Crocevia Juve, Inter prova a tenere viva Serie A

© EPA


Più di un derby d'Italia, la sfida con la Juventus è un crocevia fondamentale, per l'Inter e forse per tutta la Serie A. I nerazzurri, già a 11 punti di distacco dopo 14 giornate, hanno nello scontro diretto di venerdì forse l'ultima chance per mantenere aperte le speranze di un campionato equilibrato: una vittoria di Icardi e compagni permetterebbe al Napoli e alla stessa Inter di riavvicinarsi, una sconfitta invece lascerebbe strada libera ai bianconeri verso la fuga. Ci pensa così il presidente Steven Zhang a caricare la squadra. ''Siamo sempre fiduciosi, siamo pronti per la partita - ha detto a Sky Sport a pochi giorni dalla sfida con la Juventus -. Stiamo migliorando e giochiamo meglio, ogni stagione cerchiamo di fare meglio di quella precedente. Ogni stagione dobbiamo dare il massimo per vincere, è questo il nostro obiettivo. Abbiamo fiducia nella squadra, che dà sempre tutto in campo'', ha concluso Zhang, che esordirà così allo Stadium da presidente nerazzurro. Non sarà ovviamente una prima volta per Mauro Icardi, vero specialista delle gare contro la Juventus, che incrocerà Cristiano Ronaldo. ''Non firmo per il pareggio, vogliamo vincere'', ha rivelato il capitano interista. L'ultimo successo nerazzurro a Torino, nonché l'unico allo Stadium, è datato 3 novembre 2012: tra i reduci di quella squadra sono ancora in rosa i soli Handanovic e Ranocchia, di cui solo il primo sarà titolare nella gara di venerdì. 
ansa

“Gazzetta Sport Awards”, Sofia Goggia è la “Donna dell’anno” 2018

Dopo la vittoria del 2017, Sofia Goggia torna a solcare il palco dei “Gazzetta Sport Awards” e lo fa ancora una volta nei panni di regina dello sport italiano.
La ventiseienne di Astino è stata infatti insignita per il secondo anno consecutivo del premio “Donna dell’Anno” 2018, un riconoscimento assegnato dal celebre quotidiano sportivo che ha visto la finanziera bergamasca battere atlete del calibro di Paola Enogu, trascinatrice della nazionale italiana di volley agli ultimi Mondiali, e Simona Quadarella, oro nei 400, 800 e 1500 metri stile libero ai Campionati Europei di Glasgow.
bergamonews

COPPA ITALIA: AGLI OTTAVI CAGLIARI, SASSUOLO E NOVARA OGGI GENOA E TORINO. SERIE A, DOMANI ANTICIPO JUVE-INTER

Il Cagliari vince 2-1 in casa del Chievo e accede agli ottavi di finale di Coppa Italia, dove trova l'Atalanta. Contro il Napoli giocherà invece il Sassuolo, che supera 2-1 in casa il Catania. Per la Lazio c'è invece il Novara, che a Pisa vince 3-2. Oggi in campo Genoa-Entella e Torino-Sudtirol. Serie A: domani sera Juventus-Inter, anticipo della 15ma giornata. (ANSA).

Serie A: Sassuolo-Empoli 3-1 Emiliani al secondo posto in classifica dietro alla Juve di CR7

 © ANSA

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 21 SET - Sassuolo batte Empoli 3-1 (1-1) nell'anticipo della quinta giornata del campionato di Serie A. Al gol dopo solo 20'' degli ospiti con Caputo replicano per i padroni di casa Boateng (13' pt), Ferrari (12' st) e Di Francesco (40' st). Tre punti che per il Sassuolo significano momentaneamente la seconda posizione in classifica a quota 10 punti dietro alla Juventus di Cristiano Ronaldo a 12.

SERIE A: ROMA FATICA E IMPATTA CON ATALANTA, 3-3 ALL'OLIMPICO

US OPEN: AVANTI SEPPI, LORENZI E GIORGI, BERRETTINI SUBITO KO Nel posticipo della seconda giornata della Serie A di calcio la Roma pareggia 3-3 all'Olimpico con l'Atalanta: giallorossi subito avanti con colpo di tacco-gioiello di Pastore, ma gli ospiti rispondono con Castagne e doppietta di Rigoni; nella ripresa i padroni di casa si rifanno con Florenzi e Manolas. Nel posticipo di B finisce 3-3 anche Benevento-Lecce. Tenni: agli Us Open superano il primo turno Lorenzi, Seppi, Sonego e Giorgi; ko Berrettini. Oggi in campo Fognini, Cecchinato, Travaglia e Gaio. (ANSA).

CALCIO: SERIE A, TORINO FERMA INTER 2-2 A MILANO


ansa

GOLEADA FIORENTINA SUL CHIEVO. STASERA C'E' ROMA-ATALANTA Nella seconda giornata della Serie A di calcio il Torino ferma 2-2 l'Inter a Milano, mentre la Fiorentina asfalta 6-1 il Chievo a Firenze. Le altre: Genoa-Empoli 2-1, Cagliari-Sassuolo 2-2, Udinese-Samp e Spal-Parma 1-0, Frosinone-Bologna 0-0. Stasera c'è Roma-Atalanta. Serie B: Foggia-Carpi 4-2, Cittadella-Crotone 3-0, Verona-Padova e Ascoli-Cosenza 1-1; stasera Benevento-Lecce 


F1, VETTEL VINCE A SPA E RIAPRE SFIDA A HAMILTON



MOTOGP, PIOGGIA CANCELLA SILVERSTONE. TENNIS, US OPEN AL VIA Vettel domina e vince con la Ferrari il Gp del Belgio e riapre la sfida per il titolo piloti a Hamilton, che a Spa ha chiuso secondo. Verstappen terzo. Costretto al ritiro l'altro ferrarista Raikkonen. MotoGp: Silverstone annullato per maltempo. Tennis: oggi al via gli Us Open. Ciclismo: ieri vittoria di Valverde nella seconda tappa della Vuelta. (ANSA).

F1: A SPA HAMILTON PARTE IN POLE. MOTOGP, PRIMO LORENZO



AUTO: RITORNO ZANARDI CON DELUSIONE. F3, VINCE SCHUMACHER JR Lewis Hamilton su Mercedes ha conquistato la pole position del Gp di F1 del Belgio, in programma a Spa. In prima fila ci sarà anche la Ferrari di Vettel. Nella MotoGP, doppietta Ducati a Silverstone. Lo spagnolo Lorenzo ha conquistato la pole, secondo Dovizioso. Un po' di delusione per il ritorno alle corse automobilistiche di Alex Zanardi: ultimo nel circuito di Misano Adriatico su una Bmw che ha guidato senza le protesi. Sul circuito riminese, terza vittoria stagionale in Formula 3 per Mick Schumacher.(ANSA).

LA JUVE BATTE LA LAZIO, MA RONALDO ANCORA A SECCO DI GOL




NAPOLI BATTE IN RIMONTA IL MILAN. OGGI IN CAMPO LE ALTRE La Juventus batte la Lazio 2-0. Reti di Pjanic e Mandzukic, Ronaldo ancora a secco di gol. Il Napoli ribalta il risultato e dal 2-0 del primo tempo contro il Milan passa al 3-2. Ancelotti: 'Ci abbiamo creduto fino alla fine'. Stasera in campo SPAL-Parma, Fiorentina-Chievo, Inter-Torino, Udinese-Sampdoria, Genoa-Empoli, Cagliari-Sassuolo e Frosinone-Bologna. Lunedì il posticipo Roma-Atalanta. ansa

CALCIO, NEGLI ANTICIPI IN CAMPO JUVE-LAZIO E NAPOLI-MILAN


F1, QUALIFICHE A SPA. MOTOGP, ULTIME LIBERE A SILVERSTONE Con l'anticipo delle 18 all'Allianz Stadium, Juventus-Lazio, prende il via la seconda giornata del campionato di Serie A. Alle 20.30 il secondo anticipo, Napoli-Milan. Sul circuito di Spa-Francorchamps in programma le qualifiche della F1. A Silverstone, le prove libere della MotoGP.

ansa

Trent'anni senza Enzo Ferrari, uomo che ha creato mito

Trent'anni senza Enzo Ferrari, uomo che ha creato mito © ANSA


Più che un costruttore di macchine, un visionario e un vero rivoluzionario. Che ha fatto nascere, in mezzo alla campagna emiliana, un mito conosciuto in tutto il mondo, ma anche un metodo diventato parte del dna di questa terra: lavorare per realizzare i sogni, sognare per poter lavorare meglio. Sono passati trent'anni da quando, il 14 agosto 1988, all'età di 90 anni, morì Enzo Ferrari, l'uomo che ha inventato le rosse di Maranello e ha fatto innamorare il mondo.
    A distanza di tre decenni lo spirito del suo fondatore, la voglia di guardare sempre al futuro e di pensare sempre a come migliorarsi è rimasta dentro la Ferrari. "A trent'anni dalla scomparsa di mio padre - ha detto il figlio Piero - sono orgoglioso di vedere quanto affetto c'è ancora nei suoi confronti e sono sicuro che sarebbe particolarmente contento di vedere tanti giovani che lo ricordano e seguono con passione la Ferrari. Quella di oggi è una Ferrari sicuramente diversa, ma che a lui sarebbe piaciuta perché ha gli stessi valori e guarda, come sempre ha fatto lui, al futuro".
    Pilota dell'Alfa Romeo che ricevette dalla madre di Francesco Baracca il simbolo del Cavallino rampante, nel dopoguerra Enzo Ferrari trasformò la sua scuderia di corse in una fabbrica di automobili da sogno. Il suo spirito è ancora lì, come ricorda uno degli ultimi arrivati, ovvero il pilota Sebastian Vettel.
    "Io - ha detto - sono nato nel 1987, solo un anno prima della morte di Ferrari, per cui naturalmente non ho mai potuto conoscerlo di persona, e oggi posso solo immaginare come sarebbe stato il nostro incontro. Ma so che avrei davvero voluto conoscerlo, perché secondo me era una persona speciale, un uomo con una visione: e questa visione è ancora presente oggi nell'azienda e nella Scuderia che lui ha fondato".
    Chi invece lo ha conosciuto e per anni ne è stato uno strettissimo collaboratore è Luca di Montezemolo. "E' stato un uomo geniale - ricorda - coraggioso, determinato, sempre abile a stimolare i propri uomini, a motivarli e a guardare avanti. Mai indietro, sempre al domani soprattutto nei momenti difficili. Da lui ho imparato molto, a lui devo molto. Un vero italiano attaccato alla sua terra, un uomo straordinario di grandissima intuizione e che ha sempre amato la sua azienda e il suo lavoro".
    Modena, che da qualche anno ha trasformato la sua casa natale in un museo e in uno spazio espositivo per celebrare il mito dei motori, lo ricorderà, domani, con un cesto di fiori con la scritta 'Città di Modena' sulla sua tomba al cimitero di San Cataldo dove è sepolto

ansa

Real vuole denunciare Inter a Fifa

 © EPA


 Il Real Madrid ha intenzione di denunciare l'Inter davanti alla Fifa per la vicenda Modric.
    Secondo quanto riporta il quotidiano spagnolo sempre molto vicino alle vicende del club merengue, Florentino Perez "ha deciso di denunciare il club italiano alla Fifa per aver avuto contatti con il suo giocatore senza prima contattatre il Real.
    Un comportamento illegale - scrive 'Marca' - dal momento che è consentito farlo solo nel caso in cui il giocatore abbia meno di sei mesi di contratto ancora in essere, e questo non è il caso".
    Il quotidiano di Madrid ricorda che "le voci sul desiderio di Modric di lasciare Madrid sono state ripetute nelle ultime settimane ma è una possibilità che non è mai stata considerata nella parte del Real che è sempre stato molto tranquillo, visto che sul giocatore esiste una clausola di 750 milioni, del tutto fuori dalla portata dell'Inter e di tante altre squadre", conclude 'Marca' ricordando che "il Real non permetterà è che altre squadre negozino con i propri giocatori a sua insaputa".

ansa

Crollo ponte: lutto al braccio in serie A Presidente Lega Micciché:"Uniti a dolore famiglie delle vittime"

 © ANSA

Un minuto di silenzio all'inizio di tutte le partite della prima giornata della Serie A, nelle quali, su indicazione del Presidente Miccichè, le squadre scenderanno in campo con il lutto al braccio. Così la Lega di Serie A, accogliendo le disposizioni del Coni, ha deciso di ricordare le vittime del crollo del ponte a Genova. "Il presidente, Gaetano Miccichè, e tutta la famiglia della Lega Serie A - si legge nella nota - esprimono il proprio cordoglio e si uniscono al dolore delle famiglie delle vittime coinvolte nel crollo del Ponte Morandi sull'autostrada A10 di Genova".
ansa


Marlon-Sassuolo, ci siamo: al Barcellona andranno 6,5 milioni


La trattativa si è finalmente sbloccata, grazie anche all'amministratore delegato del Sassuolo Carnevali, arrivato questa mattina a Barcellona per discutere con i dirigenti blaugrana. Le due società si sarebbero accordate per una cifra intorno ai 6,5 milioni di euro. Il 22enne era stato acquistato dai catalani nel 2016 per 5 milioni di euro dalla Fluminense. Ora resta solamente da convincere il giovane difensore, tentato anche da un'offerta del Galatasaray. La squadra emiliana, in questo momento, sembra però in vantaggio e il giocatore, con passaporto extra-comunitario, potrebbe arrivare in Italia nei prossimi giorni.
gazzetta.it

Dazn & C. Come vedere il calcio in tv

La stagione che sta per iniziare porta con sé un profondo cambiamento dell’offerta, a partire dalla novità in streaming Ma per gli spettatori i costi lievitano...
Come vedere il calcio in tv

Serviranno un po’ di applicazione e di sforzi (anche economici) in più, al calciofilo italiano, per avere a disposizione tutto il pallone che conta. La riassegnazione dei diritti per il triennio che porterà al 2021 ha prodotto un profondo cambiamento dell’offerta sia dal punto di vista dei broadcaster, che da quello tecnologico, con Mediaset che lascia (per ora) la scena pay, Sky che recita la parte del leone e la grande novità Perform che, tramite la piattaforma Dazn (pronuncia da-zone, all’inglese, come da martellante campagna promozionale), fa sbarcare anche nel calcio la formula della fruizione di contenuti in streaming, e dunque accessibili solo tramite le connessioni wi-fi. Dazn, per il suo debutto sul mercato, ha messo insieme un bouquet il cui fiore all’occhiello sono tre delle dieci partite che compongono una giornata di Serie A, accompagnate dalla Serie B, dalla Liga spagnola, da tutto il calcio francese, le Coppe nazionali inglesi e quelle internazionali sudamericane. Per vederle, direttamente dalla piattaforma base o tramite accordi stretti anche con Sky (tramite l’app Sky Q) e Mediaset Premium, sarà necessario un abbonamento più che abbordabile dal punto di vista monetario (la proposta base vale 9,99 euro al mese) e un po’ meno da quello tecnico, dato che a comandare non sarà più il cavo dell’antenna: esattamente come accade per Netflix, regina del videostreaming, si viaggia su tutti i classici device (smartphone, tablet, pc) e per quanto riguarda la tv, le “vecchie” tv senza apparati di connessione, saranno necessari accessori come Chromecast o passaggi attraverso consolle di videogiochi per potere godere della partita alla solita maniera.
Uno scoglio banale per le giovani generazioni, meno per gli agée, per i pigri o per coloro che, volendo accedere a tutto il mondo della Serie A, dovranno comunque aggiungere il leggero esborso per Dazn a quello consueto di Sky, che tuttavia ingolosisce vecchio e nuovo pubblico con il ritorno sui “padelloni” satellitari della Champions League, accompagnata dall’altra competizione continentale, l’Europa League, mantenuta dal gruppo di Murdoch. Fino alla prova contraria delle eliminazioni, significherà avere molte settimane con due partite della Juventus di Cristiano Ronaldo, delle milanesi e delle romane, del Napoli, insomma del buon 80-85% del tifo italiano. Un target vastissimo che fa da polizza di assicurazione anche in caso di una possibile (anche se lieve) emorragia di abbonati: il costo mensile del pallone Sky (che conta anche su Premier League e Bundesliga) sarà pari a 58,40 euro, che salgono a 68,39 se si vorrà abbinare anche Dazn accedendo, appunto, a tutto il massimo campionato italiano. La logica del “pagare moneta, vedere pallone” dalla quale, dopo tredici anni dalla creazione di Premium e della pay-tv di casa, si è sfilata Mediaset.
A livello puramente strategico e commerciale, una rivoluzione quanto meno pari a quella del wi-fi, confortata per il momento dall’eclatante successo di ascolto e introiti pubblicitari del recente Mondiale russo. Il “chiaro” su rete generalista o non dedicata torna la legge, e in mancanza di eventi in diretta (se non, per il momento, le partite internazionali della Nations Cup che non vedono impegnata l’Italia) ecco la riscoperta del salotto della domenica sera con la rinascita su Canale 5 di Pressing, con Pierluigi Pardo (accompagnato dalle due nuove signore del telecalcio, Giorgia Rossi ed Elena Tambini) a raccogliere l’onerosa eredità di Raimondo Vianello. Pardo che sarà anche ancora alla guida di Tikitaka e sbucherà pure su Dazn in qualità di telecronista, insieme all’altra voce Mediaset Massimo Callegari e a Stefano Borghi. E la Rai, in tutto questo? Zitta zitta, a dispetto del caos politico ha salvato gli highlight della A (e dunque 90’ minuto), ha sempre le casseforti Nazionale e Coppa Italia a cui sovrappone una partita delle italiane di Champions League in chiaro, al mercoledì. Mica poco, a pensarci: almeno un punto fermo, in questa rivoluzione del telecalcio.
Avvenire

Tradizioni. Perché il Palio è un’ansia che ringiovanisce chi la prova

La storica gara che infiamma Siena e il mondo intero (Ansa/Carlo Ferraro)

in Avvenire
Infine il Palio è volato via dalla sua alta sede in bilico sopra una folla di voci e di colori. Come un aquilone sbanda tra le grida, gli urti, in un delirio acceso da gran tempo. Fuoco che divampa dagli Etruschi che, maestri delle corse di cavalli, si sfidavano nelle radure dei boschi intorno Siena, cavalcando nudi. Discende il Palio dal muro del Palazzo nella folla accosto al palco dei giudici, tra la mossa (la partenza) e la Costarella, una piaggia da cui si domina Piazza del Campo. Discende da quel cielo fiorito di passione e di paludate memorie cittadine. Il Palio rilancia nell’azzurro, per due volte l’anno (2 luglio e 16 agosto), i suoi strali e le sue frecce infuocate dalla cabala e dalla cocente battaglia in atto. Lo precipita in un golfo accogliente d’altre voci il suo effimero destino. Il Palio sfiorisce d’incanto in una manciatella di secondi che sono un’eternità per le Contrade avvinghiate a questa girevole ruota del destino. Ora in alto, ora a capoficco.
Emozioni taciute per tutto l’anno con quell’arte della dissimulazione che potente si impara fin da bambini ed esplode nel tormentoso agone della vittoria. Quando infuria la luce estiva e le notti a Siena vanno, nel balsamo della frescura, per il bisbiglio di acque segrete che si riversano nelle magnifiche fonti, allora Siena respira come una madre che abbia appena benedetto la nidiata. Il Pallio è una seta dipinta, che trae origine dal vestiario nobiliare dell’antica Roma. Evocare il solo nome della vittoria del Palio crea nei diciassette popoli di Siena, un entusiasmo indicibile, endemico, convulsivo. Tutto quel lento abbrivio che dura da un anno all’altro, dai primi vagiti fino alla vecchiaia, è un’indomita, sottile e battente trepidazione che cresce a vista d’occhio nei quattro giorni che precedono l’evento. La brama del trionfo pervade la città di canti, bandiere, tamburi. Il Palio è un’ossessione personale e collettiva così radicata, intima e segreta che è quasi impossibile rintracciarne le cause e i confini, la storia e le notturne ed esplicite ragioni. Possiamo solo dire che vincere il Palio è una gioia pura, ebbrezza senza fine, ma sobria, elegante e talvolta, per le più combattive e baldanti schiere, è un affronto vivace. La campanina della Chiesa della Contrada suona a vittoria il 2 luglio e il 16 agosto. Sembra anche lei una persona normale che d’improvviso è impazzita. I più solerti nel servizio alla Contrada si danno il cambio in questo gaudioso ufficio. Non la lasciano in pace, quella campanina, fino a notte fonda. Si canta per le strade solo per lei questa rinomata canzone: «Sòna, sòna campanina/ che per me non sòni mai/ ma stasera sònerai/ sònerai soltanto per me». Il Palio è un destino che si compie; qualcosa muore all’istante, si sbriciola, scompare e si inabissa nel pianto e nella gioia più sfrenata. Il destino però non infrange la speranza, perchè a Siena la speranza si rinnova nel Palio, nella sua ciclica stagione, nella sua incomparabile sequenza di luci e di ombre che sono proprie della vita. La Bellezza è mista al dolore tanto è forte e percussiva. Cadute e trionfi non si programmano.
Nel Palio vi è di mezzo la cabala dei numeri e ogni altro appiglio di Fede e di superstizione, purchè i colori della propria Contrada vadano a segno. Non si immagini però che la Fede si baratti con la passione civica. Niente è più simbolico del Palio di Siena: se lo vivi tutto l’anno lo senti traboccare dentro il sangue, perciò non è filosofia di ragionamenti, ma è un altro sottile e audace ragionare. E’ un’appartenenza esclusiva, non è fatto come lo sport dove uno è della Juventus e vive a mille chilometri da Torino. Non funziona così per noi. A Siena se non ti piove addosso la grazia del Palio tutti i giorni dell’anno, non ti puoi gloriare della sua bellezza e verità. Resti un pesce fuor d’acqua. Penosi i giorni del Palio per un senese fuori Siena quando il campanone, detto Sunto, rintocca dalla Torre del Mangia e chiama nel suo agonico lamento il Popolo a raccolta. Il Palio è un’ansia che ringiovanisce chi la prova e non si accettano sermoni da nessuno, né comparazioni saccenti o parentele con altre manifestazioni che portano questo nome. Il Palio è uno solo! Quello che amava Santa Caterina da Siena, che di cose belle e durature se ne intendeva. Il Palio è un’opera d’arte, un capolavoro collettivo di un Popolo che nei secoli ha tenuto alta la gloria delle Arti e della Santità. Il Palio si può solo vivere, non raccontare. Perchè è vita e morte in figura. Si può certo migliorare o sciattare del tutto, Dio non voglia! Se ne discute male, di squincio, come quando ti parlano addosso della tua mamma. Non si può parlare a freddo del Palio con l’incauto andazzo modernoide. Non ne sorte niente! «Ma di che?» si dice a Siena. «Di che si parla?» Come per chiudere alla spiccia un discorso tortuoso. Quest’anno il Palio del 2 luglio lo ha vinto il Drago: san Giorgio permettendo. Altri fuochi si accendono intorno al Palio, ora che a Siena se ne aspetta un altro.

Il bilancio dei Campionati. A Glasgow e a Berlino il volto migliore dell'Europa

La 20 km di marcia, maschile e femminile, sfila ai piedi della Gedächtniskirche (Ansa/Ap/Matthias Schrader)

in Avvenire
Comunque sia andata, è stato un successo. Quali che siano stati – come sono sempre, in ogni grande manifestazione sportiva – le gioie e i dolori, i trionfi insperati sul filo di lana e le brucianti delusioni per anni di lavoro sfumati magari per una foratura o per un inciampo, i primi Campionati europei hanno rappresentato una vittoria scintillante, sia per lo sport sia per l’Europa.
Per lo sport, perché questa manifestazione organizzata un po’ di corsa ha davvero avvicinato il livello tecnico e l’attenzione mediatica di una piccola Olimpiade. Con buona pace del Comitato internazionale olimpico, la cui analoga iniziativa – i Giochi europei – non ha scaldato né gli atleti, né il pubblico, né soprattutto le federazioni sportive continentali: alla prima edizione, Baku 2015, hanno partecipato di fatto solo seconde linee. Fortemente voluti dall’Unione europea di radiodiffusione, questi Campionati europei si sono invece intelligentemente appoggiati a iniziative già in corso (gli Europei di atletica 2018 erano già stati assegnati a Berlino, Glasgow aveva tutti gli impianti pronti dopo i Giochi del Commonwealth di quattro anni fa) e le ha riunite in un unico contenitore ben calibrato soprattutto dal punto di vista televisivo. E ottimi sono stati i dati di ascolto, dei quali si sono giovate soprattutto le discipline minori (dal canottaggio al golf) che hanno beneficiato dell’effetto traino costituito dalle due regine, nuoto e atletica. Per ospitare la prossima edizione – che si terrà nel 2022 – non mancano le candidature, tra le quali quella di Roma: ma prima andrà sciolto il complesso gioco a incastri in corso per portare in Italia le Olimpiadi invernali del 2026. Organizzazione intelligente, coordinamento tra le federazioni sportive continentali che hanno fatto convogliare sull’iniziativa i propri Campionati che comunque si sarebbe dovuti svolgere nel 2018, costi contenuti grazie l’uso di impianti già esistenti: tutto ha funzionato a dovere.
Ma anche l’Europa nel suo complesso esce bene da questa rassegna, e proprio in un momento in cui il vecchio e un po’ acciaccato continente ha un gran bisogno di guardarsi allo specchio e vedere riflessa un’immagine un po’ migliore di quella, improntata agli egoismi e alla sfiducia, che sembra andare per la maggiore. A brillare è soprattutto l’Europa dei popoli che si incontrano e si sfidano, sì, ma per abbracciarsi sempre a fine gara; l’Europa di un marciatore (l’italiano Stano) che al rifornimento di metà gara prende due spugne anziché una, e l’altra la passa all’avversario tedesco accanto a lui. È l’Europa dove l’origine etnica e famigliare degli atleti – dei cittadini – è giusto un dato biografico e nulla più. La platea continentale ha esultato e si è rattristata allo stesso modo quando i colori delle loro nazioni erano in campo, indifferentemente dalle sfumature melaniche della pelle di chi li indossava. Senza enfasi, anzi, con la massima semplicità: come raccontava in telecronaca il sempre eccellente Franco Bragagna, nella staffetta italiana c’erano Filippo Tortu detto Pippo, brianzolo di origini sarde, ed Eseosa Desalu detto Fausto, cremonese di origini nigeriane. Senza bisogno di aggiungere altro.
Non è retorica: è la reale quotidianità di tanti europei, soprattutto giovani, che sono nati e cresciuti in un contesto in cui l’orizzonte continentale, e non nazionale, è quello nel quale sono abituati a muoversi, a confrontarsi, a vivere. Senza dimenticare le proprie radici – e la cerimonia del podio con gli inni e le bandiere è sempre lì, al termine di ogni gara, a ricordarle – ma capaci di portarle, queste radici, nel tronco comune di un’identità più ampia, come se il fusto del grande albero europeo avesse bisogno di abbeverarsi ai mille rivoli delle sue pluralità, per poter infine abbracciare sotto il suo ombrello frondoso tutti i popoli del continente.

Il Sassuolo vince 5-1 al Mapei Stadium contro la Ternana e si qualifica al Quarto Turno Eliminatorio di Coppa Italia nel quale sfiderà il Catania.


I neroverdi sbloccano il risultato al 9': lancio di Magnanelli, sponda di Duncan a centro area e botta al volo di Boateng che segna il primo gol ufficiale della stagione. Al 21' fallo di mano in area di Diakhitè, l'arbitro assegna il penalty che Berardi trasforma. Al 29' percussione sulla destra di Duncan che entra in area e con un diagonale destro batte Iannarilli. Nella fase finale del primo tempo il Sassuolo trova il quarto gol con una prodezza di Berardi che in area dribbla secco il suo avversario e di destro infila la rete. Nel secondo tempo va vicino al gol anche il neo-entrato Boga con un colpo di testa che Iannarilli respinge con un intervento prodigioso, poco dopo la Ternana trova il gol del 4-1 con Defendi. Nel finale c'è gloria anche per il capitano neroverde Magnanelli che spara in rete dal limite dell'area piccola su una ribattuta dopo un tentativo di Boga.

IL TABELLINO
Sassuolo-Ternana 5-1
Marcatori: 9' Boateng (S), 21' rig. e 41' Berardi (S), 29' Duncan (S), 72' Defendi (T), 80' Magnanelli (S)
SASSUOLO: Consigli; Lirola, Magnani, Ferrari, Rogerio; Duncan, Magnanelli, Sensi (74' Bourabia); Berardi, Boateng (65' Babacar), Di Francesco (65' Boga).
A disp: Pegolo, Sernicola, Dell'Orco, Ferraresi, Adjapong, Missiroli, Djuricic, Odgaard, Matri.
All. Roberto De Zerbi
TERNANA: Iannarilli; Vives (58' Giraudo), Lopez, Vantaggiato (85' Repossi), Frediani, Fazio, Bergamelli, Rivas (46' Furlan), Altobelli, Defendi, Diakhitè.
A disp: Vitali, Gagno, Favalli, Nesta, Mazzarani.
All. Luigi De Canio
Arbitro: Calvarese di Teramo
Assistenti: Caliari di Legnago - Galetto di Rovigo
Quarto ufficiale: Rapuano di Rimini
Note: circa 400 spettatori. Ammoniti Rogerio (S), Duncan (S), Lopez (T)
sassuolocalcio.it

Ronaldo, è il giorno del grande debutto con la maglia della Juventus


Tifosi in fila per esordio CR7 © ANSA

Il sogno di giocare nella Juventus è realtà insieme a quello dei suoi nuovi tifosi di vederlo con la maglia bianconera. A un mese dall'annuncio del colpo del secolo, Cristiano Ronaldo è pronto all'esordio, domani nella tradizionale amichevole di Villar Perosa trasformata dalla sua presenza in un happening internazionale. "Sin da quando ero bambino conoscevo questa squadra. Mi piaceva e speravo che un giorno avrei potuto giocarci", rivela CR7, pronto all'abbraccio dei 5 mila fan attesi nella cittadina cara alla famiglia Agnelli, che di questa località è originaria.
"Non vedo l'ora di iniziare, mi sento molto bene e sono felice", sono le sensazioni della vigilia raccontate da Ronaldo a Juventus Tv, il nuovo canale web bianconero oggi al debutto. "La Juventus è il club più importante d'Italia, uno dei migliori al mondo - sottolinea -. E' stata un scelta facile, perché è una società incredibile. Darò il massimo - promette - e sono certo che insieme vinceremo titoli". Musica per le orecchie del presidente Agnelli, che domani lo saluterà col resto della squadra nella residenza estiva della famiglia per poi applaudirne le giocate sul campo, nella classica sfida tra Juve A e Juve B, a una settimana dall'avvio del campionato. Ad aprirlo saranno proprio i bianconeri, in trasferta contro il Chievo. "Come immagino il mio primo gol con la Juve? Non saprei, avverrà tutto in maniera naturale. A essere sincero non ci penso - dice il 'marziano' -, so che arriverò pronto e preparato. Ma tutto questo ha poca importanza, voglio semplicemente aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi. Sarò senz'altro pronto".
Gli allenamenti di queste prime settimane sono il biglietto da visita di un giocatore che non ha mai lesionato l'impegno.  "Inizio una nuova avventura ma non voglio cambiare nulla nel modo in cui lavoro, nella mia etica - spiega Ronaldo -. Cerco di essere costante per aiutare la squadra a raggiungere i propri obiettivi".  A Villar Perosa mancheranno Benatia e De Sciglio, affaticati. Il pullman bianconero è atteso alle 15.30 nella località della Val Chisone blindata per l'occasione. Alla zona dello stadio accederanno soltanto i possessori dei tagliandi, andati a ruba pochi minuti dopo essere stati messi in vendita. Chi è rimasto senza potrà consolarsi con la diretta del canale web del club.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Sassuolo Ternana su twitter diretta

SASSUOLO-TERNANA: sono 24 i convocati neroverdi


In vista del match di domani contro la Ternana, terzo turno eliminatorio di Coppa Italia in programma al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle ore 20.30, mister Roberto De Zerbi ha convocato i seguenti calciatori:
PORTIERI
  • 28 Giacomo SATALINO
  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 79 Gianluca PEGOLO
DIFENSORI
  • 6 ROGERIO
  • 17 Leonardo SERNICOLA
  • 21 Pol LIROLA
  • 23 Giangiacomo MAGNANI
  • 31 Gian Marco FERRARI
  • 38 Stefano FERRARESI
  • 39 Cristian DELL'ORCO
  • 98 Claud ADJAPONG
CENTROCAMPISTI
  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 7 Simone MISSIROLI
  • 9 Filip DJURICIC
  • 12 Stefano SENSI
  • 32 Alfred DUNCAN
  • 68 Mehdi BOURABIA
ATTACCANTI
  • 10 Alessandro MATRI
  • 19 Jens ODGAARD
  • 20 Jeremie BOGA
  • 25 Domenico BERARDI
  • 27 Kevin-Prince BOATENG
  • 30 Khouma BABACAR
  • 34 Federico DI FRANCESCO
  • sassuolocalcio.it

Europei tuffi: Bertocchi-Pellacani oro

 © ANSA

(ANSA) - ROMA, 12 AGO - Elena Bertocchi e Chiara Pellacani hanno vinto l'oro nel sincro dal trampolino da tre metri degli Europei di nuoto in corso a Glasgow. La coppia azzurra (229,26 punti) ha preceduto Germania e Russia.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Europei atletica: Italia oro a squadre nella maratona

 © ANSA

Sono tre medaglie per l'Italia nella maratona ai Campionati Europei di Berlino. Due volte sul podio gli uomini che, oltre al bronzo di Yassine Rachik, conquistano l'oro nella classifica a squadre, mentre le donne sono d'argento con il team. Nel successo per nazioni degli azzurri davanti a Spagna e Austria si rivelano fondamentali il quinto posto di Eyob Faniel e il dodicesimo di Stefano La Rosa. Per l'Italia è la quarta affermazione in Coppa Europa di maratona maschile dopo quelle del 1981, 1998, 2006. Le azzurre sono salite sul secondo posto del podio a squadre - oro alla Bielorussia, bronzo alla Spagna - grazie al sesto posto di Sara Dossena, all'ottavo di Catherine Bertone e al quattordicesimo di Fatna Maraoui. Per regolamento, le medaglie a squadre entrano nel computo del medagliere e quindi la formazione azzurra sale a sei metalli in questa edizione degli Europei con un oro, un argento e quattro bronzi.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Sassuolo Calcio. La numerazione delle maglie per la stagione 2018-19

Nella stagione sportiva 2018-2019 i giocatori del Sassuolo Calcio indosseranno i seguenti numeri di maglia:
  • 2 LETSCHERT Timo
  • 3 TRIPALDELLI Alessandro
  • 4 MAGNANELLI Francesco
  • 5 LEMOS Mauricio
  • 6 ROGERIO
  • 7 MISSIROLI Simone
  • 8 CASSATA Francesco
  • 9 DJURICIC Filip
  • 10 MATRI Alessandro
  • 11 SCAMACCA Gianluca
  • 12 SENSI Stefano
  • 13 PELUSO Federico
  • 17 SERNICOLA Leonardo
  • 18 RASPADORI Giacomo
  • 19 ODGAARD Jens
  • 20 BOGA Jeremie
  • 21 LIROLA Pol
  • 22 FRATTESI Davide
  • 23 MAGNANI Giangiacomo
  • 25 BERARDI Domenico
  • 27 PRINCE Boateng
  • 28 SATALINO Giacomo
  • 29 TROTTA Marcello
  • 30 BABACAR Khouma
  • 31 FERRARI Gian Marco
  • 32 DUNCAN Alfred
  • 34 DI FRANCESCO Federico
  • 39 DELL'ORCO Cristian
  • 47 CONSIGLI Andrea
  • 68 BOURABIA Mehdi
  • 79 PEGOLO Gianluca
  • 98 ADJAPONG Claud
  • 99 BRIGNOLA Enrico
Le nuove maglie ufficiali Kappa per la stagione 2018-19 sono in vendita sul nostro e-store ufficiale! Collegati subito su store.sassuolocalcio.it

SASSUOLO-INTER: attiva la prevendita! Esauriti gli accrediti disabili

Da questa mattina è iniziata la vendita libera dei biglietti per Sassuolo-Inter, prima giornata di Serie A TIM 2018/19 in programma domenica 19 Agosto alle ore 20.30 presso il “Mapei Stadium” di Reggio Emilia. La prevendita è attiva esclusivamente presso i punti vendita del circuito VivaTicket (clicca qui per scoprire il punto vendita più vicino) e online su www.vivaticket.it*Già esaurita la disponibilità per quanto riguarda gli accrediti per le persone diversamente abili.
Si invitano i tifosi neroverdi interessati all'acquisto della tessera stagionale ad affrettarsi nella sottoscrizione dell'abbonamento 2018/19 al fine di usufruire delle migliori opportunità sia in termini di promozioni di prezzo sia per la scelta del posto. Infatti con la partenza della vendita libera dei biglietti per Sassuolo-Inter, l'acquisto di ogni singolo biglietto precluderà la sottoscrizione dell'abbonamento per quel posto. Ulteriori info sulla Campagna Abbonamenti cliccando qui

 
Si comunica che, a seguito del recepimento del Protocollo d'Intesa sottoscritto avanti al Ministero degli Interni e da LNP A in data 4 Agosto 2017, per la gara Sassuolo-Inter si potrà acquistare biglietti senza necessità di Tessera del TifosoPer i residenti nella regione Lombardia la vendita del Settore Ospiti (Tribuna Nord) si concluderà alle ore 19 di sabato 18 Agosto. I biglietti acquistati in Tribuna Nord non sono cedibili: per tale tipologia di tagliandi non è ammesso il cambio nominativo. Un altro settore destinato ai tifosi dell'Inter è quello della Tribuna Est Laterale (settori A-B-C-D-E). Si informa inoltre che l'area di parcheggio loro esclusivamente riservata è collocata in Via Romano, presso l'ingresso del settore di Tribuna Nord. I tifosi sono pregati di utilizzare tale ampio parcheggio con la specifica che, al fine di agevolare il deflusso del pubblico, al termine dell'evento sportivo i tifosi non subiranno ritardi nell'accedere al park e nel rientro.
Ricordiamo che IN TRIBUNA SUD**, per questioni di sicurezza ed ordine pubblico, è ASSOLUTAMENTE VIETATO l’ingresso di maglie, sciarpe, bandiere della squadra ospite; si ricorda infatti che il settore in questione è esclusivamente riservato ai tifosi del Sassuolo.
ATTENZIONE: come di consueto, SI INVITANO I TIFOSI A MUNIRSI DEL BIGLIETTO IN FASE DI PREVENDITA, al fine di evitare lunghe code alle casse dello stadio il giorno della partita (le vigenti normative sulla nominatività dei titoli di accesso hanno infatti allungato i tempi di emissione dei tagliandi). 
Per acquistare il tagliando e per entrare allo stadio, sarà necessario esibire un documento valido di riconoscimento.
* I biglietti in Tribuna Nord e in Tribuna Sud non sono acquistabili online. Si specifica inoltre che su www.vivaticket.it sono acquistabili esclusivamente biglietti a prezzo intero. I biglietti ridotti saranno invece acquistabili esclusivamente presso i punti vendita VivaTicket. Si ricorda infine di non acquistare tagliandi d’ingresso tramite circuiti o canali web differenti da quelli sopra indicati.
** I biglietti in Tribuna Sud sono acquistabili esclusivamente presso i punti vendita VivaTicket delle province di Modena e Reggio Emilia.
sassuolocalcio.it

SASSUOLO-TERNANA: arbitra Calvarese di Teramo


Sarà il Sig. Gianpaolo Calvarese della Sezione AIA di Teramo a dirigere la partita Sassuolo-Ternana, terzo turno eliminatorio di Coppa Italia in programma domenica 12 Agosto alle ore 20.30. Assistenti sono stati designati il Sig. Caliari di Legnago e il Sig. Galetto di Rovigo. Quarto Ufficiale il Sig. Rapuano di Rimini. 

sassuolocalcio.it

Repubblica - Ieri incontro Milan-Sassuolo: non solo Locatelli, si è parlato anche di Berardi

Repubblica - Ieri incontro Milan-Sassuolo: non solo Locatelli, si è parlato anche di Berardi
Nell’incontro di ieri a Casa Milan tra Leonardo e Giovanni Carnevali, Milan e Sassuolo non avrebbero discusso solo del possibile passaggio in neroverde di Manuel Locatelli: secondo Repubblica in edicola questa mattina, durante il summit si sarebbe infatti parlato anche di Domenica Berardi.
milannews.it

Sassuolo Calcio / Sorteggiato il tabellone della Coppa Italia 2018/19



Si è svolto oggi presso la sede della Lega Serie A, il sorteggio della Coppa Italia 2018/2019.
Il Sassuolo entrerà nella competizione a partire dal Terzo Turno Eliminatorio (in programma il 12 Agosto), dove sfiderà la vincente fra Ternana-Pontedera (primo turno) e Carpi (secondo turno).
sassuolocalcio.it

Sassuolo Calcio / Quota 5000! A grande richiesta riprende la vendita al Ricci e al Mapei Stadium


La grande affluenza allo Stadio Ricci in occasione della serata di presentazione della squadra andata in scena mercoledì scorso ha visto anche numerosi tifosi sassolesi approfittare dell’apertura straordinaria serale della Campagna Abbonamenti per sottoscrivere la tessera. E così, fra vendita online, circuito Vivaticket e quella fra Ricci e Mapei Stadium, è stata superata quota 5.000, per la precisione sono 5.014 gli abbonamenti attualmente sottoscritti.
Viste le tante richieste arrivate in questi giorni da parte degli sportivi e dei tifosi neroverdi, la società ha deciso di proseguire anche per tutta la prossima settimana l’apertura dei botteghini allo Stadio Ricci e al Mapei Stadium, sia per la vendita degli abbonamenti che per la sottoscrizione della SassuoloCard (obbligatoria per sottoscrivere l’abbonamento).
Si riparte dal Lunedì 6 Agosto con questi orari:
STADIO RICCI (presso la Sala Stampa, accesso da Piazza Risorgimento):
Lunedì 6 Agosto: dalle ore 9.00 alle ore 14.00
Martedì 7 Agosto: dalle ore 12.00 alle ore 16.00
Mercoledì 8 Agosto: dalle ore 9.00 alle ore 14.00
Giovedì 9 Agosto: dalle ore 12.00 alle ore 16.00
Venerdì 10 Agosto: dalle ore 14.00 alle ore 19.00
Sabato 11 Agosto: CHIUSO
Domenica 12 Agosto: CHIUSO
MAPEI STADIUM (NON al botteghino ma presso la Sala Stampa al 1° piano, accesso dalla scalinata principale lato Tribuna Ovest):
da Lunedì 6 a Venerdì 10 Agosto: dalle ore 10.00 alle ore 14.00 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00
Sabato 11 Agosto: dalle ore 10.00 alle ore 14.00
Domenica 12 Agosto: dalle ore 18.00 alle ore 21.00 (solo presso i botteghini/biglietterie, in occasione della partita di Coppa Italia).
ATTENZIONE: le promozioni PORTA UN AMICO e PROMO SCUOLA (per i dettagli clicca qui) sono sottoscrivibili ESCLUSIVAMENTE presso lo Stadio Ricci e il Mapei Stadium (no online o circuito Vivaticket).
Si ricorda infine che a partire da Lunedì 13 Agosto la Campagna Abbonamenti al Sassuolo Calcio proseguirà SOLO online e presso il circuito Vivaticket.
Qui di seguito alcuni punti vendita da www.vivatcket.it su Sassuolo/Modena/Reggio Emilia:
TABACCHERIA BORSARI
INDIRIZZO:
P.zza Tosi, 13 Fiorano Modenese
TELEFONO:
+39 0536 911125
FAX:
+39 0536 913738
EMAIL:
taborsari@gmail.com
ORARI:
Lun-Sab: 07.00/19.30 Dom:chiuso
TABACCHERIA LEONARDO
INDIRIZZO:
via Radici, 160 Formigine
TELEFONO:
+39 059 571313
EMAIL:
tabaccherialeonardo@gmail.com
ORARI:
Lun-Sab: 06.00/20.00 Dom: 07.00/12.30
TABACCHERIA SANT'AGOSTINO
INDIRIZZO:
via Emilia Centro, 224 Modena
TELEFONO:
+39 059 220244
EMAIL:
catania1999@hotmail.it
AGENZIA PRATICHE AUTO MORINI PIZZETTI
INDIRIZZO:
Via Radici In Piano 15 Sassuolo
TELEFONO:
+39 0536 802211
FAX:
0536 810395
EMAIL:
oddo@libero.it
ORARI:
Lun-Ven:15.00/19.00 Sab:09.00/12.00 Dom:chiuso
TABACCHERIA ANSALONI
INDIRIZZO:
via Cavallotti, 39 Sassuolo
TELEFONO:
+39 0536 883495
EMAIL:
tabaccheria.ansaloni@gmail.com
ORARI:
Lun-Sab: 07.30/12.45 15.00/19.30 Dom: chiuso
TABACCHERIA BELLODI
INDIRIZZO:
Via Mazzini, 29 Sassuolo
TELEFONO:
+39 0536 881147
EMAIL:
tiberio.bellodi@inwind.it
TABACCHERIA CORALLO
INDIRIZZO:
Via Braida, 221 Sassuolo
TELEFONO:
+39 0536 803200
FAX:
+39 0536 803200
EMAIL:
tabacchicorallo@virgilio.it
ORARI:
Lun-Sab:07.00/19.30 Dom:chiuso Chiuso dal 01 al 16 Agosto
TABACCHERIA DEL VIALE
INDIRIZZO:
Viale Della Pace, 231 Sassuolo
TELEFONO:
0536 881466
EMAIL:
ciriaco1973@virgilio.it
ORARI:
Lun-Sab: 07.30/19.30 Dom: chiuso
ALTHEA BAR PASTICCERIA
INDIRIZZO:
Piazza Falcone e Borsellino, 21 Spezzano di Fiorano Modenese
TELEFONO:
0536 843064
EMAIL:
info@pasticceriabaralthea.it
CARTOLIBRERIA POKER.DUE
INDIRIZZO:
via Borri, 2/I Bagnolo in Piano
TELEFONO:
+39 0522 953570
EMAIL:
nuovapokerdue@gmail.com
ORARI:
Lun-Ven: 09.00/13.00 15.30/19.30 Sab: 09.00/13.00 Dom: chiuso
TABACCHERIA BORCIANI
INDIRIZZO:
via Gramsci, 64 Castelnovo di Sotto
TELEFONO:
+39 0522 688542
EMAIL:
emanuelaborciani@libero.it
ORARI:
Lun-Sab: 07.30/13.00 15.30/19.30 Dom: chiuso
IL TABACC...ONE
INDIRIZZO:
piazza Repubblica, 41 Montecchio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 863080
EMAIL:
iltabaccone@gmail.com
ORARI:
Lun-Sab: 07.30/13.00 15.30/19.30 Dom: chiuso
TABACCHERIA LA MATILDICA
INDIRIZZO:
piazza Garibaldi, 1/A Quattro Castella
TELEFONO:
+39 0522 887095
EMAIL:
dionigi69@alice.it
ORARI:
Lun-Sab: 07.00/13.00 15.00/20.00 Dom: 07.00/13.00
BAR TABACCHI KUKKUMA
INDIRIZZO:
piazzale Atleti Azzurri d'Italia, 5 c/o I Petali Reggio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 920204
EMAIL:
fillohu93@gmail.com
ORARI:
Lun: 12.00/23.00 Mar-Dom: 10.00/23.00
BOLINA VIAGGI
INDIRIZZO:
via Che Guevara, 53/D Reggio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 284642
EMAIL:
partiamo@bolinaviaggi.com
ORARI:
Mar-Mer-Ven: 09.30/13.00 15.30/19.00 Gio,Sab: 10.00/13.00 Dom,Lun: chiuso
EDICOLA BERTOLA GRAZIANO
INDIRIZZO:
Via Gorizia, 45 Reggio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 308975
EMAIL:
graziano.bertola@tin.it
ORARI:
Lun-Sab: 05.00/13.30 16.00/20.00 Dom: 05.00/13.00
EDICOLA TRICOLORE
INDIRIZZO:
via Regina Margherita, 20 Reggio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 922159
EMAIL:
edicola.tricolore@libero.it
ORARI:
Lun-Sab: 05.00/13.30 15.30/20.00 Dom: 06.00/13.00
TABACCHERIA DAMA
INDIRIZZO:
via Dalmazia, 11/B Reggio Emilia
TELEFONO:
0522 307482
EMAIL:
marcella.cretella@virgilio.it
ORARI:
Lun-Dom: 08.30/20.00
TABACCHERIA PANCIROLI
INDIRIZZO:
via Panciroli, 21A Reggio Emilia
TELEFONO:
+39 0522 580229
EMAIL:
tabaccheria.panciroli@gmail.com
ORARI:
Lun-Sab: 07.00/19.30 Dom: chiuso
SPAZI DI VIAGGIO
INDIRIZZO:
viale Matteotti, 25/1 Rubiera
TELEFONO:
+39 0522 260876
EMAIL:
info@spazidiviaggio.it
ORARI:
Lun-Ven: 09.00/19.00 Sab-Dom: chiuso
CENTRO VIDEO TARONI
INDIRIZZO:
via Mazzini, 21 Scandiano
TELEFONO:
0522 983494
EMAIL:
lucataroni79@hotmail.it
ORARI:
Lun-Sab: 09.00/13.00 15.30/19.30 Dom: chiuso
fonte: sassuolocalcio.it