Europei scherma, oro per gli sciabolatori

L'Italia chiude al primo posto del medagliere gli Europei di scherma di Zagabria. Il successo che ribadisce la leadership azzurra arriva al termine dell'ultima gara. Gli azzurri vincono l'oro nella prova a squadre di sciabola maschile. Diego Occhiuzzi, Luigi Samele, Enrico Berré e Aldo Montano battono l'Ungheria 45-40. Quarto posto per le spadiste: Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo, Francesca Quondamcarlo e Giulia Rizzi sono state sconfitte nella finale per il bronzo dall'Ungheria 28-25.
ansa

News Volley: World League, Russia-Italia 1-3. Azzurri al comando della Pool B, domani si replica

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - Un'Italia concreta e determinata batte la Russia a Surgut (Siberia) imponendosi 3-1 (26-24, 28-30, 25-20, 25-17) in casa dei campioni olimpici e si porta al comando della Pool B, in attesa della seconda sfida che domani (ore 14 italiane), chiuderà il terzo week end di World League dell'Italvolley. L'incontro e' durato oltre due ore, con Zaytsev top scorer indiscusso (30 punti). Classifica: Classifica: Italia 14 punti, Russia 11, Serbia 9, Germania e Iran 1, Cuba 0.

Basket: Ognuno dei campioni d'Italia della Montepaschi si è reso protagonista di un record

Bobby BROWN – E’ il giocatore ad aver realizzato più punti nella stagione: 1373 in 77 gare (Serie A 846 in 49 – Coppa Italia 55 in 3 – Supercoppa 20 in 1 – Eurolega 452 in 24)

Benjamin EZE – E’ l’unico giocatore Montepaschi ad aver conquistato nei play off più rimbalzi in attacco (38) che in difesa (35)

Marco CARRARETTO – E’ il giocatore che ha vinto più scudetti nei play off (8), ex aequo con Dino Meneghin e Riccardo Pittis

Aleksander RASIC – E’ l’unico giocatore di Siena (assieme a Lechthaler) a non essere mai andato in doppia cifra in campionato (2 le gare con 10 o più punti in Eurolega) Kristjan KANGUR – E’ il primo giocatore estone a vincere un campionato italiano

Viktor SANIKIDZE – E’ il giocatore Montepaschi ad aver avuto il miglior rapporto rimbalzi/minuti giocati nei play off: 0.304 (76 in 250 minuti, quinto tra tutti i giocatori dei play off)

Tomas RESS – E’ l’unico giocatore della rosa Montepaschi ad aver vinto uno scudetto con un’altra squadra (1 presenza nella Virtus Bologna 1997/98)

Benjamin ORTNER – E’ l’unico giocatore Mens Sana ad avere migliorato la media punti in tutte le fasi play off: 2.9 nei quarti, 6.3 in semifinale, 9.8 in finale

Luca LECHTHALER – E’ l’unico giocatore di Siena non entrato nei play off, dove ha complessivamente in maglia Mens Sana 56 presenze, di cui 42 non entrato

Matt JANNING – E’ il primo americano a passare dalla retrocessione in Lega2 (l’anno scorso con Casale) allo scudetto. Prima di lui, nell’era play off, c’erano riusciti altri 7 giocatori, due dei quali protagonisti della finale 2012/13: Tomas Ress (Reggio Emilia 2006/07, Siena 2007/08), Lorenzo D’Ercole (Udine 2008/09, Siena 2009/10). E ancora Roberto Premier (Gorizia 1980/81, Milano 1981/82), Paolo Moretti (Verona 1991/92), V.Bologna 1992/93), Alessandro Boni (Fabriano 1988/89, Pesaro 1989/90), Matteo Anchisi (Pistoia 1998/99, F.Bologna 1999/00), Alessandro Daniele (Rieti 1982/83, V.Bologna 1983/84).

Daniel HACKETT – E’ il primo giocatore ad essere MVP della finale scudetto e della Coppa Italia nella stessa stagione

David MOSS – E’ l’unico giocatore Montepaschi ad avere più palle recuperate (6) che palle perse (4) nelle 5 gare di finale

Dionte CHRISTMAS – E’ l’unico giocatore ad aver segnato 30 punti contro Milano nella stagione 2012/13
fonte: http://www.legabasket.it/news/113819/montepaschi__un_record_per_ogni_giocatore__brown

Basket: Tutte le statistiche dei play off: classifiche e confronti

Di seguito le classifiche statistiche dei play off dopo gara5 di finale. In piu' le statistiche delle sfide Roma/Siena negli scontri diretti 12-13 e della serie finale scudetto; il confronto vinte/perse nei playoff, quello nelle diverse fasi playoff e tra regular season e playoff.

fonte: http://www.legabasket.it/news/113816/tutte_le_statistiche_dei_play_off__classifiche_e_confronti

Europei scherma, due bronzi per l'Italia

(ANSA) - ZAGABRIA, 17 GIU - Due medaglie per l'Italia nella seconda giornata degli Europei, due bronzi conquistati da Andrea Baldini e Irene Vecchi che portano a 3 il totale nel medagliere azzurro. Baldini si è dovuto inchinare in semifinale del fioretto al tedesco Peter Joppich, che ha vinto la sfida 15-11, prima di laurearsi Campione europeo. Nella prova di sciabola, Vecchi e' stata battuta in semifinale 15-11 dalla greca Vougiouka, che ha poi perso la finale con l'ucraina Kharlan.

Basket: europei, Italia a seconda fase

(ANSA) - ROMA, 17 GIU - Il successo della Spagna sulla Svezia nell'ultimo impegno del Girone B ha qualificato l'Italia alla seconda fase dell'Eurobasket Women. Oggi la Nazionale Femminile era stata sconfitta dalla Russia 72-66 nel terzo impegno ma il -6 rimediato ha portato la differenza canestri di Italia e Russia in pareggio (-5): l'Italia passa il turno per aver segnato un punto in piu' (130/135) rispetto alle avversarie (129/134) nei confronti a tre Italia-Svezia-Russia.

Basket: Siena-Roma 81-71, toscani sul 3-1

(ANSA) - SIENA, 17 GIU - Montepaschi Siena batte Acea Roma 81-71 in gara-4 della finale scudetto di basket (al meglio delle sette partite) portando la serie sul 3-1. Gara-5 si giochera' mercoledi' a Roma e i toscani avranno a disposizione il primo match point per conquistare il settimo titolo consecutivo.
Datome miglior marcatore dell'incontro con 17 punti, 16 per Lawal e Hackett.
ansa

Calcio inchiesta: la nuova sfida: il fanta-abbonato

234x60_generico


Gli stadi italiani sono sempre gli stessi: brutti, sporchi, vecchi e qualcuno anche pieno di cattiveria (cori razzisti e violenze gratuite). Ma il tifoso pare non sia ancora saturo dinanzi allo scenario di questo nostro pallone. Il popolo del calcio infatti non rinuncia all’abbonamento, specie se i club fanno di tutto attrarli con la tessera “creativa”. Nella sfida al fanta-abbonamento, i campioni d’Italia della Juventus sono fuori competizione, per due ragioni: lo Juventus Stadium non rientra nella tipologia “all’italiana”, ma anzi grazie a questo impianto avveniristico gli introiti da stadio del club bianconero sono aumentati dall’8 al 20%, con una quota di 27 mila abbonati (destinata a salire questa estate) su 41mila posti a disposizione. Numeri da Bundesliga. A Firenze il rinascimento viola di Vincenzo Montella ha riscaldato i cuori della Fiesole e non solo. Così dopo tre giorni della nuova campagna abbonamenti 2013-2014 ne hanno venduti 3mila, di cui il 35% sottoscritti da nuovi abbonati. «Il nostro obiettivo, è di arrivare a 20mila», fanno sapere dalla società dei fratelli Della Valle. A Firenze si tratta di vendere 7mila abbonamenti in più della stagione appena archiviata con il 4° posto. Anche la Lazio fresca di vittoria della coppa Italia, con tanto di derby strappato alla Roma, punta ai 20mila abbonati. Intanto dalla società più penalizzata d’Europa (2 turni a porte chiuse decretati dalla Uefa in Europa League per scontri e cori antisemiti con il Tottenham), la Lazio appunto, arriva un segnale di grande distensione e di apertura a tutti. A cominciare dagli stranieri. Si chiama “Lazio world” l’iniziativa che permetterà ai cittadini nati all’estero e tifosi del club del presidente Lotito, di abbonarsi fino al 10 luglio a prezzi scontati. E i prezzi a quanto pare all’Olimpico sono assolutamente vantaggiosi: «Una Curva, costa meno oggi rispetto a dieci anni fa», informano dall’ufficio marketing della Lazio. Oltre alle agevolazioni agli stranieri, rimangono inalterate anche quelle per donne e bambini laziali. Dei 17mila abbonati della passata stagione, 7mila erano “cucciolini”, ovvero abbonamenti promozionali per gli under 14. L’entusiasmo laziale fa presagire numeri importanti. E anche sull’altra sponda del Tevere, nonostante l’ennesima stagione amara e senza Coppe della Roma, la torcida giallorossa non si arrende. Sono già 15mila i romanisti con l’abbonamento in tasca e non è detto che dopo l’effetto Zeman della scorsa estate, il club del patron americano James Pallotta non possa confermarsi almeno sul podio delle squadre con il maggior numero di fedelissimi (vedi tabella accanto, ndr). Il primato di abbonamenti dell’Inter (quasi 31mila), nonostante l’arrivo di Mazzarri, è messo a dura prova dalle 16 sconfitte della gestione Stramaccioni e dalla clamorosa assenza dall’Europa. Probabile uno scatto in avanti del Milan che invece con il 3° posto e la Champions, almeno sulla carta può offrire un menù più ricco al pubblico fidelizzato. Per riempire questi nostri poveri stadi comunque si fa di tutto. A Genova le due società hanno stipulato un accordo con l’Azienda mobilità trasporti (Amt) che garantisce agli abbonati di Samp e Genoa (assieme fanno 35mila) di recarsi a Marassi «usando gratis» autobus, metropolitana e funicolari. E per chi non ha più il lavoro e quindi neppure i soldi per pagarsi il bus e tanto meno il biglietto per la partita? La domanda se la sono posta al Pescara retrocesso in B. Provincia e club abruzzese hanno risposto: «Mille abbonamenti-regalo ai disoccupati» che così potranno seguire le partire dalla Curva Sud dello stadio Adriatico. Bambole non c’è un euro, era il refrain che circolava a Siena a fine campionato. Così nei giorni caldi dello scandalo Montepaschi - coincisi con la retrocessione della squadra toscana - per assistere a Siena-Parma il presidente Mezzaroma aveva proposto ai suoi 7mila abbonati di portare con sé allo stadio Franchi, uno o due amici, in qualsiasi settore, al costo simbolico di 50 centesimi. Ma ci sono anche abbonati che non sanno ancora dove siederanno quando il campionato comincerà. Sono quelli del Cagliari che hanno appena finito di viaggiare per l’Italia, da Parma a Trieste, per seguire i propri beniamini dopo il giallo della chiusura di Is Arenas. Visto il caos permanente dello stadio sardo, al momento pare improbabile che il Cagliari di Cellino possa abbandonare la posizione di fanalino di coda nella classifica abbonati (3mila). A Napoli invece non sono più i tempi di Maradona e il tifoso è cauto, specie ora che non sa quale sarà il destino dell’idolo Cavani. La società del patron cinepallonaro De Laurentiis la passata stagione ha venduto meno abbonamenti del Bologna, così per incentivare i nuovi clienti fissi del San Paolo sta pensando di garantire il “diritto” di prelazione dei tagliandi per le gare di Champions. Esclusiva per i soli abbonati, quindi per i possessori della “tessera del tifoso”. Tessera che è ancora causa di acessi dibattiti e che molti presidenti, a cominciare da De Laurentiis, considerano un “ostacolo” e non un mezzo di facilitazione per l’accesso allo stadio. E anche questa è una delle innumerevoli polemiche alle quali ormai il nostro calcio è abbonato. 
 Massimiliano Castellani - avvenire.it

Tabellone morto, il basket si suicida

La prima partita tra Acea Roma e Montepaschi Siena gestita tecnicamente come una gara di parrocchia

di Andrea Soglio
Premessa: i playoff del campionato di basket di quest'anno sono stati davvero un successo. Palazzetti esauriti, record di ascolti in tv dove ogni sera c'è una partita in diretta. GAre e serie tiratissime, ampio spazio sui giornali. Insomma, un'onda, uno tsunami di spettacolo e pubblicità che bisognava sfruttare al massimo con la finale tra Acea Roma e Montepaschi Siena per far fare un salto di qualità ad uno degli sport più praticati d'Italia ma tra i peggo gestiti, venduti e considerati.
Ed invece. Invece il basket decide di suicidarsi, in diretta tv, sul più bello. I fatti:
L'Acea Roma ha scelto come campo di gara il Pala Tiziano. Molto più piccolo del Palaeur, ma più caldo (dal punto di vista del tifo) e poi, visto com'è andata la post season dei capitolini, porta bene...
Così ecco il disastro. Al rientro dall'intervallo il tabellone elettronico si rompe. Soprattutto non funziona il conto alla rovescia dei 24 secondi. Uno strumento VITALE nella pallacanestro tanto che è obbligatorio dalla serie C in su. Senza, siamo ai livelli di basket amatoriale o parrocchiale.
Proprio quello che si è visto ieri al Pala Tiziano con il conteggio fatto con dei cartelli di legno e gli assistenti delle due panchine ad urlare un loro personalissimo conto alla rovescia ad ogni azione. Insomma, le comiche. E meno male che la partita è stata vinta da Siena in maniera netta ed indiscutibile. Ve le immaginate le polemiche in caso di arrivo in volata?
Insomma, la prima partita delle finali è stata falsata e gestita come una roba da torneo dei bar, sotto tutti i punti di vista. Chi fosse convinto del contrario (perché in lega, alla federazione e nelle società ci sarà qualcuno che la pensa davvero così) si guardi cosa succedeva negli Stati Uniti poche ore dopo la sirena di Roma. A San Antonio gli Spurs hanno giocato gara 3 delle nba finals contro i Miami Heat. Guardate lo show prima, durante e dopo la partita, l'inquadrature della tv, il palazzetto, il pubblico. Uno spettacolo, uno spot.
Noi, non ci resta che piangere.
ps. Ad Ottobre il commissioner Nba, David Stern, rispose così alla domanda di un cronista sul perché l'NBA aveva scelto di giocare in Inghilterra, Francia e Spagna, saltando l'Italia: "Perché in Italia non ci sono strutture all'altezza dei nostri standard..."
sport.panorama.it

 

Basket, finale scudetto: Siena sbanca Roma, gara 1 è sua

Inizia nel segno della Montepaschi la finale scudetto del campionato di basket. Siena, a caccia del settimo tricolore consecutivo, passa nettamente a Roma (85-76) in gara 1 riprendendosi subito il fattore campo. La squadra di Banchi, che proprio in trasferta ha disegnato il suo cammino nei play off vincendo lontano da casa le decisive gara 7 con Milano (nei quarti) e Varese (in semifinale), si dimostra ancora una volta infallibile negli appuntamenti che contano. La firma sul successo al Palatiziano la mettono il solito strepitoso Hackett (18 punti, 10 assist e 9 falli subiti), Moss (20 punti con 6 triple) e Brown (16). Roma, tornata in finale a cinque anni di distanza dall'ultima volta (nel 2008 finì 4-1 per Siena) e a caccia di uno scudetto che nella Capitale aspettano da trenta, gioca a sprazzi, con il suo leader Datome neanche in doppia cifra (7 punti con 3/7 al tiro) e i soli Taylor (15) e Lawal (17+8 rimbalzi) a reggere l'urto dei campioni uscenti. Giovedì si replica ancora a Roma.

L'inizio è tutto di Siena che nei primi 6' concede appena 6 punti volando subito a +10 (6-16) con due triple di Brown e i canestri di Moss. La reazione dell'Acea è affidata a Taylor, il play americano produce con Lawal un 6-0 che riporta la Virtus a contatto (12-16). Le triple di D'Ercole e Bailey ad inizio secondo quarto accendono il Palazzetto, Roma mette la testa avanti per la prima volta (24-22), spreme energia su ogni pallone e ribatte colpo su colpo alla Montepaschi. Banchi, che riporta tra i dodici Christmas) usa tanta zona
e trova risorse importanti dalla panchina, Eze segna 6 punti pesantissimi, Moss rimette la freccia e al riposo Siena è avanti di 2 (34-36) con Goss che segna sulla sirena del secondo quarto una tripla che tiene la Virtus a contatto.

Si riparte senza i tabelloni elettronici dei 24'' e il conteggio manuale. Lawal incappa nel terzo fallo, un brutto colpo per Calvani. Si accende Datome, cinque punti in fila per l'mvp del campionato, canestro di Taylor e sorpasso Roma sul 45-44 al 23'. Siena non si scompone, piazza un 7-0 con Brown e Sanikidze e torna avanti (45-51). Moss (3/4 da tre nel quarto) colpisce dalla distanza, la Montepaschi sale a +8 (51-59), Lorant dall'angolo firma il -3 (56-59) ma ancora Moss chiude il quarto con il trepunti del +6 (56-62).

Lawal segna il -4 all'inizio dell'ultimo periodo, è l'ultimo sussulto di Roma perché Siena piazza due triple in fila con Kangur e Ress e tocca nuovamente il +10 (58-68). Banchi usa il quintetto piccolo con Ress centro, Roma forza troppo, Hackett diventa il padrone della partita firmando il +13 (60-73) che a 6' dalla fine fa scorrere già i titoli di coda. ''Una vittoria importante su un campo molto difficile, volevamo riprenderci il fattore campo e ci siamo riusciti. Piedi a terra però perché la strada da fare è ancora tanta'' dirà a fine gara l'ex Pesaro. Dall'altro lato Datome promette battaglia: ''L'unico vantaggio che avevamo era quello del campo, hanno giocato meglio e meritato la vittoria. Non ci fasciamo la testa, anche con Reggio Emilia la serie è iniziata con una sconfitta e poi abbiamo vinto. Abbiamo il carattere per vincere la seconda sfida e poi andare a Siena a cercare il colpo''.   

Montepaschi Siena-Acea Roma 76-85(17-20, 34-36; 56-62)
Roma: Goss 16, Jones 9, D'Ercole 3, Datome 7, Bailey 3, Taylor 15, Lawal 17, Czyz 3, Lorant 3. N.e.: Tambone, Tonolli, Gorrieri. All.: Calvani.
Siena: Brown 17, Eze 8, Carraretto 2, Rasic 2, Kangur 3, Sanikidze 2, Ress 5, Ortner 8, Hackett 18, Christmas, Moss 20. N.e.: Lechthaler. All.:Banchi.
Arbitri: Cicoria, Paternicò, Bettini.
Note - Tiri liberi: Roma 7/10, Siena 14/19. Tiri da tre: Roma 9/22, Siena 13/26. Rimbalzi: Roma 41, Siena 28. Usciti per 5 falli:  Jones al 39'11". Spettatori: 3493.

Basket serie A: Trenkwalder riconferma lo Staff Medico societario

La Pallacanestro Reggiana comunica di aver confermato, anche per la stagione 2013/2014, lo Staff Medico societario composto dal Responsabile Sanitario Dott. Vincenzo Guiducci e dai medici sociali Dott. Umberto Guiducci e Dott. Giovanbattista Camurri.

Il Dott. Guiducci potrà avvalersi anche nella nuova stagione sportiva della preziosa collaborazione del Dott. Rodolfo Rocchi in qualità di consulente ortopedico e del Dott. Carlo Vinci, consulente chiropratico.
fonte originale >>> link 

La Pallacanestro Reggiana pare interessata a disputare una coppa europea

Sandro Crovetti, grande esperto del mondo della palla a spicchi e già general manager di diverse società di serie A e LegaDue, analizza la stagione della Trenkwalder nonché la prospettiva di un ritorno del club cittadino in Europa.
La Pallacanestro Reggiana pare interessata a disputare una coppa europea. quale è il suo parere?
«Per potere accedere ad una competizione europea credo che la società dovrà aspettare la fine del campionato e verificare se vi siano state rinunce in tal senso da parte di squadre che la hanno preceduta in classifica. Personalmente, se esistessero i presupposti, mi iscriverei di corsa».
Per quali motivi?
«Ai giocatori farebbe solo bene, non è pensabile mantenere la concentrazione giocando una gara ogni sette giorni mentre nel tuo campionato ci sono squadre che possono sfruttare anche un impegno infrasettimanale per amalgamare schemi e fare ruotare tutti i giocatori. La squadra reggiana ha alle spalle una società solida economicamente ed uno staff dirigenziale molto professionale, ingredienti fondamentali per partecipare ad una coppa. Loro sicuramente sapranno già come muoversi».
Lei come si muoverebbe?
«Il mio consiglio è di ampliare la rosa con almeno un giocatore titolare in più. Partecipare ad una coppa può significare andare a giocare in Siberia, tornare a Reggio e partire subito, che so, per Brindisi. Si viaggerà molto e bisogna avere un organico attrezzato perché il rischio è perdere posizioni importanti in campionato».
Vale la pena, provarci?
«Nel complesso questa scelta avrebbe molti risvolti positivi: sia per la tifoseria che già in passato ha dimostrato di apprezzare la Coppa Korac e l'Uleb Cup; sia per la squadra che aveva ottenuto risultati positivi. Poi è bene non dimenticare l'aspetto tecnico, quando si farà il mercato per i giocatori esteri, ma anche gli italiani stessi, sarà un bel biglietto da visita mostrare l'iscrizione ad una competizione continentale. I giocatori vanno presi di qualità per essere competitivi in entrambi i tornei e loro tendono a scegliere sempre palcoscenici continentali».
I tifosi saranno costretti a migrare a Modena per vedere le partite di Coppa?
«No, ci sono disposizioni particolari sulle capienze solo per l'Eurolega; le gare delle altre competizioni verrebbero giocate a Reggio».
Come definisce la stagione appena terminata dalla Trenkwalder?
«Eccezionale, di gran lunga al di sopra delle aspettative di tutti. Stupenda anche la tifoseria che col palasport sempre pieno ha dato dimostrazione di tutto l'attaccamento che la città ha nei confronti di questo sport e soprattutto di questa società».
La parola scudetto, a Reggio Emilia, è fuori luogo?
«Bisogna fare un progetto diverso. Reggio in quanto piazza storica del basket e come società affermata può ambire ad un risultato così alto ma bisogna investire molti soldi su giocatori esperti oltre a saper sfruttare al meglio i giovani emergenti in casa. Credo che la prossima stagione l'obiettivo iniziale sarà ancora la salvezza però nulla vieta di pensare o sperare che alla fine possa andare addirittura meglio di quest'anno».
Chi lo vince questo campionato?
«In questo preciso momento vedo meglio Siena rispetto alle altre tre; per tanti motivi. Se mi chiedere di fare dei pronostici dico 24% Varese, Roma e Cantù; 28% Siena».
Da grande uomo di basket, ci fa il punto sulla situazione italiana di questo sport?
«Ci sono molte difficoltà economiche che rispecchiano quella la crisi della società civile, pochi soldi dagli sponsor, poche entrate in generale per i club, quindi non sempre è facile muoversi. Se togliamo l'aspetto economico il basket in Italia è vivo più che mai: anche quest'anno sono emersi giovani importanti, penso a Datome che secondo me è pronto per l'Nba. Ed i palazzetti sono sempre pieni, c'è un seguito importante in tutte le città, da Brindisi a Caserta, passando per Avellino per finire in tutte le piazze storicheZ.
Tra poco inizierà l'Europeo, sarà dura per l'Italia tornare subito a grandi livelli?
«Peccato per Gallinari che non ci sarà ma io non sono così pessimista. Il problema sarà passare il girone preliminare, ce n’è capitato uno di ferro con Russia, Grecia e Turchia. Probabilmente vedremo all'opera anche il play della Pallacanestro Reggiana, Cinciarini, magari potrebbe essere aggregato al gruppo iniziale anche Cervi. Penso che la Nazionale abbia dei punti forti su cui costruire qualcosa di buono già da questi Europei in Slovenia».
Per lei c'è qualcosa di nuovo in cantiere?
«Per ora solo chiacchiere, quando inizierà il mercato dei manager vedrò e valuterò quello che mi verrà proposto».
Juri Panciroli
fonte: http://gazzettadireggio.gelocal.it/sport/2013/05/29/news/una-coppa-europea-farebbe-crescere-reggio-1.7157632

La Trenkwalder inizia a programmare la prossima stagione

Dopo l'addio di Demian Filloy, che in due anni è stato tra gli artefici della promozione in Serie A e dei successivi playoff nel massimo campionato, Reggio Emilia ha definito il rinnovo di Troy Bell. La guardia americana, tornata alla Trenkwalder nel febbraio scorso dopo l'esperienza del 2010/11, è stata tra i protagonisti della corsa fino a gara7 dei quarti di finale dei playoff contro Roma, da sesto uomo in grado di cambiare le partite, viaggiando a 14 punti di media. 
EUROCHALLENGE – La squadra di Max Menetti potrebbe essere impegnata anche in Europa: Reggio Emilia, già vista nelle Coppe nel 1998/99, 1999/00, 2002/03 e 2005/06, ha chiesto di disputare l'Eurochallenge, la terza competizione continentale.

corrieredellosport
http://www.corrieredellosport.it/basket/serie_a/2013/06/07-324247/Trenkwalder,+ufficiale+il+rinnovo+di+Bell

Atletica: Meeting Nebiolo, Azzurri male

Delusione Dayron Robles, al meeting di Atletica Primo Nebiolo. A Torino non ha brillato l'ostacolista cubano, campione di Pechino, che si e' piazzato sesto in 13''82, nei 110 hs. La nota piu' lieta della serata in chiave azzurra viene da Michael Tumi: per lo sprinter veneto un secondo posto sui 100, in 10''27, dietro al giamaicano Harvey. Bene anche la staffetta femminile: la 4x100 (Paoletta, Hooper, Siragusa, Draisci) ha stabilito con 44''02 il primato stagionale.

Delusione dagli altri azzurri.
ansa

F1: Canada, Vettel in pole position

Sebastian Vettel conquista la pole position del Gp del Canada di F1. Sesta la Ferrari di Fernando Alonso. Per Vettel è la 39/a pole in carriera, la terza della stagione. In prima fila accanto al tedesco della Red Bull, partira' Lewis Hamilton (Mercedes). Seconda fila per Valtteri Bottas (Williams) e Nico Rosberg (Mercedes). Quindi Mark Webber con l'altra Red Bull e la Ferrari di Alonso. Incidente a Felipe Massa durante la Q2, il brasiliano della Ferrari partira' in 16/a posizione.
ansa

Afghanistan... 1' silenzio su tutti i campi Coni: per ricordare militare italiano rimasto ucciso

(ANSA) - ROMA, 8 GIU - Lo sport si fermera' per un minuto di raccoglimento ricordando il militare italiano rimasto ucciso in Afghanistan. Il Presidente del Coni, Giovanni Malago', ha invitato le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive, che si disputeranno in Italia nel fine settimana, in memoria del militare italiano ucciso in Afghanistan.
ansa

Calcio. Sassuolo: Di Francesco prolunga: al timone per altri due anni

Il rinnovo del tecnico pescarese, artefice della storica promozione in A dei neroverdi, è il primo atto ufficiale della società di patron Squinzi nella massima serie. Definito anche lo staff tecnico, l'altro ex romanista Lorieri sarà il preparatore dei portieri Fresco di approdo in Serie A, il Sassuolo riparte dal suo vero caposaldo: già ampiamente annunciata, infatti, è arrivata la notizia del rinnovo del contratto che lega Eusebio Di Francesco al club neroverde. "Il primo atto ufficiale del Sassuolo Calcio per la nuova stagione in Serie A - si legge nella nota della società emiliana - si è concretizzato oggi nel rinnovo della fiducia a Mister Eusebio di Francesco, che ha condotto la squadra neroverde alla fantastica promozione del 18 maggio scorso. Questa mattina infatti Di Francesco ha sottoscritto un contratto biennale che gli consentirà di proseguire l'ottimo lavoro già svolto nel campionato appena concluso". DEFINITO L'INTERO STAFF TECNICO - Con il rinnovo di Di Francesco, la società di patron Squinzi ha annunciato anche i nomi dei collaboratori che affiancheranno l'allenatore pescarese nella prima storica stagione del Sassuolo nella massima categoria. Danilo Pierini sarà l'allenatore in seconda, mentre gli altri membri dello staff saranno Francesco Tomei (collaboratore tecnico), Fabrizio Lorieri (preparatore dei portieri), Nicandro Vizoco (preparatore atletico), Luca Morellini (preparatore atletico), Franco Giammartino (preparatore atletico).
repubblica.it

Basket, playoff Scudetto: Siena sbanca Varese e vola in finale

La Cimberio si arrende alla Montepaschi che passa 82-69 e ora sfiderà la Virtus Roma per cercare il settimo titolo consecutivo. Gara-1 è in programma l'11 giugno. Allo scadere spettacolo indecoroso dagli spalti del palazzetto varesino

In linea con le ultime sei sfide, Varese e Siena si danno battaglia fino all'ultimo quarto di gara-7 della semifinale scudetto. A spuntarla alla fine è la Montepaschi che sbanca il PalaWhirlpool 82-69 e conquista la finale per il settimo anno consecutivo. Ora tra i toscani e l'ottavo titolo tricolore c'è di mezzo la Virtus Roma. La Cimberio gioca alla pari fino all'ultimo quarto, mettendo spesso in affanno i campioni d'Italia, poi però si scioglie negli ultimi 4 minuti e Siena non perdona. Alla fine il distacco di 13 punti è probabilmente una punizione troppo dura per Varese capace di recuperare il doppio svantaggio nella serie e di far tremare i toscani fino alla fine. Ai padroni di casa non basta Mike Green autore di 20 punti, 6 assist e 2 rimbalzi. Siena, invece, ringrazia uno straordinario Daniel Hackett vero e proprio protagonista nell'ultimo quarto con uno score finale di 23 punti, 9 assist e 5 rimbalzi. Lo straordinario spettacolo messo in campo dalle due formazioni è, però, offuscato dal pubblico del PalaWhirlpool che nel finale lancia di tutto sul parquet dopo l'espulsione per proteste di Sakota. IL MATCH - In campo si presenta la Cimberio delle grandi occasioni, ma priva dell'infortunato Dunston, decisa e determinata contro una Montepaschi che non sta certo a guardare. Dopo 5' di gioco i biancorossi sono avanti di 5 (15-10). Le due squadre sbagliano parecchio, Siena guadagna qualche rimbalzo in attacco e si riporta sotto. Il primo quarto si chiude sul 26-24 per Varese. Nel secondo periodo ruotano gli uomini, ma la solfa non cambia. La squadra di casa è più precisa e difende in maniera aggressiva. Quando si va all'intervallo lungo i migliori marcatori sono Ere e Green (9) per Varese e Moss (10) per Siena. Il periodo si chiude sul 42-39 per Siena. I primi 5' del terzo periodo scorrono veloci con la Montepaschi che mantiene i 2 punti di vantaggio (55-57) e la Cimberio che recrimina per l'arbitraggio un po' a favore degli ospiti. La svolta della partita si ha quando manca un minuto alla fine del periodo: Siena è avanti di 5 e a Ivanov vengono fischiati 2 falli più un tecnico: la Montepaschi va a +10 e la Cimberio perde il lungo per 5 falli. Nell'ultimo quarto Varese ci crede e si fa sotto riuscendo ad accorciare fino al -3 (65-68), ma Talts fallisce la tripla che sarebbe valsa il pari. Siena a quel punto preme sull'acceleratore e torna la macchina da guerra di un tempo. Varese rincorre, va sotto di 13 e non riesce più a colmare il gap con la Men Sana che si aggiudica la finale in un PalaWhirlpool che protesta in maniera indecorosa per un arbitraggio discutibile. Finisce 69-82. Montepaschi Siena-Cimberio Varese 82-69 (24-26, 42-39, 67-59) Varese: Green 20, Banks 6, Ere 11, Sakota 12, Talts 8, Rush, De Nicolao 2, Balanzoni ne, Bertoglio ne, Cerella 1, Polonara 2, Ivanov 7. All.: Vitucci. Siena: Brown 14, Janning, Moss 19, Kangur 5, Eze ne, Carraretto, Rasic 3, Sanikidze, Ress 9, Ortner 9, Lechthaler ne, Hackett 23. All.: Banchi. Arbitri: Cerebuch, Taurino, Weidmann. Note - Tiri liberi: Cimberio 12 su 15, Montepaschi 22 su 27. Tiri da tre punti: Cimberio 7 su 23, Montepaschi 8 su 21. Rimbalzi: Cimberio 32, Montepaschi 34. Uscito per 5 falli: Ivanov 38'39'' (57-65). Tecnico a Ivanov (quinto fallo). Espulso Sakota per proteste 39'20''. Spettatori paganti 4787 per un incasso di euro 78.433
repubblica.it

La Pallacanestro Reggiana ha riconfermato per la stagione sportiva 2013/2014 lo statunitense Troy Bell

Tornato a Reggio Emilia lo scorso febbraio, dopo l'esperienza della stagione 2010/2011 conclusasi con la salvezza in Legadue, Bell e' stato uno dei protagonisti del bellissimo campionato della Trenkwalder in serie A, concluso a Gara7 dei quarti di finale dei play off scudetto, facendo registrare in 11 partite di stagione regolare una media punti di 15.6, 2.2 rimbalzi in 21.5 minuti medi. Nelle 7 gare dei play off contro Roma Bell ha totalizzato una media di 11.3 punti, 2.6 rimbalzi in 21.4 minuti medi.

tratto da http://sport.repubblica.it/news/sport/basket-reggio-emilia-bell-rinnova-per-un-altra-stagione/4355957

Incredibile al Paschiero, la Reggiana si salva!

Cuneo che getta al vento tantissime occasioni (due traverse in pochi minuti e situazioni favorevoli clamorose) nella ripresa, la rete granata che permette di mantenere la Prima Div. è di Alessi su rigore (contestatissimo), un pò di fortuna per la squadra emiliana. La Reggiana in trasferta aveva vinto solo in due occasioni (tre ne aveva pareggiate, ben undici perse) durante il campionato. 
ilgiornaledellosport.net

Milan: Allegri resta sulla panchina

(ANSA) - ARCORE (MONZA), 3 GIU - Massimiliano Allegri resta l'allenatore del Milan. Lo ha comunicato il club rossonero, con un comunicato. La notizia e' stata diffusa al termine di una lunga cena che si e' svolta ad Arcore, nella residenza di Silvio Berlusconi, alla quale ha partecipato lo stesso allenatore e l'ad rossonero, Adriano Galliani. ''Il rapporto con Allegri non si e' mai interrotto - ha detto Berlusconi - continua con reciproca stima e fiducia''.
ansa

Volley: Masters Montreux, Italia quarta

(ANSA) - ROMA, 2 GIU - Le azzurre della pallavolo chiudono quarte il Montreux Masters, in Svizzera. Le ragazze di Marco Mencarelli sono state sconfitte nella finalina dalla Repubblica Dominicana per 3-1 (15-25, 25-22, 25-18, 26-24). Ieri, in semifinale, l'Italia aveva ceduto per 3-2 alla Russia, oggi a sua volta sconfitta 3-0 dal Brasile, che si e' aggiudicato il torneo. Nel girone le azzurre avevano concluso al 1/o posto superando la stessa Repubblica Dominicana (3-0) e la Germania (3-0) e perdendo col Giappone (2-3).
ansa

Basket Play-off: Cantu' batte Roma 77-66

(ANSA) - ROMA, 2 GIU - La Lenovo Cantu' stasera ha battuto Acea Roma con il punteggio di 77-66 (19-19, 14-19, 11-15), in gara-5 delle semifinali scudetto del campionato di basket. Con il successo del PalaTiziano, la squadra canturina conduce adesso la serie per 3-2. Nelle dei padroni di casa ottime le prove offerte da Goss e Taylor, autori di 14 punti; Leunen (13 punti) e Aradori, con 18, si sono distinti fra gli ospiti.

Roland Garros: Errani approda ai quarti

(ANSA) - ROMA, 2 GIU - Sara Errani vola ai quarti di finale del Roland Garros, a Parigi, battendo 5-7, 6-4, 6-3 la spagnola Carla Suarez Navarro, n.20 del tabellone. Per dolori allo stomaco sul 5-5 del primo set, l'azzurra (n.5) ha chiesto un time out medico. Ai quarti affrontera' la polacca Agnieszka Radwanska (n.4) o la serba Ana Ivanovic (n.14). Ottavi torneo maschile: Tommy Robredo (Spa/n.32) b. Nicolas Almagro (Spa/n.11) 6-7, 3-6, 6-4, 6-4, 6-4; Jo-Wilfried Tsonga (Fra/n.6) b. Viktor Troicki (Ser) 6-3, 6-3, 6-3.
ansa