Giochi Internazionali del Tricolore, tra sport e cibo Reggio Emilia è capitale dello street food

Giochi Internazionali del Tricolore, tra sport e cibo Reggio Emilia è capitale dello street food
La manifestazione, giunta alla quinta edizione e in programma dal 25 al 30 agosto, è uno dei sei eventi nazionali promossi dal Coni per Expo 2015. Tutto mette a valore il connubio indissolubile fra attività sportiva e alimentazione. Previste 40 discipline in cui si sfideranno circa 3.500 partecipanti (tutti tra gli 11 e i 18 anni)

REGGIO EMILIA - Dal 25 al 30 agosto Reggio Emilia sarà la capitale dello sport e del cibo. Nella città emiliana, infatti, si svolgerà la quinta edizione dei Giochi Internazionali del Tricolore, realizzati nell'ambito del progetto territoriale WE A. RE \ Reggio Emilia per Expo 2015 e divenuti uno dei sei eventi nazionali promossi dal Coni per Expo 2015.

CONNUBIO SPORT-ALIMENTAZIONE - Giunti alla quinta edizione, i Giochi Internazionali del Tricolore, manifestazione rivolta a ragazze e ragazzi italiani e di altri Paesi di tutto il mondo uniti dalla passione per lo sport, sono una grande festa che combina il sano agonismo a momenti educativi, di aggregazione, confronto culturale e promozione del territorio. Tutto mette a valore il connubio indissolubile fra sport e alimentazione. E il cibo, si sa, è una strada maestra percorsa nei millenni delle persone e delle comunità per interagire e comunicare, nel mondo e con il mondo, e certamente anche all'interno di una comunità, in questo caso quella reggiana. Affrontare il tema dello sport dunque non significa solamente parlare di prestazioni agonistiche, ma anche di educazione alimentare, salute, qualità dei prodotti, tradizioni alimentari. Per questo motivo Reggio Emilia, che ha scritto nel suo Dna l'amore per la buona cucina e per il cibo di qualità, promuove l'attività fisica quale irrinunciabile elemento di una vita sana.

IL PROGRAMMA - Lo sport dei Giochi del Tricolore che verranno inaugurati mercoledì alle ore 21 in piazza Prampolini a Reggio Emilia alla presenza di grandi campioni del nostro sport (con sfilata delle delegazioni, giuramento degli atleti, accensione della fiaccola, esibizioni) si sposa dunque con l'alimentazione innanzitutto nella conferenza dedicata all'educazione alimentare e al movimento per la promozione di sani stili di vita in programma alle 18.30, nei Chiostri cinquecenteschi di San Pietro. Da segnalare anche venerdì 28 agosto la Run 5.30, corsa non competitiva di 5,3 km in centro storico. Sabato sera esibizioni di Street Urban Sport e gara di salto con l'asta in Piazza Martiri del 7 luglio. Nella giornata conclusiva di domenica, sempre in piazza Prampolini, ci saranno dalle 18 alle 21 le ultime gare podistiche dei Giochi e, a seguire, la cerimonia di chiusura.

PIU' DI 3000 ATLETI - I numeri: circa 40 discipline, partecipanti annunciati 3000-3500,

età dagli 11 ai 18. Circa 800 gli atleti stranieri, alloggiati presso il Villaggio dello Sport (Polo Scolastico di via Makallé), che sarà anche centro operativo (segreteria eccetera) nei giorni di gara. Delegazioni straniere: quelle che fanno più notizia sono Rizhao (Cina), Smara (Saharawi) e Beit Jala (Cisgiordania, Palestina), oltre a Forth Worth (USA) e Pemba (Mozambico), ma queste due sono presenze fisse dei Giochi in virtù del gemellaggio con Reggio.
repubblica.it

Calcio: il Palermo passa all'ultimo respiro, 1-0 al Genoa

 All'ultimo respiro il Palermo supera il Genoa nella prima al "Barbera". Una bella partita, sostanzialmente equilibrata, che ha visto giocare meglio i rossoblu' nella prima frazione. La squadra di Iachini si e' svegliata nei secondi 45' costringendo il Genoa a chiudersi maggiormente. Due le traverse colpite dai rosanero, una per tempo con Rigoni e il solito Vazquez. Il Palermo ha il merito di non aver mollato cercando la vittoria, mentre il Genoa ha il torto di essere calato alla distanza. Iachini, con una rosa ancora incompleta soprattutto in attacco, si affida a uomini e modulo collaudati (3-5-2) con il difensore franco-marocchino El Kaoutari come unica novita' tra i titolari. A centrocampo spazio al trio Rigoni-Jajalo-Chochev, mentre in avanti orchestra affidata a Vazquez che fa coppia con il jolly Quaison. In emergenza Gasperini che deve fare a meno degli squalificati Cofie, Izzo, Pavoletti e Rincon e degli infortunati Perin, Tambe', Munoz e Perotti. Nel 3-4-3 tridente offensivo con Pandev affiancato da Ntcham e Lazovic. Il primo squillo e' del Genoa che ci prova dopo 2' con un sinistro di Tino Costa che impegna a terra Sorrentino. Al 7' il portiere rosanero salva la propria porta bloccando un tiro ravvicinato di Pandev da sinistra su assist di Ntcham. Il Genoa e' padrone del campo e all'11' e' ancora Sorrentino a salvare il Palermo su una nuova conclusione di Pandev che con un numero elude la marcatura di Vitiello. Al 24' il primo acuto del Palermo con un colpo di testa di Quaison che Lamanna alza in angolo; sul conseguente tiro dalla bandierina la palla arriva a Rigoni che davanti la porta trova lo spazio per tirare e colpisce in pieno la traversa. Al 33' Iachini cerca di correre ai ripari e prova a rinforzare l'attacco inserendo Trajkovski sacrificando Chochev. Con il macedone il tecnico ha un punto di riferimento in piu' in area ma nella sostanza cambia poco e il primo tempo si chiude a reti inviolate.Palermo rinvigorito a inizio ripresa e Genoa schiacciato dietro. Al 2' galoppata di Trajkovski sulla destra, cross al centro per Va'zquez, ma il suo colpo di testa non sorprende Lamanna. Al 6' pericoloso colpo di testa di Vitiello che viene deviato in angolo dal poriere rossoblu'.
  Prio cambio anche per Gasperini che al 7' inserisce Capel per Lazovic. Al 22' cross di Vazquez da sinistra e colpo di testa di Trajkovski, piazzato un po' troppo debole per impensierire Lamanna. Al 24' si fa male Capel che lascia il posto a Tachtsidis. Nel Palermo al 28' Hiljemark rileva Rigoni. Al 30' Palermo vicino al gol con un sinistro da fuori di Vazquez che colpisce in pieno la traversa; anche quest'anno l'talo-argentino sembra essere abbonato ai legni della porta.
  Ultimo cambio per Gasperini al 38' con Panico al posto di Costa. Al 42' il terzo a uscire nel Palermo e' Lazaar che lascia il posto a Daprela'. Al 45' Trajkovski che impegna Lamanna con un tiro da fuori. Al 46' il gol partita del Palermo: cross di Hiljemark, testa di Vazquez in mischia, un rimpallo favorisce El Kaoutari che da due passi anticipa Cissokho e infila con un tiro fortissimo Lamanna.
agi

Calcio: ko Milan e Napoli, l'Inter passa al 90', bene Torino, Palermo, Sassuolo e Udinese

Sconfitte per Milan e Napoli contro Fiorentina e Sassuolo, vittorie per Inter, Palermo e Toro nei match serali della 1a giornata della serie A. Domani potrebbe arrivare Balotelli, ma intanto il Milan di Mihajlovic perde a Firenze. Doppio giallo a Rodrigo Ely dopo 38', sulla conseguente punizione eurogol di Alonso che ha mandato in visibilio il Franchi. Nella ripresa, raddoppio gigliato con Ilicic su rigore dopo l'atterramento subito dallo sloveno ad opera di Romagnoli.
Parte bene il Napoli che dopo 2' passa a Reggio Emilia con Hamsik, ma il Sassuolo si conferma squadra collaudata e pareggia con l'ex Floro Flores. Nel finale, arriva anche la rete di Sansone a condannare i partenopei e far partire male Sarri. L'Inter batte 1-0 in extremis l'Atalanta, rimasta anche in dieci negli ultimi minuti per il rosso a Carmona, grazie alla rete di Jovetic.
Icardi in campo e capitano, ma Mancini e' costretto a sostituirlo dopo 15' proprio con il montenegrino per un problema muscolare. La Sampdoria si mostra compatta intorno al suo allenatore Walter Zenga dopo le recenti burrasche e rifila una pesante sconfitta al Carpi nel giorno dell'esordio assoluto in serie A degli emiliani di Castori. Doppiette di Eder e Muriel, rete di Fernando per il 5-0 in 23', alla fine e' 5-2 grazie alle reti emiliane con Lazzari e Matos.
Espulso Zenga e nel finale anche Ivan. Palermo e Genoa erano ormai indirizzate sullo 0-0 ma al 46' e' il marocchino El Kaoutari a risolvere una mischia in area e regalare tre punti alla squadra di Iachini. Una rete di Saponara nel primo tempo lancia l'Empoli di Giampaolo, ma in 18' nella ripresa con Meggiorini, Birsa e Paloschi il Chievo di Maran ribalta tutto e conquista i primi tre punti della stagione. Si illude anche il Frosinone che segna con Soddimo la prima rete in A della sua storia e chiude la prima frazione avanti, ma nella ripresa il Torino pareggia con Quagliarella e poi passa con Baselli.
agi

Spagna: Nibali espulso dalla Vuelta 2015, "aiutato da macchina"


Vincenzo Nibali e' stato espulso dalla Vuelta a Espana 2015. Il campione italiano dell'Astana e' stato sorpreso, cosi' come documentato in un video, nel mentre si aiuta con un'ammiraglia nel recuperare il suo gap dal gruppo dopo la caduta, avvenuta a circa 28 chilometri dalla fine della seconda tappa, la AlhaurAn de la Torre-Caminito del Rey di 158,7 chilometri, vinta dallo scalatore colombiano Johan Chaves. Lo 'Squalo', costretto a mettere i piedi a terra, e' ripartito senza problemi fisici ma assai contrariato per il ritardo con cui ha ricevuto la bicicletta di ricambio. Da qui e' iniziata la rimonta, peraltro riuscita, anche se il messinese e' poi giunto al traguardo con un ritardo di 1'28" dal vincitore. L'azione scorretta di Nibali, trionfatore alla Vuelta nel 2010, non e' passata inosservata alle immagini televisive e la commissione di corsa non ha potuto esimersi dal cartellino rosso per il siciliano, considerato alla vigilia un possibile vincitore della 70esima edizione della corsa iberica.
  "Il filmato - spiega in una nota Bruno Valcic, presidente dei commissari di gara - mostra chiaramente che Nibali si e' aggrappato alla macchina per 200 metri. La decisione del panel dei commissari e' quella di squalificarlo dalla gara". Valcic ha anche aggiunto che e' stato escluso dalla Vuelta anche l'autista della vettura, Alexandre Shefer. "E' stata una decisione difficile ma, vedendo le immagini, era chiaro che non potevamo infliggere altre sanzioni al corridore se non questa", ha concluso Valcic. Nibali non e' certo il primo ad essere escluso da una corsa per essersi aiutato con una vettura: capito', ad esempio, nel 2014 a Jose' Joaquin Rojas, costretto ad abbandoare il Tour de France per il medesimo motivo. Ovvio che, con Nibali rispedito a casa, la Vuelta perde uno dei protagonisti piu' attesi, tra i pochi, almeno sulla carta, in grado di mettere i bastoni tra le ruote a Christopher Froome, giunto in Spagna a caccia di una storica doppietta dopo aver messo in bacheca la Grande Boucle. E anche oggi, l'anglo-keniano del Team Sky aveva retto bene all'attacco di Chavas, capace di conquistare il primo traguardo in quota e la maglia rossa, finalmente con un 'vero' padrone dopo la cronosquadre-passerella di ieri. Nibali, invece, aveva faticato anche dopo il suo rientro nel plotone, classificato come 'illecito' da immagini che lasciano poco spazio ad una difesa, seppur d'ufficio.
agi

Calcio, inizia bene la stagione del Sassuolo: 2-1 con il Napoli

I neroverdi iniziano il campionato con una vittoria. Nella prima giornata della Serie A TIM 2015/16, al Mapei Stadium di Reggio Emilia, infatti,  il Sassuolo ha battuto il Napoli 2-1. Al secondo minuto di gioco subito in vantaggio gli ospiti con Hamsik. Al 31′ pareggio di Antonio Floro Flores e all’83’ il gol del vantaggio di Nicola Sansone.
modena2000

Sassuolo-Napoli 2-1: Hamsik illude Sarri ma l'esordio è amaro

Subito in vantaggio grazie allo slovacco, i partenopei cedono alla distanza: dell'ex Floro Flores e del subentrato Sansone nel finale le reti che regalano i primi tre punti a Di Francesco. Male la difesa azzurra, si salva solo Reina
REGGIO EMILIA - Cambia il manico, così come lo schema e gli uomini, ma il Napoli non sembra in grado di liberarsi delle sue incertezze difensive. Comincia con una sconfitta in rimonta l’avventura di Maurizio Sarri sulla panchina partenopea, al termine di una gara che premia giustamente un Sassuolo che non delude: messa meglio fisicamente, la compagine di Di Francesco può giovarsi di un impianto di gioco consolidato e dei nuovi arrivi, pochi e giusti. I neroverdi sanno reagire allo svantaggio iniziale, firmato da Marek Hamsik, trovando la vittoria con merito, grazie a Floro Flores e Sansone.

AZZURRI SUBITO AVANTI – Sarri conferma il suo ormai classico 4-3-1-2, con Insigne nelle vesti di trequartista e Mertens al fianco di Higuain; la sorpresa è David Lopez, in campo dal 1′ al posto di un Allan evidentemente ancora in ritardo di condizione. In casa emiliana, Floro Flores vince il ballottaggio con Sansone e completa il tridente con Defrel e Berardi. Le scelte, in avvio di gara, sembrano dar ragione al tecnico azzurro: l’approccio alla gara del Sassuolo è timido, mentre il Napoli pressa alto e spinge in maniera efficace, passando già al 3′: Cannavaro ribatte un bel diagonale di Higuain ma sul pallone si avventa Hamsik, che sembra un lontano parente di quel giocatore abulico visto nell’era Benitez, galvanizzato dalla nuova posizione in campo.

FLORO FLORES FIRMA IL PARI – I neroverdi ci mettono un po’ a reagire ma lo fanno in maniera inesorabile: Chiriches appare in difficoltà alle prese con la velocità di Defrel, Hysaj e Maggio non riescono ad aiutare i due centrali né ad incidere in fase di spinta, anche perché il Sassuolo gioca a memoria e lo fa, a tratti, in maniera divina. Le combinazioni in velocità dei neroverdi fanno impazzire la difesa partenopea e l’esito, giocoforza, è il pareggio della squadra di casa: assist al bacio di Berardi per Floro Flores, che elude il fuorigioco e stoppa di petto prima di battere facilmente Reina. Il portiere spagnolo, d’altro canto, è decisivo due volte su Defrel nei minuti che precedono il riposo.

L’ATTACCO NON GIRA – Nonostante gli evidenti problemi della sua squadra, Sarri aspetta oltre l’ora di gioco prima di effettuare i cambi; la partita resta abbastanza bloccata nella prima metà di ripresa, col Sassuolo che si chiude a riccio e si affida ai suoi grandi contropiedisti, mentre il Napoli spinge senza costrutto, mostrando carenza di idee e forma. Neanche Valdifiori, positivo nel primo tempo, riesce a prendere la squadra per mano nella ripresa, e allora serve un intervento dalla panchina: a sorpresa, la prima mossa di Sarri è togliere Higuain in favore di Gabbiadini, confermando di non credere nella convivenza dei due. Anche Insigne è costretto a lasciare anzitempo il campo (e non la prende benissimo), mentre a Mertens vengono concessi 80′: il belga, impalpabile finché c’è Insigne in campo, è quello che va più vicino al gol nel secondo tempo, da fermo e non solo.

DOCCIA FREDDA FIRMATA SANSONE – Il Sassuolo, però, ha armi e tempismo per colpire quando fa più male: all’84′, il subentrato Sansone brucia in velocità Maggio, facendosi trovare pronto sul cross di Falcinelli per la zuccata che vale i tre punti. Se portano ottimi frutti le sostituzioni di Di Francesco (oltre ai giocatori che creano l’azione del 2-1, c’è un Politano subito incisivo), quelle di Sarri non portano a nulla: Callejon sfiora il gol nel finale con un destro ad incrociare, servito da quell’El Kaddouri che si fa vedere comunque poco; evanescente Gabbiadini, che non riesce a creare grattacapi alla difesa neroverde. Il fischio finale decreta un risultato giusto, che premia la squadra che ha offerto il miglior calcio, mostrando organizzazione di gioco e grande verve. Il Napoli è ancora un cantiere aperto ma Sarri deve affrettarsi: la piazza partenopea è nota per il calore e la passione, non per la pazienza.

SASSUOLO-NAPOLI 2-1 (1-1)
SASSUOLO
 (4-3-3): Consigli 6, Vrsaljko 6, Cannavaro 6,5, Acerbi 7, Peluso 6, Missiroli 6.5, Magnanelli 6, Duncan 6, Berardi 7 (17′ st Politano 6), Defrel 6,5 (37′ st Falcinelli 6.5), Floro Flores 7.5 (27′ st Sansone 7). (1 Pomini, 79 Pegolo, 21 Fontanesi, 23 Gazzola, 26 Terranova, 6 Pellegrini, 8 Biondini). All.: Di Francesco
NAPOLI (4-3-1-2): Reina 7, Maggio 5, Chiriches 5,5, Albiol 5,5, Hysaj 5,5, David Lopez 5,5, Valdifiori 6, Hamsik 6,5, Insigne 5,5 (27′ st El Kaddouri 5,5), Mertens 6 (35′ st Callejon 6), Higuain 5,5 (17′ s.t. Gabbiadini 5). (1 Rafael, 22 Gabriel, 3 Strinic, 4 Henrique, 26 Koulibaly, 96 Luperto, 20 Dezi, 5 Allan, 8 Jorginho). All.: Sarri
ARBITRO: Doveri di Roma
RETI: nel pt 4′ Hamsik, 31′ Floro Flores; nel st 39′ Sansone
ANGOLI: 5-1 per il Sassuolo
RECUPERO: 0′ e 4′
AMMONITI: Magnanelli, Chiriches, Valdifiori, Berardi, Peluso per gioco scorretto
SPETTATORI: 13.000 circa (abbonati 5707, paganti 8048).
repubblica.it

Mondiali,20km marcia, oro spagnolo Lopez

Il 27enne spagnolo Miguel Angel Lopez completa un triennio da sogno vincendo il titolo mondiale dei 20km di marcia a Pechino, dopo il bronzo iridato di Mosca 2013 e il titolo europeo di Zurigo 2014. Gli azzurri, come chiaro fin dal via (ma probabilmente già dalla vigilia), sono fuori dai giochi di vertice. Il pugliese Massimo Stano (1h22:53) è ventesimo, il romano Giorgio Rubino (1h23:23) lo segue a pochi passi, il torinese Federico Tontodonati è 28esimo (1h24:33).
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Calcio, Serie A in tv: 1ª giornata Domenica 23 Agosto in diretta

Si apre, la Serie A di calcio.

Di seguito il dettaglio della programmazione tv. Come noto, i diritti televisivi del massimo campionato sono stati acquistati da Sky (tutte le partite) e Premium (tutte le gare di Juventus, Milan, Inter, Roma, Napoli, Fiorentina, Lazio e Genoa).


Domenica 23 agosto
ore 18
Juventus-Udinese Sky Sport 1 HD – Sky Supercalcio HD – Sky Calcio 1 HD
telecronaca Fabio Caressa; commento Beppe Bergoni; inviati Giovanni Guardalà e Francesco Cosatti
ore 20.45
Fiorentina-Milan Sky Sport 1 HD – Sky Calcio 1 HD
telecronaca Maurizio Compagnoni; commento Luca Marchegiani; inviati Peppe Di Stefano e Matteo Barzaghi; Diretta Gol Riccardo Trevisani
Inter-Atalanta Sky Calcio 2 HD
telecronaca Federico Zancan; commento Daniele Adani; inviati Andrea Paventi e Massimiliano Nebuloni; Diretta Gol Daniele Barone
Sassuolo-Napoli Sky Calcio 3 HD
telecronaca Gianluca Di Marzio; commento Massimo Mauro; inviati Massimo Ugolini e Marco Nosotti; Diretta Gol Riccardo Gentile
Palermo-Genoa Sky Calcio 4
telecronaca Antonio Nucera; commento Massimo Muraro; inviata Vanessa Leonardi; Diretta Gol Geri De Rosa
Frosinone-Torino Sky Calcio 5 HD
telecronaca Andrea Marinozzi; commento Lorenzo Minotti: inviato Angelo Mangiante; Diretta Gol Davide Polizzi
Sampdoria-Carpi Sky Calcio 6 HD
telecronaca Dario Massara; commento Renato Zaccarelli; inviato Riccardo Re; Diretta Gol Rosario Triolo
Empoli-Chievo Sky Calcio 7 HD
telecronaca Massimo Tecca; commento Claudio Onofri; inviato Manuele Baiocchini; Diretta Gol Luca Boschetto

Serie A | 1ª giornata in diretta su SkyGo e Premium Play

Premium Play consente ai clienti Premium di vedere in diretta online tutti gli anticipi e i posticipi, “Diretta Premium” e i migliori due incontri della domenica pomeriggio. I match sono visibili su pc e iPad (sia in wi-fi sia in 3G) scaricando la app gratuita Premium Play.
Disponibile anche per gli abbonati Sky la possibilità di gustarsi il calcio in diretta in mobilità. Grazie a SkyGo.
tvblog.it

SEGUI SASSUOLO-NAPOLI IN DIRETTA DALLE 20.45: ecco gli aggiornamenti in tempo reale

SASSUOLO-NAPOLI: arbitra Doveri di Roma

Sarà il Sig. Daniele Doveri della Sezione AIA di Roma 1 a dirigere la partita Sassuolo-Napoli, prima giornata della Serie A TIM 2015/16 in programma Domenica 23 Agosto alle ore 20,45 al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia. Assistenti sono stati designati il Sig. Dobosz di Roma 2 e il Sig. Tegoni di Milano. Quarto Ufficiale il Sig. Ranghetti di Chiari. Sono stati designati in qualità di arbitri di porta il Sig. Orsato di Schio e il Sig. Pinzani di Empoli.
sassuolocalcio.it

Sassuolo-Napoli: probabili formazioni e statistiche

Nello scorso campionato nessuna squadra ha vinto più partite di Napoli e Sassuolo da situazione di svantaggio, quattro entrambe

PROBABILI FORMAZIONI
Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Acerbi, Cannavaro, Peluso; Biondini, Missiroli, Duncan; Berardi, Defrel, Sansone. All.: Di Francesco
Squalificati: Magnanelli
Indisponibili: -
Napoli (4-3-1-2): Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Hysaj; Allan, Valdifiori, Hamsik; Insigne; Callejon, Higuain. All.: Sarri
Squalificati: Ghoulam
Indisponibili: -
***
STATISTICHE OPTA
Il Napoli ha vinto all’esordio in tutte le ultime quattro stagioni, segnando 11 reti e subendone due.
Il Sassuolo non ha mai vinto alla prima giornata in Serie A (1N, 1P).
Napoli imbattuto nei quattro precedenti in Serie A contro il Sassuolo: un pareggio seguito da tre vittorie.
Il Sassuolo non è riuscito a segnare nelle ultime tre partite contro il Napoli.
Il Napoli, ha fallito cinque cinque penalty nella passata stagione: nessuna squadra ha fatto peggio nella Serie A 14-15.
Nello scorso campionato nessuna squadra ha vinto più partite di Napoli e Sassuolo da situazione di svantaggio, quattro entrambe.
Paolo Cannavaro è il grande ex della sfida: per lui sei gol in 197 presenze in Serie A con il Napoli.
Mirko Valdifiori ha chiuso la passata stagione come miglior assistman su situazioni di palla inattiva: sei i suoi passaggi vincenti da calcio piazzato.
Nel 2014/15 Domenico Berardi è stato il più giovane calciatore ad aver segnato almeno 15 gol nei cinque migliori campionati europei.
Berardi ha preso parte attiva a sei degli ultimi sette gol del Sassuolo in campionato (quattro gol, due assist). 
Eurosport
segnalazione web a cura di Redazione Sport @newsfresche
ufficio.press@yahoo.it

Manca meno di una settimana all’inizio della serie A ed è già febbre da debutto per i tifosi di Sassuolo e Napoli


Manca meno di una settimana all’inizio della serie A ed è già febbre da debutto per i tifosi di Sassuolo e Napoli che, alle 20.45 di domenica, vedranno i propri beniamini affrontarsi al Mapei Stadium. La prevendita dei biglietti sarà attiva da questa mattina secondo le consuete modalità, dunque online (su www.vivaticket.it), nei punti vendita del circuito Viva Ticket e nelle filiali del Banco San Geminiano e San Prospero delle province di Modena e Reggio Emilia, il cui elenco si può trovare sul sito www.sassuolocalcio.it. Per evitare lunghe code alle casse dello stadio il giorno della partita – le normative vigenti sulla nominatività dei biglietti hanno allungato i tempi di emissione ai botteghini – è consigliabile assicurarsi un posto al Mapei Stadium in prevendita.
TIFOSI SASSUOLO Il popolo neroverde, al quale è esclusivamente dedicato il settore di Gradinata Sud, non ha solo la possibilità di acquistare il biglietto. È infatti ancora attiva la campagna abbonamenti e il club ha voluto sottolineare a tutti i propri tifosi di valutare la sicura convenienza della tessera stagionale rispetto all’acquisto dei biglietti per le singole partite.
TIFOSI NAPOLI L'acquisto dei biglietti per la curva ospiti (3.300 posti) è possibile presso i punti vendita abilitati VivaTicket e le filiali abilitate del gruppo Banco Popolare. I tifosi del Napoli residenti in regioni diverse dalla Campania possono acquistare il tagliando anche se sprovvisti di tessera del tifoso. Altri settori destinati esclusivamente a loro sono la tribuna laterale nord e i distinti laterali nord. Ai tifosi residenti in Campania, invece, è concesso esclusivamente l’acquisto dei biglietti di curva ospiti (700 posti) e solo se in possesso di tessera del tifoso. Per loro la vendita si concluderà alle ore 19 di sabato 22 agosto.
PREZZI Tribuna centrale superiore 100 euro (60 ridotto, 14 under 16), tribuna centrale inferiore 80 euro (50 ridotto, 35 under 16), tribuna laterale superiore 60 euro (40 ridotto, 30 under 16), tribuna laterale inferiore 50 euro (30 ridotto, 20 under
16), distinti centrali 55 euro (35 ridotto, 25 under 16), distinti laterali 50 euro (30 ridotto, 20 under 16), gradinata sud curva Sassuolo 25 euro (20 ridotto, 15 under 16), gradinata nord curva ospiti 25 euro. Ai prezzi si devono aggiungere i diritti di prevendita.

Marco Costanzini- Gazzetta di Modena

segnalazione web a cura di Albana Ruci

L'ormone dello sport esiste (e fa dimagrire)

Esiste davvero. Si chiama irisina e il nostro corpo lo produce quando facciamo movimento, o attività fisica. L'ormone dello sport, che è un aiuto a metabolismo e al sistema cardiovascolare, era stato scoperto nel 2012 nei topi, ma era stata presto considerato un falso mito, non presente nell'uomo. Fino a quando non è arrivata l'università di Harvard. Un team di ricerca ha infatti appena pubblicato sulla rivista Cell Press uno studio nel quale spiega di aver verificato che l'irisina esiste ed è presente nell'uomo. Ma non è tutto: il gruppo di scienziati avrebbe addirittura redatto un protocollo, da perfezionare, per dosarlonel sangue.

Uno dei principali autori del lavoro, Bruce Spiegelman del Dana-Farber Cancer Institute e della Harvard Medical School, ha spiegato le cause del mistero della sostanza che prima si credeva esistere, poi no, e adesso di nuovo si. Essenzialmente la colpa è delle analisi di spettroscopia di massa, cioè la tecnica di misurazione usata, che cercavano una sequenza sbagliata. Una volta modificato questo parametro, è stato possibile individuarla e misurarla. Come hanno fatto i ricercatori, che nel loro studio ne hanno misurato i livelli presenti in un gruppo di volontari sedentari e altri che hanno portato a termine attività aerobiche. Il loro lavoro, e i relativi risultati (se confermati) porteranno a nuovi studi e prodotti farmacologici contro malattie del metabolismo, ma anche trattamenti per perdere peso in maniera più efficace.
 
Copyright foto: Fotolia
http://magazinedelledonne.it/

CALCIO, CARPI: ASSEGNATI I NUMERI DI MAGLIA, A MATOS IL 7

Il Carpi ha comunicato i numeri ufficiali di maglia per la serie A 2015-16. Fra i nuovi acquisti, Matos ha preso il 7, Marrone ha optato per il 39, il 33 e' andato a Spolli, il 18 per Bubnjic. Questo l'elenco completo: portieri: 1 Brkic, 22 Benussi; difensori: 2 Wallace, 3 Letizia, 5 Poli, 6 Gagliolo, 18 Bubnjic, 21 Romagnoli, 33 Spolli, 34 Gabriel; centrocampisti: 8 Bianco, 10 Lazzari, 11 Di Gaudio, 17 Porcari, 19 Pasciuti, 20 Lollo, 29 Martinho, 39 Marrone, 58 Fedele; attaccanti: 7 Matos, 9 Wilczek, 15 Lasagna, 99 Mbakogu.
sport.repubblica.it 

#Milan solleva il #TrofeoTim. Battuto il #Sassuolo ai rigori

Il Milan vince il Trofeo Tim. Ai calci di rigori batte 5-4 il Sassuolo

Duncan illude gli emiliani, pari allo scadere di Nocerino. Ai rigori Donnarumma fa 2 miracoli. C'è anche un palo di Floro Flores, e un colpo di testa di Cerci salvato sulla linea

le scelte — Rispetto alla gara di esordio in questo Trofeo Tim contro l'Inter, Mihajlovic cambia quasi tutto l'undici. Il Milan scende in campo con il 4-3-2-1 con questi interpreti: Donnarumma; Abate, Mexes, Romagnoli, Antonelli; Poli, Montolivo, José Mauri; Suso, Cerci; Matri. Di Francesco non tocca il modulo (il 4-3-3) e risponde, in partenza, con Consigli; Vrsaljko, Cannavaro, Terranova, Gazzola; Broh, Magnanelli, Duncan; Berardi, Floccari, Floro Flores.
 
che avvio — Nei primi minuti, Sassuolo e Milan provano subito ad alzare i ritmi e lo spettacolo ne beneficia. La prima occasione è del Milan dopo 58 secondi: su un collo pieno di Mexes dalla sinistra dell'area di rigore, Consigli è chiamato al miracolo. Passa esattamente un minuto e Duncan, servito da una splendida apertura di Berardi, risponde, ma senza impensierire il giovanissimo Donnarumma. Il Sassuolo è arrembante: Floro Flores colpisce il palo al 5' e all'8' arriva il vantaggio di Duncan.
 
peccato cerci — Incassato il gol, il Milan prova a riprendere la partita in mano. I rossoneri fanno riferimento soprattutto sulle fiammate di Cerci e sulle giocate di Suso. E' proprio Alessio Cerci ad avere la palla per il vantaggio, al minuto numero 31, ma il suo colpo di testa è fermato sulla linea da un provvidenziale recupero di Acerbi. I rossoneri ci provano fino all'ultimo minuto, e l'ostinazione è premiata al terzo di recupero quando Nocerino trova il pari con un bella conclusione a giro. Il Trofeo Tim si decide ai calci di rigore.
 
ai rigori — La sequenza dei calci di rigore: Falcinelli (gol), Matri (gol), Floccari (gol), Cerci (gol), Berardi (parato da Donnarumma), Suso (gol), Duncan (gol), Montolivo (parato), Acerbi (parato), Nocerino (gol).

 Gasport 

segnalazione web a cura di Albana Ruci

Serie A, stasera debutta la goal-line technology Sarà testata in occasione del Trofeo Tim a Reggio Emilia

Parte stasera una nuova era per il calcio italiano. Per la prima volta verrà infatti applicata la tanto attesa 'goal-line technology', lo strumento che dovrebbe servire ad evitare i gol-fantasma. Per la nuova tecnologia debutto questa sera al 'Mapei Stadium' di Reggio Emilia in occasione del Trofeo Tim. Già dalla prima di campionato sarà attiva ogni domenica sui nostri campi di Serie A.
calciomercato.it

Per il Trofeo TIM 2015 Milan, Inter e Sassuolo si sfideranno in incontri di 45 minuti ciascuno mercoledì 12 agosto

Appuntamento come ogni anno con il Trofeo TIM 2015, il torneo dell'estate calcistica italiana, che si disputea quest'anno il 12 agosto al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia, alle 20.45. Al tradizionale triangolare, giunto alla quindicesima edizione, prenderanno parte A.C. Milan, F.C. Internazionale e U.S. Sassuolo Calcio, che si sfideranno in incontri di 45 minuti ciascuno. Il Trofeo TIM sarà trasmesso in diretta televisiva su Canale 5.
Quest'anno il Trofeo TIM ospiterà la prima applicazione ufficiale in Italia della "goal-line technology". Lega Serie A, che dalla prossima stagione utilizzerà il sistema tecnologico volto a verificare eventuali episodi di "gol-non gol", ha scelto il Trofeo TIM per testarne l'utilizzo in campo.
Anche quest'anno sei ospiti potranno seguire i match da bordo campo nella esclusiva "panchina TIM". Il Trofeo TIM sarà seguito sui social (Twitter, Facebook, Instagram) con l'hashtag #TrofeoTIM.
movietele.it

#TrofeoTim alle porte. Storie e scaramanzie del triangolare vinto quattro volte dal Milan

Milan, Inter e Sassuolo pronte alla passerella

Il Trofeo Tim vedrà tenersi la sua quindicesima edizione (la prima è del 2001) il prossimo mercoledì 12 agosto al Mapei Stadium di Reggio Emilia: Milan, Inter e Sassuolo le partecipanti. Nel corso degli anni il classico triangolare amichevole ha mutato protagonisti e sedi in più occasioni col solo Milan sempre presente nelle 15 edizioni. Storicamente nato per avere un assaggio puramente agostano dei classici big match tra le tre squadre più vincenti d’Italia, il trofeo organizzato dalla nota compagnia telefonica ha sempre dato indicazioni importanti sul campo e spesso segnato anche carriere non in accezione del tutto positiva.
Per le prime 12 edizioni il Trofeo Tim fu un discorso esclusivo tra Milan, Inter e Juventus mentre dal 2013 il fulminante Sassuolo del patron Squinzi prese il posto dei nerazzurri per le successive 2 edizioni ; nerazzurri che rientreranno in gioco da questa edizione al posto della Juventus fresca vincitrice della Supercoppa italiana in salsa cinese. Sarà la terza edizione consecutiva ospitata dal Mapei Stadium di Reggio Emilia mentre negli ultimi 15 anni, in cui la formula del triangolare con partite da 45 minuti non è mai cambiata, si sono alternati vari impianti; dall’esordio della manifestazione al Nereo Rocco di Trieste passando per San Siro, il San Nicola di Bari e singole edizioni anche a Torino, Pescara e Ancona. Tra il Trofeo Tim e il Berlusconi volano le scaramanzie secondo cui chi se li porta a casa è destinato a doversi rassegnare in campionato; ovviamente la regola è stata già più volte smentita anche al Tim ma la nomea creatasi probabilmente a causa delle quattro vittorie consecutive dell’Inter tra il 2002 e il 2005 è tutt’ora dura a morire.
L’albo d’oro vede proprio i nerazzurri saldamente in vetta con 8 trofei seguiti dal Milan con 4, con Juventus e Sassuolo ferme ad uno. L’ anno scorso il Trofeo TIM prese la via di Milanello con i rossoneri di Pippo Inzaghi che piegarono la Juventus grazie al gol di Honda ed il Sassuolo grazie a Menez ed El Shaarawy. Negli anni sono rimaste impresse alcune immagini della manifestazione come la vera e propria rissa in campo tra Cosmin Contra ed Edgar Davids datata 2002 e originata da un fallaccio dell’olandese ex Milan su Rino Gattuso; giocatori espulsi e rissa che si trascinò anche negli spogliatoi con il Milan che, un paio di settimane dopo, cedette proprio il terzino romeno all’Atletico Madrid. L’ anno dopo un altro episodio poco piacevole fu l’ennesima entrataccia di Materazzi col piede all’altezza dello sterno di Pippo Inzaghi che spinse Carlo Ancelotti a commentare “Conosciamo Materazzi, fa sempre così” sull’ onda anche di altri orribili interventi dell’interista nei derby di Champions di pochi mesi prima.
Per fortuna poi ci sono i gol; ben 9, escludendo i rigori, nell’edizione di San Siro 2006 con Clarence Seedorf (tutt’ora capocannoniere della storia del Trofeo Tim con 4 centri) e Kakà a far da mattatori. L’anno scorso il premio di migliore in campo della manifestazione lo vinse Keisuke Honda in gol contro la Juventus; Juve che mancherà nell’ edizione di quest’anno che si aprirà mercoledì prossimo alle ore 20.45 proprio con il secondo derby stagionale Milan-Inter che, Trofeo Tim o meno, pur per soli 45 minuti sarà altro derby vero.
http://ivm.ilcalciomagazine.it

Calcio #TrofeoTim 2015: Inter Milan Sassuolo diretta twitter

F1: Monza, una card speciale per il Gp

 Gran Premio con sconti, trasporti gratis e musei, con la 'Gp card' del Comune di Monza, creata in occasione del prossimo Gran Premio d'Italia di F1 per tutti gli appassionati di motori e oltre. La carta "Monza True emotion" sarà in vendita solo online a 74 euro (più commissioni di vendita) e consentirà di assistere sia alle prove che alla gara di Formula 1 (posti prato), di recarsi gratuitamente al circuito a bordo dei mezzi pubblici monzesi.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Coppa Italia: oggi il secondo turno

 Le 17 gare odierne e il posticipo di domani fra Catania e Spal completeranno il programma del 2/o turno di Coppa Italia, ad eliminazione diretta, apertosi ieri con gli anticipi Livorno-Ancona (2-0 ai supplementari) e Spezia-Brescia (1-0). Nel 3/o turno, il 15/8 e sempre ad eliminazione diretta, il Livorno sarà impegnato sul campo del Carpi e lo Spezia su quello del Frosinone. Tra le gare di oggi: Avellino-Casertana, Bari-Foggia, Cagliari-Entella, Cesena-Lecce, Pescara-Sudtirol e Salernitana-Pisa.
   
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

La Juventus batte la Lazio 2-0 e vince la sua settima Supercoppa

E' della Juventus, come da pronostico, il primo trofeo della nuova stagione. A Shanghai, in uno stadio dal manto erboso pessimo e in un ambiente condizionato dal forte vento, la squadra di Allegri batte 2-0 la Lazio dopo un primo tempo all'insegna della noia, in cui però le cose migliori avevano cercato di farle i giocatori biancocelesti. Poi però, nella ripresa, la Juve si è svegliata e trascinata da un ottimo Pogba, galvanizzato dalla maglia numero 10, ha chiuso il match nel giro di 4 minuti, dal 69' al 73', con due reti dei nuovi acquisti Mandzukic eDybala.
Maggior numero di scudetti e di Coppa Italia e, ora, anche di Supercoppa italiana. Con la vittoria per 2-0 contro la Lazio, a Shanghai, la Juventus conquista la settimana Supercoppa e stacca nella speciale classifica il Milan, che resta fermo a quota sei. La Juventus - alla quarta edizione consecutiva della competizione - è anche la squadra che ha preso parte a più edizioni della Supercoppa, ben 11 inclusa quella di oggi in Cina.
ansa
segnalazione web a cura di Giuseppe Serrone

Durante Trofeo Tim 2015 sarà utilizzata per la prima volta in Italia la “goal-line technology” per verificare eventuali episodi di “gol-non gol” . L’evento sarà trasmesso in diretta TV su Canale 5 dalle ore 20.45

TIM, sponsor ufficiale della Lega Serie A, presenta il Trofeo TIM 2015, il torneo dell’estate calcistica italiana, che si disputerà il 12 agosto al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia, alle 20.45. Al tradizionale triangolare, giunto alla quindicesima edizione, prenderanno parte A.C. Milan, F.C. Internazionale e U.S. Sassuolo Calcio, che si sfideranno in incontri di 45 minuti ciascuno.

Il Trofeo TIM sarà trasmesso in diretta televisiva su Canale 5.

Quest’anno il Trofeo TIM ospiterà la prima applicazione ufficiale in Italia della “goal-line technology”. Lega Serie A, che dalla prossima stagione utilizzerà il sistema tecnologico volto a verificare eventuali episodi di “gol-non gol”, ha scelto il Trofeo TIM per testarne l’utilizzo in campo.

Anche quest’anno sei ospiti potranno seguire i match da bordo campo nella esclusiva “panchina TIM”.

Il Trofeo TIM sarà seguito sui social (Twitter, Facebook, Instagram) con l’hashtag #TrofeoTIM.

TIM è vicina al mondo del calcio dal 1998, sostiene e promuove le manifestazioni sportive di grande valore sociale e aggregativo. TIM è sponsor del massimo campionato e di tutte le competizioni ufficiali organizzate da Lega Serie A: Serie A TIM, TIM Cup, Supercoppa TIM, Primavera TIM.

La manifestazione è organizzata con la collaborazione di Master Group Sport.

                                                                      *****

TIM è il brand unico del Gruppo Telecom Italia che opera nel mercato offrendo servizi di telefonia fissa e mobile, internet, contenuti digitali e servizi cloud. TIM, abilitatore alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione più innovative, accompagna l’Italia verso il traguardo della piena digitalizzazione, grazie alla realizzazione delle infrastrutture di rete ultrabroadband e alla diffusione dei servizi di ultima generazione.

http://www.telecomitalia.com

Trofeo Tim 2015, data, orario e partecipanti

Dopo la lunga sosta estiva sta per ripartire alla grande la stagione calcistica.

Torna il grande calcio con il Trofeo Tim (12 agosto 2015) che in questi anni si è andato ritagliando uno spazio importante, anche televisivamente parlando. Nelle recenti gare d'agosto sono emersi dei ritardi di preparazione per alcune squadre italiane come Roma e Milan. I giallorossi sono stati duramente battuti dal Barcellona per 3-0 ma aspettano per l'arrivo nella capitale del forte attaccante bosniaco Edin Dzeko (dal City) che andrà a formare con Salah una coppia davvero intrigante.
Il Milan sogna ancora Ibrahimovic per l'attacco e il giovane talento Romagnoli per la difesa. Nei prossimi giorni ne sapremo di più. I rossoneri prenderanno parte al Trofeo Tim con Sassuolo e Inter, per il classico "triangolare" con tempi da 45 minuti ciascuno: una formula ben rodata. Si gioca a Reggio Emilia. Lo scorso anno al posto dell'Inter c'era la Juve. Si gioca in data 12 agosto 2015.

La favorita per la vittoria del Trofeo Tim 2015

Quest'anno a prevalere dovrebbe essere l'Inter, che si è molto rafforzata, mentre Milan e Sassuolo sono ancora in fase di rodaggio, ma tutto può accadere, anche a causa delle temperature davvero africane che hanno caratterizzato questa lunga estate, coi suoi anticicloni dai nomi pittoreschi.

Il Sassuolo è ormai una bella realtà del massimo campionato di calcio, che però ha vinto il Trofeo Tim Cup una volta sola, mentre l'anno passato fu il Milan di Pippo Inzaghi ad alzare il trofeo, salvo poi deludere non poco in campionato.
Si gioca dunque al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia il 12 agosto 2015, con calcio d'inizio fissato alle 20:45. I prezzi dei biglietti variano da 15 Euro a 35 Euro a seconda del settore. La partita sarà trasmessa da un'emittente Mediaset, al momento ancora da definire.
Il nostro pronostico, lo ripetiamo, è una vittoria dei nerazzurri di Mancini, che quest'anno partono con grandi ambizioni, anche perché i principali rivali, cioè i campioni d'Italia della Juventus hanno perso Pirlo, Tevez e Vidal e lamentano già tre infortunati di rilievo come Khedira, Chiellini, Morata.
Il Trofeo Tim del 12 agosto 2015 ci dirà qualcosa di più sullo stato di forma di queste tre squadre. L'appuntamento è alle 20:45.
blastingnews.com