Sport in tv, 11 dicembre

Lo sport in tv dell' 11 dicembre su tutti i canali generalisti, satellitari e delle pay tv

Spazio al grande calcio europeo in questo
11 dicembre. Si parte con il turno infrasettimanale di Ligue 1, diciasettesima giornata del campionato transalpino. Occhi puntati ovviamente sul PSG di Carlo Ancelotti, che nell'ultimo turno ha asfaltato con 4 gol l'Evian. a segno tre conoscenze del calcio italiano: Thiago Motta, Ibra e Lavezzi, che stasera dovranno affrontare la dura trasferta contro il Valenciennes, in diretta su Sportitalia a partire dalle 19. Le altre due partite di Ligue 1 in programma sono Nizza-Rennes e Lille-Tolosa.

Partono gli ottavi di finale di Coppa Italia
, in diretta su Raidue. Ad aprire la danze è il match dell'Olimpico alle ore 21 tra Roma e Atalanta, che si sfidano in uno scontro ad eliminazione diretta: chi perde è fuori dalla competizione. La vincente affronterà nei quarti chi riuscirà a spuntarla tra Udinese e Fiorentina.

Su
Sky Sport Extra è tempo di ricordare le grandi imprese delle Olimpiadi di Londra 2012. Il canale del pacchetto Sky Sport trasmetterà a rotazione le imprese dei grandi sportivi, italiani e non, che sono arrivati a conquistare prestigiose medaglie.
lospettacolo.it

Salute: nell'Agenda del cuore 2013 lo sport giusto per ogni età

(Adnkronos Salute) - Un'agenda come personal trainer, per tenersi in forma tutto l'anno e per proteggere il cuore dal rischio di malattie cardiovascolari, scegliendo lo sport su misura ad ogni età. E' l'iniziativa presentata oggi a Milano da Società italiana per la prevenzione cardiovascolare (Siprec) e Teva, giunta alla seconda edizione. E mentre l'anno scorso l'agenda amica del cuore offriva consigli per una corretta alimentazione, quest'anno il volume è interamente dedicato all'esercizio fisico e dispensa suggerimenti concreti per mantenere il cuore sano e allenato in tutte le fasi della vita. L'Agenda per la prevenzione cardiovascolare 2013, disponibile nelle farmacie e scaricabile gratuitamente in versione e-book sul sito www.equivalente.it, nasce dalla collaborazione con 4 federazioni sportive (Fisi-Federazione italiana sport invernali, Fidal-Federazione italiana atletica leggera, Fin-Federazione italiana nuoto e Fci-Federazione ciclistica italiana) e con le associazioni Trekking Italiae Trekking Urbano. Grazie al loro supporto sono state inserite tabelle di allenamento diverse in base alle stagioni, informazioni sui benefici dei vari sport, suggerimenti per una sana alimentazione e l'indicazione di percorsi di trekking nelle regioni italiane. Testimonial dell'Agenda è il campione olimpico di nuoto Massimiliano Rosolino, che nella prefazione ricorda l'importanza della prevenzione: "Nella vita ci vuole cuore. E il cuore è il motore della nostra vita ed è importante che sia in salute. Ogni atleta è come una macchina, ha bisogno di una buona manutenzione. Dobbiamo trattare con cura il nostro cuore"."L'agenda, per definizione, è un oggetto che rimane con noi per un anno intero: questo ci ha spinti a utilizzarla come mezzo per creare la cultura della prevenzione cardiovascolare", spiega il presidente della Siprec, Bruno Trimarco. Anche grazie alla collaborazione delle federazioni sportive, rileva, è stato possibile "superare l'approssimazione che spesso caratterizza le prescrizioni utilizzate per correggere gli stili di vita non corretti". Il coordinamento dell'Agenda è stato curato d Roberto Volpe del direttivo Siprec, che sottolinea l'importanza di non dimenticarsi di fare movimento tutto l'anno, proprio come non ci si dimentica di assumere le medicine prescritte dal medico. "Un'attività fisica regolare e costante è una vera e propria terapia medica - assicura l'esperto - in quanto ha la capacità di apportare notevoli benefici al nostro organismo, sia sul versante cardiovascolare, che su quello osteomuscolare, psichico e perfino oncologico. Pertanto, tra i compiti del medico deve esserci anche quello di combattere gli stili di vita sedentari, consigliando l'attività fisica in base alle preferenze del soggetto e alla facilità con cui può essere praticata", conclude Volpe. L'Agenda del cuore 2013 fa parte della collana 'Didattica della salute' curata da Teva, gruppo farmaceutico leader nel settore dei medicinali equivalenti. "Per Teva - afferma il presidente della filiale italiana, Giorgio Foresti - salute significa soprattutto fare prevenzione, attraverso una sana alimentazione e una corretta attività fisica. Lo sport, come una medicina, ha la capacità di apportare notevoli benefici al nostro organismo ma, per essere realmente efficace, deve essere 'somministrato' in maniera regolare e costante. Per questo l'Agenda contiene un vero e proprio bugiardino, con indicazioni terapeutiche, modalità di somministrazione, meccanismo d'azione e di efficacia, avvertenze ed effetti indesiderati".

Quale e quanto sport per i bambini?

Quante volte alla settimana prevedere attività fisiche? E quale preferire? Ecco la “piramide” suggerita dai pediatri
Gioco, bici , nuoto, danza, volley, sci, calcio . Come scegliere qual è l’attività più adatta ai nostri bambini, e quante volte alla settimana è bene che la pratichino? A fissare le `dosi´ ideali per ogni sport è la Piramide dell’attività fisica presentata qualche giorno fa a Milano. Sulla falsa riga della ormai nota Piramide alimentare, i pediatri hanno pensato di mutuare lo schema anche per l’esercizio fisico.  

1) Le attività da fare tutti i giorni  
La nuova Piramide, organizzata in 4 gradini, vuole aiutare i genitori a orientarsi e a dettare regole `doc´ ai propri figli. «I suggerimenti indicati si sono dimostrati efficaci, a tutto vantaggio dello stato di salute - assicura Marcello Giovannini, che ha presieduto il convegno “Milanopediatria” -. Un’ora di cammino comporta un dispendio energetico triplo a quello ottenibile passando lo stesso tempo a guardare la Tv, con un importante incremento del rapporto tra ossidazione dei grassi e ossidazione dei carboidrati». Alla base della piramide, dunque, c’è l’attività fisica da fare tutti i giorni. Vale a dire? «Passeggiare col cane, fare le scale a piedi, aiutare la mamma nei lavori domestici, giocare con gli amici all’aria aperta», elencano i pediatri. Insomma, muoversi senza limiti particolari. «L’esercizio fisico non programmato, infatti, sembrerebbe in grado non solo di consentire un aumento di spesa di energie legato al movimento, ma potrebbe favorire uno stile di vita più attivo. Le tentazioni di attività sedentarie (televisione, videogiochi) e di eccedere con i fuori-pasto sono molto più forti al chiuso che all’aperto». 

2)Cinque volte la settimana  
Il secondo gradino della Piramide dello sport riporta invece l’attività fisica da eseguire 3, 5 volte alla settimana, e cioè «gli esercizi aerobici come andare in bicicletta, camminare velocemente, correre, pattinare, nuotare» per il tempo desiderato. «Sono gli esercizi più indicati - precisano i pediatri - perché inducono una maggiore ossidazione di lipidi. In particolare, bicicletta e nuoto sono consigliati in special modo se la massa ponderale è elevata e sono prevedibili traumatismi articolari favoriti dall’esercizio».  

3) Due o tre volte a settimana  
Salendo lungo la Piramide, il terzo gradino è quello dedicato all’attività fisica programmata da eseguire 2, 3 volte alla settimana, 50 minuti per volta. In questo caso gli sport più adatti sono «le arti marziali, la danza, un’ora di tennis oppure di calcetto o di pallavolo. Nel scegliere il tipo di esercizio fisico programmato è preferibile un’attività di gruppo - suggeriscono i medici - possibilmente con coetanei con gli stessi problemi di peso, perché i bambini e soprattutto gli adolescenti obesi si sentano meno inibiti nell’effettuare queste attività di gruppo. L’approccio all’attività sportiva deve essere inoltre calibrato alle possibilità reali del bambino e attuato in modo progressivo».  

4) Una volta a settimana  
Infine, la punta della piramide che rappresenta lo spazio da dedicare alla televisione e ai videogiochi: pochissimo. L’invito dei pediatri è «cercare di stare seduto meno di un’ora alla settimana». 
lastampa.it