Ruby: 'Provato sesso con Cav, sapeva che era minore'. I giudici di Milano nelle motivazioni della sentenza: Berlusconi regista del Bunga bunga

E' ''provato che l'imputato abbia compiuto assi sessuali con Ruby in cambio di ingenti somme di denaro e di altre utilità, quali gioielli''. Lo scrivono i giudici di Milano nelle motivazioni della sentenza del processo Ruby a carico di Silvio Berlusconi.
Il tribunale di Milano ha ritenuto che "la valutazione unitaria del materiale probatorio illustrato evidenzi lo stabile inserimento" di Ruby "nel collaudato sistema prostitutivo di Arcore" scrivono i giudici.
''Risulta provato (...) che il regista delle esibizioni sessuali delle giovani donne fosse proprio Berlusconi, il quale dava via al c.d. bunga bunga in cui le ospiti di sesso femminile si attivavano per soddisfare i decidere dell'imputato''.
"Proprio la cronologia degli accadimenti oggetto del presente processo ed il chiaro contenuto dei dialoghi captati convergono nel fornire la prova, al di là di ogni ragionevole dubbio, della consapevolezza dell'imputato della minore età'' di Ruby. 
''Deve ritenersi'' che il premier ''intervenne pesantemente sulla libertà di autodeterminazione del capo di gabinetto e, attraverso il superiore gerarchico, sul funzionario in servizio quella notte in Questura (...) al fine di tutelare se stesso, evitando'' che Ruby ''svelasse l'attività di prostituzione'' ad Arcore.
Silvio Berlusconi ha una ''capacità a delinquere (...) consistita nell'attività sistematica di inquinamento probatorio a partire dal 6 ottobre 2010 attuata anche corrispondendo'' a Ruby ''e ad alcune testimoni ingenti somme di denaro'' si continua nella sentenza. Quando era premier e telefonò al capo di gabinetto della Questura per chiedere la liberazione di Ruby, ''non ha esitato ad asservire la pubblica funzione ad un interesse del tutto privato (...) ossia il complessivo funzionamento di un sistema prostitutivo'' ad Arcore. 
"Berlusconi, abusando della propria qualità di Presidente del Consiglio dei Ministri, ha costretto Pietro Ostuni a dare disposizioni ai funzionari della Questura di Milano di rilasciare" Ruby, "affidandola a Minetti Nicole", aggiungono i giudici di Milano nelle motivazioni della sentenza a carico dell'ex premier.
ansa

Rassegna Stampa 21 novembre 2013: le prime pagine dei quotidiani sportivi

Milan-Inter che derby lo stadio”, il Corriere dello Sport apre con le squadre milanesi e la possibile nuova struttura sportiva: “Galliani e Thohir vogliono costruirlo nella stessa zona: verso un clamoroso scontro”. In alto: “Ronaldo più forte di Blatter”. Poi a centro pagina un richiamo: “Ecco MIhajlovic: Io alla Samp grande emozione”. Poi di spalla altri tre richiami: “Caso Vidal alla Juve è in dubbio per Livorno”, “Benitez: In Italia non avete pazienza” e “Diego Lopez: Sardegna il Cagliari ti aiuterà”. Poi in basso: “Troppi rischi: Nocerina-Lecce non si gioca”.
La Gazzetta dello Sport apre con Cristiano Ronaldo e il Pallone d’Oro: “Lo merita lui!”. In alto due finestre: “Thohir e lo stadio Inter: Via ai lavori dal 2016” e “Borja Valero assicura: Rossi-Gomez perfetti”. Di spalla tre richiami: “Barbara e Galliani l’abbraccio a cena. Kakà vuole il gol 100”, “Il Cile fa ostruzione Vidal adesso rischia di saltare Livorno” e “Gioiosa, scuola-calcio salva. Nuovo appello di don Ciotti”. In basso un’altra finestra: “Ecco le favorite per il Mondiale”.
Tuttosport apre con: “Pogba, maxi clausola per la Juve”. In alto due richiami: “Vives: Credetemi io sono da Toro” e Balotelli al Chelsea? Milan. Ecco Lukaku!”. Di spalla: “Benitez s’arrabbia: Napoli basta false partenze”, “Giovani in giro: Thohir scopre un tesoro Inter” e “Ronaldo forza 66 ora mette Fifa anche a Ribery”.

fonte: calciomercato

Buona prova per la Grissin Bon Reggio Emilia in Eurochallenge

Buona prova per la Grissin Bon Reggio Emilia in Eurochallenge. I ragazzi di coach Massimiliano Menetti hanno sconfitto il Groningen con il punteggio di 78-61. Primo quarto favorevole agli emiliani (20-13), che si fanno raggiungere e superare, andando al riposo sul 32-33. Buono invece l'impatto con il terzo periodo, chiuso sul 56-48 per i padroni di casa, che aumentano il distacco nel quarto conclusivo. 
Top scorer di serata sono Brunner per Reggio Emilia e Robinson per gli olandesi: 16 punti per entrambi. 
Da segnalare anche i 15 fatti registrare da Coby Karl. 

Il tabellino: GRISSIN BON REGGIO EMILIA: White 5, Filloy 4, Silins 9, Karl 15, Brunner 16, Antonutti 3, Bell 9, Frassineti 6, Mussini, Pini 1, Cervi 1, Cinciarini 9. Allenatore: Menetti. 

GAS TERRA FLAMES GRONINGEN: Slagter 7, Robinson 16, Van der Ark, Bouwknecht, Dourisseau 4, Osaikhwuwuomwan 5, Wright 6, Bekkering 5, Hof, Pryor 11, Koenis 7. Allenatore: Skelin. 

Arbitri: Jeanneau (Francia), Somos (Grecia), Vassallo (Malta). -

See more at: http://www.gazzettadiparma.it/