Champions: Juve-Bayern Monaco 2-2, bianconeri di rimonta e di cuore

Una Juventus di coraggio e di cuore impatta 2-2 con il Bayern Monaco nella gara di andata degli Ottavi di Champions League. I bavaresi in vantaggio di due gol si sono fatti rimontare e hanno anche rischiato di uscire sconfitti dopo un primo tempo praticamente perfetto. Match molto intenso soprattutto nella ripresa.
I gol hanno la firma di Muller e Robben per il Bayern e diDybala e Sturaro per i bianconeri. Nell'altro match della serata il Barcellona ha battuto 2-0 l'Arsenal in trasferta grazie a una doppietta di Messi, il primo su assist di Neymar e il secondo su rigore.
Dybala "Col cuore del 2/o tempo possiamo farcela"  - "Eravamo consapevoli che sarebbe stata una gara molto difficile, però ci siamo fatti rispettare qui in casa nostra, abbiamo messo cuore e anima e siamo riusciti a pareggiare. Nel primo tempo abbiamo concesso troppo e se fai così loro prima o poi il gol te lo fanno. Nella ripresa abbiamo alzato il baricentro e siamo riusciti a segnare due gol". Così l'attaccante della Juventus Paulo Dybala ai micorfoni di 'Premium' dopo il match di Champions contro il Bayern. "Sicuramente sarà difficile passare il turno - aggiunge - andremo in uno stadio in cui pochissimi vincono ma sappiamo che con il cuore che abbiamo messo nel secondo tempo possiamo farcela".
Allegri "Difficile ma ci crediamo, basterà vincere"  - "Per passare il turno bisogna vincere una partita, non l'abbiamo fatto in casa, dovremo cercare di farlo a Monaco". Massimiliano Allegri ci crede e dopo il pareggio in rimonta contro il Bayern spiega che a Monaco di Baviera non sarà già tutto scritto. Alla qualificazione "ci crediamo - aggiunge a 'Premium' - perché è normale farlo, sappiamo che è un ottavo difficile ma prima della gara di ritorno dovremo pensare al campionato e alla Coppa Italia. Questo pareggio ci darà molta fiducia per il finale di stagione". "La squadra ha fatto una bella partita - le sue parole nel dopo match - dobbiamo ripartire dalla ripresa ma rivedere il primo tempo, dove nonostante loro abbiano fatto meglio abbiamo avuto delle situazioni importanti. Dovevamo essere più bravi a sfruttare gli spazi che ci hanno concesso. Nel secondo tempo siamo stati più spregiudicati e siamo stati premiati. Dobbiamo avere molta più consapevolezza nei nostri mezzi, soprattutto in dietro". La scelta decisiva di inserire Sturaro? "Khedira rientrava da un infortunio e aveva calato il ritmo - spiega il tecnico - Sturaro poteva darci vivacità e poi avevamo bisogno dei suoi inserimenti. Ha fatto bene, così come sono entrati con il giusto spirito sia Morata che Hernanes, che negli ultimi tempi era stato criticato. In questi ultimi mesi tutti ci saranno utili.
Guardiola "Grande Bayern, qualificazione aperta" - "Loro hanno avuto tre occasioni da gol e ne hanno fatti due. Non potevamo pretendere di venire qui a Torino a dominare per 90 minuti, senza far mai tirare la Juve. Alla fine conta solo il risultato, si parla solo del 2-2 finale ma abbiamo fatto una grandissima partita". Così l'allenatore del Bayern Monaco Josep Guardiola a 'Mediaset Premium' dopo il 2-2 allo Juventus Stadium. "Abbiamo tenuto la palla - le sue parole - abbiamo cercato di attaccare il meglio possibile. La qualificazione è aperta ma questo lo sapevo già anche prima della gara. E' normale avere delle difficoltà quando vieni a giocare in questo stadio meraviglioso, non potevamo pensare di venire qui vincere 7-0 e non far passare mai il centrocampo agli avversari. Credo che la gente alla fine si sia divertita". Poi una battuta sul suo futuro: "Giocatori distratti dal fatto che io me ne andrò a fine anno? Non lo so, dovresti chiederlo a loro, però mi sembra che oggi abbiano corso anche se la questione fisica è l'ultima alla quale penso".
ansa

Schumacher jr con nuovo team al Misano World Circuit. Figlio del campione del mondo disputerà prossima stagione in F4

Due giorni di prove per Mick Schumacher al "Misano World Circuit" con il suo nuovo Team Prema. Il figlio 16enne del sette volte campione del mondo di F.1 disputerà la prossima stagione in Formula 4 dopo la precedente esperienza nella serie Adac, dove ha ben figurato con una vittoria e un podio. Lo riferisce una nota del circuito. In queste settimane - aggiunge la nota - numerosi team di Formula 4 stanno provando in vista della stagione che vedrà quindi in gara anche il giovane talento tedesco che in Prema affiancherà Juan Manuel Correa e Juri Vips. Il prossimo appuntamento in pista al "Mwc Marco Simoncelli", dopo queste settimane di test, sarà per il "Blancpain Sprint Series" in programma dall'8 al 10 aprile 2016, un campionato che raggruppa una dozzina dei più importanti costruttori mondiali e che avvierà la stagione proprio a Misano World Circuit.
ansa

#SassuoloMilan ecco tutte le notizie online

Lazio-Sassuolo ecco tutti gli aggiornamenti in tempo reale

LAZIO-SASSUOLO: info relative alla prevendita

In merito alla partita Lazio-Sassuolo, 27esima giornata della Serie A TIM 2015/16, in programma Lunedì 29 Febbraio alle ore 19 allo Stadio Olimpico di Roma, il Sassuolo Calcio informa che è già possibile acquistare i tagliandi per il Settore Ospiti al prezzo di € 18 (esclusi eventuali diritti di prevendita) presso i punti vendita Listicket 
Si ricorda inoltre, come da nuovo protocollo d'intesa sulla Tessera del Tifoso del 21 Giugno 2011, che i tifosi residenti nella regione Emilia Romagna, se non in possesso di Tessera del Tifoso, non possono acquistare biglietti per la partita Lazio-Sassuolo.
Per acquistare il tagliando e per entrare allo stadio, sarà necessario esibire un documento valido di riconoscimento oltre alla tessera del tifoso in originale. 
fonte: sassuolocalcio.it

SASSUOLO-MILAN: Mercoledì 2 Marzo alle ore 15 stop agli accrediti stampa

L'Unione Sportiva Sassuolo Calcio comunica che le richieste di accredito per gli operatori della comunicazione in merito alla partita di Serie A TIM Sassuolo-Milan, in programma Domenica 6 Marzo alle ore 15 presso il Mapei Stadium di Reggio Emilia vanno inoltrate ESCLUSIVAMENTE via e-mail all'indirizzo ufficiostampa@sassuolocalcio.it entro e non oltre le ore 15 di Mercoledì 2 Marzo 2016.
Il Sassuolo Calcio prenderà in considerazione le varie richieste in base alla disponibilità dei posti in Tribuna Stampa e si riserva fin d'ora la possibilità di non accettare eventuali richieste che dovessero pervenire oltre il termine stabilito.
Tutte le richieste dovranno pervenire su carta intestata e firmata dal direttore della testata di riferimento e dovranno riportare i dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita) e il numero di tesserino dell'Ordine Professionale del giornalista, fotografo, o tecnico che richiede l'accredito.
Nelle giornata di Venerdì 4 Marzo la società U.S. Sassuolo Calcio provvederà ad inviare la CONFERMA D'ACCREDITO al recapito e-mail indicato dal richiedente. Qualora l'accredito non fosse accettato per esaurimento dei posti disponibili, la società U.S. Sassuolo Calcio comunicherà la "Richiesta Respinta".
fonte: sassuolocalcio.it

Roma 2024, ecco il progetto olimpico

Roma vuole le Olimpiadi. E scopre le carte. Oggi è stato presentato il dossier per i giochi del 2024 nella speranza di poter battere i concorrenti:Parigi, Amburgo, Budapest e Los Angeles

"Il progetto di Roma 2024 mette al centro il tema dell'arte italiana nell'accoglienza e la capacità di portare in giro per il mondo la qualità della vita del nostro paese. Vogliamo che rappresenti la più grande festa dello sport mai realizzata per qualità degli impianti, attenzione agli atleti, capacità organizzativa e raggiungimento dei risultati rispetto al budget". È questa la "dichiarazione di intenti" di Luca Cordero di Montezemolo, presidente del Comitato promotore per la candidatura di Roma all'Olimpiade del 2024, in occasione della presentazione del dossier per i giochi 2024questa mattina al Palazzo dei Congressi dell'Eur. 

Sull'onda di Expo
"Vogliamo togliere qualunque elemento che non metta lo sport al centro - ha aggiunto Montezemolo -. Vogliamo mettere il nostro Paese al centro del mondo come è stato con Expo, grande vetrina italiana nel mondo. Queste Olimpiadi sono anche l'opportunità per dare un forte impulso alla crescita e alla qualità della vita a Roma. Questo è il nostro impegno verso le nuove generazioni".

La lettera del presidente Mattarella
"La candidatura di Roma ad ospitare i Giochi Olimpici e Paralimpici del 2024 è una sfida che sollecita le capacità progettuali del Paese, che ne mette alla prova visione, qualità e risorse". Queste le parole contenute nella lettera scritta dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, al presidente del comitato promotore Luca di Montezemolo e al presidente del Coni, Giovanni Malagò.
"Dobbiamo valorizzare le energie migliori dello sport ed eliminare le storture, contrastando zone grigie e ogni forma di illegalità - ha aggiunto Mattarella nella lettera - Il percorso che ci separa dal momento in cui verranno assegnati i Giochi va compiuto con impegno e coerenza, chiedendo al nostro sport di dare il meglio di sè in tutti i campi, investendo sulle eccellenze come sulla diffusione della pratica sportiva di base, incentivando tutti coloro che, con generosità, si dedicano alla crescita delle diverse discipline".

Montezemolo: i quattro pilastri del progetto
"Il progetto si fonda su quattro pilastri: elevata trasparenza approccio low cost, condivisione e coinvolgimento, miglioramento della qualità della nostra città". Così Luca di Montezemolo illustrando il dossier della candidatura di Roma ai giochi del 2024. "Abbiamo dei rivali, Ma a la città ha la voglia e la forza per vincere questa sfida".

Il costo per gli impianti
La spesa da sostenere per realizzare gli impianti permanenti costruiti per i Giochi ma che resteranno alla città come nel 1960 sarà di 2,1 miliardi di euro. Il costo totale degli impianti, invece, supererà di poco i cinque miliardi. Ha spiegato Montezemolo entrando nei dettagli: "La cifra sulle strutture permanenti parte da un presupposto: abbiamo il 70% degli impianti disponibili e se volessimo domani fare la cerimonia inaugurale allo stadio Olimpico, l'atletica o il nuoto potremmo farlo. Le due voci più importanti riguardano il Villaggio Olimpico, che deve avere 17mila posti letto per richiesta del Cio, e il centro stampa". Il costo degli impianti temporanei è invece 3,2 miliardi di euro, per un totale di poco superiore ai 5 miliardi.

L'effetto occupazionale
Tra i vantaggi economici previsti da uno studio del Ceis, per le Olimpiadi a Roma nel 2024 si stima un apporto occupazionele di circa 177mila unità di lavoro in tutto il periodo di cantiere (2017-2023). IL dato emerge dalla valutazione economica dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2024. Secondo l'analisi, 48mila saranno direttamente collegate ai lavori preparatori dei Giochi. Nel decennio successivo alle Olimpiadi, inoltre, il modello economico utilizzato proietta un incremento dell'occupazione pari circa 90mila unità di lavoro.
Avvenire

Rigore, undici metri sotto al cielo


Date a Coppens quel che è di Coppens, ovvero il “rigore a due tocchi”. La “Pulce” Messi nell’ultimo turno della Liga l’ha fatta grossa, per ben due volte: la prima infierendo sul povero Celta - sconfitto 6-1 - con quel rigore anomalo (tocco dal dischetto e assist, non concordato, per l’accorrente Suarez che anticipa anche il compagno Neymar e mette in rete) e poi dedicando il gol a quello che lui ritiene il maestro della specialità, l’ex monumento blaugrana, l’olandese Johann Cruijff che con il “dos balazos” ne realizzò uno identico nell’anno mundial 1982. Ma attenzione, la storia è maestra di vita e anche di campo e ci ricorda che quel rigore a due tocchi ha una paternità ben più remota. Correva l’anno 1957, e a inventarsi la folle giocata in un Belgio-Islanda (4-0) fu il belga Rik Coppens, morto nel febbraio del 2015 a 85 anni. «Coppens corse verso il pallone, poi, invece di calciare in porta, aprì l’interno del piede destro e mise la palla sulla corsa di “Braccio di Ferro” Piters... Ma quest’ultimo (scivolato) riuscì a toccare il pallone che poi tornò ancora sui piedi di Coppens, il quale lo spinse in porta di piatto ». 

È il racconto del primo vero rigore a due tocchi fatto da Ben Lyttleton nel suo gustosissimo saggio Undici metri. Arte e psicologia del calcio di rigore ( Tea, Pagine 395, euro 16,00). Il calcio di rigore, la cui origine affonda al 1890 fu una trovata diWilliam McCrum, portiere irlandese dell’allora fanalino di coda del campionato, il Milford Fc. «Solo un portiere, si disse, avrebbe potuto inventarsi un momento di tale drammaticità e martirizzazione in cui la star dello spettacolo era proprio lui». McCrum da attore dilettante aveva dato il via a quella teatralizzazione secolare della massima punizione diretta (fino ad allora gli arbitri concedevano solo punizioni indirette). Da lì, alla roulette russa della “sessione” dei calci di rigore bisognava però attendere ancora mezzo secolo. Nel 1962, sempre Barcellona, fu il teatro della prima “sessione” dagli undici metri. La finale del Trofeo Ramòn de Carranza tra i catalani e il Real Saragozza chiusasi in parità al 90’, per volere di Rafael Ballester (lavorava per il CF Càdiz) si sarebbe decisa dopo i cinque calci di rigore assegnati per ciascuna squadra. Vinse il Barcellona, ma la federazione spagnola non sviluppò l’idea di Ballester che rimane comunque il “papà” di quella prima “lotteria” che al Mundial del 1982 decise la semifinale tra la Francia di Michel Platini e la Germania del portiere Harald Schumacher. 

Uno psicodramma nazionale per i francesi che videro i loro sogni di gloria infrangersi sulle grandi mani del ric- cioluto panzer tedesco. Per il riscatto, la Francia dovette attendere la fine degli anni ’90, l’era Zidane. Zizou Zidane, per il leggendario centrocampista praghese Antonìn Panenka è assieme a lui e Crujff uno dei tre inventori di una “mossa” nella storia del calcio. Per Panenka nella cerchia aristocratica dei creatori di gesti unici non figurano i divini Maradona e Pelè, e tanto meno quella che chiama la “generazione playstation”, Messi, Ronaldo e Neymar. «Zidane ha inventato la “ruleta”, Crujff il rigore a doppio tocco e io quello alla Panenka», ovvero la trasformazione da fermo con colpo sotto, da noi più nota come il “cucchiaio”. 

Genialata che molto prima di Francesco Totti («mo je faccio er cucchiaio», rigore realizzato nella semifinale di Euro 2000 Italia-Olanda), Panenka tirò fuori dal suo cilindro quarant’anni fa (1976) nella finale degli Europei della ex Jugoslavia. Vittima del suo “cucchiaio-Panenka” il portiere della Germania Ovest Sepp Maier. La Cecoslovacchia vinse il titolo europeo e grazie a Panenka («se non avessi segnato quel rigore il regime comunista mi avrebbe spedito in miniera per trent’anni», ha raccontato) fu l’ultima nazionale ad aver battuto ai rigori la Germania che dal dischetto poi conquistò cinque vittorie su cinque. «Ma la nazionale ceca fece anche meglio - ricorda Lyttleton - tre vittorie su tre decise ai calci di rigore e neanche un errore dal dischetto. Venti rigori, venti gol». L’errore fatale ha oscurato in parte la carriera di un bomber di razza (più di 250 gol) come l’argentino Martìn Palermo, detto “El Loco”. 

La vera pazzia della sua vita rimane però quel Colombia-Argentina (3-0), Coppa America del 1999, in cui Palermo stabilì un record: tre rigori falliti. Si fermò a due sbagliati il fantasista dell’Inter Evaristo Beccalossi. Il suo doppio flop dal dischetto contro lo Slovan Bratislava (era il 15 settembre ’82) ha ispirato Evaristo scusa se insisto, lo spettacolo teatrale del comico di fede nerazzurra Paolo Rossi. La trasformazione del rigore dipende sempre da molti fattori, fortuna inclusa. «È un’esecuzione molto rischiosa, ci vuole coraggio e il calcio ha bisogno di fantasia», sosteneva Coppens. Ma la più grande delle fantasie è quella del portiere-rigorista. Il caposcuola è stato il paraguaiano José Luis Chilavert, classe 1965, che nel quadriennio 1984-’88 che passò nel club amato da papa Francesco, il San Lorenzo de Almagro, ancora non calciava i rigori. Ad allenarsi sui calci da fermo iniziò in Spagna, al Real Saragozza, e nel 2004 quando appese le scarpe al chiodo chiuse con 62 gol, di cui 45 su rigore. Meglio di lui ha fatto soltanto il portiere brasiliano del San Paolo, Rogerio Ceni: 129 gol, 58 su rigore. Nella sua proverbiale solitudine, il portiere pensa che tra i maggiori doveri del suo mestiere c’è anche quello di parare i tiri dagli undici metri. E nella graduatoria mondiale dei “pararigori”, pur non essendo quella brasiliana la miglior scuola del pianeta football, è comunque prima con 35 concessi e 17 parati, 33% dei tiri neutralizzati. (seconda la Germania 31%, l’Italia è sesta con il 21%). La stessa media del Brasile attualmente ce l’ha il portiere belga Jean-Francois Gillet (per sedici anni nella nostra Serie A) che nella stagione in corso ha parato 5 degli otto rigori fischiati contro alla sua squadra, il Malines, portando lo score personale a 34 rigori intercettati su 104. 

Ma i numeri non potranno mai spiegare l’atmosfera thrilling che si ripropone ad ogni duello tra portiere e rigorista. «Il pallone riposa su una luna di calce (luna due volte piena), un fischio impartisce l’ordine e il carnefice aggredisce la sua vittima... L’ordine è quello di una fucilazione, ma il tiro ha l’inconveniente di poter finire fuori bersaglio», ha scritto il più letterario degli attaccanti, l’argentino Jorge Valdano. Che un giocatore non si giudica da come batte un calcio di rigore vale anche per i migliori. Le lacrime di Franco Baresi e lo sguardo vitreo di Roberto Baggio dopo aver mancata la grande occasione di battere il Brasile ai rigori, è per noi il triste fermo immagine della finale dei Mondiali di Usa ’94. 

Diego Armando Maradona fallì cinque rigori di fila, salvo poi al Napoli infilare una serie di 15 trasformazioni consecutive. Il racconto potrebbe continuare all’infinito, ma è meglio chiudere con il tiro finale del dimenticato Coppens: «Il rigore è una specialità per giocatori tecnici. Io non mi allenavo mai a tirarli, ma non capisco come si possa fare a sbagliarli, sono così semplici...».
avvenire

La diretta Sassuolo-Empoli. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale

SASSUOLO-EMPOLI: sono 23 i convocati neroverdi


fonte: sassuolocalcio.it
Il Sassuolo Calcio ha svolto questa mattina l'allenamento di rifinitura in vista del match di domani contro l'Empoli, 26esima giornata della Serie A TIM 2015/16 in programma al Mapei Stadium alle ore 15. Al termine della seduta mister Eusebio Di Francesco ha diramato l'elenco dei convocati:

PORTIERI
  • 1 Alberto POMINI
  • 47 Andrea CONSIGLI
  • 79 Gianluca PEGOLO
DIFENSORI
  • 3 Alessandro LONGHI
  • 5 Luca ANTEI
  • 11 Sime VRSALJKO
  • 13 Federico PELUSO
  • 15 Francesco ACERBI
  • 23 Marcello GAZZOLA
  • 26 Emanuele TERRANOVA
  • 28 Paolo CANNAVARO
CENTROCAMPISTI
  • 4 Francesco MAGNANELLI
  • 6 Lorenzo PELLEGRINI
  • 7 Simone MISSIROLI
  • 8 Davide BIONDINI
  • 32 Alfred DUNCAN
  • 37 Jeremie BROH
ATTACCANTI
  • 9 Diego FALCINELLI
  • 16 Matteo POLITANO
  • 17 Nicola SANSONE
  • 25 Domenico BERARDI
  • 29 Marcello TROTTA
  • 92 Gregoire DEFREL

Prosegue in Serie A TIM il progetto realizzato dal Sassuolo Calcio in partnership con Cube Comunicazione

Prosegue in Serie A TIM il progetto realizzato dal Sassuolo Calcio in partnership con Cube Comunicazione che vede protagonisti le più fresche realtà musicali italiane. Durante l’intervallo tra il primo e il secondo tempo lo spettacolo non si ferma, anzi, spazio alla musica! Un progetto fortemente voluto per offrire una importante possibilità ai musicisti italiani e collegare i valori forti e positivi legati alla passione per la musica e lo sport, e un valore aggiunto offerto a tutti gli spettatori. 
Domenica 21 Febbraio 2016 al Mapei Stadium si esibisce Davide Vettori.
Davide Vettori nasce nel 1981 a Treviso ed esordisce come solista nel 2012 con l’album Visione Cosmetica [Garage Records], proponendo un mix tra elettronica e cantautorato italiano, con la produzione artistica di Tommaso Mantelli e collaborazioni con artisti quali Ilenia Volpe e Nicola Manzan (Bologna Violenta). Realizza personalmente il video d’animazione grafica del primo singolo Morire a Metà, che gli conferisce anche il titolo di artista “Just Discovered” con MTV New Generation. Il secondo clip de La Distrazione esce nel 2013 con un ep di remix in collaborazione con La Repubblica XL. Nella primavera 2013 pubblica la cover de L’ultima luna di Lucio Dalla, con cui si esibisce presso il Music Italy Show di Bologna e vince il premio “Gli Eroi di Cartone”, indetto dal Meeting Etichette Indipendenti e Audiocoop.
Nel 2015 arriva l’album L’Impero della Luce, presentato in anteprima su Panorama.it. Il secondo lavoro in studio è anticipato dal videoclip Il Cuore Vibra, e promosso con il singolo Sogni nel Cassetto, realizzato in duetto con la cantante e attrice Angela Baraldi. Selezionato per partecipare al percorso formativo di MTV New Generation, vince il premio assegnato dall’MTV Campus. Dal suo esordio, Vettori si è esibito in svariati club e festival sul territorio nazionale, anche in apertura dei live di artisti come Subsonica, Motel Connection, Aucan, M+A, Bologna Violenta, Captain Mantell e altri ancora.
fonte: sassuolocalcio.it

SASSUOLO-EMPOLI: oggi alle 15 stop agli accrediti stampa

L'Unione Sportiva Sassuolo Calcio comunica che le richieste di accredito per gli operatori della comunicazione in merito alla partita di Serie A TIM Sassuolo-Empoli, in programma Domenica 21 Febbraio alle ore 15 presso il Mapei Stadium di Reggio Emilia vanno inoltrate ESCLUSIVAMENTE via e-mail all'indirizzo ufficiostampa@sassuolocalcio.it entro e non oltre le ore 15 di oggi, Giovedì 18 Febbraio 2016.
Il Sassuolo Calcio prenderà in considerazione le varie richieste in base alla disponibilità dei posti in Tribuna Stampa e si riserva fin d'ora la possibilità di non accettare eventuali richieste che dovessero pervenire oltre il termine stabilito.
Tutte le richieste dovranno pervenire su carta intestata e firmata dal direttore della testata di riferimento e dovranno riportare i dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita) e il numero di tesserino dell'Ordine Professionale del giornalista, fotografo, o tecnico che richiede l'accredito.
Nelle giornata di Venerdì 19 Febbraio, la società U.S. Sassuolo Calcio provvederà ad inviare la CONFERMA D'ACCREDITO al recapito e-mail indicato dal richiedente. Qualora l'accredito non fosse accettato per esaurimento dei posti disponibili, la società U.S. Sassuolo Calcio comunicherà la "Richiesta Respinta".
fonte: sassuolocalcio.it

LA CONAD GALOPPA SULL’OTTOVOLANTE: ESPUGNATA SIENA 3-1

La Conad sale sull’ottovolante. Otto come le vittorie nelle ultime nove gare, la quinta consecutiva. Otto che se rovesciato diventa simbolo dell’infinito, come la marcia di questo Volley Tricolore che pare inarrestabile. Reggio esce dal PalaSport Mens Sana di Siena – quello dei trionfi della Montepaschi cestistica degli ultimi anni – con 3 punti importantissimi contro una diretta rivale playoff scavalcata in classifica. Un successo di grande cuore, come il colore rosso della casacca indossata dalla truppa di Cantagalli oggi. Nel giorno di San Valentino, Tondo e compagni scoccano la freccia più importante: quella del sorpasso in classifica, con un’altra posizione rosicchiata in questa fantastica remuntada. Una partita di passione, quella che è servita per vincere 3-1 contro una squadra ostica come quella toscana. Un match equilibratissimo dove le due squadre se la sono giocata punto su punto e il fatto che tre dei quattro set si siano aggiudicati ai vantaggi lo conferma. Una Conad bravissima a soffrire, a rimontare e a sferrare il colpo del k.o. al momento opportuno. Come nel Palio che si corre in questa splendida città: un testa a testa tra cavalli di razza. Ma la differenza per portare a casa il successo l’ha fatta… un canguro. L’ingresso di Douglas-Powell è stata la chiave di svolta, un asso giocato magistralmente da coach Cantagalli. E poi l’asse centrale Tondo-Benaglia, vera spina nel fianco di Siena, che ha funzionato a meraviglia, mettendo a segno 25 punti in due. Insomma, con questo spirito, una buona posizione playoff è più che un sogno.

L’avvio ha il marchio dei padroni di casa che piazzano subito un break di 3-0, ma la Conad dimostra di non aver assolutamente sbagliato l’approccio e con capitan Tondo tornano subito sotto: 3-2. I senesi col martello olandese Snippe e con Tamburo (8 punti a referto per lui a fine set) fanno male male quando attaccano, ma Reggio tiene il passo con Cetrullo che mette giù i suoi primi punti: 9-8. Poi però i toscani calano un po’ l’intensità iniziale e il Volley Tricolore ne approfitta con gli ottimi primi tempi di Tondo e Benaglia: 11-12, risultato ribaltato e Reggio per la prima volta avanti. Un bel primo set che si gioca punto a punto, ma la Conad c’è e Dolfo conferma di aver superato i problemi fisici che lo avevano tenuto fuori contro il Club Italia due settimane fa e mette a segno il 14-16 su un delizioso e morbido pallonetto: Reggio sul +2 al timeout tecnico. Toscani che accusano il colpo e commettono qualche errore di troppo, Dolfo e Cetrullo ne approfittano e confezionano il 17-20: +3. Momento cruciale del set. Siena torna sotto con un devastante ace di Tamburo (21-22), Cantagalli chiama i suoi a rapporto e si gioca la carta Kody per portarsi a casa la prima frazione. Ed è proprio il puma camerunense che a muro schianta a terra il 21-23 fondamentale. Poi una grande difesa reggiana e una Siena troppo fallosa portano il primo set nelle tasche della Conad: 0-1!

Reggio rientra sul parquet con la grinta e la rabbia giusta per non lasciare punti preziosi per la classifica per strada: 6-2 in avvio di quarto set con Douglas-Powell ancora sugli scudi. Siena torna sotto con le bordate di Tamburo, ma Reggio comunque mantiene un buon margine grazie ai soliti Dolfo e Cetrullo: 7-10. I toscani però rivitalizzati dopo aver vinto il terzo set non si arrendono per niente e agguantano il pari: 11-11! Al timeout tecnico, Cantagalli suona la sveglia e Douglas-Powell mette a segno due punti incredibili che portano Reggio al +2: 12-14. L’Emma Villas però replica immediatamente col double che riporta tutto in parità: 14-14. Poi un ace bomba di Snippe sigla il sorpasso: 16-15. Ma è un’altalena di emozioni, Reggio torna sopra, ma Siena pareggia ancora: 17-17. Momento clou: Siena sbaglia tre volte e la Conad va sul 18-21 che potrebbe essere decisivo. Poi il Pirata Benaglia allunga con un bel primo tempo e Cetrullo sgancia un siluro sulla diagonale: 19-23, la Conad vede il traguardo vicino. Siena non molla e si porta sul 21-23, ma Benaglia conquista almeno tre match point: 21-24. Ma è pazzesco: Siena li annulla tutti con due ace di Tamburo: 24-24, si va ancora ai vantaggi. Tamburo però stavolta sbaglia e capitan Tondo sigla il punto della vittoria!Siena prova subito a reagire di rabbia nel secondo set, Reggio risponde e si tiene in scia a -2: 6-4. L’Emma Villas però riesce a piazzare un buon mini break andando sul +4 (8-4), ma Benaglia suona la carica e riporta sotto i suoi: 8-6. Poi Cetrullo piazza una schiacciante pazzesca e le lunghezze dai senesi si riducono a una: 9-8. Poi però si riaccendono i toscani che registrano un altro break e tentano l’allungo buono: 13-9. Capitan Tondo spezza il brutto incantesimo e suona la riscossa portando i suoi al -3, ma Siena ha mordente e ci vuole qualcosa di più per rimontare. Silva e Dolfo riescono ad accorciare a -2 il divario: 16-14. L’Emma Villas però resta sul pezzo, allora è Cantagalli che prova a dare la scossa chiamando il timeout e inserendo l’australiano Douglas-Powell che segna il 19-16. E ancora l’australiano tiene vive le speranze con un bel muro: 20-17. Il canguro è scatenato e piazza un ace, poi mette in crisi la difesa senese con un’altra bomba in battuta sul cui contrattacco Tondo la spiaccica a terra di potenza: 21-20! Reggio torna sotto, che impatto sul match di Tom D.P.! Coach Caponeri chiama timeout per placare l’onda d’urto reggiana. Ma al rientro, il ruggito di Kody su palla perfetta di Bonante riporta il punteggio in parità: 22-22! Tondo completa la rimonta e sigla il 23-22 su ace, Siena risponde e poi Dolfo commette un errore in ricezione e i toscani tornano sopra: 24-23. Ma l’Emma Villas butta via il set point sbagliando la battuta: 24-24, si va ai vantaggi! Siena sbaglia l’attacco e consegna il set point a Reggio, ma Marchiani sbaglia la battuta. Tutto da rifare. Il Pirata Benaglia va a muro e confeziona ancora un set point per la Conad, Siena sbaglia il contrattacco e Reggio può esultare per il 25-27: 0-2. Che cuore questo Volley Tricolore!
Il terzo set inizia sulla stessa onda dei primi due, con Siena che prova a condurre e scappare via con mini-break, ma Reggio resta sempre attaccata al risultato con Dolfo e Cetrullo a bombardare: 5-5. Allungano i toscani (9-6) con la speranza di riaprire il match, ma Reggio nei due set precedenti ha sempre rimontato e vuole chiudere la pratica a tutti i costi intascandosi tre punti. La Conad però sta commettendo qualche errore di troppo in battuta, ma nonostante questo azzera il gap prima con Benaglia, poi con Cetrullo e infine con Tom D.P.: 10-10! E il solito dominante capitan Tondo poi, dopo un botta e risposta, firma il sorpasso: 11-12. E ancora l’australiano fa il canguro sotto rete portando Reggio al +2: 11-13. Un Douglas-Powell dinamitico e fondamentale nei momenti cruciali oggi. Ma Siena non molla e fa sentire il fiato sul collo al Volley Tricolore portandosi sul 15-16. E poi vanno ad impattare e siglare il controsorpasso: 18-17. Ma ancora Reggio torna sopra per poi subire l’immediato pari: 19-19, non si molla nulla al Palasport Mens Sana. I padroni di casa ritornano sopra nella fase più calda del set: 21-20. Cantagalli inserisce Kody, Snippe dall’altra parte sbaglia l’attacco, ma nella palla successiva Tamburo la mette giù: 22-22. Altro set al cardiopalma. Kody ruggisce dopo una ricezione pazzesca di Douglas-Powell, Siena spreca un altro contrattacco e Reggio va a servire per il match: 22-24! Primo match point che lo stesso australiano però manda fuori, poi viene fischiato un fallo dubbio a Bonante: 24-24, due match point annullati, clamoroso! Siena sbaglia il servizio, poi dopo un batti e ribatti il pallone non accarezza per un elettrone il tabellone segna punti e i toscani si salvano mettendo a segno il 25-25. Kody però riporta l’inerzia dalla parte dei reggiani, ma ancora Siena impatta in qualche modo: 26-26. E dopo il 27-27, due errori di valutazione da parte della Conad regalano incredibilmente il set a Siena: 29-27 e 1-2!

Il tabellino
EMMA VILLAS SIENA 1
CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA  3
(22-25; 25-27; 29-27; 24-26)

SIENA: Braga 5, Pistolesi 2, Noda 1, Bortolozzo 5, Tamburo 24, Snippe 13; Raffaelli 6, Mengozzi 1, Raffaelli 6, Di Marco 5. Libero: Marchisio. Non entrati: Troiani, Fantauzzo (2°L), Scappaticcio, Granito. Allenatore: Caponeri
REGGIO: Dolfo 11, Benaglia 12, Cetrullo 14, Silva, Tondo 13, Marchiani 1; Bonante, Kody 4, Douglas-Powell 11, Scaltriti. Non entrati: Cargioli e Bevilacqua. Libero: Morgese. Allenatore: Cantagalli
Arbitri: Pecoraro e Merli

fonte: volleytricolore.it

SASSUOLO-EMPOLI: informazioni relative alla prevendita

In merito all'incontro di calcio Sassuolo-Empoli, 26esima giornata della Serie A TIM 2015/16, in programma Domenica 21 Febbraio alle ore 15 presso il “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, il Sassuolo Calcio informa che la prevendita dei tagliandi sarà attiva da Martedì 16 Febbraio online su www.vivaticket.it, presso i punti vendita del circuito VivaTickete presso le filiali del Banco San Geminiano e San Prospero delle province di Modena e Reggio Emilia.
ATTENZIONE: come di consueto, SI INVITANO I TIFOSI A MUNIRSI DEL BIGLIETTO IN FASE DI PREVENDITA, al fine di evitare lunghe code alle casse dello stadio il giorno della partita (le vigenti normative sulla nominatività dei titoli di accesso hanno infatti allungato i tempi di emissione dei tagliandi). I botteghini del Mapei Stadium domenica apriranno tre ore prima della partita.
L'acquisto dei tagliandi per il settore CURVA OSPITI (Gradinata Nord) è possibile al costo di Euro 20,00+diritti di prevendita presso i punti vendita abilitati VivaTicket e le filiali abilitate del gruppo Banco Popolare . I tifosi ospiti residenti in regioni diverse dalla Toscana possono acquistare il settore Curva Ospiti anche se sprovvisti di tessera del tifoso. Per i residenti nella regione Toscana la vendita del settore Curva Ospiti (Gradinata Nord) si concluderà alle ore 19 di Sabato 20 Febbraio. Un altro settore destinato ESCLUSIVAMENTE ai tifosi dell'Empoli è quello dei Distinti Laterali Nord
Si ricorda, come da nuovo protocollo d'intesa sulla "Tessera del Tifoso" del 21 Giugno 2011, che i tifosi residenti nella regione Toscana, se non in possesso di Tessera del Tifosonon possono acquistare biglietti per la partita Sassuolo-Empoli
A seguito della Determinazione n. 39/2015 dell’Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni Sportive, si precisa che tutti gli Under 14 potranno acquistare biglietto in Curva Nord – settore Ospiti pur in assenza della Tessera del TifosoPer ragioni tecniche il biglietto in questione potrà essere esclusivamente acquistato il giorno della partita presso la biglietteria dedicata al settore Ospiti.
Ricordiamo che il settore GRADINATA SUD è destinato ESCLUSIVAMENTE ai tifosi del Sassuolo.

 
Per acquistare il tagliando e per entrare allo stadio, sarà necessario esibire un documento valido di riconoscimento (oltre alla tessera del tifoso in originale per i tifosi residenti nella regione Toscana).
fonte: sassuolocalcio.it

Uefa finale femminile Champions League. Reggio Emilia il 26 maggio 2016 capitale del calcio

Alla vigilia della finale maschile in programma allo stadio "San Siro" di Milano la competizione femminile europea per Club celebrerà l'ultimo atto alla "Stadio del Tricolore". L'evento è stato presentato il 16 febbraio 2016 nella "Sala del Tricolore" della città emiliana.

Reggio Emilia 16 Febbraio 2016 - Il prossimo 26 Maggio sarà la data della manifestazione sportiva, competizione continentale per club UEFA Women's Champion League, che dal 2010 è abbinata alla finale maschile quest'anno in programma il 28 Maggio a Milano.

L'evento si disputerà per la prima volta in Italia ed è stato presentato stamani  16 Febbraio dalle ore 11,30 nella "Sala del Tricolore" di Reggio Emilia a 100 giorni esatti dal calcio d'inizio (ore 18 diretta su Eurosport). 

Erano presenti a Reggio Emilia Carlo Tavecchio, Presidente FIGC, Luca Vecchi sindaco di Reggio Emilia, Karen Espelund, Membro del Comitato esecutivo Uefa e Presidente della Commissione per il Calcio Femminile, Adriana Spazzoli Vicepresidente U.S. Sassuolo Calcio e Direttore Marketing e Comunicazione Mapei, Francesca Sanzone Vice Direttore Generale FIGC che hanno dato il benvenuto alla Coppa che la Uefa ha consegnato alla città di Reggio Emilia. 

Tra gli ospiti in platea numerosi testimonial della famiglia del calcio italiano, tra i quali Antonio Conte,  Antonio Cabrini e Luigi Di Biagio Commissari Tecnici della Nazionale,  e Fiona May.

Nel corso della conferenza è stato annunciato il nome della testimonial della Finale 2016, Patrizia Panico centravanti della Fiorentina Femminile che vanta il record di presenze con la maglia azzurra (204) e un bottino di 110 reti.
La finale di Reggio Emilia del 26 Maggio rappresenta una grande opportunità per la promozione della componente femminile del calcio in Italia.

Alla stesso tempo la Finale della Uefa Women's Champions League sarà un'occasione di promozione per la città di Reggio Emilia e per tutto il territorio emiliano.
(di Albana Ruci; segnalazione web e foto a cura di Giuseppe Serrone- redazione.sport@simail.it)



Lo stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia, sede dell'US Sassuolo Calcio e AC Reggiana 1919, ospiterò la finale 2015/16 della UEFA Women's Champions League il 26 Maggio 2016 alle ore 18

Il prossimo 16 Febbraio 2016 alle h. 11:30 a Reggio Emilia (Sala del Tricolore del Comune - Piazza Prampolini, 1).si terrà conferenza stampa di presentazione della Finale della Uefa Women’s Champions League 2016



Lo stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia, sede dell'US Sassuolo Calcio e AC Reggiana 1919, ospiterò la finale 2015/16 della UEFA Women's Champions League.

Lo stadio Città del Tricolore di Reggio Emilia ospiterà il 26 maggio la finale della UEFA Women's Champions League 2015/16. L'attuale stadio dell'US Sassuolo Calcio in Serie A, e dell'AC Reggiana 1919 in Lega Pro, sarà la sede della finale – due giorni prima della finale di UEFA Champions League di Milano. Lo stadio, dalla capacità di 21.000 posti, è stato costruito nel 1995 nella città settentrionale della penisola. Ha ospitato la gara di qualificazione EURO '96 contro la Lituania, nonché due partite delle qualificazioni agli Europei UEFA Under 21 del 2015, tra cui lo spareggio decisivo vinto 3-1 dagli Azzurrini contro la Slovacchia. 
 Calendario competizione Sorteggio turno preliminare: 14.00CET, 25 giugno
 Turno preliminare: 11–16 agosto 
Sorteggio sedicesimi: 20 agosto Sedicesimi di finale: 7/8 e 14/15 ottobre 
Sorteggio ottavi: 19 ottobre Ottavi di finale: 11/12 novembre e 18/19 novembre 
Sorteggio quarti di finale e semifinali: 27 novembre 
Quarti di finale: 23/24 e 30/31 marzo 
Semifinali: 23/24 e 30 aprile/1 maggio 
Finale (Reggio Emilia): 26 maggio, 18.00CET ©UEFA.com 1998-2016. 
All rights reserved.
Segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone e Albana Ruci

Serie A: la classifica dopo 24 giornate Ormai c'è il vuoto fra il duo di testa e le inseguitrici

(ANSA) - ROMA, 7 FEB - La classifica del campionato di calcio di Serie A, dopo le partite della 24/a giornata: Napoli punti 56; Juventus 54; Fiorentina 46; Inter 45; Roma 41; Milan 40; Sassuolo 34; Empoli e Lazio 33; Bologna e Chievo 30; Torino 28; Atalanta e Udinese 27; Palermo 26; Genoa 25; Sampdoria 24; Carpi e Frosinone 19; Verona 14. Atalanta, Empoli, Roma e Sampdoria una partita in meno.

IL VOLLEY TRICOLORE LANCIA L’INIZIATIVA “MI BATTE IL CORAZON

 INNAMORATI DELLA CONAD”, IN OCCASIONE DELLA PROSSIMA GARA DI CAMPIONATO NEL GIORNO DI SAN VALENTINO A SIENA. CHI SCRIVERA’ LA FRASE D’AMORE PIU’ BELLA PER IL CLUB VINCERA’ L’OPPORTUNITA’ DI ANDARE IN TRASFERTA ASSIEME ALLA SQUADRA, DAL VIAGGIO IN PULLMAN FINO AD ASSISTERE ALLA PARTITA. INFINE RICEVERA’ IN REGALO LA SCIARPA AUTOGRAFATA DA TUTTI I GIOCATORI 
_DSC0375
Dopo questa settimana di pausa che il campionato diSerie A2 UnipolSai osserverà per la disputa della Coppa Italia, il Conad Volley Tricolore tornerà in campo domenica 14 febbraio a Siena alle 16contro l’Emma Villas. Che sarà anche il giorno di San Valentino.
E per premiare i tifosi che anche quando il campionato non andava benissimo ci hanno sempre supportato e che in questi ultimi mesi hanno mostrato un entusiasmo fantastico nei nostri confronti, il Volley Tricolore ha deciso di ideare l’iniziativa “Mi batte il corazon – innamorati della Conad”.

Da oggi, in un apposito post sulla paginaFacebook ufficiale del Volley Tricolore Reggio Emilia (clicca qui per accedere direttamente), verrà lanciato il concorso. Il tema richiesto ai tifosi e a tutti gli appassionati è quello di scrivere – come commento solo ed esclusivamente nel post – una frase d’amore per la nostra squadra.
Ci sarà tempo fino a mezzanotte di giovedì 11 febbraio. Dopodiché, il capitano della squadra Alessandro Tondosceglierà la frase più bella e più originale. 
DSC 2111
L’autore della frase scelta verrà svelato venerdì 12 febbraio e contattato da noi su Facebook. E come premio vincerà la possibilità di prendere parte alla trasferta di Siena di domenica 14 febbraio, assieme alla squadra, viaggiando sul nostro pullman e vivendo in prima persona tutte le ore che precedono il match di campionato a cui potrà assistere dagli spalti. E alla fine della partita, riceverà in regalo una sciarpa degli Outsiders, il gruppo di sostenitori del Volley Tricolore, con gli autografi di tutti i giocatori.
fonte: volleytricolore.it
Il contributo della redazione sport:
Innamorati
giocatori amati
come i fiori
i colori
del VolleyTricolore
un sogno d'amore
(di Giuseppe Serrone e )

Serie A: Sassuolo Palermo 2-2, Napoli Carpi 1-0, Frosinone Juventus 0-2. Pareggi per Milan e Inter

Colpo del Chievo in casa granata, il Palermo pareggia in casa del Sassuolo. Alle 18 Atalanta-Empoli

Allunga in vetta la coppia di testa Napoli e Juventus, con i partenopei che battono il Carpi e mantengono i due punti di vantaggio sulla Juventus, corsara a Frosinone. Rallentano le altre di vertice: dopo la Fiorentina, pareggiano anche l'Inter, nel folle 3-3 a Verona, e il Milan, 1-1 con l'Udinese. Pareggia anche il Sassuolo in casa con il Palermo, mentre il Chievo vince a Torino. Alle 18 in campo Atalanta-Empoli. Chiude stasera Roma-Sampdoria
  • Milan - Udinese 1-1 
  • Napoli - Carpi 1-0
  • Torino - Chievo 1-2
  • Frosinone - Juventus 0-2 
  • Sassuolo - Palermo 2-2 
  • Atalanta - Empoli (ore 18)
I gol
  • Torino-Chievo 1-2: al 27' st Birsa spiazza Padelli e trasforma un calcio di rigore concesso per fallo di Danilo Avelar su Castro.
  • Napoli-Carpi 1-0: al 24' st Higuain trasforma con un tiro potente e angolato un rigore concesso per fallo di Daprela' su Koulibaly.
  • Frosinone-Juventus 0-1: al 28' st cross basso di Alex Sandro, sul secondo palo ci arriva Cuadrado che di destro la piazza in rete
  • Sassuolo-Palermo 2-2: 8' st, cross da destra di Vazquez, traiettoria pennellata per Djurdjevic che da posizione centrale pareggia
  • Milan-Udinese 1-1: 3' st, Bacca in profondita' per Niang, che entra in area, brucia sullo scatto Wague e infila Karnezis in uscita.
  • Sassuolo-Palermo 2-1: al 5' st traversone dalla destra verso il secondo palo, torre di Antei per Missiroli che di testa raddoppia
  • Sassuolo-Palermo 1-1: al 45' pt palla in verticale di Magnanelli, una deviazione in area favorisce Defrel che firma il pareggio.
  • Torino-Chievo 1-1: 34' pt, palla filtrante verso Castro, B.Peres nel tentativo di anticiparlo infila la propria porta in scivolata
  • Sassuolo-Palermo 0-1: al 30' pt azione di Trajkovski sulla destra, assist al centro dell'area per Vazquez che la piazza in rete
  • Torino-Chievo 1-0: al 19' pt lungo lancio per Immobile che controlla e crossa basso, Benassi con l'interno destro infila il sette.
  • Milan-Udinese 0-1: al 17' pt azione che parte dalla destra, batti e ribatti, traversa di Kuzmanovic, raccoglie Armero e insacca.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA