muscolare
24' -
Sfiorata la rissa in campo: il Valencia non mette il pallone fuori con Robinho infortunato e poi sfiora il gol. I giocatori rossoneri si arrabbiano
22' - MILAN IN VANTAGGIO: gran diagonale di Robinho dal limite dell'area e palla in fondo al sacco: 1-0
21' - Robinho sbaglia la conclusione dal dischetto: il brasiliano tira centralmente, Guaita para
20' - Guaita a valanga su Poli: calcio di rigore per il Milan
16' -
Gran botta di Mathieu respinta in modo goffo da Abbiati, poi Feghouli prova la soluzione a giro ma sbaglia mira
14' -
Conincia a guadagnare qualche metro il Milan: cross di Antonini intercettato dalla difesa 
12' -
Punizione centrale di Banega, Abbiati addomestica in due tempi
8' -
La prima occasione del match è di Banega: botta da quindici metri, para Abbiati in angolo
6' -
Discreto avvio anche di Robinho, che con una veronica va via in mezzo al campo e dà inizio a un'azione rossonera
4' -
Parte bene il Valencia: azione insistita, poi il cross di Banega è contrastato dalla difesa del Milan
1' -
Calcio d'inizio al Mestalla. Una novità dell'ultima ora in casa Milan: fuori Niang, dentro il giovane Petagna 

IL TABELLINO

VALENCIA-MILAN 1-2
Valencia (4-2-3-1): Guaita (1' st Diego Alves); Joao Pereira, Rami, Ricardo Costa, Mathieu (21' st Michel); Javi Fuego (21' st Jonathan Viera), Parejo (21' st Bernat); Feghouli, Banega (21' st Guardado) (28' st Fede Cartabia), Jonas (21' st Oriol Romeu); Alcacer. A disp.: Barragan, Victor Ruiz, Cissokho, Ibanez, Piatti. All.: Djukic
Milan (4-3-1-2): Abbiati (1' st Gabriel); Antonini, Bonera (27' st Zaccardo), Mexes, Constant; Poli (41' st Muntari), De Jong (17' st Cristante), Nocerino; Boateng (25' st El Shaarawy); Petagna (37' st Niang), Robinho (25' Emanuelson). A disp.: Amelia, De Sciglio, Vergara, Traoré. All.: Allegri
Arbitro: Mejuto Gonzalez
Marcatori: 22' Robinho (M), 38' De Jong (M), 8' st Dani Parejo (V)
Ammoniti: Joao Pereira (V), Cristante (M)
Espulsi: -
fonte: http://www.tgcom24.mediaset.it/sport/articoli/1108638/guinness-cup-il-milan-passa-2-1-a-valencia.shtml