Il Maracanà si rifà tutto per i Mondiali

È uno degli stadi più famosi del mondo, il Maracanà di Rio di Janeiro, ora trasformato in un gigantesco cantiere. Dopo più di 60 anni storia l'impianto sarà completamento rinnovato in vista dei Mondiali che si disputeranno in Brasile nel 2014. Per rassicurare il mondo sullo stato dei lavori - erano emerse storie di mazzette e corruzione negli appalti- le autorità di Brasilia hanno ammesso dei visitatori all'interno per la prima volta.«Le opere sono realizzate al 50%» è il messaggio del ministero dello Sport. Al Maracanà si svolgerà la finalissima alla quale assisteranno dal vivo 58 mila persone. (Afp/Durao)

 22 Aprile 2012 ore 02:55

Volley: Oggi Itas Diatec Trentino e Lube Banca Marche Macerata in campo al Mediolanum Forum di Milano per conquistare lo scudetto 2012. Diretta Rai Sport 1 dalle 17.20

Poche ore ancora e l’ultimo match della stagione, quello più atteso, andrà in scena al Mediolanum Forum di Assago. Il V-Day Sustenium 2012 sta per alzare il sipario nella città lombarda con Itas Diatec Trentino e Lube Banca Marche Macerata che si sfideranno per il titolo di Campione d’Italia. Finale inedita che metterà di fronte comunque due grandi squadre già protagoniste quest’anno della Del Monte Coppa Italia Serie A1.
QUANTA TV - Un Mediolanum Forum di Assago pieno farà salire l’adrenalina in campo e sugli spalti, oltre ai tantissimi che seguiranno il match a alle 17.30 su Rai Sport 1 in Italia (pre partita dalle 17.20), su Eurosport 2 in tutto il vecchio continente, su Al Jazeera Sport in Medio Oriente e Africa e in tutto il mondo con la diretta web di Bwin.com

COACH SPECIALISTI - I due allenatori che hanno disputato tutte le Finali uniche per lo Scudetto: Radostin Stoytchev (Itas Diatec Trentino). 5 presenze consecutive in Finale per l’allenatore bulgaro, e sempre sulla panchina dell’Itas Diatec Trentino. Ha guidato la formazione trentina allo Scudetto nel 2007/08 al suo primo anno in Italia; nella stagione 2008/09 ha perso la Finale Scudetto contro la CoprAtlantide Piacenza di Lorenzetti dopo una serie splendida finita a gara 5. Stessa sorte nel 2009/10 nel V-Day bolognese contro la Bre Banca Lannutti Cuneo. La rivincita è arrivata però nella scorsa edizione, battendo i piemontesi al PalaLottomatica di Roma. Alberto Giuliani (Lube Banca Marche Macerata). Terza Finale Scudetto consecutiva per il tecnico marchigiano, dopo le due alla guida della Bre Banca Lannutti Cuneo. Ha guidato la formazione piemontese alla conquista del suo primo storico Scudetto nella prima edizione del V-Day a Bologna nella stagione 2009/2010. Nella passata stagione, sempre con Cuneo, arriva fino alla Finale Scudetto, persa al PalaLottomatica di Roma contro Trento.


PROGRAMMA - V-DAY SUSTENIUM. Domenica 22 aprile, ore 17.30 - Mediolanum Forum Assago (MI). Itas Diatec Trentino – Lube Banca Marche Macerata. Arbitri: Sobrero-Pasquali.

(Ag. Volleyball.it)

22 Aprile 2012 ore 02:49

Atp Montecarlo: finale Djokovic-Nadal

La finale del torneo di Montecarlo si giochera' fra i primi due tennisti del mondo, Novak Djokovic e Rafael Nadal. Nella seconda semifinale lo spagnolo ha battuto il francese Gilles Simon 6-3, 6-4, raggiungendo cosi' il match decisivo del Masters 1000 di tennis del principato monegasco per l'ottava volta consecutiva. Il torneo di Montecarlo e' dotato di un montepremi di 2,75 milioni di euro.

ansa

22 Aprile 2012 ore 02:43

Olimpiadi Londra 2012 mancano 100 giorni: informazioni atleti e prezzi

Olimpiadi Londra 2012 mancano 100 giorni: informazioni atleti e prezzi 
londra,giochi olimpici londra 2012,londra 2012
© Sang Tan/AP Photo

A Londra è scattato oggi il conto alla rovescia in vista delle prossime Olimpiadi estive, appuntamento che come sempre proietterà la città ospitante sotto i riflettori di tutto il mondo sportivo e non. Mancano infatti 100 giorni all’inaugurazione dei Giochi olimpici, e con la macchina preparativa in pieno fermento è anche arrivato il momento per un primo bilancio. Fiore all’occhiello di ogni Olimpiadi, il villaggio di Londra è stato ufficialmente presentato da Jonathan Edwards, ex stella del salto triplo britannico e in questa occasione referente del Comitato olimpico internazionale. Dal Regno Unito all’Italia, c’è grande attesa per la capacità degli atleti azzurri di ripetere l’ottima prestazione(27 medaglie complessive, 8 ori) fornita 4 anni fa a Pechino.

Al momento, sono 169 gli atleti già certi prendere parte alla spedizione contro i 245 del 2008. Con una buona fetta delle qualificazioni ancora in corso in molte delle discipline che saranno in gara, immaginare che verrà toccata quota 346 (ovvero il totale degli italiani presenti nell’ultima edizione cinese) resta assai improbabile. In tutto, invece, saranno circa 10500 gli atleti in rappresentanza di tutti i paesi in gara. Da capogiro, ma non poteva essere altrimenti, i numeri che riguardano tutto l’apparato organizzativo. Le Olimpiadi, del resto, rappresentano storicamente uno degli appuntamenti più importanti non solo in ottica sportiva ma anche sul piano turistico e del marketing: basti pensare che gli sponsor hanno deciso di investire circa 850 milioni. Per l’occasione, infine, Londra si appresta a diventare il fulcro del turismo mondiale. Ebbene, chiunque volesse acquistare un biglietto per le gare dovrà affrontare una spesa media di ben 244 euro.

turismo.it

Ultimo saluto a Morosini

Oggi le esequie del calciatore del Livorno, morto in campo durante la partita contro il Pescara. Folla di gente nella chiesa di Monterosso dove è stata allestita la camera ardente.

L'ultimo saluto a Piemario MorosiniIl saluto di Monterosso
BERGAMO - Si terranno oggi a Monterosso i funerali di Piermario Morosini, il centrocampista del Livorno morto sabato sul terreno di gioco dello stadio Adriatico di Pescara, durante la partita di Serie B Pescara-Livorno.
Il paese si prepara a un'invasione di folla: sono attese circa ventimila persone. Le strade del quartiere saranno chiuse al traffico fin dalle nove. Il Comune di Bergamo ha deciso di allestire un maxischermo allo stadio per consentire a tutti di seguire la cerimonia, che sarà trasmessa anche in diretta televisiva. Nella chiesa troveranno posto solo i parenti e gli amici più stretti, oltre ai rappresentanti di tante squadre di serie A e B. Il funerale sarà celebrato da don Luciano Manenti, ex curato di Monterosso e grande amico di Morosini. Ininterrotto ieri il flusso di amici, conoscenti e personaggi del mondo del calcio nella camera ardente di Piermario Morosini, allestita nella chiesa parrocchiale del quartiere del Monterosso.

FIORI DAL PRESIDENTE NAPOLITANO.
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nuovamente omaggiato Morosini inviando nella camera ardente un grande mazzo di rose rosse, dopo che già martedì ne aveva inviato uno a Livorno. Anche la Lega Calcio ha mandato una corona di fiori. Tantissime le persone che hanno reso omaggio alla salma nella chiesa di Monterosso. Ai bordi della scalinata sono appese sciarpe di diverse tifoserie, tra cui spiccano quelle del Livorno e dell'Atalanta. Tra gli amici e la gente comune, il direttore generale atalantino Roberto Spagnolo, l'allenatore della Primavera Fabio Gallo e l'ex presidente Alessandro Ruggeri.

"ERA UN RAGAZZO FANTASTICO". "Non mi stupisco del clamore mediatico che ha sollevato la morte di Morosini perché era un ragazzo fantastico, se lo merita - ha commentato Mino Favini, responsabile del settore giovanile atalantino che conosceva bene Piermario - Nonostante le sfortune che ha avuto Piermario non ha mai chiesto niente, anzi, ha sempre donato". Tra gli altri si sono visti anche Omar Torri, centravanti dell'Albinoleffe, e l'ex allenatore Gigi Maifredi: "In campo ha dimostrato quello che era nella vita, rialzandosi tre volte". "Era un ragazzo d'oro - ha aggiunto il procuratore Ernesto Randazzo - Spero che la gente si ricordi di lui per la persona che era prima ancora che per il calciatore. Con Piermario il calcio ha dimostrato che non è fatto solo di persone superficiali ma anche di grandi uomini".

LA DIGOS ASCOLTA I PRIMI TESTIMONI.
La Digos di Pescara, compilata la lista di coloro che avevano responsabilità o che erano presenti sul campo e fuori e che sono entrati a vario titolo nell'indagine, ha ascoltato i primi testimoni della vicenda. I funzionari hanno sentito questa mattina M.D.F., l'infermiere del 118 e volontario della Misericordia che ha partecipato ai primi soccorsi sul terreno di gioco. L'uomo avrebbe confermato le dichiarazioni già rilasciate ad alcuni organi di stampa. Saranno poi ascoltati il medico sociale del Pescara Calcio e il massaggiatore e fisioterapista della società adriatica, il primo a soccorrere Morosini.

PETRUCCI A MONTI: "FAREMO TUTTO PER PREVENIRE QUESTI DRAMMI".
"Mi impegno a fare tutto quanto è umanamente possibile fare cercare di prevenire questi drammi". Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, rivolgendosi al premier Mario Monti, presente al Coni per la cerimonia dei collari d'onore, ricorda la tragica scomparsa di Piermario Morosini. "E' stata una giornata terribile per il giorno del calcio e dello sport e bene ha fatto il mondo del calcio a fermarsi e lo sport ad osservare un minuto di raccoglimento".
giovedì, 19 aprile 2012
tg1.rai.it

Sky: Olimpiadi con 12 canali HD e 3D

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 18 Aprile 2012, alle 09:59 nel canale Display e TV Color

“Sky Italia ha svelato il suo piano di programmazione per le Olimpiadi di Londra 2012: oltre 2000 ore di programmazione in diretta, spalmate su 12 canali in HD, uno dedicato agli eventi in 3D, nonché "mirroring" dei 12 canali HD anche in streaming su Sky Go”
Per Londra 2012, Sky Sport HD, televisione ufficiale delle Olimpiadi di Londra 2012, garantirà una copertura mai vista prima: 12 canali dedicati in HD a cui si somma, per la prima volta in Italia, un canale 3D completamente dedicato ai Giochi. Saranno oltre 2000 le ore di gare in diretta, con tutte le 959 medaglie in palio e il 100% delle competizioni degli azzurri. E per non perdere nemmeno un evento, un podio o un italiano in gara, basterà premere il tasto verde del telecomando e accedere all’interattività di Sky: grazie alle 12 finestre del mosaico olimpico, si potranno vedere tutte le discipline in onda in contemporanea e scegliere quella da vivere Live e costruire il proprio palinsesto olimpico "fai da te"’.
Dopo aver raccontato per la prima volta nel febbraio 2010 i Giochi Olimpici invernali di Vancouver, e con in programma quelli di Sochi 2014 e le prossime Olimpiadi estive di Rio 2016, continua il viaggio di Sky verso Londra 2012: a 100 giorni dalla Cerimonia d’apertura, in programma il 27 luglio nel nuovissimo Olympic Stadium, Sky Sport HD presenta i punti di forza della sua offerta olimpica, che sarà ben sette volte più ricca rispetto a quella garantita in Italia in occasione di Pechino 2008. Alla copertura live delle gare saranno affiancate oltre 100 ore di studi di approfondimento da Londra e oltre 500 ore di sintesi delle gare in vari momenti della giornata. I Giochi saranno anche in diretta su Sky 3D (canale 150) per tutti i 16 giorni di gara, oltre alla cerimonia di apertura e chiusura. Grazie a Sky Go, Sky Italia offre, inoltre, ai suoi abbonati la possibilità unica di seguire la diretta dei 12 canali dedicato a Londra 2012 anche su tablet, smartphone e PC.
Tra gli elementi chiave del racconto olimpico di Sky ci sarà la "nazionale del commento olimpico", che affiancherà i giornalisti di Sky Sport, rafforzando le telecronache e i commenti grazie alla competenza acquisita nei campi di gara olimpici. Le ultime novità sono costituite da Mario Cipollini, ex ciclista professionista, con 189 successi in carriera, Maurizio Fondriest, oro mondiale nel 1988, e Giovanni Lombardi, oro a Barcellona 1992 nella corsa a punti, che commenteranno le gare di ciclismo di Londra 2012. Si aggiungono a una squadra foltissima, capitanata per l'atletica dai plurimedagliati: Fiona May, doppio argento ad Atlanta 1996 e Sidney 2000, Stefano Baldini, oro ad Atene 2004, e Stefano Mei. Per la ginnastica, il "Signore degli Anelli" e Portabandiera azzurro ad Atene 2004 Jury Chechi e Fabrizia D'Ottavio, entrambi sul podio di Atene. Tris d'attacco per la pallavolo con Maurizia Cacciatori, Andrea Zorzi e Alberto Cisolla. Per le competizioni in vasca, commenti affidati a Cristina Chiuso (nuoto), Giuseppe Porzio (pallanuoto) e i fratelli Marconi, Nicola per le telecronache dei tuffi su Sky 3D, e Tommaso per quelle in HD; sulla pedana della scherma di Sky ci saranno Diana Bianchedi, vincitrice di due ori olimpici, e Salvatore Sanzo, ex fiorettista con quattro medaglie olimpiche al collo, e Sara Cometti; infine, per le telecronache del pugilato, sul ring dei telecronisti il vincitore di Mosca 1980 Patrizio Oliva.
E ancora, Francesco De Angelis, mitico capitano di Luna Rossa all’America's Cup, l'ex ct azzurro di basket Ettore Messina, la campionessa di taekwondo Veronica Calabrese, e la campionessa Paralimpica Francesca Porcellato, 11 volte "medagliata" ai Giochi. Senza dimenticare poi, il vincitore di cinque medaglie olimpiche e Portabandiera azzurro a Pechino 2008: l'ex canoista Antonio Rossi. La squadra olimpica di Sky Sport sarà capitanata da Giovanni Bruno e schiererà tra gli altri anche elementi di punta in genere dedicati al racconto calcistico. Tra gli altri, la Signora delle domeniche di Sky Sport Ilaria D'Amico che avrà il compito di raccontare in diretta la Cerimonia inaugurale e Fabio Caressa, a cui andrà il compito del racconto live delle gare di nuoto, nelle quali l'atleta più attesa è la nostra Federica Pellegrini.
Ulteriori elementi chiave per aiutare lo spettatore a personalizzare la visione saranno gli "alert olimpici". Si potranno attivare premendo un tasto del telecomando Sky e avviseranno in ogni momento lo spettatore della disputa di una gara che attribuirà medaglie ("Medal alert") e dell’avvio di una competizione con protagonisti i campionissimi dei Giochi ("Campioni alert"). Quest'ultimo alert consentirà di non perdere neanche una gara che avrà per protagonisti gli atleti azzurri. Su Sky, le Olimpiadi londinesi potranno contare anche sul racconto capillare di Sky Sport24 HD. La rete all news di Sky ogni giorno approfondisce le notizie e le storie dei protagonisti attesi all'evento Olimpico del prossimo luglio. Un'ampia copertura di Londra 2012 sarà garantita anche sul sito www.sky.it con una sezione dedicata e news in tempo reale.
Fonte: Sky Italia

Choc in campo a Pescara, muore Morosini La Figc ferma tutti i campionati di calcio

(di Luca Prosperi) 

- Fermi. Non si gioca. Con che coraggio giochiamo? Dentro quel cuore che si è fermato all'improvviso in mezzo al prato di Pescara c'é l'anima sgomenta del calcio che scopre di essere impotente e fragile davanti alle tragedie. Si ferma il cuore di Mario Morosini, muore un ragazzo di 25 anni dalla vita familiare non fortunata e il pallone decide di dire basta. Niente campionato, niente calcio, con che coraggio si può giocare: da Milano - dove persino si rientra negli spogliatoi - a Udine, da Bergamo a Bologna, stavolta tutti fermi, la tragedia che si è abbattuta sul centrocampista del Livorno è una mazzata forte e riguarda tutti.

Allo stadio Adriatico se ne sono accorti subito che qualcosa di grave era successo: alla mezzora, con la sua squadra avanti di due gol sui padroni di casa, Morosini ha barcollato, tentennato, poi è caduto a faccia in giù, davanti alla curva dei tifosi biancazzurri. Dalla panchina del Pescara massaggiatore e medico, che erano i più vicini, sono schizzati in campo senza neanche attendere l'arbitro: massaggio cardiaco, respirazione artificiale, qualche segnale di ripresa, poi nulla. Inutile la presenza di due defibrillatori, inutile la corsa disperata dell'ambulanza verso il pronto soccorso dell'ospedale di Pescara, ambulanza bloccata per non più di un minuto da una macchina dei vigili urbani in evidente divieto di sosta.
Disperazione dei 22 giocatori in campo, pianti, singhiozzi: persino Verratti del Pescara che corre a prendere una barella. Per un'ora e mezza i medici in ospedale hanno poi provato a rianimare Morosini: tutto inutile, persino un pacemaker via endovena non è servito a far ripartire quel cuore. Fuori all'ospedale una folla di tifosi del Pescara, muta e attonita, partecipe. Livorno o un'altra squadra, quando succede una tragedia simile, non c'é maglietta che divida, specie a Pescara, dove i nervi sono ancora scoperti.
Qualche settimana fa, infatti, il Pescara a sua volta era stato colpito da una tragedia simile: un arresto cardiaco aveva portato via a 43 anni l'amico di sempre di Zdeneck Zeman, Franco Mancini, il suo preparatore dei portieri nonché protagonista con lui nella cavalcata nel Foggia di Casillo. Già: Zeman dov'era? Non lo cercate, ha chiesto il presidente del Pescara Daniele Sebastiani. E' distrutto, è una mazzata terribile per lui, l'ennesima tragedia.
Ora il calcio si ferma: chi ha conosciuto Morosini ne parla con affetto e stima, messaggi di cordoglio da società e leghe, "aveva talento", ha detto Bortolo Mutti, bergamasco come lui. Intanto riparte la discussione sui controlli medici, sulla celerità dei soccorsi, mentre proprio per vederci chiaro il pm della Procura pescarese Valentina D'Agostino ha disposto l'autopsia, già affidata all'anatomopatologo di Pescara Cristian D'Ovidio. Potrà essere effettuata trascorse le 24 ore dall'accertamento della morte, quindi non prima di domani pomeriggio o lunedì mattina. Solo dopo sarà possibile dare il nullaosta per i funerali.
ansa - 15 Aprile 2012 ore 06:31

Moto: tapiro a Valentino Rossi

"E' uno dei Tapiri più giusti della storia. Sono molto attapirato perché con questa Ducati non sono competitivo". Valentino Rossi si presta al gioco del tg satirico 'Striscia la notizia' che gli ha consegnato il Tapiro d'Oro, vista la partenza in salita del nuovo motomondiale. "Non riesco a guidare al 100%, mentre gli altri vanno più forte. Vorrei vincere e soffro quando sono così indietro - ha sottolineato il nove volte campione del mondo -. Pero' non ci arrendiamo. Ed io restero' alla Ducati".
ansa - 14 Aprile 2012  ore 06:19

F1: Cina, Pirelli prevede 2 o 3 pit stop Hembery, a Shanghai vedremo una gara interessante



Pirelli ha portato in Cina le mescole P Zero White medium e Yellow soft su un circuito noto per le curve veloci, i lunghi rettilinei e le brusche zone di frenata. ''Fra i due tipi di gomme ci potrebbe essere una differenza tra 0,6 e 0,8 - osserva Paul Hembery, direttore di Pirelli Motorsport - Ma potrebbe anche essere maggiore, dipende da settaggi e benzina. Sara' una gara interessante. Da quel che abbiamo visto sinora, in condizioni normali, possiamo prospettare dai due ai tre pit stop''.


ansa


14 Aprile 2012 ore 06:14

Volley: scudetto donne, serve la bella Villa Cortese vince gara-4 con B.Arsizio, domenica sfida finale



MC-Carnaghi Villa Cortese batte Yamamay Busto Arsizio 3-0 (25-22, 25-23, 25-18) in gara-4 delle finali scudetto del campionato di pallavolo donne. Le due squadre, in parita' 2-2 nella serie, si giocheranno tutto nel quinto e decisivo incontro, in programma domenica sera a Busto Arsizio (Varese).

ansa

14 Aprile 2012 ore 06:12

Basket Juvenilia Reggio Emilia: scomparsa prematuramente la mamma di Ilaria Orlandini

La redazione, il nostro direttore Giuseppe Serrone e Albana Ruci  sono vicini ad Ilaria Orlandini ed a tutta la famiglia Orlandini per la prematura scomparsa della mamma. I funerali si celebreranno oggi 10 Aprile 2012 alle ore 15,30 presso la chiesa di Santo Stefano in Via Emilia Santo Stefano...

Nba: risultati della domenica. Due incontri su sette conclusi ai supplementari



Risultati della domenica in Nba: New Jersey-Cleveland 122-117 (dts); Miami-Detroit 98-75; Boston-Philadelphia 103-79; Sacramento-Houston 87-104; Oklahoma-Toronto 91-75; San Antonio-Utah 114-104; New York Knicks-Chicago 100-99 (dts).


ansa


9 Aprile 2012 ore 17:27

Davis: mercoledi' nome avversaria Italia. Spareggio per restare nel Gruppo Mondiale dal 14 al 16 settembre

Si giochera' dal 14 al 16 settembre lo spareggio dell'Italia per restare nel Gruppo Mondiale di coppa Davis. Gli azzurri faranno parte del tabellone a 16 squadre dei play off World Group che comprende le altre sette squadre sconfitte al primo turno del Gruppo Mondiale e le vincenti dei Gruppi America, Asia/Oceania e Europa/Africa, i cui match si sono disputati nell'ultimo weekend. Il sorteggio è in programma mercoledì 11 aprile a Londra alle ore 12 italiane.

ansa

9 Aprile 2012 ore 17:25

Serie A, crollano Milan e Roma. Colpaccio Juve, supera Milan

Harakiri rossonero a San Siro e la Juventus ne approfitta subito vincendo a Palermo 2-0 e portandosi in testa alla serie A. E' proprio Amauri che fa un piacere ai suoi vecchi compagni juventini e nei minuti finale della sfida di San Siro stende il Milan regalando tre punti fondamentali alla Fiorentina nella corsa salvezza. Per il Milan é un passo falso molto grave perché viene dopo l'eliminazione in Champions e chiude una settimana che ridimensiona le ambizioni rossonere. Ora la corsa scudetto ricomincia da capo. Ibra illude San Siro con un rigore che irrita i viola, poi Jovetic e Amauri confezionano la sorpresa. La Juve a Palermo non si fa sfuggire l'occasione: contiene il Palermo, prende il comando delle operazioni e vince alla distanza con Bonucci e Quagliarella. E il campionato cambia fisionomia. Giornata molto importante anche nello sprint Champions: nel posticipo la Lazio onora il ricordo di Giorgio Chinaglia battendo nettamente il Napoli 3-1 (spettacolare la rovesciata vincente di Mauri). I tre punti danno una spinta forse decisiva ai biancazzurri nella corsa al terzo posto. Resta in scia anche l'Udinese battendo 3-1 il Parma con doppietta di Asamoah: Guidolin può rifiatare e ora alle spalle della Lazio anche i friulani staccano il Napoli. Esce invece malinconicamente dalla corsa la Roma che subisce una pesante lezione a Lecce, l'ennesima di una stagione altalenante. I giallorossi pugliesi si portano addirittura 4-0 con doppiette di Muriel (per il quale vengono scomodati impegnativi paragoni con Ronaldo) e Di Michele, poi a risultato compromesso i romanisti chiudono 4-2. Per il Lecce tre punti fondamentali per continuare a sperare nella salvezza, per la Roma un grave stop, uno dei peggiori della stagione di Luis Enrique. Il tecnico smentisce la possibilità di dimissioni nel dopopartita.
Per Stramaccioni buona anche la seconda: l'Inter a Trieste rimonta due volte il Cagliari e conquista con il carattere un punto. La squadra deve ancora migliorare molto ma risponde alle sollecitazioni del giovane tecnico. Si ravviva la corsa salvezza: oltre alla Fiorentina e al Lecce vola anche il Siena che vincendo a Bergamo si porta praticamente fuori pericolo riportando in ansia gli atalantini. Pari inutili per Novara e Cesena, ormai sempre più con un piede in serie B. Il Chievo ferma la lunga serie positiva del Catania e si porta in salvo, ma gli etnei in inferiorità numerica hanno comunque tenuto testa agli avversari fino alla fine. Gli altri risultati rendono negativo il pari conquistato dal Genoa a Novara e la sconfitta del Parma a Udinese. Ma per la salvezza la volata è solo cominciata e mercoledì c'é di nuovo campionato.
NAPOLI KO, LAZIO VINCE CON DEDICA A CHINAGLIA
SQUADRA MAZZARRI STANCA, GOL CINETECA MAURI E OTTIMO CANDREVA

Era la notte del ricordo di Giorgio Chinaglia e la Lazio ha onorato il suo uomo-simbolo ed eroe del primo scudetto battendo quel Napoli i cui tifosi hanno perso la battaglia della civiltà, non rispettando prima del match il minuto di silenzio in memoria di 'Long John'. E' stato un prologo della partita da far cadere le braccia, per fortuna non ha preso lo stesso verso il match che non sarà stati altamente spettacolare, ma ha avuto i suoi momenti emozionanti, primo fra tutti, al 23' st, il bellissimo gol in semirovesciata di Mauri al volo su cross dalla sinistra di Radu. Il match-winner di questo 'spareggio' per il terzo posto, ora tornato nelle mani della Lazio (però mercoledì c'é la Juve a Torino) è stato quindi proprio quel Mauri che prossimamente verrà sentito dai magistrati che indagano sul calcioscommesse ma che per ora, e fino a prova contraria, rimane un protagonista in positivo. Sottolinearlo è giusto dopo una rete del genere ed una prestazione buona anche a coprire le manchevolezze del collega Hernanes, oggi nullo al punto che dopo un tempo Reja si é visto costretto a sostituire il brasiliano.
La Lazio non sarà sinonimo di bel gioco ma ha vinto per 3-1 per meriti propri (molto bene Candreva) e perché il Napoli nel secondo tempo ha dato l'impressione di aver esaurito la benzina giocando al piccolo trotto e con poca lucidità specialmente in fase offensiva, nonostante i tre 'tenori' (male in particolare Hamsik) più Pandev. Mazzarri infatti, a causa delle assenze sulle corsie esterne, aveva rinunciato fin dall'inizio al suo modulo tradizionale del 3-5-2 affidandosi ad una manovra soltanto in teoria più spregiudicata: mancavano la voglia e l'energia per metterla in pratica. Così ora al terzo posto è tornata di nuovo, e da sola, la Lazio che ha tre punti di vantaggio sull'Udinese che mercoledì verrà all'Olimpico per far visita alla Roma oggi messa sotto a Lecce. A farsi stendere, stavolta direttamente dai laziali, è stato anche un Napoli deludente, in cui il solo Pandev ci ha messo un po' di grinta, desideroso di farsi rimpiangere dal suo ex pubblico e di dare un dispiacere a Lotito. Non è stato un caso che dopo il gol dell'1-1 segnato al 34' su assist di tacco di Lavezzi abbia esultato rabbiosamente mettendosi anche le mani sulle orecchie, gesto irridente forse più verso il suo ex presidente che la tifoseria laziale. La prima rete della partita era arrivata dopo appena 9 minuti, dopo un'iniziativa di Konko sulla destra conclusa con un passaggio di Rocchi che toccava verso l'accorrente Candreva, il quale realizzava con il destro grazie anche alla complicità di un incerto De Sanctis. Il Napoli reagiva sfiorando il pareggio con Cavani che, lanciato da Pandev, si faceva precedere da Marchetti, poi la partita si adagiava su ritmi non irresistibili, con qualche lampo degli ospiti, come il bel 'dai e vai' fra Lavezzi e Cavani non finalizzato a dovere dall'argentino (tiro in fallo laterale). Poi c'erano stati la rete di Pandev ed un contatto in area tra il macedone e Cana, con l'attaccante finito a terra.
Nella ripresa quasi solo Lazio, con un gran tiro di Candreva respinto da De Sanctis, la rete-capolavoro di Mauri e poi quella su rigore realizzata da Ledesma, dopo che Britos aveva cercato di rimediare maldestramente, stendendo Rocchi, ad un errore di Inler. A quel punto c'era solo da attendere la fine e poi ricominciava la festa per Chinaglia, con il figlio dell'eroe laziale sotto la curva nord a mostrare una maglia n. 9 del padre, quella del campionato '74-'75 con lo scudetto sulla casacca biancoceleste. Bei tempi, chissà quando torneranno.

ansa

8 Aprile 2012 ore 06:08

Serie A, Palermo-Juventus 0-2. Bianconeri in testa a classifica, gol di Bonucci e Quagliarella

Missione compiuta: la Juve batte 2-0 il Palermo al 'Barbera' e scavalca il Milan in testa alla classifica. Bianconeri a 65, rossoneri fermi a 64. Gara costantemente all'attacco da parte della Juve, ma solo nella ripresa (11') il risultato si sblocca: corner da sinistra di Pirlo e colpo di testa vincente di Bonucci. Il Palermo tenta una reazione e sfiora il pari con Miccoli, ma sul rovesciamento di fronte (24') raddoppio di Quagliarella, servito in area da Matri: piatto sinistro e palla nell'angolo.


ansa


8 Aprile 2012 ore 06:04

Ciclismo: Parigi-Roubaix, Pozzato sogna l'impresa

E' la classica più amata, ed anche la più difficile, che può farti entrare nella leggenda ma anche farti passare la voglia di correre in bicicletta. La Parigi-Roubaix, di cui domani si corre l'edizione n. 110, ed a cui prenderanno parte 200 concorrenti, è la regina delle corse in linea. Gli italiani l'hanno vinta per 13 volte, due delle quali con quel Franco Ballerini tragicamente scomparso ma in passato ricco di consigli per i suoi pupilli che si avvicinavano a questo 'inferno' fatto di 27 settori di pavé che possono far saltare le gambe. E' una corsa unica, 257 chilometri di pura fatica, che il belga Tom Boonen cercherà di vincere per la quarta volta eguagliando così il record di 4 successi del connazionale Roger De Vlaeminck, diventato 'monsieur Roubaix' fra il 1972 ed il 1977. "Se dicessi che non sono interessato ad una quarta vittoria in questa 'classica' sarei un bugiardo - ammette Boonen -. Io sono uno che le motivazioni le trova sempre, ma la Parigi-Roubaix me ne fornisce di particolari. Non sono il solo favorito, ce ne sono altri, come Ballan e Pozzato che vedo molto bene e già al Fiandre hanno mostrato di essere in ottime condizioni. Potrebbe piovere? Per me le condizioni meteo non sono state un problema".
Proprio Pozzato non fa mistero delle proprie ambizioni: "Sogno la Roubaix - spiega il veneto - e vorrei vincerla per dedicarla a Ballerini. Ho grandissimi ricordi di lui, e per questo vorrei portare a casa questa corsa. Se Franco fosse qui con me, mi darebbe tanti consigli, ricordo quelli che mi ha dato in passato e ho tutto in testa. Ho immagazzinato tutto ciò che mi ha detto, e spero di poterlo mettere in pratica domani. Vorrei poter essere forte come lo era Franco, ma non paragonatemi a lui: credo che questi accostamenti non vadano fatti ". Pozzato domenica scorsa è stato secondo al Fiandre, dietro a Boonen e davanti a Ballan, e secondo dietro al belga ex campione del mondo è stato anche alla Roubaix, nell'edizione del 2009.
"Non mi piace arrivare secondo - dice Pozzato -, ed ora è arrivato il momento di tirare fuori la zampata giusta. Nel 2009 ero riuscito a giocare le mie carte fino in fondo ma un pizzico di sfortuna ha compromesso tutto. La Roubaix è una corsa particolare, per provare a vincerla la devi amare, altrimenti il pavé ti respinge. Io penso al velodromo di Roubaix e spero un giorno di poter alzare le mani su quel traguardo. Intanto è stato importante essere arrivati davanti, come ho fatto nel 2009. Questa corsa prima di poterla vincere bisogna capirla. La foresta di Arenberg è il primo momento determinante della corsa, da li capisci se sei in giornata o meno. Come avversari vedo gli stessi di domenica scorsa, Ballan e Boonen su tutti, che fanno parte delle due squadre piu pericolose. Ma ci sono anche altri outsider come Hushovd e Flecha. Effettivamente la Roubaix è particolare, ed una corsa per pochi, ma quei pochi sono tutti in forma".

ansa

8 Aprile 2012 ore 05:58

Atletica: 4 iracheni a Londra 2012

Quattro rappresentanti dell'Iraq parteciperanno alle gare di atletica leggera delle Olimpiadi Londra.Lo ha annunciato la federazione locale. ''I quattro sono il giavellottista Ammar Makki- ha detto il portavoce federale al-Husseini- il discobolo Haidar Nasser, il campione di mezzofondo Adnane Teyes e la sprinter Dana Hussein''.Rispetto ai Giochi di Pechino, il numero di iracheni presenti nelle gare di atletica e' raddoppiato, visto che nella capitale cinese gareggiarono solo in 2,Nasser e Makki.

ansa

8 Aprile 2012 ore 05:51

Universiadi, Trento subentra a Maribor

Sara' il Trentino ad ospitare le Universiadi invernali 2013. L'accordo e' stato firmato dal presidente Fisu Claude-Louis Gallien e dagli assessori Marta Dalmaso e Tiziano Mellarini, dopo la rinuncia ad organizzare l'evento da parte di Maribor, per motivi economici. Le Universiadi invernali cambieranno anche le date di svolgimento: si svolgeranno tra il 10 e il 23 dicembre 2013, per evitare sovrapposizioni con i Mondiali di Sci Nordico di Fiemme 2013 di fine febbraio.
ansa

Magnini-Pellegrini

Prima copertina 'senza veli' per Federica Pellegrini e Filippo Magnini, coppia pluridecorata del nuoto italiano. Appaiono abbracciati sulla copertina della rivista 'Vanity Fair' che pubblica un'intervista ai due. ''Amo il contatto fisico in tutte le sue forme - dice la Pellegrini -: fare l'amore ma anche toccarsi, annusarsi, tenersi la mano. E Filippo e' uguale a me. Se passiamo un minuto senza che uno dei due sfiori l'altro, qualcosa non va. Se mi chiedesse di sposarlo risponderei di si'''.

ansa

News Basket: Kentucky vince titolo Ncaa

Kentucky ha conquistato il titolo Ncaa di basket americano. In finale ha battuto Kansas 67-59. Miglior giocatore della partita Anthony Davis, autore di soli 6 punti (con un solo canestro dal campo) ma una presenza difensiva costante con 16 rimbalzi, 5 assist, 6 stoppate e 3 recuperi. Ma il migliore realizzatore della gara e' stato il compagno di squadra Doron Lamb con 22 punti. Per Kansas il migliore e' stato Tyshawn Taylor con 19. Per Kentucky e' l'ottavo trofeo universitario.

ansa

Superbike, Lascorz quasi certa paralisi

E' riuscito l'intervento per la frattura della quinta e sesta vertebra cervicale al quale e' stato sottoposto ieri all'ospedale Maggiore di Bologna, ma e' quasi certo che rimarra' paraplegico il pilota catalano della Kawasaki Joan Lascorz, 27 anni, caduto ad oltre 200 km/h durante i test Superbike all'autodromo di Imola. Lo spagnolo non e' comunque in pericolo di vita, e le equipe sanitarie stanno valutando il suo prossimo trasferimento a Barcellona con un aereo sanitario attrezzato.


ansa

Calcioscommesse: indagini su Bari-Lecce Bologna-Bari Udinese-Bari

Sono tre le ordinanze di custodia cautelare in carcere messe dal gip Giovanni Abattista e riguardano Andrea Masiello, l'ex difensore del Bari attualmente negli organici dell'Atalanta, trasferito stamani nella caserma dei carabinieri di Bari e due suoi amici, Fabio Giacobbe e Giovanni Carella. Le partite interessate sarebbero soprattutto Bari-Lecce, Bologna-Bari del campionato scorso di serie A e Udinese-Bari relativa al campionato precedente. Stando alle indiscrezioni qualcosa sarebbe emerso per Cesena-Bari mentre per quanto riguarda un Palermo-Bari pare che ci sia stato l'intervento di un altro gruppo esterno e quindi non rientrerebbe nell'attuale inchiesta barese. La Procura si sarebbe occupata di Bari-Genoa ma il gip non ha ritenuto di inserirla nel provvedimento emesso oggi.
  Per quanto riguarda l'accusa di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva sarebbero state individuate tutte e tre le condotte previste: quando qualcuno offre denaro ad un atleta, quando un atleta riceve denaro e in generale quando c'e' chi adopera atti fraudolenti per truccare gli eventi sportivi. Nell'ordinanza si farebbe riferimento anche a minacce da parte di ultras ad alcuni calciatori. Tutta l'inchiesta si fonda su dichiarazioni ed intercettazioni.
  L'arresto in carcere sarebbe stato determinato dal pericolo di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. In ogni caso un quadro piu' chiaro sull'inchiesta in corso sara' possibile al termine della conferenza stampa del procuratore Antonio Laudati prevista per la tarda mattina presso il Comando provinciale carabinieri di Bari. (AGI)

Ghiaccio: Mondiali, oro Chan Canadese precede i giapponesi Takahashi e Hanyu

Il canadese Patrick Chan ha vinto la medaglia d'oro ai mondiali di pattinaggio artistico su ghiaccio in corso a Nizza al termine del programma libero. Chan ha preceduto i giapponesi Daisuke Takahashi e Yuzuru Hanyu.
ansa

America's Cup: Coutts, bene per Luna Rossa

'E' fantastico che Luna Rossa faccia di nuovo parte dei team che saranno in gara nell'America's Cup. La presenza a bordo di Chris Draper e James-Paul Campbell dovrebbero garantire grande competitività alla barca italiana'. Cosi' il neozelandese Russell Coutts, 4 volte vincitore dell'America's cup di vela e attuale ceo di Oracle Racing, 'defender' del trofeo. Coutts ha parlato a pochi giorni dalla presentazione ufficiale del team di Luna Rossa, in programma a Palermo mercoledi'.

ansa

Ciclismo: oggi il Giro delle Fiandre. Boonen e Cancellara i favoriti. Percorso modificato

Ad un passo dall'edizione del centenario, che sarà festeggiato l'anno prossimo, il Giro delle Fiandre in programma oggi cambia look, proponendo grosse novità nel percorso. La prima delle classiche del Nord si concludera' dopo 256 km non nella solita Meerbeke, ma ad Oudenaarde. Non ci sara' il muro di Grammont (il 'Muur' per antonomasia) ne' quello di Bosberg, ma ce ne saranno altri tre in pave' negli ultimi 50 km di corsa. Favoriti Boonen e Cancellara; fra gli azzurri Pozzato e Ballan.

ansa

Ghiaccio: Mondiali, oro Carolina Kostner. L'azzurra batte la russa Leonova e la giapponese Suzuki

Carolina Kostner ha vinto la medaglia d'oro ai campionati mondiali di pattinaggio artistico di Nizza. Secondo posto e medaglia d'argento alla russa Alena Leonova, bronzo alla giapponese Akiko Suzuki. E' la prima volta che l'Italia vince l'oro.

ansa

Carolina Kostner regina dei mondiali

di Chiara Carenini
NIZZA (FRANCIA) - A Carolina Kostner mancava solo questo per concludere l'anno perfetto: dopo l'oro al Grand Prix e quello agli Europei nel 2012 mancava solo l'oro al Mondiale. L'Italia e' campione del mondo per la prima volta dal 1906, da quando cioe' venne disputata la prima edizione dei Campionati ISU di pattinaggio di figura femminile. Un record. E alla sua favola, fatta di sudore, fatica, stress e velocita', adesso si aggiunge un lieto fine con tanto di principessa: E' stata infatti Carolina di Monaco a complimentarsi con l'atleta italiana, ''un sogno'' ha detto la Kostner.
Questo oro Carolina se l'e' voluto e infine se l'e' preso con una gara perfetta - se si esclude la piccola sbavatura di un triplo axel-triplo axel che e' diventato doppio axel-triplo axel - con una grande tecnica, con una eccezionale presenza scenica. La gara della Kostner, svolta sulle note del celebre concerto per pianoforte e orchestra n.23 di Mozart, e' stata pennellata nota dopo nota, passo dopo passo. La grande armonia unita alle difficolta' tecniche hanno consentito alla Kostner di salire sul gradino piu' alto del podio. E una spinta in su oltre a Mozart, oltre alla sua grande capacita' di atleta e al suo carattere gliel'ha data anche il pubblico che l'ha sostenuta passo dopo passo: ''L' avete sentito il pubblico?'' dira' piu' tardi.
E a questo punto sono lontane le delusioni alle olimpiadi di Torino e Vancouver. Sul podio, mentre stringe un bouquet rossobiancoverde, Carolina Kostner cerca di non piangere. Guarda su, verso il tricolore, verso la sua famiglia e verso il fidanzato Alex Schwazer e poi spinge indietro la testa per cercare di arginare lacrime di commozione. Sul ghiaccio del Palais des Exposition Kostner ha dato davvero una lezione ad una pur strepitosa Alena Leonova che, sfruttando anche l'emozionante Requiem for a Tower di Mansell ha fatto una senza nei e ad Akiko Suzuki, terza. Insomma, in una disciplina che e' praticamente in mano all'Asia Usa, Carolina rappresenta davvero un orgoglio nazionale imperdibile.
Al termine della gara, mentre ancora sul ghiaccio del Palais sta pattinando Suzuki, nella mix zone Carolina ha sorriso e sgranato gli occhi e ha detto ''non riuscivo piu' a muovere le gambe'' mentre c'era ancora chi chiedeva ''cosa si prova a vincere il mondiale''. ''Tutta la vita'' ha risposto Carolina con gli occhi che diventavano sempre piu' grandi. Dietro di lei, il suo coach Michael Hut che stringe tra le mani il pupazzo di un ornitorinco. Ma alla domanda che tutti le hanno fatto e per la quale tutti si aspettavano una risposta Carolina e' scivolata via: ''Non voglio parlare di futuro, adesso. Voglio godermi questo momento''.
ansa