Sport anche per preti sedentari

Il cammino è metafora di vita, percorso di crescita, approfondimento spirituale e, abbandonando il piano dell'allegoria, può essere occasione di serena solitudine o di piacevole condivisione. Di certo, perché rispecchi tutti questi aspetti e sia davvero "buon cammino", oltre che spirituale anche fisico, sarebbe bene rispettare alcune regole. Come quelle teorizzate dal campione olimpico Maurizio Damilano. L'atleta, nato a Scarnafigi nel 1957, ha ottenuto a Mosca nel 1980 il titolo di campione olimpico di marcia nella gara di 20 km; ha meritato il bronzo, invece, nel 1984 ai giochi di Los Angeles e nel 1988 in quelli di Seul. Ha nel suo palmares anche due ori nei campionati mondiali, tre nei Giochi del Mediterraneo e detiene il record nazionale seniores dei 30.000 metri su pista. Damilano, mettendo a frutto queste sue esperienze, ha ideato il fitwalking, che pratica e insegna dal 2001. Gli abbiamo chiesto di quale tipo di disciplina si tratta.
Monforte (Cn), 27.6.09: Da milano con il padre e i figli di Laura Gaetini,
Monforte (Cn), 27.6.09: Da milano con il padre e i figli di Laura Gaetini, collaboratrice di Vita Pastorale..
  • Che cosa vuol dire fitwalking?
«Fitwalking è una parola inglese che si può tradurre con "camminata di benessere". Quindi, non semplicemente muovere un passo dietro l'altro, ma avere consapevolezza della corretta meccanica del movimento e adottarla. Questo permette di camminare con maggiore scioltezza e minore dispendio di energie, di affrontare la giornata "col piede giusto", seguendo "il ritmo giusto", che non è necessariamente spedito, ma è quello adatto alle nostre condizioni psicofisiche».
  • Come è nata in lei l'idea di teorizzare questi principi e farne una disciplina sportiva?
«È un progetto a cui sono giunto ragionando insieme a mio fratello Giorgio, anch'egli marciatore, e a mio fratello Sandro, mio allenatore ed ex commissario tecnico della Fidal e attuale responsabile tecnico della marcia della nazionale cinese. Volevo che il camminare con consapevolezza fosse inteso come attività quotidiana "possibile". Laddove il sistema fitness è spesso artificioso ed estremizzato, il fitwalking si pone come specialità dinamica, trasversalmente utile coniugando sport, ambiente e centralità dell'essere umano e delle sue esigenze». Di recente è stata istituita la rete delle "Città per camminare": finora 32 percorsi per fitwalking e un progetto pilota che, solo in Piemonte, ha coinvolto oltre 500.000 persone e, proprio in questi giorni, sta raccogliendo adesioni da Lecce a Brescia. In un'Italia in cui 4 adulti su 10 sono completamente inattivi e in 2 famiglie su 10 i genitori non possono permettersi l'iscrizione a corsi sportivi per i figli, il fitwalking si afferma come una risorsa sportiva eccellente, anche perché a "costo zero". Grazie a questa disciplina e a questa iniziativa, patrocinata tra gli altri da presidenza del consiglio dei ministri, ministero della salute, Senato e Coni, sarà infatti possibile praticare esercizio senza spendere soldi in palestre. Gerardo Corigliano, presidente dell'Associazione nazionale italiana atleti diabetici (Aniad), plaudendo all'idea, ha ricordato che «basta percorrere circa 3 km al giorno per prevenire l'80% delle malattie croniche, come le patologie cardiovascolari». Mentre Stefano Cascinu, presidente dell'Associazione italiana di oncologia medica (Aiom), ha sottolineato che «tenersi attivi riduce anche le probabilità di sviluppare tumori. Nelle donne, ad esempio, il rischio di tumore al seno si riduce del 20%»..
  • Allora, Damilano, a chi consiglierebbe di praticare il fitwalking e quando?
«Tutti, ovunque, possono mettere in pratica le tecniche del fitwalking: mentre si va a visitare qualcuno, si accompagna fuori il cane, si va a piedi in ufficio o a comprare il pane, quando si desidera fare una passeggiata nel verde o ci si impegna in un percorso importante sotto diversi profili, come un pellegrinaggio. L'approccio "di base" lo abbiamo chiamato Lifestyle, perché è davvero "stile di vita": passeggiata che diventa momento consapevole dell'unione tra mente e corpo in movimento e strumento per trovare equilibrio tra le parti»..
  • Citava prima i pellegrinaggi a piedi. Quanto può essere utile per chi, ad esempio, volesse affrontare il Cammino di Santiago?
««Che sia una breve Via Crucis o un itinerario di 800 km come quello verso il santuario galiziano, pellegrinaggio è un cammino verso una mèta, non solo geografica, ma anche spirituale. La tecnica del fitwalking, stimolando la consapevolezza di sé in movimento, sostiene il processo di riflessione profonda e la ricerca spirituale. Quando si corre, spesso si pensa al traguardo, trascurando il percorso; nel fitwalking – come nel pellegrinaggio e in una vita intesa cristianamente – si mira alla meta, certo, ma si pone altrettanta attenzione a percorrere "bene" l'itinerario che ci porterà ad essa. È solo un altro modo per attualizzare il senso della vita e dell'amore di Cristo, nel cammino verso la casa del Padre».
Valeria Pelle - vita pastorale dicembre 2012

Concludere il 2012 realizzando un sogno… E’ quello della Crovegli, che ospita la grande Pomì Casalmaggiore

Concludere il 2012 realizzando un sogno…


E’ quello della Crovegli, che ospita la grande Pomì Casalmaggiore (Pala di Cadelbosco, ore 18.00) in un giorno di Santo Stefano che può lanciare le giallorosse in zona play-off
Concludere il 2012 realizzando un sogno.
Battere anche la grande Pomì Casalmaggiore per realizzare un tris storico, come quello infilato tra la 4^ e la 6^ giornata con i blitz di Marsala e San Casciano e il successo nel derby con le Terre Verdiane.
Dopo Ornavasso e Montichiari, la Crovegli proverà a chiudere il girone d’andata con un altro capolavoro, ma il compito è di quelli tosti eccome.

In un giorno di Santo Stefano nel quale sono attesi a Cadelbosco centinaia di spettatori, con folta rappresentanza anche dalla vicina Casalmaggiore, sarà comunque grande festa nell’ultima gara di un anno che ha regalato alla Crovegli le gioie più grandi.

Prima la magica notte di Falconara dello scorso 9 giugno, la notte della promozione in serie A, poi l’esordio vincente tra le grandi a Cadelbosco contro Sala Consilina (7 ottobre), infine domenica 16 dicembre il trionfo sulla capolista (sino a quel momento) del campionato Ornavasso.
Dodici mesi uno più bello dell’altro assieme alla formazione di Davide Baraldi, condottiero di un gruppo capace di compiere le imprese più belle della storia del club di patron Walter Crovegli.


Ci saranno anche alcune di quelle giocatrici che hanno contribuito alla promozione in A2 ed ora non giocano più in giallorosso, a partire da capitan Alessia Midriano, in questo pomeriggio di festa al Pala di Cadelbosco.
Si comincia alle ore 18.00, per l’ultima gara di un girone d’andata comunque soddisfacente per una Crovegli capace di ottenere 17 punti che l’hanno portata a -1 dalla zona play-off e con un rassicurante +12 sulla zona retrocessione.

Sfidare Casalmaggiore, assieme a Novara la vera grande favorita alla promozione, è però un grandissimo stimolo per Aricò e compagne.

E allora ci si proverà eccome, anche perchè c’è un altro traguardo ancora possibile per le giallorosse, quello del ripescaggio ai quarti di finale di Coppa Italia.

Dopo essere stata eliminata proprio da Casalmaggiore (doppio 3-1) negli ottavi, la Crovegli ha la chance di rientrare nella manifestazione grazie al ripescaggio della squadra miglior classificata al termine del girone d’andata, tra quelle che ovviamente non avevano ottenuto la qualificazione al primo turno.

In ballo 4 formazioni, con Frosinone favoritissima visto che le laziali hanno 20 punti in classifica, contro i 18 di Pavia e Montichiari e i 17 della Crovegli.

La Baraldi’s band deve vincere da 3 contro Casalmaggiore per salire a quota 20 e a quel punto sperare in un ko di Frosinone a San Casciano (da 3 punti), visto che in caso di arrivo a pari punti le giallorosse avrebbero una vittoria in più rispetto a tutti.

Al tempo stesso, Pavia e Montichiari non devono vincere da 3.

Una serie di incroci improbabile, ma chissà…
Dopo i tanti derby in B1, questo sarà ovviamente il primo nel campionato di A2, e credeteci lo spettacolo sarà di altissimo livello.

Come detto, la Pomì è il classico “squadrone”, guidato in panchina da un tecnico espertissimo come Milano.

A sua disposizione, rientrate in pianta stabile nel corso del match casalingo di sabato scorso contro Novara, perso 3-2 dalle cremonesi contro la capolista (dopo essere state avanti 2-0), ci saranno anche l’opposto Zago e la centrale Nardini, elementi di fondamentale importanza per la Pomì.

Sulla carta però, dovrebbe partire la solita formazione schierata nelle ultime settimane.

Corna al palleggio, Guatelli opposto, Bacchi e la tedesca Beier in banda (47 punti in due contro Novara), Olivotto e Repice al centro, Gibertini libero.

La risposta della Crovegli potrebbe essere la stessa di Montichiari, anche se coach Baraldi ha soluzioni importanti in banda con Cirilli e Pistolato da poter affiancare a Glod.

Per il resto dovrebbe essere Lancellotti-Aricò, Belfiore-Rosa, Iemmi libero con Montanari pronta per un utilizzo importante.

Mercoledì mattina la rifinitura al Pala di Cadelbosco, dalle ore 18.00 la diretta tramite il livescore su www.legavolleyfemminile.it per la sfida diretta dalla coppia composta da Lucia Paravano e Gianfranco Piperata.

La differita integrale del match sarà visibile su Teletricolore (canale 10 per la provincia di Reggio Emilia, canale 636 per il resto della regione Emilia Romagna e in streaming su www.teletricolore.com) a partire dalle ore 23.30 circa di giovedì sera, al termine della replica di Studio Volley, in onda alle ore 21.30.

Il magazine settimanale, che andrà in onda al pomeriggio in diretta alle ore 15.30 (eccezionalmente di giovedì anzichè al mercoledì per commentare l’ultima gara del 2012), avrà come ospite unico per l’ultima puntata del 2012 proprio il presidentissimo Walter Crovegli.

FORMAZIONI IN CAMPO

Pala di Cadelbosco – mercoledì ore 18.00

Crovegli Cadelbosco: Lancellotti-Aricò, Glod-Pistolato, Belfiore-Rosa, Iemmi (L). A disposizione Montanari (L), Cirilli, Martinuzzo, Sghedoni, Bussoli. All. Baraldi

Pomì Casalmaggiore: Corna-Guatelli, Bacchi-Beier, Repice-Olivotto, Gibertini (L). A disposizione Nardini, Nasari, Agrifoglio, D’Ambros (L), Zago. All. Milano

Arbitri: Paravano e Piperata

TV: il match tra Crovegli e Casalmaggiore andrà in onda giovedì sera alle ore 23.30 su Teletricolore, al termine della replica di Studio Volley delle ore 21.30

ALTRE GARE IN PROGRAMMA

Riso Scotti Pavia-Terre Verdiane Volley, Sigel Marsala-Volley Soverato, Sanitars Metalleghe Mazzano-Systema Montichiari, Il Bisonte San Casciano-IHF Volley Frosinone, Igor Gorgonzola Novara-Siamo Energia Ornavasso, Cedat 85 San Vito-Puntotel Sala Consilina.



CLASSIFICA

Igor Gorgonzola Novara 31 punti, Siamo Energia Ornavasso 29, Pomì Casalmaggiore 28, IHF Volley Frosinone 20, Systema Montichiari, Riso Scotti Pavia, Puntotel Sala Consilina e Sanitars Metalleghe Mazzano 18, Crovegli Volley e Volley Soverato 17, Il Bisonte San Casciano 16, Terre Verdiane Volley 12, Sigel Marsala e Cedat 85 San Vito 5.

croveglivolley.it






Adulti

Bambini

Neonati


Da

A
Data di partenza

Data di ritorno

F1: Massa, spero in un 2013 migliore

''L'anno scorso abbiamo avuto un inizio di stagione dove abbiamo fatto pochi punti e abbiamo avuto molti problemi ma nella seconda parte dell'anno siamo stati molto competitivi. Ecco, vorrei partire da qui per avere un 2013 molto competitivo''. E' l'augurio di buon Natale e di 'buona F1' che Felipe Massa indirizza ai tifosi della Ferrari dai microfoni di Sky. ''Speriamo - aggiunge - che sia l'inizio di un anno diverso. Io chiedo questo al nuovo anno, di essere piu' forti e competitivi''.
ansa

2012/Olimpiadi: l'Italia nel G8 dello sport, Bolt nella leggenda

Ventotto medaglie, una in piu' rispetto a Pechino 2008. Il 2012 e' stato l'anno dei Giochi Olimpici di Londra. L'Italia chiude all'ottavo posto. ''Siamo nel G8 dello sport'', commentera' con soddisfazione il presidente del Coni Giovanni Petrucci. La classifica finale delle Olimpiadi vede gli Stati Uniti confermarsi la nazione piu' premiata in assoluto con 104 medaglie, di cui 46 d'oro. Il secondo posto va alla Cina con 87 medaglie, di cui 38 d'oro. Quella di Londra restera' come un'estate magica, ricordata dagli amanti dell'atletica nella firma storica impressa da Usain Bolt: il giamaicano, nell'arco di pochi giorni, bissa nei 200 dopo l'oro ottenuto nei 100 battendo il connazionale e amico Yohan Blake. Cosi', una volta per tutte, dissipa i dubbi: Bolt e' l'uomo piu' veloce della Terra. Lo dimostra conquistando il mondo in 9 secondi e 63 centesimi, il suo secondo tempo di sempre dopo il record mondiale di 9''58 a Berlino 2009. Lo fa a modo suo, spingendo nei 100 quei 94 kg oltre il traguardo, volando sulle speranze di Justin Gatlin, l'ex dopato, il piu' veloce in semifinale. Il mondo lo immaginera' per sempre saltellare sulla pista mentre mima il suo gesto dell'arciere diventato un copyright. Il ''fulmine'', come lo chiamano oggi, e' e restera' per molti anni ancora lo sprinter piu' vincente della storia dei Giochi. La leggerezza della sua corsa, la muscolatura non eccessiva ma armoniosa, la facilita' con cui morde la pista, l'imperfezione della sua partenza (quasi sempre ''inciampata'') che gli restituiscono un senso di profonda umanita', fanno ritenere che Sua Velocita' sia un talento puro e, tutto sommato, naturale. Dal canto suo il made in Italy registra un paio di note stonate. A Londra gli azzurri naufragano tra invidie e colpi bassi in un vortice che dal nuoto al canottaggio, passando al fioretto maschile individuale riflette debolezze e scarse simpatie tra i team del Belpaese. La seconda riguarda la vicenda del marciatore Alex Schwazer: il 6 agosto 2012 viene annunciato che l'atleta e' stato trovato positivo all'eritropoietina ricombinante in un controllo antidoping a sorpresa effettuato dall'Agenzia Mondiale Antidoping il 30 luglio e viene escluso dal Coni dalla squadra della 50 km di marcia. Il prossimo appuntamento e' fra 4 anni, a Rio. 
eurosport

Bomber del 2012, lo scettro è di Cavani. Nell'anno solare il Matador ha segnato 43 reti

Nel calcio, spesso, i numeri non raccontano tutta la verità di un campionato. Ma quando si contano i gol fatti, allora, non si scappa. E così nel 2012 lo scettro di bomber del campionato italiano va a Edinson Cavani. In totale, l'attaccante del Napoli negli ultimi 12 mesi ha firmato 43 reti. Dietro di lui Antonio Di Natale, che ha siglato 30 gol, soltanto uno in più di Diego Milito.Più indietro Ibrahimovic, El Shaarawy e Klose.
Dati alla mano, dunque, nel 2012 Cavani ha fatto meglio di tutti. Il Matador ha segnato 27 reti in Serie A, 6 in Coppa Italia, una nelle qualificazioni dei Mondiali, 7 in Europa League, una in Champions League e una in Supercoppa italiana. Alle sue spalle Totò Di Natale ha realizzato 23 in Serie A, 5 in Europa League, uno in Coppa Italia e uno a Euro 2012. Nella speciale classifica dei bomber dell'anno, si piazza poi Diego Milito. L'attaccante dell'Inter ha realizzato 29 gol: 28 in Serie A e uno in Champions League.

Senza contare le reti realizzate in francia, poi tocca a Ibrahimovic (23 centri). Lo svedese ha segnato 17 gol in Serie A, uno in Champions League, uno in Coppa Italia, due a Euro 2012 e 2 nelle qualificazioni ai Mondiali. Con 22 gol totali, si piazza poi proprio il suo sostituo nel Milan: El Shaarawy. Il gioiellino rossonero ha firmato 15 gol in Serie A, due in Champions League, due in Coppa Italia e 3 nelle qualificazioni degli Europei U21.

A quota 20 centri c'è poi Klose. Il tedesco della Lazio ha segnato 14 reti in Serie A, tre durante le qualificazioni ai Mondiali, due in Europa League e uno a Euro 2012. Miccoli poi chiude la graduatoria dei bomber dell'anno.Il Fenomeno del Palermo ha marcato il taccuino 19 volte, 17 in Serie A e due in Coppa Italia.
tgcom24

James aspetta l'intervallo: "Vuoi sposarmi?"

La proposta di nozze di James (Ciamillo)

Singolare proposta di nozze del playmaker della Reggiana che durante l'All Star Game di basket all'italiana disputato a Biella, ha chiesto alla sua fidanzata di sposarlo

 

Un Natale speciale con i libri di sport Dodici libri di sport per il fine anno, dodici suggerimenti per cominciare bene il 2013

TUTTO IL BELLO DELLA JUVE
Dalla famosa panchina torinese di Corso Re Umberto I, da cui tutto nacque quel primo novembre del 1897, all’esultanza di Pogba, l’ultimo giovane talento bianconero; 115 anni di Juventus celebrati da un bellissimo libro che ripercorre i tanti trionfi e le poche cadute con storie, aneddoti, curiosità (c’è anche il testo del primo inno sociale bianconero, anno 1910), statistiche e soprattutto tante fotografie. Da notare le immagini delle formazioni che hanno vinto lo scudetto (naturalmente sono trenta...), la classifica degli 11 juventini di tutti i tempi e una ricca sezione dedicata all’organico della stagione 2012/13.
JUVENTUS 115 E LODE; di Maner Palma, edizioni Priuli & Verlucca, 224 pagine, 28 euro.


LA CAVALCATA DEL NAPOLI
Dal giorno della presentazione al San Paolo il 28 agosto scorso - officianti il sindaco De Magistris e l'attore Alessandro Siani - al trionfo romano in Coppa Italia contro la Juventus, la splendida cavalcata del Napoli dell'ultima stagione rivissuta attraverso 150 splendide foto a colori e in bianco e nero. I protagonisti e i comprimari, i momenti più belli o spettacolari, l'avventura in Champions League, i tifosi sempre con la squadra. Per ricordare, e per emozionarsi ancora.
CUORE AZZURRO, il Napoli in 150 emozionanti istantanee; di Antonello Perillo, foto di Gino Conte, Edizioni CentoAutori, 110 pagine, 22 euro.



TOTTI PARTITA PER PARTITA
«La partita era quasi finita, ma ero troppo emozionato e troppo contento». Il 28 marzo del 1993, sostituendo Rizzitelli al 42' del secondo tempo, Francesco Totti debuttava in serie A. Quasi venti anni dopo, il capitano giallorosso ha battuto ogni record nella storia della Roma ed è diventato uno dei giocatori più importanti nella storia del nostro calcio. In questo bel libro, riccamente illustrato, viene vivisezionata ogni partita ufficiale giocata dal numero 10, nazionale compresa. Un bellissimo omaggio all'ultima bandiera del nostro calcio.
FRANCESCO TOTTI MINUTO PER MINUTO, di Francesca Spaziani Testa; Castelvecchi Ultra Sport, 384 pagine, 24,90 euro.



IL FUTURO DEL CALCIO
Dal duello tra Guardiola e Mourinho alla rivoluzione arbitrale, da Totti e Del Piero alle tattiche più recenti. Gli ultimi cinque anni di calcio visti sotto la lente d'ingrandimento di Mario Sconcerti, tra provocazioni sacrosante (perché i bambini devono pagare per giocare a calcio?) a domande sul futuro del calcio. E' questa la parte probabilmente più interessante: in uno sport dove ormai il fatto economico è decisivo, c'è spazio ancora per chi non è uno sceicco o un petroliere? La risposta di Sconcerti è secca: no, però non è tutto così nero...
IL CALCIO DEI RICCHI; si potrà più vincere senza spendere un tesoro?, di Mario Sconcerti; Dalai Editore, 200 pagine, 17 euro.

Su IBS tutti i libri di sport con sconti sceciali >>>

I BAD BOYS DI CUCCI
Dalla raccolta dei suoi articoli apparsi nella rubrica «La barba al palo» pubblicati da «L'Avvenire», agli interventi sul suo blog, le ultime stagioni del calcio italiano commentate da Italo Cucci, che ci racconta come è cambiato il nostro calcio, traghettandoci dalla sbornia del dopo Mondiale vinto nel 2006 fino al secondo posto nell'ultimo Europeo, partendo proprio da quei cattivi ragazzi in maglia azzurra - Cassano e Balotelli, naturalmente - che gli piacciono tanto. E poi Maestrelli e Guardiola, Ibrahimovic e la scelta australiana di Del Piero, Pirlo, Cristiano Ronaldo, Delio Rossi, Totti... Incontri e ritratti di un calcio in perenne cambiamento.
BAD BOYS, da un Mondiale vinto a un Europeo perduto; di Italo Cucci, Minerva Edizioni, 189 pagine, 15 euro


VYCPALEK, DA DACHAU ALLA JUVE
Chissà, se non lo tirasse in ballo ogni tanto il nipote, Zdenek Zeman, probabilmente si parlerebbe poco di Cestmir Vycpalek. E sarebbe un errore, perchè il tecnico ceco ha avuto una carriera calcistica importante e vissuto una vita importante, scandita dagli appuntamenti della Storia con la esse maiuscola. Come i terribili otto mesi trascorsi nel campo di concentramento di Dachau, esperienza dalla quale Vycpalek riuscì a ricostruire la sua vita fino a scegliere l'Italia come la sua terra d'elezione. Sulla panchina della Juventus il nostro ha poi vinto due scudetti, a coronamento di una vita trascorsa con onore e inseguendo la pace, proprio le due parole contenute nel suo nome (Cest: onore e mir: pace).
DA DACHAU AL TRICOLORE, Cestmir Vycpalek; di Stefano Bedeschi, Urbone publishing, 50 pagine, 7 euro.

BARBERA, UNA VITA PER (IL) PALERMO
Presidente fondamentale nella storia del Palermo calcio - che portò fino alla serie A e a due finali di Coppa Italia - e imprenditore sempre al centro della vita culturale e mondana del secolo scorso, Renzo Barbera meritava un libro così, a dieci anni dalla sua morte: che ricordasse quanto fatto per il capoluogo siciliano e soprattutto per la sua squadra, di cui era il «Presidentissimo», ma che raccontasse anche il Barbera privato, dai momenti in famiglia agli aneddoti di chi ha vissuto o lavorato con lui. Con tante bellissime foto, molte inedite, e con l’introduzione scritta dai figli, Giuseppe e Ialù.
RENZO BARBERA, una vita, un’epoca; di Roberto Gueli e Paolo Vannini; Zerotre Edizioni, 196 pagine, 15 euro.



UN SECOLO DI AVELLINO
Cento anni di Avellino, tra grandi risultati, promozioni storiche e rovesci deprimenti. Mentre la squadra allenata da Rastelli lotta al vertice della Lega Pro, ecco la storia degli irpini, divisa in tre volumi - il prossimo uscirà a marzo - scritta da chi probabilmente la conosce meglio, il nostro Leondino Pescatore. Il primo tomo parte dalla nascita ufficiale del 1912 per arrivare alla prima storica promozione in serie A del 1978. Stagione per stagione - con tutti i tabellini dal 1951/52 - il romanzo di un secolo di calcio in provincia abbellito da tante splendide fotografie.
AVELLINO CHE STORIA, 100 anni da Lupi; dal niente alla serie A (primo volume 1912-1978); di Leondino Pescatore, Lps editore, 143 pagine, 12 euro.

I PARENTI D’ORO DELLO SPORT
Macchè parenti serpenti. Dai Montano agli Abbagnale, dai Meneghin ai Maldini, dai Menichelli ai Mazzola; e poi le dinastie D’Inzeo, Dibiasi, Sentimenti, Baresi, Gentile, Duran, Conti, Cannavaro, Inzaghi, Damilano, Panatta, Stecca... Olimpiadi, Campionati del Mondo, scudetti e Champions League: il romanzo emozionante dello sport italiano rivissuto in modo originale, attraverso le vicende delle grandi famiglie italiane, delle stirpi d’oro che hanno regalato trionfi e medaglie al Tricolore. Una storia di nonni, padri, figli, fratelli, sorelle, nipoti...
NEL NOME DEL PADRE DEL FIGLIO E DELLO SPORT, un secolo di grande Italia; di Franco Esposito, Absolutely Free Editore, 350 pagine, 16 euro.


IL LATO NERO DEL CALCIO
Da Calciopoli e dal processo di Napoli fino all'ultima bufera, Scommessopoli. Il lato oscuro del calcio dell'ultimo terribile anno riemerge nel lavoro di Felici, vero e proprio seguito de «Le pagine nere del calcio». Il processo alla Gea, la lite tra Inter e Juventus sullo scudetto revocato ai bianconeri e attribuito ai nerazzurri, le inchieste di Bari e Napoli. Nel mezzo, tanto per non farci mancare niente, la misteriosa e terribile fine di Bergamini e il caso Padovano. Una ricostruzione rigorosa e avvincente, nella speranza che questo libro sia davvero la cronaca degli ultimi dribbling sbagliati del nostro calcio.
DA PORTA A PORTA, gli ultimi dribbling dei furbetti del calcio; di Antonio Felici, Iacobellieditore, 230 pagine, 25 euro.

THE FAN, CHE THRILLER!
Chi si ricorda il film girato da Tony Scott e interpretato da Robert De Niro, ritroverà quelle atmosfere inquietanti e la suspence crescente nel libro di Abrahams, scrittore americano di thriller, ripubblicato in Italia a distanza di quasi venti anni dalla prima edizione. E' la storia di due uomini, il fanatico del baseball Gil e l'asso del diamante Bobby. Due vite che scorrono a distanza di sicurezza fino a che la situazione non precipita: Gil perde il posto di lavoro e la stella di Bobby comincia velocemente a declinare. Il resto, è tutto da leggere.
THE FAN, di Peter Abrahams; edizioni 66THA2ND, 378 pagine, 17 euro.



BOLOGNA 1964, PUGILI E MISTERI
Mentre a Miami Cassius Clay e Sonny Liston si preparano al loro match di pugilato, «il più importante del secolo», in un bar della provincia bolognese - tra biliardi, reclame di digestivi e sigarette senza filtro - un tredicenne va incontro al suo destino, sfidando sul ring un ragazzo più grande di lui. Tra il fascino di un'America ancora lontanissima e la nebbia della Bassa Padana, un toccante viaggio a ritroso nella Bologna di mezzo secolo fa, tra i filmati da Settimana Incom e la passione per lo squadrone di Fulvio Bernardini, che ricorda le atmosfere di certi film di Pupi Avati.
1964, MISTERI, PUGILI, SCOMMESSE; di Mauro Curati, edizioni Pendragon, 214 pagine, 15 euro.

Massimo Grilli - Corriere dello Sport

SORTEGGI La Juve pesca il Celtic Al Milan ritocca il Barça


Sorteggio positivo per la Juventus. Durissimo, invece, per il Milan. Negli ottavi di finale di Champions League, i bianconeri pescano il Celtic Glasgow. I campioni d'Italia giocheranno la gara d'andata in Scozia contro un avversario che, tradizionalmente, si esalta davanti al proprio pubblico. Il Milan, dopo il secondo posto nel girone della prima fase, sapeva di poter trovare un rivale top nell'urna di Nyon: la sorte non ha assistito i rossoneri, che si troveranno davanti il super-Barcellona. I catalani, che stanno dominando la Liga con 46 punti conquistati sui 48 disponibili, avranno anche il vantaggio di giocare al Camp Nou la gara di ritorno. L'auspicio generale è che gli azulgrana possano presentarsi con Tito Vilanova in panchina.

L'allenatore in queste ore viene operato per un tumore alla ghiandola parotide e, secondo quanto reso noto dal Barça, dovrebbe riprendere gradualmente l'attività professionale nelle prossime settimane. Al di là delle vicende tricolori, il tabellone degli ottavi propone una sfida degna di una finale: il Manchester United di Sir Alex Ferguson incontrerà il Real Madrid di Josè Mourinho. I blancos giocheranno in casa la gara d'andata e il duello, con ogni probabilità, si deciderà nei secondi 90 minuti in programma all'Old Trafford. 

Promette spettacolo anche l'abbinamento tra l'Arsenal, l'altra inglese superstite, e il Bayern Monaco, assoluto dominatore della Bundesliga. Il Paris Saint-Germain di Carlo Ancelotti chiede strada al Valencia in una sfida non impossibile per i transalpini, che giocheranno fuori casa il primo match. Bel gioco e gol non dovrebbero mancare tra lo Shakhtar Donetsk e il Borussia Dortmund. Meno appeal, invece, negli accoppiamenti Galatasaray-Schalke 04 e Porto-Malaga.

Questi gli accoppiamenti (andata 12-13 febbraio e 19-20 febbraio, ritorno 5-6 marzo e 12-13 marzo, finale il 25 maggio a Wembley):
Galatasaray-Schalke 04
Celtic-JUVENTUS
Arsenal-Bayern
Shakhtar Donetsk-Borussia Dortmund
MILAN-Barcellona
Manchester Utd-Real Madrid
Valencia-Psg
Porto-Malaga 

INTER FORTUNATA IN EUROPA LEAGUE
Per l'Inter il sorteggio di Nyon è stato benevolo: i nerazzurri hanno pescato i romeni del Cluj. Più difficile l'impegno della Lazio: la sorte le ha riservato i tedeschi del Borussia Moenchengladbach, mentre al Napoli è toccato il Viktoria della Repubblica ceca. Ecco gli accoppiamenti (andata il 14 febbraio, ritorno il 21):

Bate Borisov (Bie)-Fenerbahçe (Tur)
INTER-Cluj (Rom)
Levante (Spa)-Olympiakos (Gre)
Zenit S. Pietroburgo (Rus)-Liverpool (Ing)
Dinamo Kiev (Ucr)-Bordeaux (Fra)
Bayer Leverkusen (Ger)-Benfica (Por)
Newcastle (Ing)-Metalist Kharkiv (Ucr)
Stoccarda (Ger)-Genk (Bel)
Atletico Madrid (Spa)-Rubin Kazan (Rus)
Ajax (Ola)-Steaua Bucarest (Rom)
Basilea (Svi)-Dnipro (Ucr)
Anzhi (Rus)-Hannover (Ger)
Sparta Praga (R. Cec)-Chelsea (Ing)
Borussia Moen. (Ger)-LAZIO
Tottenham (Ing)-Lione (Fra)
NAPOLI-Viktoria Plzen (R. Cec)

avvenire.it

La Serie A soccombe allo spread

Lo spread non è solo la bestia nera della nostra economia, ma anche del sistema calcio italiano. Tra le quattro grandi Leghe europee, la Serie A recita il ruolo scomodo del fanalino di coda con un pesante -265 punti di spread rispetto alla Germania che detta legge con la Bundesliga, modello finanziario del pianeta football. Non dorme sogni tranquilli neanche la Premier con i suoi -199 punti di spread nei confronti del campionato tedesco e non si può parlare neppure di andamento da inseguitrice della Bundesliga registrando il -165 della Liga spagnola. Frau Merkel può gongolare dinanzi ai conti in attivo della serie A di Germania. La Bundesliga è il “benchmark” per tutti i campionati, gridano gioiosi da Berlino.

«Non siamo i peggiori, la Francia sta peggio di noi, ma il trend sta decisamente crollando», spiegano Michele Uva e Gianfranco Teotino autori del saggio Il calcio al tempo dello spread (il Mulino-Arel).
Nel libro si analizza l’indice dello spread calcisitico che mette a raffronto i ricavi medi per club, il rapporto fatturato/stipendi, il patrimonio netto medio, il rapporto fatturato/passivo, l’affluenza media negli stadi ed il ranking Uefa. E qui la consolazione con la “quinta sorella” Francia che sta peggio di noi dura pochi paragrafi. Lo spread nell’ultimo quadriennio è aumentato passando dal -172% a quel -265% preoccupante.

Colpa di problemi tutti made in Italy: nonostante la crisi economica, infatti, l’industria del calcio è cresciuta dal 2006 al 2010 del 42%. Se la Bundesliga ha 97 milioni di entrate medie per club, la serie A si ferma a 77,7 milioni. Il gap per quanto riguarda il patrimonio netto medio per club è di addirittura 41,8 milioni contro 7,5. Ma i tedeschi ci superano anche nel numero di spettatori presenti in media allo stadio (42.100 contro 23.500). «Non possiamo prendere il modello tedesco e portarlo in Italia. Ci vuole cultura e sviluppo della passione calcistico», rileva Teotino. La Serie A se la passa male anche nei confronti della Liga spagnola.

Nel 2010-2011, ad esempio, il Barcellona ha avuto 110,7 milioni di euro di entrate da gara, la Roma 17,6 milioni. Nella stagione 2002-2003 i due club avevano fatturavano rispettivamente 41,8 e 41,2 milioni. «La riforma del calcio tedesco è singolare che avvenga nel momento in cui mette mano al suo comparto manifatturiero - spiega Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi -. Il prodotto italiano si vende all’estero per la sua qualità, quanto è avvenuto però negli ultimi mesi non è uno spot per il nostro calcio». Gli scandali del calcio fanno quindi male anche ai suoi bilanci. E poi c’è la perenne questione degli stadi. «È fondamentale il tema della patrimonializzazione delle società di calcio -  prosegue Mussari -. Uno stadio se rende diventa patrimonio utile, integrato con le attività che producono reddito, a prescindere dal calcio. Non vale però l’idea che per tanti stadi ci siano tanti centri commerciali».

A difendere con orgoglio il calcio italiano ci pensa il presidente della Figc, Giancarlo Abete. «Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contatò, affermava Einstein. Ci sono responsabilità che non sono oggetto di una valutazione quantitativa. Oggi nonostante le difficoltà l’Italia al 4° posto del ranking Fifa. Non mi risulta che il nostro Paese sia al 4° posto per condizioni ambientali e attrazione d’investimenti. Se a livello di club siamo al quarto posto in Europa, dobbiamo dire che il mondo dello sport e del calcio italiano è sempre entrato dalla porta principale.

Lo spread? Nel calcio c’è, ma opera su patrimoni privati di singole persone». È indubbio però che la crisi sgonfia il pallone italico. «Ci sono tante criticità - conferma Abete -, ma bisogna farsene carico. La posizione nel contesto intenzionale è di grande spessore. Poi ci sono alcune criticità strutturali, come gli stadi». Per questo però si deve muovere la politica. «Mi dispiace dover dire che è stata una legislatura deludente - ammette Enrico Letta, segretario dell’Arel e deputato Pd - . Speriamo che la prossima sia costituente per il mondo dello sport».

Angelo Marchi - avvenire.it

Sport in tv: le dirette di oggi, domenica 23 dicembre 2012

DAYTIME MATTINA E POMERIGGIO
Rai Sport 2 - Eurosport 1
11.00 Sci Freestyle: Coppa del Mondo - Ski Cross Maschile e Femminile da Innichen.

La7d - SportItalia 2
12.00 Basket: Acea Roma - Banco di Sardegna Sassari. Serie A 12ª giornata.

Serie B - 20ª giornata
12.30
Cesena-Bari
Sky Calcio 3 HD
Premium Calcio: telecronaca Marco Piccari, commento tecnico Roberto Rambaudi.

SportItalia 2
14.00 Basket: Agrigento - Treviglio. Campionato DNA.

Sky Calcio 2 HD
14.30 Calcio: Swansea City - Manchester United. Premier League.

Rai Sport 1
14.55 Rugby: Viadana - Calvisano R.. Campionato Italiano Eccellenza.

Il pomeriggio continua dopo il salto con la giornata di Serie B di Calcio, il Campionato di Serie A di Basket e il Football Americano.

Serie B - 20ª giornata
15.00
Brescia-Livorno
Sky Sport 1 HD - Sky Calcio 1 HD
Verona-Juve Stabia
Sky Calcio 4 HD
Sassuolo-Lanciano
Sky Calcio 5 HD
Crotone-Varese
Sky Calcio 6 HD
Spezia-Padova
Sky Calcio 7 HD
Vicenza-Modena
Sky Calcio 8 HD
Cittadella-Empoli
Sky Calcio 9
Ternana-Ascoli
Sky Calcio 10
Grosseto-Reggina
Sky Calcio 11 HD

Sky Sport 3 HD - SuperCalcio HD - CALCIO 2 HD
17.00 Calcio: Chelsea - Aston Villa. Premier League.

Serie B - 20ª giornata
18.00
Novara-Pro Vercelli
Sky Calcio 1 HD
Premium Calcio: telecronaca Gianluca Prudenti, commento tecnico Giuseppe Incocciati.

ESPN America
19.00 Football americano: Cincinnati Bengals at Pittsburgh Steelers.

SportItalia 2
19.00 Basket: Unicaja - FC Barcelona Regal. Liga ACB, campionato francese.

Eurosport 1
19.30 Equitazione: Salto - Olympia Grand Prix.

Rai Sport 1
20.00 Basket: EA7 Emporio Armani Milano - Cimberio Varese. Serie A 12ª giornata.

PRIME TIME, SECONDA SERATA E NOTTE

SportItalia 1
21.00 Calcio: Marsiglia - St. Etienne. Ligue 1.

ESPN America
22.00 Football americano: NY Giants at Baltimore Ravens (NFL).

SportItalia 2
22.25 Football americano: NY Giants at Baltimore Ravens (commento italiano).

ESPN America
02.15 Football americano: San Francisco 49ers at Seattle Seahawks. Sunday Night (NFL).

SportItalia 2
02.30 Football americano: San Francisco 49ers at Seattle Seahawks. Sunday night (commento italiano).

Pallavolo: A/1 donne, i risultati Busto A. vince a Conegliano e rimane in testa. Poi c'e' Bergamo

Risultati 10/a giornata A/1 donne di pallavolo: Conegliano-Busto Arsizio 0-3; Villa Cortese-Piacenza 3-1; Urbino-Chieri/Torino 3-1; Modena-Bologna 3-0; Crema-Bergamo 0-3; Giaveno-Pesaro 2-3. Classifica: Yamamay Busto Arsizio 25; Foppapedretti Bergamo 24; Rebecchi Piacenza 21; Milanese Modena 20; Asystel Villa Cortese 19; Imoco Conegliano 14; Duck Farm Chieri 13; Robursport Pesaro 12; Icos Crema 11; Chateau D'Ax Urbino 10; Banca Reale Giaveno 10; Idea 2002 Bologna 1.
ansa

Hockey ghiaccio: risultati serie A. Fiat Valpusteria davanti, Cortina vince il derby con Alleghe

Risultati della 29/a giornata del campionato di hockey ghiaccio: Renon Sport Renault-Lupi Fiat Valpusteria 2-5; Bolzano-Milano 6-3; Valpellice Bodino- Aquile Pontebba 6-2; Hafro Cortina-Alleghe Tegola Canadese 3-2; Migross Asiago-Val di Fassa Ferrarini 9-3. Classifica: Lupi Fiat Valpusteria 67; Bolzano 59; Valpellice Bodino 55; Renon Sport Renault 54; Alleghe Tegola Canadese 53; Migross Asiago 43; Milano 40; Hafro Cortina 31; Val di Fassa Ferrarini 21; Aquile Pontebba 12.
ansa

Vespa sport. «Sei giorni»

Notari Giorgio; Cau Giuseppe - Vespa sport. «Sei giorni»



Vespa sport. «Sei giorni»


Titolo


Vespa sport. «Sei giorni»
AutoreNotari GiorgioCau Giuseppe
Prezzo€ 46,48

scheda online>>>

















Sabato sui canali Rai Sport: il palinsesto delle gare in onda il 15 Dicembre 2012

LO SPORT SULLE RETI RAI GENERALISTE (RAI 1, RAI 2, RAI 3)
a cura di Simone Rossi - Digital-Sat.it
ore 13.28 - RAIDUE:
Rubrica - Dribbling (diretta)
a cura di Alessandro Forti
ore 18.04 - RAIDUE:
Rubrica - 90° Minuto Serie B (diretta)
Conduce: Andrea Fusco
Opinionisti: Vincenzo D'Amico e Claudio Pasqualin
ore 20.32 - RAIUNO:
Notiziario - RAI Tg Sport Flash (diretta)
ore 22.45 - RAIDUE: [dalle 23.45 il programma prosegue su Rai Sport 1]
Rubrica - Sabato Sprint (diretta)
Conduce: Sabrina Gandolfi
In studio: Italo Cucci e Antonio Cabrini
OGGI SU RAISPORT 1 e 2 (SATELLITE, DIGITALE TERRESTRE, TIVUSAT)
Palinsesto di Rai Sport 1 di Sabato 15 Dicembre 2012
  • ore 07:00 Notiziario: Tg Sport  + Rassegna Stampa (diretta)
  • ore 08:00 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 08:10 Slittino: Coppa del Mondo 2012/2013 Femminile 1a manche (diretta)
    da Sigulda [Lettonia]
    Telecronca: Luca Di Bella
  • ore 09:00 Notiziario: Tg Sport Flash (diretta)
  • ore 09:05 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 09:25 Slittino: Coppa del Mondo 2012/2013 Femminile 2a manche (diretta)
    da Sigulda [Lettonia]
    Telecronca: Luca Di Bella
  • ore 10:15 Notiziario: Tg Sport Flash (diretta)
  • ore 10:20 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 10:30 Rubrica: Studio Sci (diretta)
    dalla Val Gardena [Bolzano]
    a cura di Ivana Vaccari e Barbara Merlin
  • ore 10:40 Sci Alpino: Coppa del Mondo 2013 - Super G Femminile (diretta)
    dalla Val D'Isere [Francia]
    Telecronaca: Davide Novelli e Luciano Zanier
  • ore 12:00 Rubrica: Studio Sci (diretta)
    dalla Val Gardena [Bolzano]
    a cura di Ivana Vaccari e Barbara Merlin
  • ore 12:10 Sci Alpino: Coppa del Mondo 2013 - Discesa Libera Maschile (diretta)
    dalla Val Gardena [Bolzano]
    Telecronaca: Davide Labate e Paolo De Chiesa
    Bordopista: Arianna Secondini
  • ore 13:35 Rubrica: Studio Sci (diretta)
    dalla Val Gardena [Bolzano]
    a cura di Ivana Vaccari e Barbara Merlin
  • ore 13:55 Calcio: Campionato Italiano Serie D Gelbison - Agropoli (diretta)
    dallo stadio "Morra" di Vallo della Lucania [Salerno]
    Telecronaca: Cristiano Piccinelli e Franco Peccenini
  • nell'intervallo: Notiziario - TG Sport Flash (diretta)
  • ore 16:00 Rubrica - Dribbling (replica)
  • ore 16:30 Sci Alpino: Parallelo di Natale Parallelo di Natale (diretta)
    da S. Virgilio di Marebbe [Bolzano]
    Telecronaca: Gianfranco Benincasa
  • ore 17:55 Nuoto: Mondiali in Vasca Corta 2012 4^ giornata (diretta)
    da Istanbul [Turchia]
    Telecronaca: Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi
  • ore 20:05 Teca: Memoria Rai Sport (archivio)
  • ore 20:25 Pallavolo: Campionato Italiano Femminile serie A1 Rebecchi Nordmeccanica Piacenza-Banca Reale yoyogurt Giaveno (diretta)
    dal "PalaBanca" di Piacenza
    Telecronaca: Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta
  • ore 22:30 Freestyle: Coppa del Mondo 2012/2013 Dual Moguls (differita delle ore 14)
    da Ruka [Finlandia]
    Telecronaca: Alan Gard
  • ore 23:45 Rubrica - Sabato Sprint (diretta)
    Conduce: Sabrina Gandolfi
    In studio: Italo Cucci e Antonio Cabrini
Palinsesto di Rai Sport 2 di Sabato 15 Dicembre 2012
  • ore 08:00 Rubrica: Perle di Sport (archivio)
  • ore 08:10 Rubrica: Memoria Rai Sport - La Domenica Sportiva del 11/7/82 (archivio)
  • ore 09:00 Rubrica: Perle di Sport - Atletica (archivio)
  • ore 09:10 Freestyle: Coppa del Mondo 2012/2013 DM donne (diretta)
    da Ruka [Finlandia]
    Telecronaca: Alan Gard
  • ore 10:00 Nuoto: Campionati Mondiali Vasca Corta eliminatorie (diretta)
    da Istanbul [Turchia]
    Telecronaca: Tommaso Mecarozzi e Luca Sacchi
  • ore 12:00 Slittino: Coppa del Mondo 2012/2013 Doppio 2a manche (diretta)
    da Sigulda [Lettonia]
    Telecronca: Luca Di Bella
  • ore 12:45 Rubrica: Perle di Sport (archivio)
  • ore 12:55 Combinata Nordica: Coppa del Mondo 2013 Salto: HS 98 (diretta)
    da Ramsau [Austria]
    Telecronaca: Franco Bragagna
  • ore 14:00 Ski Jumping: Coppa del Mondo 2013 Maschile HS 137 (diretta)
    da Engelberg [Svizzera]
    Telecronaca: Nicola Sangiorgio
  • ore 15:30 Rubrica: Perle di Sport - Calcio Scudetto Juventus 1973 (archivio)
  • ore 15:40 Combinata Nordica: Coppa del Mondo 2013 Fondo: 10 Km Gundersen (diretta)
    da Ramsau [Austria]
    Telecronaca: Franco Bragagna
  • ore 16:30 Freestyle: Coppa del Mondo 2012/2013 DM uomini (differita gara delle 10.40)
    da Ruka [Finlandia]
    Telecronaca: Alan Gard
  • ore 17:30 Freestyle: Coppa del Mondo 2012/2013 DM Finali Ladies & men (differita gara delle 14)
    da Ruka [Finlandia]
    Telecronaca: Alan Gard
  • ore 19:00 Rubrica: Perle di Sport (archivio)
  • ore 19:20 Rubrica: Perle di Sport - Dedicato a Sandro Mazzola (archivio)
  • ore 20:30 Sci di Fondo: Coppa del Mondo 2013 Sprint M.le/Femm.le tecnica Libera (diretta)
    da Canmore [Canada]
    Telecronaca: Valerio Iafrate
  • ore 22:15 Rubrica: Memoria Rai Sport - La Domenica Sportiva 24/12/78 Rivera-Viola (archivio)
  • ore 23:15 Skeleton: Coppa del Mondo 2012/2013 Femminile 2a manche (differita gara delle 11.15)
    da La Plagne [Francia]
    Telecronaca: Riccardo Pescante
  • ore 00:05 Bob a 2: Coppa del Mondo 2012/2013 2a manche (differita gara delle 15)
    da La Plagne [Francia]
    Telecronaca: Riccardo Pescante
  • ore 00:50 Memoria Rai Sport - Novantesimo Minuto del 28/05/78 (archivio)
* = Evento disponibile solamente sul digitale terrestre e via satellite per utenti Tivùsat
*** Si potrebbero verificare delle variazioni al palinsesto
in relazione alla diversa durata degli eventi in onda sui canali ***
LE GARE IN DIRETTA SUL SITO WEB DI RAISPORT
24 ore su 24 - Rai Sport 1 e 2 (www.raisport.rai.it)
Tutta la programmazione in onda sul canale digitale Rai Sport 1 e 2
LO SPORT DELLA RAI ALLA RADIO
Sabato Sport del 15 Dicembre sarà presentato da Emanuele Dotto e Gabriele Brocani. Calcio, sci e rugby in questa puntata ricca di avvenimenti. Si comincia alle 14.00 con la presentazione della giornata sportiva. In apertura, linea a Emilio Mancuso in Val Gardena per il supergigante maschile di coppa del mondo di sci.
Dopo le 14.10 il consueto intervento di Marco Tardelli, vice-allenatore della nazionale di calcio irlandese, per la rubrica “Sostiene Tardelli”. Alle 14.30 il primo intervento (ne seguiranno altri nel corso del pomeriggio) di Gianmaurizio Foderaro e i suoi ospiti, dal Teatro Delle Vittorie di Roma, dove è in corso l’edizione 2012 di Telethon. Quindi, dalle 14.30 interventi di Paolo Pacitti dallo Stadio Monigo di Treviso per l’incontro Benetton-Leicester Tigers, quarta giornata di Heineken cup di rugby.

Alle 14.50 Filippo Corsini conduce “Tutto il calcio minuto per minuto – Serie B”. Seguiremo gli incontri del 19° turno: Padova-Sassuolo (Massimo Zennaro), Pro Vercelli-Verona (Ugo Russo), Varese-Grosseto (Tarcisio Mazzeo), Modena-Crotone (Antonello Brughini), Juve Stabia-Cesena (Fabrizio Cappella), Virtus Lanciano-Spezia (Antonio Monaco), Bari-Novara (Enzo Delvecchio). Aggiornamenti da studio per i campi non collegati: Empoli-Vicenza, Reggina-Cittadella. Alle 17.30 la rubrica di calcio “Mercato e dintorni” di Marco Zunino.

Alle 17.50 presentazione dell’anticipo della diciassettesima giornata di serie A, Udinese-Palermo. Collegamento con gli inviati Giovanni Scaramuzzino e Mauro Carafa. Dalle 18 alle 19.50 cronaca di Udinese-Palermo e, a seguire, le interviste dagli spogliatoi e la moviola. Alle 20.10 “Pallaovale”: risultati e commenti sulla giornata del rugby. A cura di Paolo Pacitti. A seguire, presentazione del secondo anticipo di serie A, Lazio-Inter. Collegamento con gli inviati Francesco Repice e Massimiliano Graziani e intervista a due rispettivi ex. Dalle 20.45 alle 22.30 cronaca di Lazio-Inter e, a seguire, le interviste dagli spogliatoi e la moviola. Dalle 22,40 fino a fine trasmissione Marco Tardelli risponderà alle telefonate degli ascoltatori. Chiusura alle 23.30.
LO SPORT PER GLI ITALIANI ALL'ESTERO SU RAITALIA
Rai Italia trasmette in tutto il mondo (escluso in Europa) una selezione dei programmi della Rai Radiotelevisione Italiana, insieme a programmi originali prodotti per gli italiani che vivono all'estero e per tutti coloro che hanno con il nostro paese un legame d'origine o anche solo di curiosità. Ogni weekend in diretta esclusiva su Rai Italia le principali partite del campionato italiano di Serie A disputate al sabato e alla domenica. Ad accompagnare ogni turno di campionato Rai Sport presenta ''La Giostra dei Gol" con l’aggiornamento in diretta dei gol da tutti i campi, commenti ed approfondimenti con ospiti in studio. Gli orari indicati di seguito fanno riferimento al fuso orario italiano.
ore 18.00 Calcio Serie A: Udinese vs Palermo (diretta)
ore 20.45 Calcio Serie A: Lazio vs Inter (diretta)

Articolo a cura di
Simone Rossi
per "Digital-Sat.it"

Giallo Beatrice 25 anni di mistero viola

Flavio Bruno gattona davanti alla foto-poster di Bruno Beatrice e grida spensierato: «Nonno palla...». Flavio Bruno è il figlio di Claudia Beatrice, figlia del mediano di quella “tragica” Fiorentina anni ’70, morto il 16 dicembre del 1987, a soli a 39 anni «per una leucemia linfoblastica, a causa di un ciclo scellerato di raggi Roentgen», viene in soccorso suo fratello Alessandro che tiene per mano la piccola Viola.

Due nipoti che nonno Bruno - se fosse vivo oggi avrebbe 64 anni - lo potranno vedere solo in foto o immaginare dai racconti dei loro genitori («Eravamo piccoli anche noi quando papà è morto: io avevo 10 anni e Alessandro 8») e soprattutto quelli di nonna Gabriella . La “vedova courage” delle tante morti del pallone diventate mistero e nel caso di Beatrice, capitolo principale del “Giallo Viola”. «Che mio marito sia morto per colpa del calcio lo grido da 25 anni...

Ora spero che il mio appello che consegno ad Avvenire (vedi testo a fianco) scuota un attimo le coscienze di quei signori del Palazzo del pallone che fino ad oggi si sono trincerati dietro un vergognoso muro di omertà». Chiede verità e giustizia la famiglia Beatrice: «Ci sono perizie mediche e indagini dei Nas di Firenze che dicono che quel ciclo criminale di Roentgen a cui papà venne sottoposto dalla Fiorentina (dal marzo al giugno del 1976), per guarire da una semplice pubalgia, l’hanno stroncato, portandocelo via troppo presto...», tuona Alessandro. «È tempo che si vada a fondo una volta per tutte su quella di Beatrice, ma anche sulle altre morti e i malati della Fiorentina degli anni ’70... Chissà quante porcherie c’erano dentro le flebo che gli facevano? Che gli davano sostanze - Micoren, Cortex - ormai lo sappiamo con certezza. Il suo compagno di squadra Nello Saltutti prima di morire d’infarto lo confermò a me e agli inquirenti».

Oltre a Beatrice e Saltutti ci sono state altre 3 morti sospette in quella Fiorentina: Ugo Ferrante, Giuseppe Longoni e Massimo Mattolini. Oltre alle malattie di Domenico Caso (tumore), Giancarlo Antognoni (infarto) e Giancarlo Galdiolo, ultimo caso di Sla (Sclerosi laterale amiotrofica) nel calcio. Storie insabbiate, mentre l’iter giudiziario del caso Beatrice è iniziato nel 1997 quando Gabriella presentò l’esposto per la morte del marito alla Procura di Arezzo. «Scrissero due paginette e archiviarono di corsa», ricorda la vedova Beatrice che con i suoi figli aveva sperato in una coda risolutiva in sede penale, specie dopo la riapertura dell’inchiesta coordinata dal pm Luigi Bocciolini ed eseguita dai carabinieri dei Nas di Firenze. «Nonostante le cartelle cliniche di quella squadra erano sparite, si ipotizzava l’omicidio preterintenzionale.

Alla fine però, niente processo e inchiesta archiviata per prescrizione. Eppure, dalle indagini e dagli interrogatori, è comunque emersa una realtà che parlava di “sperimentazione medica” effettuata su Beatrice e i compagni di quella formazione viola», dice l’avvocato Odo Lombardo che con il collega Antonio Voce patrocina la famiglia dell’ex mediano della Fiorentina, la quale ora confida almeno in in un processo in sede civile. «Siamo ricorsi al giudice del lavoro di Firenze perché quella di Beatrice è da considerarsi “morte bianca” del calcio a tutti gli effetti - spiega l’avvocato Lombardo - . Ci sono prove a nostro avviso di violazioni della normativa sulla tutela del rapporto di lavoro con specifiche responsabilità dei datori, dei dirigenti, dello staff tecnico (l’allenatore di allora era Carlo Mazzone) e medico di quella Fiorentina.

E sia ben chiaro che da questa vicenda la famiglia Beatrice non cerca risarcimenti, ma vuole che tutti conoscano la verità sul come sia stato possibile che un giovane sportivo sia assurto a vittima di interessi privati che con il calcio non dovrebbero avere nulla a che fare». Una “palla avvelenata” sulla quale il sospetto è che non si riesca o non si voglia più fare luce. «Fino a quando i calciatori verranno pagati con gli stipendi esorbitanti che ancora circolano, anche in tempi di crisi nera, non si potrà mai arrivare alla verità, perché il silenzio è d’oro», dice Claudia carica di amarezza. A nulla sono serviti in tutti questi lunghi anni i loro continui appelli e neppure la fondazione dell’Associazione vittime del doping ha portato a dei risultati.

«Un’Associazione nata per contribuire alla eliminazione di questa piaga che imputridisce il nostro sport - continua l’avvocato Lombardo - , ma da quando è sorta ha avuto solo una segnalazione, quella della moglie di Giuliano Taccola», la vedova dell’ex centravanti della Roma, morto anche lui per un’iniezione misteriosa, nel marzo 1969, a soli 26 anni. «Quello che trovo scandaloso è che quasi tutti quelli che potevano partecipare alla nostra battaglia sono spariti nel nulla», conclude Gabriella. Non se ne è fatto ancora niente neppure della proposta di un “Memorial Bruno Beatrice” avanzata alla Fiorentina dei fratelli Della Valle che però hanno preso in considerazione il progetto. E domenica, giorno del 25° dalla morte, ironia della sorte al Franchi si disputa Fiorentina-Siena. «Il club per il quale Beatrice ha dato anche la vita, contro l’ultima squadra in cui ha giocato prima di chiudere con il grande calcio - dice sospirando Gabriella mentre accudisce i nipotini - . Quando ripenso a tutte le domeniche che giocava e restavo qui con i bimbi ad aspettarlo... Ora mi aspetto un po’ di giustizia e ringrazio chi ha inventato i ricordi, solo quelli mi fanno sentire Bruno ancora vivo...».

Massimiliano Castellani 
avvenire.it

Palermo: Gasperini,cerchiamo i tre punti

Fine anno di fuoco per un Palermo che naviga nelle acque torbide della bassa classifica. Domani la trasferta a Udine, poi la sfida in casa alla Fiorentina.

''Veniamo da due sconfitte consecutive, contro le prime della classe, ma contro l'Udinese cerchiamo i tre punti - ha detto Gian Piero Gasperini, allenatore dei rosanero -. Ci troveremo davanti una squadra forte e in forma, l'Udinese cambia spesso giocatori ma sa rinnovarsi ogni anno con grande qualita'''.

IndietroStampa Invia Scrivi alla redazione precedentesuccessivaPalermo: Gasperini,cerchiamo i tre punti

ansa

Sci: Val Gardena azzurra, due sul podio

La Val Gardena e la sua classica pista Saslong, mai troppo amata dagli italiani perché considerata addirittura "troppo facile", si sono finalmente tinte di azzurro. Matteo Marsaglia - il romano diventato piemontese - dopo la vittoria strepitosa di Beaver Creek ha infatti ottenuto un eccellente secondo posto nel supergigante di cdm. L'altoatesino Werner Heel, dopo due anni di tribolazioni su sci non adatti a lui, gli fa compagnia sul podio con un ottimo 3/o posto: per lui, con due quinti posti nei precedenti due superG, è una vera resurrezione. La vittoria - annunciata più che mai e favorita anche dal tracciatore della sua squadra - è andata al norvegese Axsel Svindal che, bisogna dirlo, ha dominato in lungo ed in largo dando più di un secondo di distacco ai due italiani. Ma lui, che ora guida sempre più solitario la classifica generale di cdm con 540 punti, sta viaggiando su un altro pianeta e solo gli italiani - come a Beaver Creek - paiono in grado di impensierirlo. Nel clan azzurro la soddisfazione è totale. Gli uomini jet ci sono e filano velocissimi non solo sui tracciati ultraripidi e difficilissimi come quello della Byrds of Prey di Beaver Creek ma anche su quelli che questi mostri dell'alta velocità ritengono più abbordabili come la Saslong che ha muri, salti, curve e dossi ma non pendenze drammatiche, Marsaglia in superg é ormai una sicurezza come lo è pure il biondo Werner Heel: il podio conquistato oggi rappresenta finalmente la sua resurrezione agonistica, accompagnata da materiali nuovi e pure da un fisico diventato più robusto, con qualche chilo più

Sport: gaffe spaventosa in diretta

Scorreva il video della conferenza stampa di Antonio Conte, allenatore della Juventus, quando le parole della clip che sta per concludersi diventano di difficile comprensione. Conte elenca dieci parole in fila, ma non si capisce dove voglia andare a parare. Sopraggiunge quindi la fine del servizio ed è colto di sorpresa il giornalista Radice che si stava lasciando andare ad un commento personale, legittimo fuori onda, meno in diretta: "Ma che caz** di significato c'hanno..." (le parole di Conte ovviamente) poi si riprende e inizia a parlare dell'Inter nel servizio successivo.

 http://it.ibtimes.com

Nba: Gallinari ko con Minnesota

 Ennesima prova convincente di Danilo Gallinari (24 punti in 35' minuti), non sufficiente però a Denver per vincere in casa di Minnesota, che la spunta 108-105. Nei Nuggets contributo pesante di Kenneth Faried (26 punti e 14 rimbalzi). L'anello debole di Denver (bilancio 11 vinte e 12 perse) è Andre Iguodala, che nonostante resti sul parquet per 34' chiude con soli due punti all'attivo. Per Minnesota pesano i 22 punti di Nikola Pekovic ed i 18 di Andrei Kirilenko. Ancora una sconfitta per Toronto - fermato in casa dai Brooklyn Nets (88-94) - privo di Andrea Bargnani, infortunatosi nella partita (persa) con Portland. Il romano ricadendo dopo una schiacciata ha battuto il gomito destro a terra. Non ci sono fratture, ma è probabile la rottura di un legamento ed i tempi di recupero appaiono lunghi. Intanto i tifosi dei Raptors sono in subbuglio per le voci di un possibile trasferimento del 'Mago' ai LA Lakers, in uno scambio con Pau Gasol che coinvolgerebbe anche Jose Calderon e Linas Kleiza. Resta il fatto che con 4 vittorie e 19 sconfitte Toronto ha il peggior record stagionale dell'Nba. Il basket azzurro negli States sorride invece con Marco Belinelli. Chicago (12-9) reagisce bene al ko casalingo con i Clippers e viola il campo di Philadelphia (89-96), anche grazie ai suoi 16 punti in 29'. A questi vanno aggiunti i 21 di Joakim Noah ed i 19 di Luol Deng. La sorpresa del turno arriva da Miami, battuta a domicilio da Golden State (97-95), come già la scorsa settimana con i New York Knicks. Per i campioni Nba in carica comincia a diventare un vizio pericoloso. LeBron James ha realizzato 31 punti e Chris Bosh 21 (con 13 rimbalzi), ma i Warriors hanno risposto per le rime con Klay Thompson (27 punti) e David Lee (22, più 13 rimbalzi). Con 14 vittorie e sei sconfitte, Miami occupa il secondo posto nella Est Conference, dietro New York. Risultati: Utah-San Antonio 99-96 Boston-Dallas 117-115 (dts) Philadelphia-Chicago 89-96 Miami-Golden State 95-97 Charlotte-LA Clippers 94-100 Phoenix-Memphis 82-80 Houston-Washington 99-93 Oklahoma-New Orleans 92-88 Minnesota-Denver 108-105 Milwaukee-Sacramento 98-85 Toronto-Brooklyn Nets 88-94 Indiana-Cleveland 96-81 Orlando-Atlanta 80-86
ansa

Sport in tv: le dirette di oggi, venerdì 14 dicembre 2012

Eurosport 1
09.00 Nuoto: Mondiali in vasca corta. In diretta terza giornata da Istanbul, Turchia.

Rai Sport 2
10.00 Nuoto: Mondiali in vasca corta. In diretta terza giornata da Istanbul, Turchia.

Eurosport 2
10.00 Calcio a 5: Portogallo - Repubblica Ceca. Torneo di San Pietroburgo, Nazionali U21 - Fase a gironi.

Rai Sport 1 - Eurosport 1
10.45 Sci Alpino: Coppa del Mondo 2013 - Discesa libera femminile. In diretta dalla Val d’Isere, Francia.

Sky Sport 2 HD
dalle 12.30 alle 16.30 Golf: Alfred Dunhill Championship. In diretta dal Leopard Creek Country Club di Malelane. Commento Silvio Grappasonni e Nicola Pomponi. Seconda giornata.

Eurosport 2
11.30 Biliardo: Snooker. Tour Europeo - Giorno 1.

Rai Sport 1 - Eurosport 1
12.15 Sci Alpino: Coppa del Mondo 2013 - Super-G maschile. In diretta dalla Val Gardena.

Dopo il salto Boxe, Pallanuoto, Eurolega e anticipo Serie B.

Rai Sport 2
13.20 Sci: Coppa del Mondo Femminile, 1ª manche da La Plagne, Francia.

Eurosport 2
13.45 Salto con gli sci: Coppa del Mondo - Qualifiche HS 137.

Eurosport 1
14.00 Biathlon: Coppa del Mondo - Sprint femminile.

Rai Sport 2
14.45 Sci: Coppa del Mondo Femminile, 1ª manche da La Plagne, Francia.

Eurosport 2
14.45 Biliardo: Snooker. Tour Europeo.

Sky Sport 3 HD
15.30 Boxe: Kazakistan Astana Arlans vs Dolce & Gabbana Italia Thunder. World Series of Boxing, Mondiale a squadre. Telecronaca Mario Giambuzzi, commento tecnico di Patrizio Oliva.

Rai Sport 1 - Eurosport 1
17.00 Salto con gli sci: Coppa del Mondo - HS 100 femminile. In diretta da Ramsau, Austria.

Rai Sport 2
17.55 Nuoto: Mondiali in vasca corta. In diretta terza giornata da Istanbul, Turchia.

Rai Sport 2
19.00 Pallanuoto: AN Brescia - Carpisa Yamamay Acquachiara. Campionato Italiano, 7ª giornata.

Eurosport 1
18.30 Biliardo: Snooker. Tour Europeo - Giorno 1.

SportItalia 2
20.00 Basket: Olympiacos Piraeus - Ea7 Emporio Armani Milan. Eurolega 2012-2013, Game 10.

SportItalia 1
20.30 Calcio: Reggiana - Trapani. Lega Pro.

Rai Sport 1
20.40 Calcio a 5: Lazio - Marca. Campionato italiano.

Serie B - 19ª giornata
20.45
Livorno-Ternana
Sky Calcio 1 HD: telecronaca Marco Nosotti e Roberto Sosa.
Premium Calcio: telecronaca Roberto Ciarapica, commento tecnico Luca Pellegrini.

Eurosport 2
21.00 Biliardo: Snooker. Tour Europeo.

Eurosport 1
21.00 Boxe: Bigger’s Better - Incontro pesi massimi finale.

Rai Sport 1
22.30 Boxe: Barletta - Ricci. Campionato Italiano Pesi Mediomassimi, in diretta da Roma.

ESPN America
01.00 Football americano: St. Thomas (MN) vs Mount Union (OH). Division III Football Championship.

Sky Sport 2 HD
04.30 Basket: Denver Nuggets vs Memphis Grizzlies (NBA).