Il Gran Prix corre sui pattini I migliori pattinatori al mondo si esibiranno al Mandela Forum, nell'unica tappa italiana

Acrobazia, tecnica, velocità, interpretazione, eleganza sui pattini a rotelle, ecco a voi il Grand Prix di pattinaggio artistico. Saranno i migliori pattinatori al mondo ad incantare con le loro performance il Mandela Forum di Firenze nell'unica tappa italiana sabato 25 e domenica 26 febbraio. «Per il secondo anno consecutivo – afferma il vicesindaco e assessore allo sport Dario Nardella – Firenze ospita questo grande evento che in passato ha riscosso grande successo di pubblico». Otre 7.000, infatti, le presenze registrate lo scorso anno a questo mix di sport e spettacolo che rappresenta uno dei fiori all'occhiello del calendario di «Firenze Città europea dello sport 2012».
Tanti i fuoriclasse che si esibiranno nel weekend: la coppia formata dalla figlia d'arte Sara Venerucci e Danilo Decembrini vincitori degli ultimi due campionati mondiali (Portimao 2010 e Brasilia 2011). Il padre Patrick Venerucci con un bottino di ben 11 titoli mondiali fra cui Firenze 2001 nella stessa specialità della coppia, è considerato uno dei più forti pattinatori di tutti i tempi. L'astro emergente Gustavo Casado, nato a Santos che si allena nell'impianto di Oltrarno sotto la guida dell'allenatrice fiorentina Cristina Moretti che fa parte dello staff tecnico azzurro. Sempre seguito dalla Moretti è l'argentino Daniel Arriola, uno dei fuoriclasse «di esperienza» più amati dagli appassionati del pattinaggio artistico forte di una lunga carriera, costellata di medaglie conquistate anche nella città d'arte. Gli ex avversari Melissa Comin De Candido/Mirko Pontello che con cinque titoli mondiali vinti (Roma 2005, Murcia 2006, Friburgo 2009, Portimao 2010, Brasilia 2011) sono la più forte coppia di sempre nella specialità della danza. I loro avversari numero 1 vengono dagli USA e si chiamano Heather Menard e Kyle Turley. Costituiscono una coppia affiatata anche nella vita extra sportiva e nel 2009 ai mondiali di Friburgo furono protagonisti di una scena che ancora oggi tutto il mondo del pattinaggio ricorda: sul podio, durante la premiazione, Kyle si inginocchiò davanti ad Heather e le infilò al dito l’anello di fidanzamento. I
Sabato sarà la volta di «Top Champions», la gara tecnica in cui gli atleti suddivisi nelle quattro specialità (singolo femminile, singolo maschile, coppie, danza) saranno impegnati nell’esecuzione del programma e valutati da una giuria ufficiale. Mentre domenica ci divertiremo ad assistere alla competizione show sulla base del musical «Queen Tribute».«Sarà una festa - afferma con entusiasmo Nardella - che vedrà anche la partecipazione di importanti personaggi dello sport e dello spettacolo che faranno parte della giuria». Nella seconda serata, infatti, i pattinatori presenteranno un numero, in cui la tecnica lascerà lo spazio alla creatività e allo spettacolo e la valutazione verrà effettuata da personaggi di spicco dell’ambiente artistico, giornalisti, autorità, sportivi di altre discipline. Assisteremo quindi a due serate con due eventi distinti, ma da seguire entrambi perchè determineranno il vincitore. È questa la formula originale voluta dalla Federazione Internazionale Roller Sports che ha reso più attraente questa disciplina.
Irene Delfino - corrierefiorentino.corriere.it

Nessun commento:

Posta un commento