Spal-Sassuolo 0-1: Politano decide il derby, Bucchi può respirare

FERRARA - Il derby emiliano è del Sassuolo. Lo decide, dopo 48 secondi, Matteo Politano, lesto e spietato ad approfittare di un grave errore di Vicari. Con questo 1-0 Bucchi scaccia gli incubi e si allontana dalla zona calda, mentre per la Spal è crisi nera: solo un punto nelle ultime 7 partite.

TORNA BORRIELLO - Semplici in difesa ridà la maglia da titolare a Vaisanen, in attacco torna Borriello. Bucchi conferma gli stessi 11 contro il Chievo con Missiroli a centrocampo e Politano in attacco. E' proprio l'esterno neroverde a sbloccare la gara dopo nemmeno un minuto: Vicari non controlla bene un pallone, Politano glielo scippa, salta Gomis e appoggia in rete. Partita quindi subito in discesa per gli ospiti.

POCHE OCCASIONI - La squadra di Semplici prova a scuotersi alzando vistosamente il proprio baricentro di gioco, ma il tentativo non intimorisce gli avversari che, al 15′, con Berardi, tornano a rendersi pericolosi, ma i padroni di casa si salvano dall'assalto rifugiandosi in calcio d'angolo. Il controllo del gioco e del ritmo della gara resta saldamente nelle mani della squadra di Bucchi e la Spal, costretta costantemente nella propria area, si affaccia per la prima volta dalle parti di Consigli solo al 32′: recuperato un pallone destinato a perdersi sul fondo, Schiattarella prende di sorpresa la retroguardia avversaria e tutto solo, dalla sinistra, prova a bucare Consigli, ma l'ex atalantino è attento e blocca a terra il pallone chiudendo, di fatto, la prima frazione di gara.

IL PALO FERMA ANTENUCCI - Al ritorno in campo dagli spogliatoi, la Spal pigia sull'acceleratore alla ricerca della rete dell'1-1 e, al 5′, Vaisanen intercetta un pallone vagante in area avversaria e d'istinto calcia a rete ma il pallone finisce clamorosamente fuori. Le difficoltà mostrate dal Sassuolo a inizio ripresa permettono la crescita esponenziale in fase offensiva degli spallini che, al 9′, colpiscono il palo con una invenzione di Antenucci, bravo con una conclusione dal limite a far venire i brividi a Consigli.

BERARDI FALLISCE IL COLPO DEL KO - Il Sassuolo prova a interrompere il dominio territoriale degli uomini di Semplici e, al 22′, Politano, dalla sinistra, tenta la sortita offensiva solitaria e da posizione defilata prova una conclusione potente che sorvola la traversa della porta presidiata da Gomis. Il ritmo imposto dalla squadra di Semplici sembra venire meno e, al 32′, il Sassuolo tenta l'affondo del KO dalla distanza con Berardi che col sinistro calcia di potenza ma il pallone finisce a lato dopo aver sfiorato il palo. Il ritorno del Sassuolo crea diversi problemi agli uomini di Semplici che, al 37′, rischiano di capitolare con Vaisanen che in area tira goffamente un calcio a Ragusa. L'arbitro Fabbri non ha dubbi e indica il dischetto del rigore. Berardi si incarica della battuta ma Gomis è bravo a respingere la conclusione centrale dell'attaccante. La Spal prova il tutto per tutto e in superiorità numerica, dopo l'espulsione di Cassata per gioco violento (entrato due minuti prima), si riversa nella metà campo campo del Sassuolo che, confinato nella propria area difensiva, salva lo 0-1 conquistando una vittoria scaccia crisi. Continua invece il periodo di difficoltà della Spal.

SPAL-SASSUOLO 0-1 (0-1)
SPAL (3-5-2): Gomis; Vaisanen (39'st Bonazzoli), Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Mora (24'st Rizzo), Costa; Antenucci, Borriello (18'st Paloschi). In panchina: Poluzzi, Marchegiani, Oikonomou, Cremonesi, Bellemo, Konate', Schiavon, Salamon, Vitale. Allenatore: Semplici.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Missiroli, Magnanelli, Duncan (2'st Sensi); Berardi, Falcinelli
(34'st Ragusa), Politano (42'st Cassata). In panchina: Marson, Pegolo, Mazzitelli, Biondini, Matri, Scamacca, Lirola, Rogerio. Allenatore: Bucchi.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
RETE: Politano al 1′.
AMMONITI: Peluso, Borriello, Duncan, Sensi, Schiattarella e Viviani.
Espulso: Cassata per gioco violento.
ANGOLI: 10-3
RECUPERO: 1′ e 5′
repubblica.it

Nessun commento:

Posta un commento