Sabato sui canali Rai Sport: il palinsesto delle gare in onda il 30 Marzo 2013

LO SPORT SULLE RETI RAI GENERALISTE (RAI 1, RAI 2, RAI 3)
a cura di Simone Rossi - Digital-Sat.it
ore 13.28 - RAIDUE:
Rubrica - Dribbling (diretta)
a cura di Alessandro Forti
ore 17.10 - RAIDUE:
Rubrica - Stadio Sprint (diretta)
Conduce: Enrico Varriale
Ospiti: Don Alessio Albertini
Postazione internet: Giovanna Carollo
ore 18.11 - RAIDUE:
Rubrica - 90° Minuto Serie A (diretta)
Conduce: Franco Lauro
In studio: Beppe Dossena e Adriano Bacconi
ore 20.35 - RAIUNO:
Notiziario: Tg Sport (diretta)
ore 22.28 - RAIDUE:
Rubrica - La Domenica Sportiva (diretta)
Conduce: Paola Ferrari
In studio: Gene Gnocchi, Emiliano Mondonico, Ivan Zazzaroni, Fulvio Collovati, Adriano Bacconi
OGGI SU RAISPORT 1 e 2 (SATELLITE, DIGITALE TERRESTRE, TIVUSAT)
Palinsesto di Rai Sport 1 di Sabato 30 Marzo 2013
  • ore 07:00 Notiziario: Tg Sport  + Rassegna Stampa (diretta)
  • ore 08:00 Rubrica: Serata Cinema Presentazione (replica)
  • ore 08:15 Cinema e Sport Film: Adrenalina Blu (replica)
  • ore 10:15 Rubrica: Serata Cinema Commenti (replica)
  • ore 10:30 Calcio: Torneo delle regioni 2013 Finale: Lazio vs Lombardia (diretta)
    dallo stadio "Piero Polese" di Cagliari
    Telecronaca: Luca Pisinicca e Katia Serra
  • ore 12:30 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 13:00 Rugby: Camp. Italiano Eccellenza Mogliano Rugby - Cammi Calvisano (diretta)
    dallo stadio M. Quaggia di Mogliano Veneto [Treviso]
    Telecronaca: Riccardo Pescante e Andrea Gritti
  • ore 14:50 Calcio: Trofeo Scopigno Finale (diretta)
    dallo stadio "Manilo Scopigno" di Rieti
    Telecronaca: Tiziana Alla e Paolo Tramezzani
  • ore 16:40 Rubrica: Dribbling (archivio)
  • ore 17:10 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 17:55 Pallavolo Femminile: Campionato Italiano Busto Arsizio - Conegliano (diretta)
    dal PalaYamamay di Busto Arsizio [Varese]
    Telecronaca: Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta
  • ore 20:30 Biliardo: 2° Prova Master Goriziana Boccette (differita)
    da Faenza [Ravenna]
    Telecronaca: Enrico Cattaneo   
  • ore 22:05 Calcio: Studio Brasil (diretta)
    Conduce: Andrea Fusco
  • ore 22:30 Calcio Brasiliano: Camp. Paulista 2013 Palmeiras - Linense (diretta) *
    da San Paolo [Brasile]
    Telecronaca: Alberto Rimedio - Commento Tecnico: Josè Altafini
  • ore 00:20 Calcio: Studio Brasil (diretta)
    Conduce: Andrea Fusco
Palinsesto di Rai Sport 2 di Sabato 30 Marzo 2013
  • ore 08:00 Teca: Memoria Rai Sport -  La Domenica Sportiva del 17/10/76 (archivio)
  • ore 09:10 Teca: Memoria Rai Sport -  La Domenica Sportiva del 04/05/80 (archivio)
  • ore 10:00 Ciclismo: Tre Giorni di La Panne 1a giornata (replica del 26/3)
    da Zottegem [Belgio]
    Telecronaca: Francesco Pancani e Davide Cassani
  • ore 11:00 Ciclismo: Tre Giorni di La Panne 2a giornata (replica del 27/3)
    da KokSijde [Belgio]
    Telecronaca: Francesco Pancani e Davide Cassani
  • ore 12:00 Ciclismo: Tre Giorni di La Panne 3a giornata 1a semitappa (replica del 28/3)
    da La Panne [Belgio]
    Telecronaca: Francesco Pancani e Davide Cassani
  • ore 13:00 Ciclismo: Tre Giorni di La Panne 3a giornata 1a semitappa+Crono (replica del 28/3)
    da La Panne [Belgio]
    Telecronaca: Francesco Pancani e Davide Cassani
  • ore 14:00 Teca: Perle di Sport - Formula 1 (archivio)
  • ore 14:20 Teca: Memoria Rai Sport -  Eurogol del 16/3/1978 (archivio)
  • ore 14:55 Pallanuoto: Coppa Italia Femminile Finalissima (diretta)
    da Ostia
    Telecronaca: Dario Di Gennaro
  • ore 16:30 Teca: Memoria Rai Sport - La Domenica Sprint 14/5/78 (archivio)
  • ore 17:15 Calcio: Campionato Serie A 12/13 - Milan - Palermo (replica gara del 17/3)
    dallo stadio "Giuseppe Meazza" di Milano
  • ore 18:55 Calcio a 5 : Qualificazioni C.ti Europei Italia - Ungheria (diretta)
    da Andria [Barletta]
    Telecronaca: Fabrizio Tumbarello e Massimo Ronconi
  • ore 20:40 Hockey Ghiaccio: Camp. Italiano Finalissima gara 5: HC Valpellice - Asiago Hockey (diretta)
    dallo stadio "Cotta Morandini" di Torre Pellice [Torino]
    Telecronaca: Gianfranco Benincasa e Rolly Benvenuti
  • ore 23:00 Teca: Perle di Sport - Tutto Mondiali Italia - Spagna (archivio)
  • ore 00:55 Teca: Perle di Sport - Calcio (archivio)
* = Evento disponibile solamente sul digitale terrestre e via satellite per utenti Tivùsat
*** Si potrebbero verificare delle variazioni al palinsesto
in relazione alla diversa durata degli eventi in onda sui canali ***
LE GARE IN DIRETTA SUL SITO WEB DI RAISPORT
24 ore su 24 - Rai Sport 1 e 2 (www.raisport.rai.it)
Tutta la programmazione in onda sul canale digitale Rai Sport 1 e 2
LO SPORT DELLA RAI ALLA RADIO
Sabato Sport del 30 Marzo 2013 sarà presentato da Paolo Zauli. Puntata incentrata sulla trentesima giornata di Serie A. Si comincia alle 14.00 con la presentazione della giornata sportiva. In apertura, il consueto intervento di Marco Tardelli, vice-allenatore della nazionale di calcio irlandese, per la rubrica “Sostiene Tardelli”.

Alle 14.50 Filippo Corsini conduce “Tutto il calcio minuto per minuto”. Seguiremo gli incontri del 30° turno: Inter-Juventus (Riccardo Cucchi), Lazio-Catania (Giuseppe Bisantis), Cagliari-Fiorentina (Andrea Coco), Palermo-Roma (Roberto Gueli), Udinese-Bologna (Giovanni Scaramuzzino), Parma-Pescara (Antonio Monaco), Atalanta-Sampdoria (Massimo Barchiesi), Genoa-Siena (Tarcisio Mazzeo). Al termine delle partite, la moviola di Filippo Grassia e le interviste dagli spogliatoi.

Dopo le 18, presentazione del primo posticipo della trentesima giornata di serie A, Chievo-Milan. Collegamento con gli inviati Francesco Repice e Massimo Zennaro, e intervista a un doppio ex. Dalle 18,30 alle 20,20 cronaca Chievo-Milan e, a seguire, le interviste dagli spogliatoi e la moviola. Alle 20,50 presentazione del secondo posticipo di serie A, Torino-Napoli. Collegamento con gli inviati Giulio Delfino e Umberto Avallone e intervista a un doppio ex. alle 21.00 alle 22.50 cronaca di Torino-Napoli e, a seguire, le interviste dagli spogliatoi e la moviola. Quindi, fino a fine trasmissione, Marco Tardelli e Filippo Grassia risponderanno alle telefonate degli ascoltatori. Chiusura alle 23.30
LO SPORT PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO SU RAITALIA
Rai Italia trasmette in tutto il mondo (escluso in Europa) una selezione dei programmi della Rai Radiotelevisione Italiana, insieme a programmi originali prodotti per gli italiani che vivono all'estero e per tutti coloro che hanno con il nostro paese un legame d'origine o anche solo di curiosità. Ogni weekend in diretta esclusiva su Rai Italia le principali partite del campionato italiano di Serie A disputate al sabato e alla domenica. Ad accompagnare ogni turno di campionato Rai Sport presenta ''La Giostra dei Gol" con l’aggiornamento in diretta dei gol da tutti i campi, commenti ed approfondimenti con ospiti in studio. Gli orari indicati di seguito fanno riferimento al fuso orario italiano.
ore 14.45 Rubrica: La Grande Giostra dei Gol Serie A (diretta)
  • all'interno alle ore 15.00: Calcio Serie A: Inter vs Juventus (diretta)
ore 18.30: Calcio Serie A: Chievo Verona vs Milan (diretta)
ore 21.00: Calcio Serie A: Torino vs Napoli (diretta)
Articolo a cura di
Simone Rossi
per "Digital-Sat.it"

Argentina, piace idea amichevole Italia Omaggio a Papa Francesco, si lavora sulla data

(ANSA) - BUENOS AIRES, 30 MAR - 'Organizzeremo questa partita amichevole, stiamo già lavorando sulla data': lo dice Guillermo Tofoni, responsabile della società che organizza le amichevoli dell'Argentina, sulla proposta di una sfida tra la Seleccion e l'Italia, lanciata dal ct azzurro Cesare Prandelli come omaggio a Papa Francesco. Fonti della Federcalcio argentina hanno fatto sapere che la partita potrebbe essere giocata il 14 agosto anche se sul sito web risulta, per quel giorno, un'amichevole con la Russia, a Mosca.

Milan, campionato e' alterato

"E' certo che il normale svolgimento del Campionato di Serie A ne risulta alterato. L'A.C. Milan si riserva ogni conseguente iniziativa nelle sedi competenti": è quanto si legge in un comunicato pubblicato dal Milan in seguito alla decisione della Lega di far disputare Cagliari-Fiorentina a porte chiuse. Nel comunicato il Milan ricorda di aver affrontato il Cagliari "il 10 febbraio 2013 dinanzi a uno stadio pieno, come altre 6 squadre; 3 squadre hanno giocato davanti ai soli abbonati; 3 a porte chiuse; una soltanto, la Juventus, in campo neutro; in un caso è stato assegnato lo 0-3 a tavolino; nessuno sa cosa accadrà nelle prossime giornate. Lo scenario è ben rappresentato dalla tabella", in cui sono elencate le partite interne del Cagliari, ciascuna con risultato, arbitro, sede, e la specifica 'porte chiuse', 'solo tifosi fidelizzati' o 'campo neutro'. "Al di là delle responsabilità di decisioni che qualunque persona di buon senso giudicherebbe incomprensibili perché diverse tra loro per casi sostanzialmente identici - si legge nella nota -, è certo che il normale svolgimento del Campionato di Serie A ne risulta alterato. L'A.C. Milan si riserva ogni conseguente iniziativa nelle sedi competenti".
Cagliari-Fiorentina a Is Arenas a porte chiuse: lo ha confermato anche il Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza riunito questo pomeriggio in Prefettura. Alla riunione, durata circa un'ora e mezza, hanno partecipato, insieme alle forze dell'ordine, anche i rappresentanti del Comune di Quartu: per il Municipio di via Porcu c'era il vicesindaco Fortunato Di Cesare. E ora dall'amministrazione comunale sta per partire tutta la documentazione alla Lega Calcio per l'ufficializzazione della sede. "Non c'erano le condizioni per prendere una decisione diversa - ha spiegato il vicesindaco all'uscita di palazzo Viceregio - Ci dispiace moltissimo: noi stiamo facendo il possibile, ma anche il Cagliari ci deve venire incontro". E' in programma una nuova riunione subito dopo Pasqua, il 3 aprile, per la programmazione delle prossime gare. Decisiva per la conferma delle porte chiuse è stata la riunione di giovedì scorso e il problema della capienza. "Una partita senza pubblico - ha sottolineato Di Cesare - va valutata in un certo modo. Ma non ci dovrebbero essere sostanziali novità rispetto alle ultime due partite giocate senza spettatori".
ansa

Sport in Tv le dirette di oggi Sabato 30 Marzo

DAYTIME MATTINA
Sky Sport 2 HD
07.35 Rugby: Chiefs - Blues. Super 15, settima giornata. Telecronaca Antonio Raimondi e commento Vittorio Munari.
Eurosport 1
08.30 Snooker: China Open - Semifinali da Pechino, Cina.
Eurosport 2
09.28 Football: Gold Coast Suns - St Kilda FC. Australian League - Primo turno.
Class Horse Tv
11.00 Equitazione: Toscana Tour 2013. Dall’Arezzo Equestrian Centre l’appuntamento più glamour del salto ostacoli in Italia.
Class Horse Tv
11.50 Equitazione: Grand Prix Freestyle del CDI4*. In diretta dal rettangolo dell’Al Shaquab Equestrian Centre di Doha, in Qatar; in studio con Cristina Corazzia per il commento tecnico James Connor.
LA7d - Sportitalia 2
12.00 Basket: Banco di Sardegna Sassari - EA7 Emporio Armani Milano. Serie A1.
Eurosport 1
12.30 Snooker: China Open - Semifinali da Pechino, Cina.
Eurosport 2
12.58 Calcio: Anderlecht (Bel) - FC Barcellona (Spa). Aegon Future Cup - Fase a gironi Da Amsterdam, Olanda.
DAYTIME POMERIGGIO
Rai Sport 1
13.00 Rugby: Mogliano Rugby - Calvisano. Campionato Italiano Eccellenza.
Sky Calcio 10
13.45 Calcio: Sunderland - Manchester United. Premier League, 30esima giornata.
Sky Sport 2 HD
14.00 - 18.00 Golf: Trophèe Hassan II - European PGA, terza giornata. In diretta dal Marocco, commento di Silvio Grappasonni e Alessandra Caramico.
Eurosport 2
14.27 Hockey prato: Atletic Terrassa (Spa) - Amsterdam HBC (Ola). European League - Ottavi di finale.
Rai Sport 1
14.50 Calcio giovanile: Trofeo Scopigno. Finale da Rieti.
Class Horse Tv
14.50 Equitazione: Grand Prix Freestyle del CDI4*. In diretta dal rettangolo dell’Al Shaquab Equestrian Centre di Doha, in Qatar; in studio con Cristina Corazzia per il commento tecnico James Connor.
Serie A - 30a giornata
15.00
Inter-Juventus
Sky Sport 1 HD - Sky Calcio 1 HD: telecronaca Fabio Caressa, commento Beppe Bergomi, a bordo campo Giovanni Guardalà, Alessandro Alciato, Massimiliano Nebuloni e Andrea Paventi. Diretta gol: Paolo Ciarravano.
Sky 3D: telecronaca Geri De Rosa, commento Franco Causio, a bordo campo Matteo Barzaghi.
Premium Calcio 1/HD: telecronaca Sandro Piccinini, commento tecnico Aldo Serena. Telecronaca tifoso Christian Recalcati, Claudio Zuliani. A bordo campo Nando Sanvito.
Palermo-Roma
Sky Calcio 2 HD: telecronaca Riccardo Gentile, commento Christian Panucci, a bordo campo Paolo Assogna. Diretta gol: Roberto Prini.
Premium Calcio 3: telecronaca Roberto Ciarapica, commento tecnico Ilario Castagner. Telecronaca tifoso Carlo Zampa. A bordo campo Marco Francioso.
Cagliari-Fiorentina
Sky Calcio 3 HD: telecronaca Federico Zancan, commento Angelo Di Livio, a bordo campo Veronica Baldaccini. Diretta gol: Luca Boschetto.
Premium Calcio 4: telecronaca Giampaolo Gherarducci, commento tecnico Nando Orsi.
Lazio-Catania
Sky Calcio 4 HD: telecronaca Massimo Tecca, commento Antonio Di Gennaro, a bordo campo Matteo Petrucci. Diretta gol: Andrea Calogero.
Premium Calcio 2: telecronaca Simone Malagutti, commento tecnico Roberto Cravero. Telecronaca tifoso Guido De Angelis. A bordo campo Giorgia Ferrajolo.
Atalanta-Sampdoria
Sky Calcio 5 HD: telecronaca Davide Polizzi, commento Roberto Sosa, a bordo campo Vanessa Leonardi. Diretta gol: Riccardo Mancini.
Premium Calcio 5: telecronaca Federico Mastria.
Udinese-Bologna
Sky Calcio 6 HD: telecronaca Antonio Nucera, commento Carlo Muraro, a bordo campo Francesco Cosatti. Diretta gol: Michele Gallerani.
Genoa-Siena
Sky Calcio 7 HD: telecronaca Daniele Barone, commento Claudio Onofri, a bordo campo Riccardo Re. Diretta gol: Dario Massara.
Premium Calcio 6: telecronaca Fabrizio Ferrero, a bordo campo Irma D’Alessandro.
Parma-Pescara
Sky Calcio 8 HD: telecronaca Andrea Marinozzi, commento Stefano Nava, a bordo campo Angelo Mangiante. Diretta gol: Marco Cattaneo.
Eurosport 2
15.58 Calcio: Bayern Monaco (Ger) - FC Barcellona (Spa). Aegon Future Cup - da Amsterdam, Olanda.
Sky Calcio 10
16.00 Calcio: Manchester City-Newcastle. Premier League, 30esima giornata.
Sky Sport 3 HD
16.00 Rugby: Northampton Saints - Leicester Tigers. AVIVA Premiership, 19a giornata del campionato inglese. Telecronaca Francesco Pierantozzi, commento Alessandro Moscardi.
SportItalia 1
17.00 Calcio: Troyes - St Etienne. Ligue 1 2012-2013 30a giornata.
SuperTennis
17.05 Tennis: WTA Premier Miami - Finale: Serena Williams (USA) vs Maria Sharapova (RUS).
Rai Sport 1
18.00 Pallavolo femminile: Unendo Yamamay Busto Arsizio - Imoco Volley Conegliano, 10a giornata ritorno - Serie A1. Telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta.
Sky Calcio 10
18.30 Calcio: Everton-Stoke City. Premier League, 30esima giornata.
Serie A - 30a giornata
18.30
Chievo-Milan
Sky Sport 1 HD - Sky SuperCalcio HD - Sky Calcio 1 HD: telecronaca Maurizio Compagnoni, commento Giancarlo Marocchi, a bordo campo Marco Nosotti e Luca Tommasini.
Premium Calcio/HD: telecronaca Bruno Longhi, commento tecnico Sebino Nela. Telecronaca tifoso Carlo Pellegatti. A bordo campo Carlo Landoni.
Eurosport 1
20.00 Danza sportiva: WDSF Grand Slam - Balli Standard.
SportItalia 1
20.00 Calcio: Bordeaux - FC Lorient. Ligue 1 2012-2013 30a giornata.
SportItalia 2
20.00 Rugby: Benetton Treviso - Connacht. Rabo Pro 12.
Sky Sport 3 HD
20.00 - 23.00 Golf: Shell Houston Open - US PGA, terza giornata. Dal Redstone Golf Club Course di Humble (Texas). Commento Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e Francesca Piantanida.
PRIME TIME
Basket - Serie A1
20.30
Enel Brindisi - Trenkwalder Reggio Emilia: Teletricolore-Studio 100.
Scavolini Banca Marche Pesaro - Oknoplast Bologna: E’ Tv.
Sky Calcio 2 HD
21.00 Calcio: Southampton-Chelsea. Premier League, 30esima giornata (differita).
Serie A - 30a giornata
21.00
Torino-Napoli
Sky Sport 1 HD - Sky SuperCalcio HD - Sky Calcio 1 HD: telecronaca Riccardo Trevisani, commento Daniele Adani, a bordo campo Massimo Ugolini e Paolo Aghemo.
Premium Calcio/HD: telecronaca Pierluigi Pardo, commento tecnico Andrea Agostinelli. Telecronaca tifoso: Raffaele Auriemma. A bordo campo Monica Vanali.
Sky Sport 2 HD
21.00 Boxe: Dolce & Gabbana Italia Thunder VS Hussars Polonia. World Series of Boxing, telecronaca Mario Giambuzzi, commento tecnico Patrizio Oliva, a bordo ring Andrea Paventi.
Class Horse Tv
21.10 Equitazione: Grand Prix Freestyle del CDI4*. In diretta dal rettangolo dell’Al Shaquab Equestrian Centre di Doha, in Qatar; in studio con Cristina Corazzia per il commento tecnico James Connor.
ESPN America
21.20 College basketball: Marquette vs Syracuse. NCAA Tournament - Elite Eight.
SECONDA SERATA E NOTTE
Eurosport 2
22.00 Curling: Mondiale maschile (live) - Fase a gironi: Svezia - Finlandia da Victoria, Canada.
ESPN America - Sky Sport 2 HD
00.00 College basketball: Wichita State vs Ohio State. NCAA Tournament - Elite Eight.
Sky Sport 2 HD
03.30 College basketball: Marquette vs Syracuse. NCAA Tournament - Elite Eight (differita).

Sport in tv: le dirette di oggi, venerdi 29 marzo 2013

Eurosport 2
07.30 Snooker: China Open - Quarti di finale da Pechino, Cina.
Eurosport 1
08.30 Snooker: China Open - Quarti di finale da Pechino, Cina.
Eurosport 2
12.00 Hockey prato: Rot Weiss Colonia (Ger) - Royal Leopold (Bel). European League (live) - Ottavi di finale.
Eurosport 1
12.30 Snooker: China Open - Quarti di finale da Pechino, Cina.
Eurosport 2
13.30 Snooker: China Open - Quarti di finale da Pechino, Cina.
Sky Sport 2 HD
14.30 - 18.30 Golf: Trophèe Hassan II - European PGA, seconda giornata. In diretta dal Marocco, commento di Silvio Grappasonni e Alessandra Caramico.
Eurosport 2
15.00 Calcio: Chelsea - Arsenal. Next Gen Series - Semifinale.
SportItalia 2
16.30 Basket: Khimki - Caja Laboral. Eurolega TOP 16 - Game 13.
Eurosport 2
17.00 Hockey prato: KHC Dragons (Bel) - Lisnagarvey HC (Irl). European League - Ottavi di finale.
Rai Sport 2
17.25 Pallanuoto: Padova - Rapallo. Coppa Italia femminile, prima Semifinale da Ostia.
Rai Sport 2
18.55 Pallanuoto: Firenze - Catania. Coppa Italia femminile, seconda Semifinale da Ostia.
SportItalia 2
19.00 Rugby: Zebre - Edimburgh. Rabo Pro 12.
Sky Sport 2 HD
19.30 Tennis: ATP Masters 1000 - Sony Open, prima semifinale, in diretta da Miami.
Eurosport 1
20.00 Calcio: Aston Villa (Ing) - Sporting Lisbona (Por). Next Gen Series - Semifinale.
SportItalia 1
20.30 Calcio: PSG - Montpellier Herault. Ligue 1 2012-2013 - 30a giornata.
Rai Sport 2
20.40 Basket: Verona - Trento. Lega Due.
SportItalia 2
20.45 Basket: MontePaschi Siena - Barcelona Regal. Eurolega TOP 16 - Game 13.
Sky Sport 2 HD
22.00 - 01.00 Golf: Shell Houston Open - US PGA, seconda giornata. Dal Redstone Golf Club Course di Humble (Texas). Commento Silvio Grappasonni, Nicola Pomponi e Francesca Piantanida (differita).
Sky Sport 2 HD
00.00 Tennis: ATP Masters 1000 - Sony Open, seconda semifinale, in diretta da Miami.
ESPN America
00.00 College basket: NCAA Tournament - Sweet Sixteen.
Sky Sport 2 HD
01.30 Basket: San Antonio Spurs vs Los Angeles Clippers (NBA). Commento in italiano di Alessandro Mamoli e Federico Buffa.
ESPN America
02.30 College basket: NCAA Tournament - Sweet Sixteen.

fonte: outdoorblog.it

Ecco le notizie principali della Gazzetta dello Sport di oggi: le bombe di mercato, le interviste esclusive, i retroscena della Serie A. In anteprima...

Serie A: 1.630 milioni di debiti

Club in crisi: i costi non calano. Ma Napoli e Lazio sono in attivo. Nostra inchiesta sui bilanci dello scorso anno: all'Inter il primato negativo. Otto società su 20 in utile. In totale però la perdita è stata di 300 milioni.

****************

Handanovic: «O terzi o niente, possiamo farcela. Quanto si para qui all'Inter...»

Il portiere si butta: «Quando arrivai mi dissero che avrei fatto 2 o 3 interventi a partita. E invece... Scherzi a parte: dobbiamo vincere perché il nostro motto è: terzo posto o niente. I bianconeri li ho battuti più volte, che peccato non giocare di notte. Al Fantacalcio non mi prenderei: troppi goal...».

****************

Sprint Diamanti: Juve pronta allo scatto

Possibile duello di mercato con l'Inter: Juve in vantaggio grazie ai rapporti con il Bologna.

****************

Cavani è in ritardo. E ora il Napoli pensa all'ipotesi panchina

L'uruguaiano rientrerà in Italia stamattina: Mazzarri aspetta di incontrarlo per valutare le sue condizioni. De Sanctis in dubbio: secondo stop in 4 stagioni? In Brasile, intanto, il procuratore di Damiao apre alla cessione: azzurri alla finestra.



Guarda la prima pagina della Gazzetta dello Sport di oggi

Tutte le migliori partite della Liga saranno visibili gratis fino al termine della stagione

Cristiano Ronaldo e Messi tornano in televisione. Le loro giocate, insieme alle migliori partite della Liga, saranno visibili fino al termine della stagione su un circuito di tv locali sparse su tutto il territorio nazionale, da Telelombardia a Video Calabria. Le partite saranno fruibili gratuitamente sul digitale terrestre.
CdS

I Chicago Bulls entrano nella storia della stagione NBA

NEW YORK, 28 marzo – I Chicago Bulls entrano nella storia della stagione NBA, visto che il successo per 101-97 su Miami ferma a 27 vittorie (e 55 giorni) la striscia vincente degli Heat. La seconda striscia più lunga nella storia della NBA e dello sport professionistico americano. E l'impresa di Chicago arriva nonostante le assenze di Derrick Rose, Rip Hamilton, Joakim Noah e Marco Belinelli, sempre fermo per lo stiramento addominale. Gli eroi di Chicago sono Luol Deng (28 punti), Carlos Boozer (21 e 17 rimbalzi) e Jimmy Butler (17). Partita 13-2, Chicago va sul +13 (35-22) ma viene raggiunta e superata dal solito LeBron James (32) sul 66-68. Qui, però, il 3/3 da tre di Deng e Butler spezza l'equilibrio, i Bulls volano a +8 (86-78) e non vengono più impensieriti, merito anche della concretezza di Taj Gibson, a Nate Robinson (14) e al predominio a rimbalzo.
CdS

Lo sport in Vaticano

Calvigioni Roberto; Calvigioni Stefano - Lo sport in Vaticano

Lo sport in Vaticano TitoloLo sport in Vaticano
AutoreCalvigioni Roberto; Calvigioni Stefano
Prezzo
Sconto 15%
€ 13,60
(Prezzo di copertina € 16,00 Risparmio € 2,40)
Dati2011, 186 p., brossura
EditoreLibreria Editrice Vaticana   

Normalmente disponibile per la spedizione entro 3 giorni lavorativi

Questo prodotto dà diritto a 14 punti Nectar.



Descrizione
Il volume raccoglie una serie di documenti pontifici, testimonianze, immagini e fotografie, che descrivono la realtà, quasi totalmente sconosciuta, dello sport nel Vaticano, ed è la prima volta che un testo viene espressamente dedicato all'attività sportiva dello Stato pontificio. In particolare, nella prima parte del libro, viene raccolto in ordine cronologico il magistero pontificio relativo a questo argomento, nella seconda parte invece vengono dettagliatamente documentate le diverse attività sportive praticate nella Città del Vaticano. Il volume è introdotto da tre prefazioni scritte da Mons. Georg Gänswein, Segretario Particolare di Benedetto XVI, dal Dott Mario Pescante, Vicepresidente del Comitato Internazionale Olimpico, e dal Dott. Giovanni Petrucci, Presidente del CONI. La lettura di questo libro è particolarmente indicata per tutti coloro che vivono lo sport non solo come un'attività agonistica ma come un percorso di vita da seguire secondo principi di rispetto e amore, ma anche per i semplici appassionati della storia e delle attività della Santa Sede. Gli autori, Roberto e Stefano Calvigioni, (padre e figlio) sono rispettivamente funzionario tecnico della Radio Vaticana, della cui squadra di calcio fu anche Presidente, e collaboratore nel settore della preparazione olimpica del Coni.

Ecco l'X Factor del pallone. Lanciato un talent per i calciatori in erba

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - 'Cercasi talenti, anche per il calcio': in palio due contratti professionistici con Parma e Lecce. Sull'onda dei talent di successo, la Samsung lancia una nuova iniziativa per i giovani. Si chiama 'Samsung premia il talento' il progetto che si rivolge a tutti i calciatori 'in erba' e che vede il coinvolgimento di volti storici del calcio italiano. Dopo la selezione i 66 finalisti si sfideranno al Tardini di Parma per aggiudicarsi i due premi, ovvero i due contratti.

F1: Massa, la F138 e' competitiva. Il pilota della Ferrari, ma c'e' ancora molto lavoro da fare

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Felipe Massa e' convinto di poter tornare presto a vincere un Gran Premio, perche' la Ferrari F138 e' abbastanza competitiva per salire sul podio. Intervistato dal sito specializzato Autosport, il brasiliano dichiara: ''Abbiamo fatto un gran lavoro sulla vettura ma restano ancora molte cose da fare per svilupparla in maniera corretta e renderla piu' competitiva. Se proseguiamo in questa direzione, abbiamo davvero la possibilita' di vincere alcune gare e di lottare per il titolo''.

Basket: Nba, vincono Dallas e Knicks

(ANSA) - DALLAS, 27 MAR - Dallas vince e insidia i Lakers per l'ultimo posto disponibile per i playoff. Con un finale thrilling, i Mavericks superano ai tempi supplementari i Clippers, guidati da un eccellente Dirk Nowitzki (33 punti), superano i Los Angeles Clippers 109-102. Nelle altre due partite della serata americana, New York sbanca Boston 100-85 e Minnesota passa a Detroit (105-82).

Prandelli, dubbio Giaccherini-Cerci. In attacco conferma Balo-El Shaarawy

Balotelli-El Shaarawy coppia d'attacco: è questa la scelta di Cesare Prandelli per la partita di qualificazione dell'Italia domani a Malta. "Ma la formazione non la do - ha detto il ct azzurro - perché ho un dubbio tra Giaccherini e Cerci". Ovvero tra il modulo classico con quattro centrocampisti o un tridente d'attacco: la prima formula è favorita. C'é poi un altro dubbio che pesa su Prandelli "in questo momento a Malta c'é molto vento se le condizioni restano queste, si rischia di non poter atterrare".
PRANDELLI, MALTA? ORA CONTANO I PUNTI - Cesare Prandelli, dopo la bella serata di Ginevra col Brasile, bada al sodo. "Quando ho detto che Malta è più organizzata del Brasile - spiega prima della partenza per La Valletta - non volevo offendere il Brasile né prendere in giro nessuno. Semplicemente, sono molto bene organizzati e chiusi. Può essere facile se la rendiamo noi facile. E comunque ora contano i punti". Dopo il 6-0 subito da Malta in Bulgaria, a Prandelli basta molto meno "può andar bene anche un 1-0, dipende anche da come lo ottieni".
ansa

Italia al completo, arriva Florenzi

Gruppo al completo per Cesare Prandelli, per l'allenamento di questo pomeriggio a Coverciano, in previsione della gara di martedì prossimo con Malta valida per le qualificazioni ai Mondiali. Sono rientrati anche Abate, Cerci e Marchisio, reduci da problemi fisici. In gruppo anche il romanista Florenzi, che si è aggregato da questa mattina . "Marchetti ha avuto un trauma da contraccolpo, alla spalla destra, dopo una parata, ha sentito dolore e così, a scopo precauzionale, ha interrotto l'allenamento. Ma non sembra essere un problema serio né grave". Lo ha detto il responsabile medico della Nazionale, professor Enrico Castellacci, parlando del portiere azzurro e della Lazio infortunatosi durante l'allenamento di questo pomeriggio a Coverciano. "Adesso Federico rimane a riposo, domani mattina controlleremo - ha aggiunto Castellacci - non paiono esserci lesioni serie che possono preoccupare". Castellacci ha poi sgombrato qualsiasi allarmismo su Balotelli che nel corso della partitella si è toccato più volte il ginocchio: "Non c'é nulla di particolare, non creiamo allarmismi inutili", ha tagliato corto.
ansa

Gp Malaysia: vince Vettel, 2/o Webber. Terza Mercedes di Hamilton. Quinto Massa, subito fuori Alonso

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Doppietta Red Bull nel Gp della Malaysia, secondo Gp della stagione 2013 di F1. Dopo un aspro duello, Vettel ha vinto precedendo Webber e le due Mercedes di Hamilton e Rosberg. Quinto posto per Felipe Massa con la Ferrari, mentre Alonso e' uscito di pista al secondo giro per la rottura di un alettone danneggiato da una toccata con Vettel in avvio.

Doping: Ricco' patteggia 2 mesi e 20 gg

Riccardo Ricco' ha patteggiato due mesi e 20 giorni per violazione della legge antidoping. Il giudice del Tribunale di Pavullo (Mo) ha sancito l'accordo tra il pm Pasquale Mazzei e i legali dell'ormai ex ciclista, al termine dell'inchiesta della Procura di Modena, che aveva indagato Ricco' nel febbraio 2011. La pena e' sospesa. Ricco' a inizio marzo ha visto confermata la squalifica di 12 anni dopo che il Tas ha respinto il ricorso contro la sospensione inflitta dal Tribunale antidoping del Coni.
ansa

L'addio a Mennea, 'Adesso correrai lassù'. Oggi a Roma i funerali del velocista azzurro

Ci ha regalato un sogno, era doveroso venirlo a salutare". In coda per rendere omaggio alla camera ardente di Pietro Mennea non ci sono solo i campioni: tanta gente comune, qualcuno con i fiori in mano, altri che lasciano un pensiero per l'olimpionico scomparso ieri. Molti i tifosi di Pietro che hanno voluto portare la loro testimonianza d'affetto: "E' stato giusto portarlo qui - commenta un anziano riferendosi al salone d'onore del Coni che ha aperto le sue porte per salutare il campione della velocità - una scelta significativa. Certo, Mennea era la velocità e stare qui fermo.... Correrà lassù". Tra le dediche molti i "grazie" per il "riscatto della gente del sud".
APERTA CAMERA ARDENTE AL CONI - Il feretro di Pietro Mennea, fuoriclasse azzurro della velocità, scomparso ieri a 60 anni, è esposto nella camera ardente allestita nel Salone d'Onore del Coni, circondato dai cuscini di fiori della presidenza della Repubblica, del presidente del Consiglio, del Comitato Olimpico Italiano, della Federatletica e del sindaco di Roma. Il primo a rendergli omaggio é stato il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha abbracciato la moglie di Mennea, Manuela, e salutato i familiari.
Un grande e commosso applauso ha accolto la salma di Mennea al palazzo del Coni. Particolarmente commosso Franco Carraro, membro del Cio, che non è riuscito a trattenere le lacrime abbracciando la moglie del campione olimpico. La salma di Mennea è giunta nel palazzo H del Coni con circa un'ora di ritardo rispetto all'orario previsto per l'apertura della camera ardente. Ad attenderla, oltre al presidente del Coni, Giovanni Malagò, il numero uno della Fidal, Alfio Giomi, i presidenti federali Gianfranco Ravà (cronometristi) e Francesco Purromuto (pallamano) e l'altro membro del Cio Mario Pescante. Presenti anche l'ex campione mondiale di calcio, Dino Zoff, l'ex oro olimpico del pugilato, Nino Benvenuti, e l'ex calciatore, Francesco Rocca.

I funerali di Mennea saranno celebrati domani, alle 10, a Roma, nella basilica di Santa Sabina, nell'Aventino.

BLATTER 'AMAVA CALCIO PULITO, ERA UNO DI NOI' - "Pietro Mennea era tifoso del calcio pulito e quindi pur essendo stato un campione dell'atletica leggera, è sempre stato uno di noi. Il mondo del calcio si stringe allo sport italiano in questo momento così triste". Lo scrive il presidente della Fifa, Joseph Blatter, in un messaggio di cordoglio indirizzato ai familiari di Pietro Mennea, il campione della velocità scomparso ieri a 60 anni.


ABETE 'PERSONA TENACE, SEMPRE IMPEGNATA E SCHIERATA' - "Ho un ricordo di una persona tenace che ha sempre fortemente creduto nelle cose che portava avanti. Si è sempre impegnato e schierato. Ci lascia dei ricordi incredibili sul piano sportivo ma anche come uomo ci lascia la dimensione di un impegno mai venuto meno, un rigore, una logica di chi vuole sempre competere nella massima autonomia e libertà". Così il presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, ricorda Pietro Mennea, scomparso ieri. "I miei ricordi sono di due tipi - ha detto Abete all'ingresso della camera ardente allestita al Coni -. Quelli da appassionato e tifoso, di una persona che seguiva le sue imprese e poi da dirigente sportivo. Ci sono state tante occasioni di confrontarsi e di scambiare delle riflessioni sia per il suo impegno politico sia sul versante giuridico". "L'ho incontrato qualche mese fa in treno, ci siamo salutati, ma non sapevo che c'era questa situazione così difficile" ha concluso Abete.

LA FRECCIA DEL SUD E QUEL 19"72 DURATO 17 ANNI - Pietro Mennea può essere considerato uno degli atleti più decorati nella storia dello sport italiano. Nato il 28 giugno 1952, a Barletta, per 17 anni è stato detentore del primato mondiale dei 200 metri, stabilito alle Universiadi di Città del Messico, nel 1979. Partecipò alla rassegna da studente in scienze politiche e polverizzò il precedente record che apparteneva a Tommie Smith. Un altro statunitense, Michael Johnson gli strappò il primato alle Olimpiadi di Atlanta, nel 1996.

Soprannominato la 'Freccia del sud', tutt'ora detiene il primato europeo e italiano dei 200 metri. nel 1980, a Mosca, con una straordinaria rimonta, conquistò la medaglia d'oro, sempre nei 200 metri, che si somma ai quattro titoli europei, a un argento e un bronzo ai Mondiali, ma anche ad altri due bronzi olimpici, il primo dei quali conquistato sulla pista di Monaco di Baviera ai Giochi del 1972, nella gara vinta dal sovietico Borzov. Mennea è stato anche straordinario staffettista e ha pure trovato fortuna nei 400 metri piani. Stamattina, però, ha perso la sua gara più importante.
ansa

È morto Pietro Mennea


È morto stamattina in una clinica a Roma, all'età di 61 anni, Pietro Mennea, ex velocista azzurro, olimpionico e per anni primatista mondiale dei 200 metri. Da tempo lottava con un male incurabile. camera ardente per oggi pomeriggio, nella sede del Coni.

Appresa la notizia della morte dell'campione Pietro Mennea, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, è rientrato precipitosamente da Milano, dove si trovava per impegni di lavoro. Il numero 1 dello sport italiano ha disposto l'allestimento della camera ardente per oggi pomeriggio, nella sede del Coni, a Roma. Mennea è stato primatista del mondo dei 200 metri dal 1979 al 1996.​
avvanire.it

Mennea e l'arte della “Resistenza”

«Pietro Mennea era un inno alla sofferenza, alla tenacia, al sacrificio per arrivare alla vittoria». Sono le parole di Livio Berruti, oro nei 200 metri alle Olimpiadi di Roma 1960, l’antesignano di Mennea, che a soli 61 anni ci saluta e se ne va, per sempre.
Un fine corsa precoce quello del campione olimpico di Mosca 1980. Per la generazione di chi è nato negli anni ’60, quelli che se la ricordano bene (in diretta tv) la finale dei 200 di una Mosca eterea e boicottata, Mennea era (e rimane) un mito.

«Ma chi sei Mennea?», ci si chiedeva divertiti e ironici davanti al più veloce del gruppo. E le ragazze del muretto rispondevano all’amica "salterina": «Ma chi sei la Simeoni?». Erano loro i piccoli eroi esemplari dello sport italiano di quegli anni '80. Anni in cui Mennea alzava il dito sotto un cielo di un mondo diviso da un muro e dalla paura di un’atomica sempre pronta a riesplodere.
E, invece, la vera bomba fu lui, la “Freccia del Sud”. Quel ragazzo dal volto scavato, dalla muscolatura nervosa e un fisico normalissimo (un “Tersite” del XXI secolo ), ma veloce come un treno partito da Barletta per fermarsi in cima al mondo. Con Mennea sognavamo di andare di corsa a prendere la luna e magari di farlo a tempo di record o, almeno, avvicinarci a quello stellare 19’’ e 72 centesimi che ha resistito per quasi 17 anni. L'ultimo atleta bianco che è riuscito a battere i potenti corridori di colore.

Ecco il verbo che racchiude l’esistenza e l’impegno sportivo e civile di Pietro il grande: «Resistere». Ha resistito alla tentazione del doping, dei maneggi e delle pratiche assurde che troppo spesso hanno distrutto l’immagine dello sport, denunciandole puntualmente e con coraggio, anche dai banchi del Parlamento europeo, dove ha continuato a far correre le idee e i valori veri del «ragazzo arrivato dal profondo Sud».
In un tempo in cui vivere e provare ad emergere al Meridione era ancora più difficile di adesso, Mennea ha mandato il suo messaggio di speranza che «con l’impegno e il sacrificio si raggiungono i traguardi». È uno slogan che gli abbiamo sentito ripetere, con convinzione, fino all’ultimo. L’ha gridato e scritto a caratteri d’oro in ogni libro che ha pubblicato. Saggi in cui invitava alla necessità di un ritorno a uno sport più umano, fatto di atleti puri e non di fenomeni da baraccone e ancor meno da creature progettate in laboratorio. Ma soprattutto invitava i Governi e la politica a non arricchirsi o a indebitarsi inseguendo il miraggio olimpico: «Perché - ci ricordava alla vigilia di Londra 2012 - ogni Paese che ha organizzato i Giochi, dopo è subito sprofondato in una paurosa crisi economica. Vedi la Grecia...». Idee chiare, rapide come il suo passo di uomo che dentro ad ogni sua vittoria prima della gioia liberava la sofferenza. La sua e quella del mondo intero.

Massimiliano Castellani - avvenire.it

Sport in tv, 21 marzo: Italia-Brasile su Raiuno. La programmazione sportiva odierna

La programmazione sportiva odierna. Parata di stelle a Ginevra: allo Stade de Geneve va in scena l'amichevole internazionale tra l'Italia di Prandelli e la selezione brasiliana guidata da Felipe Scolari. Una sfida, quella con il Brasile, che l'Italia non vince dal lontano "Mundiàl" del 1982, quando la tripletta di Paolo Rossi consentì all'Italia di Bearzot di battere 3-2 il Brasile di Socrates e Falcao, e volare così in semifinale. Da lì in poi le due Nazionali si sono incontrate 5 volte, con 4 pareggi ed una sconfitta azzurra. Sfida carica di fascino e motivazioni per la giovane Italia di Prandelli, che dovrebbe schierare in attacco dal primo minuto la coppia rossonera El Shaarawy-Balotelli, col dubbio se aggiungere un uomo in più in attacco come Cerci, oppure un trequartista alle spalle delle punti, e la scelta ricadrebbe quindi su Diamanti. A centrocampo gli imperscindibili juventini Pirlo e Marchisio con l'aggiunta del romanista De Rossi, mentre in difesa la linea a quattro sarà composta da Abate-Bonucci-Barzagli-De Sciglio. Scolari risponde con il trio offensivo Oscar-Hulk-Neymar, mentre a centrocampo dovrà fare i conti con le assenze di Paulinho e Ramires.

Ore 20.30, Calcio Amichevole: Italia-Brasile (diretta su Raiuno)

Capitolo basket: ben quattro partite in Eurolega, con le Top 16 che entrano nella fase decisiva. In serata si giocano quattro partite: nel Gruppo E l'Efes Pilsen cerca la decima vittoria che garantirebbe l'accesso ai quarti di finale di Eurolega in casa dello Zalgiris Kaunas. Stesso discorso per il Real Madrid, che al Palacio de Deportes sfida il Panathinaikos. L'Unicaja Malaga cerca di tornare disperatamente in corsa contro il Cska di Ettore Messina, mentre il Barcellona affronta serenamente l'impegno in casa contro il Caja Laboral, visto che i blaugrana sono già qualificati ai quarti di finale.

Ore 20.30, Eurolega Top 16: Barcellona-Caja Laboral (diretta su Sportitalia 2)
Ore 18.45, Eurolega Top 16: Zalgiris Kaunas-Efes Pilsen istanbul (diretta su Sportitalia 2)
Ore 15.30, Ciclismo: Giro di Catalogna (diretta su Eurosport 2)
lospettacolo.it

Sport in tv: le dirette di oggi, mercoledi 20 marzo 2013

Eurosport 1
08.45 Curling: Mondiale femminile - Fase a gironi: Canada - Germania da Riga, Lettonia.
Eurosport 1
13.30 Curling: Mondiale femminile - Fase a gironi: Svizzera - Germania da Riga, Lettonia.
Eurosport 2
15.30 Ciclismo: Giro di Catalogna - 3a tappa: Vidreres - Vallter 2000, km 180,1.
Eurosport 1 - Rai Sport 2
15.30 Sci di fondo: Coppa del Mondo - Sprint a tecnica classica maschile e femminile da Stoccolma, Svezia.
Eurosport 1
18.00 Calcio femminile: Wolfsburg (Ger) - Rossiyanka (Rus). Champions League - Quarti di finale, Andata.
Eurosport 2
18.00 Calcio femminile: Olympique Lione (Fra) - Malmoe (Sve). Champions League - Quarti di finale, Andata.
ESPN America
18.00 Baseball: Boston at NY Yankees. MLB Spring Training.
Rai Sport 1
19.50 Calcio: Arezzo - Torre Neapolis. Coppa Italia serie D - Semifinale Ritorno (differita).
Eurosport 1
20.00 Calcio: Germania - Spagna. Under 19 - Amichevole.
Rai Sport 2
20.25: Pallanuoto: Florentia-Radnicki Kragujevac. Finale Euro Cup, Andata.
Eurosport 2
20.28 Basket: Valencia Basket (Spa) - Lokomotiv Mosca (Rus). Eurocup - Semifinali, andata.
Serie B – Posticipo 31° giornata
20.45
Varese - Novara
Sky Calcio 1 HD
Premium Calcio: telecronaca Roberto Ciarapica, commento tecnico Luca Pellegrini.
ESPN America
23.30 Basket: NCAA Tournament - First Four - LIU-Brooklyn vs James Madison.
Sky Sport 2 HD
24.00 Basket: Cleveland Cavaliers vs Miami Heat (NBA). Commento live di Flavio Tranquillo e Federico Buffa.
ESPN America
02.00 Basket: NCAA Tournament - First Four - La Salle vs Boise State.

Sport da piccoli? Piu' memoria da adulti

Chi fa attivita' sportiva regolarmente fin da bambino mostra una migliore memoria, attenzione e capacita' di apprendimento dopo i 50 anni di eta' rispetto a chi non ha fatto movimento in modo regolare negli anni. Lo dimostra uno studio dei ricercatori del King's College di Londra, pubblicato su Psychological Medicine. La ricerca dimostra che e' soprattutto la costanza sportiva a migliorare le capacita' cognitive, piuttosto che l'intensita' e che non e' mai troppo tardi per cominciare.
ansa

Serie A calcio: Roma batte Parma, Toro-Lazio 1-0

(ANSA) - ROMA, 18 MAR - La Roma batte 2-0 il Parma in uno dei posticipi della 29/a giornata e si porta a quota 47, affiancando Inter (che deve recuperare la gara con la Samp) e Lazio, sconfitta 1-0 a Torino. I giallorossi sono andati in vantaggio al 7' pt con Lamela (13/o centro) e raddoppiato nella ripresa su punizione di Totti (11/ gol, 226/o in carriera). Gara falsata dalla neve a Torino e con gli ospiti in 10 dal 16' pt per l'espulsione di Ciani. Decide Jonathas al 33' st, il Toro sale a quota 35.
ansa

Maratona Roma a Negari e Kirop

(ANSA) - ROMA, 18 MAR - La 19/a Acea Maratona di Roma è stata vinta da un etiope nella prova maschile e da una keniana in quella femminile: il 29enne Getachew Terfa Negari si e' aggiudicato la gara in 2h07'56'' mentre la 36enne Helena Loshanyang Kirop ha tagliato il traguardo in 2h24'40''.

Ha dato spettacolo anche Alex Zanardi, l'ex pilota di F1 campione dell'handbike, alla sua terza vittoria dopo quelle del 2010 e del 2012. Ha sfiorato il record del percorso chiudendo la gara in 1h12'15''(1h11'46' nel 2012).

Ciclismo: Ciolek vince la Milano-Sanremo

(ANSA) - IMPERIA, 18 MAR - Il tedesco Gerald Ciolek (MTN-Queka)ha vinto la 104/a Milano-Sanremo, un'edizione caratterizzata dal brutto tempo. Ha battuto in volata il favorito Peter Sagan, al terzo posto lo svizzero Fabian Cancellara.

Sci: duplice frattura per Denise Karbon

(ANSA) - LENZERHEIDE (SVIZZERA), 18 MAR - Cadendo nello slalom gigante di Lenzerheide, ultima gara della stagione di Cdm di sci, l'azzurra Denise Karbon ha riportato una duplice frattura del malleolo tibiale del piede destro. Karbon, 32anni, verrà operata nelle prossime ore. La prognosi è di tre mesi.

Scatta la Milano-Sanremo Sfida Sagan-Nibali. Oggi la grande classica

Dopo la Parigi-Nizza e la Tirreno-Adriatico, le prime prove a tappe di prestigio del 2013, hanno inizio ufficialmente domani, domenica, le grandi classiche. E, come sempre, sarà la Milano-Sanremo ad aprire le danze con l'edizione numero 104 che riproporrà il suo tradizionale percorso, con partenza a Milano da Piazza Castello alle 9.45 e arrivo in riviera sul Lungomare Calvino dopo aver domanto Turchino, Maniè, Berta e Cipressa, le asperità che spesso in passato hanno fatto la differenza, anche se ultimamente è lo sprint, anche di massa, a risolvere la Classicissima di Primavera.
Gli australiani Matthew Goss (2011) e Simon Gerrans (2012) hanno dimostrato che, dopo la bellezza di 298 chilometri, può davvero capitare di tutto, figurarsi se, come sembra possa accadere domani, oltre al sudore della fronte i corridori dovranno fare i conti con la pioggia battente. E allora, nel caso in cui il meteo rovinasse la giornata, basterà poco a far saltare i piani delle grandi squadre o le ambizioni dei tanti campioni che, come sempre, puntano a mettere in bacheca uno degli appuntamenti più impegnativi e importanti del ciclismo internazionale.
Con Oscar Freire, autore di una tripletta, appena ritiratosi, ed esclusi i due 'Aussie' gia' citati dell'Orica-GreenEdge, i corridori che possono puntare al successo sono gli italiani Alessandro Petacchi (2005) e Filippo Pozzato (2006), entrambi alla Lampre-Merida, lo svizzero Fabian Cancellara (2008), capitano della RadioShack-Leopard, e il britannico Mark Cavendish (2008), passato dalla Sky all'Omega Pharma-Quickstep per avere più spazio ma costretto, almeno domani, a dividere i galloni di leader con il belga Tom Boonen, altro campione completo che mira alla vittoria.
Due ex colleghi come il giovane slovacco Peter Sagan (Cannondale) ed il siciliano Vincenzo Nibali (Astana), fresco del bis consecutivo nella Corsa dei Due Mari, avranno le loro carte da giocare.
quotidiano.net

Traversa e rigore fallito per Del Piero

(ANSA) - SYDNEY, 16 MAR - Fa tutto Alessandro Del Piero, tranne che segnare, nell'1-1 casalingo del suo Sydney contro il Melbourne Victory: l'ex capitano della Juventus macina gioco, si fa parare un rigore, colpisce una traversa su punizione, ma non riesce a segnare il suo 13/o gol in A-League. Per lo meno mette lo zampino nella rete del pareggio, strappato a 5' dal termine, calciando il corner sul quale Yau realizza. A due turni dalla fine del campionato regolare, gli Sky Blues restano comunque in corsa per i playoff.

Torna la Settimana contro il razzismo Promossa dall'Unar. Iniziative in A, B, Lega Pro e Dilettanti


(ANSA) - ROMA, 16 MAR - Campi di calcio all'insegna dell'antirazzismo nel weekend di Serie A, B, Lega Pro e Dilettanti. L'occasione e' la 9/a Settimana d'azione contro il razzismo, promossa dall'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali della Presidenza del Consiglio. Prima delle gare di A, in particolare, sara' esposto uno striscione contro il razzismo e i capitani delle squadre leggeranno un messaggio di sensibilizzazione, mentre sugli spalti saranno distribuite foto di con lo slogan 'Espelli il razzismo'.

Roma-Lazio di lunedi' sera Lazio in Europa, derby 8 aprile alle 20,45

Il derby Roma-Lazio si giocherà lunedì 8 aprile alle 20,45. La partita è stata posticipata a causa degli impegni della Lazio in Europa League.
ansa

Montezemolo, faremo di tutto per vincere. Il presidente della Ferrari suona la carica alla scuderia

(ANSA) - ROMA, 16 MAR - ''La competizione e' molto dura, ma vogliamo fare di tutto per vincere il Mondiale''. Il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo guarda con grinta alla nuova stagione di Formula 1 al via domenica con il Gp d'Australia. Parlando della prima giornata di prove che oggi ha visto la Red Bull di Vettel dominare, Montezemolo ha aggiunto: ''Il venerdi' non parlo mai con i piloti, vedremo domani. Oggi e' difficile valutare le prestazioni, le risposte vere le avremo dopo le qualifiche''.

Pallavolo: Anzanello al Niguarda, condizioni gravi Atleta veneta colta da malore in Azerbaigian dove gioca

Le condizioni di Sara Anzanello, una delle giocatrici simbolo del volley femminile italiano, sono molto gravi. La pallavolista è stata ricoverata all'ospedale Niguarda di Milano, dove è stata portata dopo aver avuto un malore a Baku, dove gioca da due anni con la squadra dell'Arzerrail. Anzanello, secondo quanto si è appreso da fonti dell'ospedale, è stata colpita da una forma di epatite fulminante, e le sue condizioni sono molto gravi secondo i medici. La prognosi è riservata al momento, e l'unica speranza, a questo punto, sembra essere un trapianto di fegato, per cui il tempo è essenziale. Il reparto presso cui è ricoverata è diretto da Luciano De Carlis, specializzato in trapianti di fegato, e primo a eseguirlo in Italia da donatore vivente.
 ansa

Ghiaccio: Mondiali, Kostner per ora 2/a

Carolina Kostner è seconda al termine dello short program ai campionati mondiali di pattinaggio artistico su ghiaccio in corso a London, in Canada.

Prima con 69.97 punti la sudcoreana Kim Yu-na, al ritorno alle competizioni dopo due anni di assenza. Kostner, campionessa mondiale in carica, ha ottenuto 66,86 punti. Terza la giapponese Kanako Murakami con 66,64 punti.

ansa

F1: Australia, Vettel favorito

(ANSA) - ROMA, 15 MAR - Il tre volte campione del mondo parte favorito anche nel Gp inaugurale del 2013: dopo le prime prove libere, la quota per Sebastian Vettel vincitore in Australia è 2,25, con Fernando Alonso a 5,50. Qualche possibilità per Kimi Raikkonen su Lotus - quota 7,00, mentre sembrano tagliati fuori dal podio Hamilton e Webber, quotati rispettivamente 11 e 12.

Felipe Massa insegue a quota 25.
ansa

Sport in tv: le dirette di oggi, venerdì 15 marzo 2013. Si scaldano i motori della F1 in Australia, si sorteggiano i Quarti di Champions ed Europa League

DAYTIME MATTINA / outdoorblog.it
Sky Sport F1 HD
G.P. d’Australia – Circuito di Melbourne
Le telecronache di Carlo Vanzini e Marc Gené, commento di Jacques Villeneuve.
8.00: Paddock Live
8.30: Conferenza Stampa Team
9.30: Paddock Live Show
Sky Sport 2 HD
09.00 - 13.00 Golf: Avantha Masters – European Tour. Da Greater Noida, India. Seconda giornata. Commento di Silvio Grappasonni e Roberto Zappa.
Sky Sport 3 HD
09.40 Rugby: Waratahs-Cheetahs. Super Rugby (Super 15), quinta giornata. Telecronaca di Antonio Raimondi, commento di Vittorio Munari.
Rai Sport 1 - Eurosport 1
10.05 - 10.30 Sci alpino: Coppa del Mondo - Team Event da Lenzerheide, Svizzera.
Eurosport 2
11.00 Snooker: Tour Champhions Finals - Ottavi di finale da Galway, Irlanda.
Premium Calcio
11.45 Calcio: Sorteggi per i quarti di finale di Champions League ed Europa League, in diretta dal quartiere generale UEFA di Nyon. In studio Marco Foroni, Maurizio Pistocchi e Giovanni Galli, Pierluigi Pardo in collegamento da Nyon.
Eurosport 1
12.00 Calcio: Sorteggi per i quarti di finale di Champions League ed Europa League, in diretta dal quartiere generale UEFA di Nyon.
Sky Sport 1 HD/canale 201 e Sky SuperCalcio HD/canale 205
12.00 Calcio: Sorteggi per i quarti di finale di Champions League ed Europa League, in diretta dal quartiere generale UEFA di Nyon. In studio Anna Billò, insieme a Massimo Mauro e Alessandro Costacurta. Inviato a Nyon Alessandro Alciato.
DAYTIME POMERIGGIO
Eurosport 1
13.00 Biathlon: Coppa del Mondo - Sprint 10 km maschile da Khanty-Mansiysk, Russia.
Eurosport 2
13.00 Combinata nordica: Coppa del Mondo - HS 134 da Oslo, Norvegia.
Eursport 2
13.45 Freestyle: Coppa del Mondo - Moguls da Are, Svezia.
Eurosport 1
14.15 Salto con sci: Coppa del Mondo - HS 105 Donne da Trondheim, Norvegia.
Eurosport 2
14.30 Snooker: Tour Champhionship Finals - Ottavi di finale da Galway, Irlanda.
Eurosport 1
15.30 Combinata nordica: Coppa del Mondo - Gundersen 15 km da Oslo, Norvegia.
Eurosport 1
16.30 Salto con sci: Coppa del Mondo - HS 140 da Trondheim, Norvegia.
SportItalia 2
17.00 Basket: CSKA – Zalgiris. Eurolega Top 16 Game 11.
ESPN America
17.00 College Basketball: ACC Q’final 1 (NCAA).
Eurosport 1
18.30 Pattinaggio: Mondiale - Coppie - Programma libero da London, Canada.
Serie B – Anticipo 31° giornata
19.00
Reggina-Cesena
Sky Calcio 2 HD
Premium Calcio: telecronaca Simone Malagutti, commento tecnico Giuseppe Incocciati.
ESPN America
19.00 College Basketball: ACC Q’final 2 (NCAA).
SportItalia 2
19.45 Basket: Real Madrid - Unicaja Malaga. Eurolega Top 16 Game 11.
Eurosport 2
20.00 Tennis: Kings of Tennis - Finale da Stoccolma, Svezia.
PRIMA SERATA
Eurosport 1
20.30 Snooker: Tour Championship Finals - Ottavi di finale da Galway, Irlanda.
SportItalia 1
20.30 Calcio: Marsiglia – Ajaccio. Ligue 1 2012-2013 - 29a giornata.
Serie B – Anticipo 31° giornata
21.00
Verona-Livorno
Sky Calcio 1 HD
Premium Calcio: telecronaca Massimo Callegari, commento tecnico Luca Pellegrini.
NOTTE
Sky Sport 2 HD
00.00 Basket: Indiana Pacers vs Los Angeles Lakers (NBA). Commento live di Flavio Tranquillo e Davide Pessina.
ESPN America
00.00 Baseball: 2013 World Baseball Classic. Pool 2 Game 5 (Miami, FL).
ESPN America
04.30 College Basketball: Pac-12 Semi 2 (NCAA).
Sky Sport F1 HD
G.P. d’Australia – Circuito di Melbourne
3.45: Paddock Live
4.00: Terza sessione prove libere
5.00: Paddock Live
6.00: Paddock Live Qualifiche
7.00: Qualifiche (in differita alle 10, 11.45 e 14, con l’opzione del mosaico interattivo HD)
8.15: Paddock Live Qualifiche
9.30: Paddock Live Show

Lo sport che racconta il mondo

"Non gioco più, me ne vado", un'antologia di articoli del giornalista. Tra Nereo Rocco e strucoli, Moser e cassoulet, il Tour e chansonnier, i giudizi duri non sono mai per chi pedala o rincorre una palla ma per potenti e speculatori
di MICHELE SERRA - sconto ibs 15%>>>


CHIUNQUE faccia o abbia fatto il giornalista sa quanto è difficile trovare un equilibrio decente tra la mole incombente della realtà (i cosiddetti "fatti") e la propria maniera di raccontarla. I lettori - come ogni pubblico pagante - sono severi, e selettivi: se sei troppo anonimo si annoiano. Se sei troppo narciso non si fidano. Capiscono se quello che ti importa è parlare del mondo. A modo tuo, ma del mondo. Oppure se quello che ti importa è solamente parlare di te stesso.

Mura Gianni - Non gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni

Non gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni TitoloNon gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni
AutoreMura Gianni
Prezzo
Sconto 15%
€ 14,45
(Prezzo di copertina € 17,00 Risparmio € 2,55)
Dati2013, 498 p., brossura


Quando Gianni Mura, raccontando Francesco Moser, introduce i filari di uva schiava; o quando, incontrando Nereo Rocco in quasi-esilio a Firenze, fa cenno allo strucolo (una specie di strudel del Carso) preparato dalla moglie del Paròn; o quando ancora, per le strade del Tour, riesce a intrecciare il filo febbrile della corsa con le trame del paesaggio, l'epica del cassoulet, i colori degli impressionisti, i versi degli chansonnier; i suoi lettori gli sono grati, gli sono amici. Mura li porta proprio lì e non altrove, li fa incontrare proprio con quelle storie, quelle persone. Tiene fermo il punto: è un giornalista, è un cronista. Ma non li lascia mai soli, i suoi lettori. Fa sì che la sua voce rimanga sempre udibile, riconoscibile, riga dopo riga. Come se tenesse alla loro compagnia, come se ogni articolo, ogni racconto, avesse il retrogusto della chiacchierata e lo stigma di un potenziale convivio (ora ci spiega che cosa bisogna bere, con il cassoulet).

Questa sua umanità (il termine è generico, lo so, ma non ne trovo di migliori) è, credo, il motore profondo della scrittura e del lavoro di Gianni. Dietro la sapienza del cronista che ormai le ha viste tutte, sotto la crosta del gastronomo raffinato, così come dietro le sue idiosincrasie anagrafiche (detesta internet, per lui l'informazione è ancora oggi un greve, babelico bastione di carta stampata che dalla scrivania collassa sul pavimento) si sente respirare una persona, compresi gli sbuffi di fumo e gli effluvi del bicchiere.

"Personale", che è uno degli attributi più ricorrenti per descrivere uno stile, è nel suo caso qualcosa di più. È ciò che davvero qualifica una scrittura irriducibile, che nella baraonda e nel fracasso, nel mutare delle mode, nel consumarsi delle certezze, è sempre riuscita a conservarsi distinguibile. Non perché sia impermeabile a quello che accade. Ma perché non se ne lascia mai sommergere. In questo senso Mura è una specie di Guccini del giornalismo. Qualcosa di solido, di affidabile, di familiare che sei felice di ritrovare sempre al suo posto. Ad altri il compito di inseguire il mutamento: sai già che comunque, mano a mano che si allunga il cammino, mentre gli anni sfumano, le poche voci che davvero contano sono quelle che hanno cercato la profondità, non quelle che si sono fidate della velocità.

Un titolo mezzo scherzoso mezzo ombroso (Non gioco più, me ne vado. Gregari e campioni, coppe e bidoni, il Saggiatore) contiene una ricca raccolta degli articoli di Mura sulla Gazzetta dello sport, Epoca e Repubblica. I pezzi non sono impaginati secondo cronologia, ma accorpati in capitoloni più o meno tematici che attraversano una impressionante quantità di cronache sportive, ritratti, incontri, lettere aperte, moralità in forma di pagella (genere amatissimo dai muriani). I più remoti sono degli anni Sessanta, quelli di Gimondi e Gigi Riva, i più recenti arrivano a sfiorare i nostri anni. Vertiginosa la vastità del mare fin qui navigato, delle epoche attraversate, dal bianco e nero al colore, dagli italiani solidi e forti del dopoguerra, Bartali e Zeno Colò, ai campioni nervosi e fragili dei nostri tempi, Pantani amatissimo, altri di meno, comunque sempre rispettati dal racconto, risparmiati nel giudizio. Il cronista sportivo conosce la fatica fisica e nervosa dell'agonista, lo sforzo immane di affrontare la gara e di esporsi all'amore mutevole del pubblico, il prezzo umano della vittoria. Ha le parole di trionfo per il vincitore, ha quelle di pietà per lo sconfitto.

Leggendo e rileggendo Mura, ci si rende conto che i giudizi più duri non sono mai per chi pedala o rincorre una palla. Sono per i dirigenti, per i potenti, per gli speculatori, per i critici faciloni e scadenti. Sono per la sopraffazione economica, pubblicitaria, mediatica di quella trama sottile, eppure invincibile, che è la corsa, la partita, lo sport. C'è una sostanza nello sport, e questa sostanza è la persona che sogna e che suda, che vince e che perde. Il resto, tutto il resto, è solo una cornice che non deve mai distrarci: noi lettori di Mura lo sappiamo, e lo sappiamo perché siamo lettori di Mura.

 

Calcio: Brasile-Bolivia di beneficienza Proventi a famiglia 14enne ucciso da razzo tifosi corinthians

(ANSA) - SAN PAOLO, 13 MAR - Il Brasile giochera' in Bolivia una partita amichevole i cui proventi saranno devoluti alla famiglia di un tifoso boliviano di 14 anni ucciso da un razzo lanciato da un gruppo di sostenitori del Corinthians durante un match di Copa Libertadores tre settimane fa. L'amichevole di beneficenza - ha annunciato la Federcalcio brasiliana - si giochera' il 5 aprile. Il Brasile paghera' le spese della trasferta e versera' la sua quota di incasso alla famiglia del ragazzo morto.
ansa
300x250 Banner Chat settembre 2010

Get the Flash Player to see this player.

Stampa Spagna, Habemus Barca, Messi e' il Papa. Gli echi del Conclave si riflettono in Champions

Gli echi del Conclave si riflettono perfino in chiave Champions. Così, per spiegare la rimonta del Barcellona contro il Milan, e la splendida prova dei 'blaugrana', l'edizione online del Mundo Deportivo, quotidiano di Barcellona, titola "Habemus Barca, Messi è il Papa!", sotto a una foto del fuoriclasse argentino che esulta. "Cari amici, non c'é più niente da dire - sottolinea 'MD' -: questa squadra è storica, una leggenda vivente. Non si stancano mai di vincere, e ora vanno per un'altra Champions". Suggestivo il titolo dell'edizione digitale di 'Marca': "questa è per Tito", ovvero una dedica per l'allenatore Tito Vilanova attualmente in cura a New York. E poi anche "mancava una rimonta come questa", per ricordare la frase detta giorni fa da Xavi, secondo il quale "a questa generazione del Barca manca una 'remontada'". Detto e fatto.
ansa
300x250 Banner Chat settembre 2010

Get the Flash Player to see this player.

Messi super, Milan va in Barca. Svanisce sogno Champions, rossoneri ko

dell'inviata Laura Masiello
Il sogno del Milan s'infrange contro il Barcellona e uno stratosferico Messi che trascina i blaugrana all'impresa. Credevano nella remuntada e remuntada è stata. I catalani si lasciano alle spalle la mini crisi aperta tre settimane fa con il ko di San Siro e la doppia sconfitta con il Real Madrid e compiono l'impresa di ribaltare lo 0-2 e qualificarsi per i quarti di finale di Champions. Candidandosi con una prestazione siderale per potenza e qualità al ruolo di favoriti per la vittoria finale. Messi (che non aveva mai segnato su azione contro le squadre italiane) è una spina nel fianco del Milan. L'argentino va a segno due volte nel primo tempo, al 5' e al 40', annullando il gap nel primi 45 minuti, quindi nella ripresa David Villa mette il sigillo del 3-0 prima che Jordi Alba mandi a casa i rossoneri sotto il peso di un punteggio clamoroso, contro un Barcellona assai diverso da quello dell'andata. Che il Barca fosse capace di qualsiasi cosa l'aveva detto l'ad rossonero Adriano Galliani, conscio delle difficoltà dell'incontro. Ma sicuramente non immaginava che sarebbe successo. 

Eppure il giovane Milan di Allegri è andato a un passo dall'impresa: per due volte, nel primo tempo con Niang, che colpisce un palo a portiere battuto, e nella ripresa con Robinho (salvataggio di Jordi Alba) ha avuto la possibilità di segnare quel gol che poteva valere la qualificazione. Le basi, per il futuro rossonero sono comunque rosee ma la delusione di questa sera sarà dura da assorbire. In avvio il Camp Nou è una bolgia, il tifo assordante e coinvolgente: il pubblico risponde con la coreografia 'Som un equipo' all'ingresso in campo e sostiene i suoi beniamini per tutto l'incontro. 

Archiviati dubbi e pretattica, il duo Roura-Vilanova conferma il 4-3-3, le novità sono Mascherano titolare al posto di Puyol e la coppia Pedro-Villa a formare il tridente con Messi. Allegri dal canto suo pure si affida al 4-3-3 e, recuperato Mexes al centro della difesa, conferma il 4-3-3 dell'andata con Niang punta centrale. Al Barcellona bastano 55 minuti per compiere la 'remuntada': il primo tempo per il Milan è da incubo. I blaugrana partono subito forte: nemmeno 5' di gioco e Messi, servito splendidamente da Xavi, realizza un gol spettacolare dal limite dell'area di sinistro. Il Barcellona crede nella rimonta e lo dimostrano. Il Milan appare spaesato dal dominio dei padroni di casa e non riesce a ripartire con convinzione, sbagliando troppo in fase di disimpegno. Al 9' Boateng trova un varco e serve El Sharaawy ma la conclusione del 'Faraone' è debole e senza pretese. 

Il Barca insiste, supportati dai 90mila del Camp Nou Messi e compagni non lasciano spazi ai rossoneri. Al 13', Abbiati respinge corto su un tiro dalla distanza di Xavi, Messi sulla ribattuta di testa non centra lo specchio della porta. Il Barcellona del primo quarto d'ora è una furia contro la quale il Milan non riesce ad opporsi, poi inevitabilmente il ritmo cala e non mancano gli spazi ma i rossoneri non riescono ad approfittarne. Al 34' ci prova El Shaarawy servito da Ambrosini, il faraone salta Piqué ed entra in area da sinistra ma il suo tiro di destro non impensierisce Valdes. Pochi minuti dopo (38') Niang ha l'occasionissima che avrebbe chiuso i giochi: su un errore di Mascherano il rossonero si trova a tu per tu con Valdes fuori dai pali ma sua conclusione incredibilmente colpisce il palo. E siccome nel calcio vige la legge del 'gol sbagliato, gol subito' ecco che due minuti dopo arriva il gol del 2-0 che pareggia i conti con il risultato dell'andata. Porta ancora la firma di Lionel Messi: l'argentino servito da Iniesta calcia con una velocità impressionante un missile e batte Abbiati. La ripresa si apre con ritmi leggermente più lenti ma già al 3' il Barca è ancora pericoloso con Messi che approfitta di un errore di Zapata e parte per 25 metri sul suo tiro di sinistro Abbiati è sicuro in presa. Bastano 10 minuti e blaugrana trovano il gol del 3-0 con David Villa. Il Milan è frastornato, non riesce a tenere i ritmi dei catalani. Allegri corre ai ripari nella speranza che i suoi trovino quel gol che li qualificherebbe e al 16' sostituisce Ambrosini con Muntari e il deludente Niang con Robinho. E il brasiliano si rende pericoloso al 37': Bojan (entrato al posto di Flamini) s'invola a sinistra e mette in mezzo per Robinho, ma arriva la chiusura di Jordi Alba sul sinistro del brasiliano da due passi che mette la palla in corner. Al Milan basterebbe un gol e negli ultimi cinque minuti prova il colpaccio sotto i fischi dei 90mila del balugrana. In pieno recupero arriva il gol del 4-0 di Jordi Alba che spegne il sogno dei rossoneri.
ansa
300x250 Banner Chat settembre 2010

Get the Flash Player to see this player.

Fisco: a processo Karbon e Kostner Sono accusate di avere trasferito soldi in Svizzera

Si e' tenuta al tribunale militare di Verona la prima udienza a carico delle campionesse dello sci Isolde Kostner e Denise Karbon, accusate di evasione fiscale e a suo tempo in forza alle Fiamme Gialle, il gruppo sportivo della Gdf. Le sciatrici, che hanno ribadito che non vogliono patteggiare, sono accusate di avere portato in Svizzera parte di quanto guadagnato con la loro attivita'. Nelle prossime udienze, fissate a Verona per il 25 e 26 giugno, sara' sentito una trentina di testimoni.
ansa
300x250 Banner Chat settembre 2010

Get the Flash Player to see this player.

Motori: Nuova Range Rover Sport, prima apparizione a New York

Prima Apparizione mondiale per la Nuova Range Rover Sport con un'inconsueta presentazione il 26 marzo nelle vie di Manhattan, a New York. L'auto piu' agile, veloce e reattiva mai prodotta dalla Land Rover sara' svelata al pubblico internazionale alla vigilia del Salone dell'Auto di New York.

L'evento si svolgera' nelle strade della Grande Mela, la citta' che rappresenta il maggiore mercato mondiale per Range Rover Sport. In nessun'altra area metropolitana del mondo, infatti, sono state acquistate tante Sport come a New York. Il modello rappresenta anche la Land Rover piu' venduta in Nord America. Per la prima volta Land Rover trasmettera' l'evento in diretta al pubblico mondiale, attraverso il microsito dedicato www.newrangeroversport.com. Coloro che si registreranno sul sito riceveranno un invito personale a seguire la trasmissione, insieme ad interessanti contenuti speciali e alle informazioni.

Nuova Range Rover e' l'ultima nata della famiglia Range Rover e il terzo modello della gamma a essere lanciato negli ultimi due anni. Segue infatti la Range Rover Evoque lanciata nel 2011, e l'impareggiabile Nuova Range Rover, nel 2012. ''La Nuova Range Rover Sport'' ha dichiarato John Edwards, Global Brand Director di Land Rover ''innalza il modello a nuovi livelli. E' il veicolo piu' dinamico della Land Rover, l'epitome del migliore design, della progettazione e dell'innovazione tecnologica del Regno Unito.'' Il prossimo 26 marzo alle 19:30 EDT (Eastern Daylight Time) saranno rivelati tutti i dettagli sulla Nuova Range Rover Sport.
ansa

Questa palestra è l’oro di Napoli Non può chiudere

«A volte, nonostante i tanti sacrifici che fai e la passione che ci metti, ti sembra che dai soltanto fastidio... Così per un attimo ti viene voglia di mollare. Ma poi vedo il sorriso bello di questi figli di Scampia, Miano, Piscinola, Secondigliano, Chiaiano, Marianella - e potrei continuare all’infinito...- e capisci che non puoi abbandonarli a un destino che li condurrebbe sicuramente in fondo a un terribile vicolo cieco». Non molto tempo fa si era sfogato così con Avvenire Gianni Maddaloni: per tutti gli scugnizzi di Scampia, semplicemente «o’ Maestro».

Un leone in gabbia che urla e chiede aiuto, «alle istituzioni e alle persone di cuore», affinché la sua palestra, la “Star Judo Club”, causa mancanza di mezzi di sussistenza, non sia costretta a chiudere, ma possa continuare nella funzione di «avamposto sociale». Maddaloni e i suoi figli, tutti campioni di judo (Pino medaglia d’oro alle Olimpiadi di Sydney nel 2000 e tecnico della Nazionale, Laura 13 volte campionessa italiana, Marco due titoli europei e i “cuccioli” di casa Serena e Braiz), da otto anni sono in prima linea per sostenere la gente di Scampia.

Centomila anime, per niente salve, popolano questo quartiere - tristemente noto per fatti di cronaca nera - e più di mille sono quelle che ogni anno frequentano la palestra del Centro Sociale Maddaloni. Quote di iscrizione “simboliche”: «20 euro al mese per i papà e le mamme, i figli gratis, anche se ne hanno 4, e qui ce ne stanno assai di famiglie così numerose». Spiega o’ Maestro che ora è rimasto al verde, alla palestra mancano perfino i soldi per pagare la bolletta della luce.

«Quella è scaduta ieri ed era 2mila euro solo di anticipo. L’unico sponsor che avevamo, la Trincar autodemolitore, ci dava mille euro, ma è sparito. Adesso abbiamo circa 20mila euro di debiti “ingiusti”. Sono allenato a pagare di tasca mia e a vivere di carità, ma questa volta non so più a quali porte bussare». Il tutto accade nel momento in cui anche il Comune di Napoli ha cercato di incentivare le già innumerevoli attività della palestra, con il “Patto per Scampia” voluto dall’assessore allo Sport Pina Tommasielli. «Si tratta di 108 scugnizzi che tre volte alla settimana arrivano un po’ da tutti i quartieri ad alto rischio della città. Sono la mia gioia e il mio divertimento.

Li alleniamo gratuitamente con i miei operatori, una decina in tutto che lavorano cinque giorni su sette per stipendi da fame, 350, 500 euro mensili, quando ci stanno». Ciro e altri sette scugnizzi pur di essere puntuali all’allenamento sono arrivati a piedi, perché il pullman è rimasto fermo a piazza Plebiscito: «L’autista, dipendente della Napoli Sociale, ha incrociato le braccia: non ha preso lo stipendio questo mese e tiene figli piccoli pure lui che devono mangiare...». Ritratto di un messico napoletano fatto di miseria e nobiltà, di disagio e di quella violenza che si impara a conoscere fin da piccoli. E ribellarsi a un destino di «manovalanza della camorra» è la prima sfida da superare.

«Vedete quel piccolino lì, è Antonio. Suo padre deve scontare 14 anni per spaccio di droga e dal carcere - sta in Sardegna - , mi ha scritto per ringraziarmi di cuore perché Antonio da quando lui è in prigione a scuola “pazziava”, era ingestibile. Mi mandò a chiamare la maestra disperata dicendomi: “Maddaloni veda se può fare qualche cosa lei per questo bambino”. Con noi è diventato un “ometto”». E di Antonio qui ogni giorno ne entra uno. «Attraverso il judo e lo sport gli insegniamo il valore fondamentale della legalità che passa per il rispetto delle regole dello sport».

Ai suoi scugnizzi al primo ingresso o’Maestro parla chiaro nella loro lingua madre e li accoglie dicendo: «Guagliù e megl campà cu 50 euro a settimana ca guaragnà mille e murì o restà rint a nu carcere p’tutt a vita. Se entri in questa palestra impari anche a guadagnarti il pane onestamente e non torni a delinquere». Dal carcere di Poggio Reale in tre escono al mattino e restano fino alla sera alla palestra. Sono detenuti adulti in affido con i servizi sociali e altrettanti sono già al cancello, in attesa di iniziare il “Percorso Maddaloni”. «È un percorso di vita prima che sportivo e per quanto è nelle nostre possibilità cerchiamo di non negare una mano a nessuno. Dagli immigrati sbarcati a Lampedusa, come Mhamaoud Konè, arrivato dal Mali, uno dei migliori talenti della “Star Judo”. Ma anche i 200 bambini della Scuola Montale, i ragazzi del Centro di prima accoglienza don Peppino Diana e quelli della comunità minorile Colli Aminei». Tutti piccoli eroi scampati alla “guerra” per la sopravvivenza in questo set reale di una Gomorra infinita.


E poi ci sono quelli che o’ Maestro considera i “campionissimi”. Sono quelli come Michele Riccio, «ragazzo diversamente abile diventato cintura nera di judo», Giuseppe Musella, «sordomuto, cintura marrone, viene dalla Vela rossa, noto centro di spaccio, al mattino lavora in un bar e la sera si allena con noi». C’è Giovanni Guzzo, «“’o filosofo”, ce lo mandò il Martuscelli, l’Istituto per non vedenti, due lauree e ora va a caccia della terza: una medaglia alle Paralimpiadi di Rio de Janeiro». E Antonietta Caruso, «anche lei non vedente: aveva subito violenze e non usciva più di casa. Ha ritrovato il coraggio e la voglia di vivere e dove? A Scampia signori miei...». Storie che commuovono fino alle lacrime una roccia come o’ Maestro che torna sorridente e si inorgoglisce al pensiero che tra qualche settimana Beppe Fiorello comincerà a girare una fiction per la Rai sulla sua storia.


«Orgogliosissimo, ma per Maddaloni ci sarà una sola puntata, mentre per storiacce che esaltano la violenza, come il Clan dei Camorristi ne mandano in onda dieci-dodici in prima serata. È una vergogna». Torna a ruggire il leone che non si arrende mai e invita a venire a Scampia i dirigenti dello sport nazionale. «Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, mi ha promesso che verrà a vedere e a toccare con mano la nostra realtà, in cui oltre a salvare la maggiore risorsa di Napoli, la sua gioventù, sforniamo continuamente campioni che poi diventano il vanto dell’Italia olimpica». L’ultimo talento della “Star Judo” è il campione italiano Gennaro Cangiano: «Alza 140 kg dalla panca e tiene appena 16 anni», sottolinea o’Maestro che una volta ripianati i debiti ha ancora tanti progetti per il futuro.

«Con mio genero (il marito di Laura), il pugile campione olimpico Clemente Russo, pensavamo di aggiungere anche la boxe per i nostri scugnizzi». Oggi è l’ora di palestra dei 40 «ragazzi difficili» della Fondazione Fernandes. «Quando se ne vanno mi lasciano sempre 1 euro. Per me è come se fosse un milione, è un obolo d’oro, come l’amicizia sincera che abbiamo stabilito». Maddaloni lo deposita nel salvadanaio che serve a finanziare i sogni di domani. Perché nonostante tutto, come dice o’ filosofo Giovanni Guzzo: «Colui che non ha mai smesso di sognare ha già vinto».

Massimiliano Castellani - avvenire.it