Pattinaggio, Kostner al decimo europeo

"Sono una delle piu' 'vecchiotte', questo e' il mio decimo Europeo, ma la sensazione e la voglia di fare bene e' quella di una debuttante". Sorride Carolina Kostner alla vigilia della sua decima partecipazione alla rassegna continentale. Domani pomeriggio nel programma corto e soprattutto sabato sera nel lungo che assegna le medaglie, la fuoriclasse altoatesina del pattinaggio di figura insegue la storia inseguendo il suo mito, Katharina Witt. A Sheffield, la citta' della Gran Bretagna famosa nel mondo per la produzione dell'acciaio, l'azzurra punta alla sua settima medaglia, lo stesso numero della 'leggenda' tedesca. A pari merito della teutonica, l'austriaca Regine Heitzer, mentre la russa Irina Slutskaya e' salite nove volte sul podio, sette delle quali sul gradino piu' alto. Carolina, che a meta' dicembre era entrata nella storia vincendo in Canada la finale dell'Isu Grand Prix, sa di essere la favorita ma della gara non vuole tanto parlare.

La Kostner, 25 anni l'8 febbraio prossimo, vista nella prima parte della stagione e' senza dubbio la piu' forte di sempre tanto da incutere timore a nordamericane e giapponesi. "Nello sport bisogna essere sempre realisti e soprattutto non ci sono garanzie - afferma l'atleta gardenese tesserata per le Fiamme Azzurre che di titoli continentali ne ha vinti gia' tre -. Io dovro' pensare a me stessa. Bisogna sempre rispettare tutte le partecipanti. Il mio obiettivo e' divertirmi e far divertire.

So di essermi preparata bene e questo mi rasserena molto".

(AGI) .