Europa League: raddoppio del Palermo. LIVE

19-08-2010 21:14
Il Palermo apre le danze, poi Napoli e Juventus in Austria

Palermo-Maribor, Napoli-Elfsborg e Sturm Graz-Juventus sono le sfide delle italiane in Europa League.


PALERMO-MARIBOR: 2-0

LE FORMAZIONI UFFICIALI

PALERMO (4-3-1-2): 46 Sirigu, 16 Cassani, 5 Bovo, 25 Glik, 42 Balzaretti, 8 Migliaccio, 11 Liverani, 23 Nocerino, 27 Pastore, 32 Maccarone, 9 Hernandez. (99 Benussi, 15 Dellafiore, 29 Garcia, 6 Munoz, 4 Kasami, 24 Rigoni, 51 Pinilla Ferrera). All.: D. Rossi.

MARIBOR (4-3-3): 12 Pridigar, 7 Mejac, 26 Rajcevic, 66 Andelkovic, 28 Viler, 8 Mezga, 21 Bacinovic, 70 Mertelj, 27 Ilicic, 9 Marcos Tavares, 17 Volas. (13 Radan, 23 Resek, 29 Dodlek, 25 Spahic, 20 Cvijanovic, 14 Plut, 11 Jelic). All.: Milanic.

ARBITRO: McDonald (Scozia).

LIVE:

39': GOL HERNANDEZ: l'uruguaiano batte Radan con un sinistro non irresistibile che il portiere non trattiene. Terribile uno-due dei rosanero.

36': GOL MACCARONE: l'attaccante rosanero batte il neo entrato Radan, e porta in vantaggio il Palermo.

Al 33' è rigore per il Palermo: Hernandez viene steso dal portiere Pridigar, che viene anche espulso.

21': bella azione di prima del Palermo che va vicino al vantaggio con Nocerino. La squadra di Delio Rossi è in palla.

Al 7' Massimo Maccarone sfiora il gol del vantaggio rosanero sugli sviluppi di un'azione da calcio d'angolo.

Ufficiale: Milos Krasic è della Juventus




Milos Krasic è un giocatore della Juventus. A darne l’annuncio, dopo una intera giornata di notizie date e ritirate, è stato personalmente il club russo del CSKA Mosca, proprietario del centrocampista.

Con Edin Dzeko lontano la società torinese ha così deciso di puntare sul laterale di centrocampo. L’annuncio da parte del club russo è stato dato e il procuratore del giocatore Vlado Borozan conferma: “E’ fatta, Juventus e Cska Mosca hanno raggiunto l’accordo. Milos sarà domani in Italia per le visite mediche e poi speriamo che possa esserci l’annuncio. Quindici milioni di euro? Le cifre usciranno a cose fatte, tutto ciò che posso dire è che il ragazzo ha fatto dei sacrifici importanti per coronare il suo sogno“.

Milos Krasic sarà così l’acquisto di rilievo della Juventus. Per il giocatore sarà preparato un contratto quadriennale. Il serbo sarà bianconero per una cifra intorno ai 15 milioni di euro.

calcioline.com


Genoa, a mezzanotte scadono i cent'anni di sfiga





I tifosi rossublù attendono con ansia la fine di questa giornata per potersi liberare della maledizione lanciata il 19 agosto 1910 da una contadina. La donna si vide privata della luce del sole sui suoi orti a causa della costruzione dello stadio Ferraris
Dita incrociate e oggetti scaramantici in bella evidenza, almeno fino alla mezzanotte di oggi, quando scadrà la maledizione lanciata contro il Genoa da una contadina che proprio 100 anni fa si vide privata della luce del sole sui suoi orti dal costruendo stadio di Genova. "Genoa, non vincerai nulla per i prossimi cent'anni; non vedrai più la luce delle vittorie, così come io non vedo più la luce del sole", sarebbe stato l'anatema lanciato. Storia vera o leggenda, sta di fatto che i tifosi rossoblù attendono con ansia la fine della maledizione, inseguiti dall'ironia e dagli sfottò dei 'cugini' blucerchiati. La vicenda, passata di bocca in bocca tra i vecchi sostenitori del Grifone, è tornata a galla ogni volta che eventi straordinari, ovviamente in negativo, si sono abbattuti sul Genoa: scudetti persi in modo rocambolesco, partite disgraziate, tragedie personali, retrocessioni, cambi di proprietà. Così da 100 anni, da quel 19 agosto del 1910, quando la decisione di costruire lo stadio Luigi Ferraris indusse il marchese Musso Piantelli, socio e tifoso del Genoa, a cedere una parte dei terreni che circondavano Villa Piantelli, oggi sede di riunioni della tifoseria.

Il mutamento urbanistico della zona causò effetti negativi soprattutto per un’anziana contadina che viveva dei prodotti del suo orto, confinante con i terreni di Villa Piantelli, e che si vide così costruire lo stadio nei pressi di casa. Da qui l'anatema lanciato contro il Genoa. Del resto la maledizione legata a Villa Piantelli, costruita nel 1500, vide negli anni crescere racconti a metà strada tra la fantasia e la cronaca. Non ultima la spedizione, nel 1933, di un gruppo di camalli alla ricerca di presunti fantasmi. Le cronache del tempo narrano di una fuga ingloriosa del gruppo, preso a schiaffi nel buio da mani ignote.
sport.sky


Europa League: Juve a Graz col rebus regista Palermo e Napoli d’assalto

Stasera scatta l’avventura per le squadre italiane impegnate nell’Europa League. Impegno in trasferta per la Juventus in casa dello Sturm Graz mentre Napoli e Palermo inizieranno fra le mura amiche rispettivamente contro Elfsborg e Maribor.

STURM GRAZ-JUVENTUS Ci sarà anche Amauri in Austria a disposizione del tecnico bianconero Gigi Del Neri. L’oriundo l’altro ieri era stato denunciato per oltraggio dai carabinieri dopo una sua reazione eccessiva alla contestazione di un divieto di sosta all’uscita di un ristorante vicino Torino. Pronte le scuse dell’attaccante juventino. Per quanto riguarda la squadra Del Neri ha convocato anche Diego e deve risolvere il rebus del regista a centrocampo.
In tv: Mediaset Premium Calcio (ore 21.05).

NAPOLI-ELFSBORG Al San Paolo la squadra di Mazzarri affronta gli svedesi che hanno già tante gare di campionato alle spalle. Non dovrebbe partire titolare Cavani. Per il resto il tecnico si affiderà alla formazione collaudata dello scorso campionato. In attacco davanti a Lavezzi e Hamsik ci sarà Quagliarella. Dubbio sulla fascia sinistra con Dossena favorito su Zuniga.
In tv: Sky Calcio 1 e Mediaset Premium Calcio 4 (ore 21).
PALERMO-MARIBOR Al Barbera arrivano gli sloveni, una squadra da prendere con le molle. Nonostante l’assenza di Miccoli il tecnico Delio Rossi davanti può contare sul trio Pastore-Hernandez-Maccarone.
In tv: Sky Calcio 2 e Mediaset Premium Calcio 5 (ore 20.30).

avvenire 19 Agosto 2010

La Bundesliga scarica Sky e pensa a una pay tv

GERMANIA
ilmanifesto.it
In Germania la Bundesliga sta pensando a «mettersi in proprio», creando una emittente televisiva per trasmettere le partite del campionato di serie A tedesco. L'idea - non ancora ufficializzata - è maturata viste le difficoltà perduranti di Sky. La società del tycoon Murdoch, che aveva ereditato le attività della fallita Première del gruppo Kirch, stenta. Nel secondo trimestre 2010 ha infatti perso 82 milioni di euro a fronte di 236 di fatturato, anche se Brian Sullivan, il Ceo di Sky, si dimostra «ottimista sul futuro». La Bundelisga incassa 400 milioni di euro dalla cessione dei diritti televisivi e internet, che rappresentano però solo il 30% dei ricavi, percentuale nettamente inferiore a quella italiana ma anche di altri paesi europei. In base a questo, molti club sono convinti di poter sfruttare meglio «la miniera d'oro».

Europa League: Palermo pronto per l'NK Maribor

Gli sloveni dell'NK Maribor sono attesi al 'Barbera' per l'andata negli spareggi in Europa League. Una formazione che Delio Rossi non sottovaluta, nonostante sulla carta sia favorita la formazione siciliana.

Per arrivare alla sfida contro il Palermo, la formazione guidata da Darko Milanič ha già superato due turni preliminari, senza mai perdere (tre successi e un pareggio).

Nel secondo turno preliminare il Maribor ha avuto la meglio sugli ungheresi del Videoton (pareggio per 1-1 all'andata e successo in casa nel ritorno per 2-0); nel terzo turno ha estromesso gli scozzesi dell'Hibernian Edimburgo (doppio successo: 3-0 interno all'andata e 3-2 fuori casa nel ritorno). L'ultima sconfitta internazionale degli sloveni risale al 27 agosto 2009, in Europa League (0-1 a Praga dallo Sparta).

Palermo-Maribor sarà il quinto doppio euro-confronto tra squadre italiane e slovene nelle coppe europee. Negli otto singoli incontri il bilancio vede 7 successi delle italiane e 1 pareggio. L'unico risultato utile è proprio del Maribor, grazie allo 0-0 casalingo contro il Parma in coppa Uefa, il 30 settembre 2004.

Il Maribor, fondato nel 1960, rappresentativa dell'omonima città slovena, dall'indipendenza della nazione nel 1991 vanta otto campionato, sei Coppe di Slovenia, di cui l'ultima conquistata l'8 maggio 2010, grazie alla vittoria sull'NK Domžale per 3-2 dopo i supplementari. Nel palmares anche una Supercoppa di Slovenia.

Attualmente, dopo le prime cinque giornate di campionato sloveno, si trova in testa alla classifica con 10 punti, primato che condivide col Domžale, ma con una partita in meno (la sfida valida per la quarta giornata contro l'Olimpija Ljubljana è in programma il prossimo 29 settembre). La scorsa stagione la formazione di Darko Milanič ha chiuso al secondo posto, alle spalle dell' FC Koper, a quota 62 punti.
sportmediaset

Calcio: Sale la febbre derby

Siamo soltanto a giovedì ma la febbre per il derby tra Sorrento e Salernitana è già alta. Non potrebbe essere altrimenti, quello con i granata è uno dei derby più sentiti dalla tifoseria rossonera. Si potrebbe pensare che ci sia acredine con la tifoseria avversaria, ma non è così. Il motivo è da ricercare nel fatto che le sfide tra Sorrento e Salernitana al campo Italia molto spesso hanno deciso le sorti dei campionati. La prima e forse la più importante di tutte fu quella della primavera 71 quando un gol di Sportiello a pochi minuti dalla fine determinò il sorpasso in classifica e proiettò i rossoneri verso la promozione in B.
Passano quatto anni e la storia si ripete. É il 12 ottobre 1975, quinta di andata, quando la Salernitana capolista viene a far visita al Sorrento seguita da oltre mille tifosi. I rossoneri vanno in vantaggio grazie ad una prodezza di Nando Scarpa. La Salernitana pareggia su rigore tirato da Abbondanza, che l’anno prima vestiva la maglia rossonera. Ma nel finale Petta regala la rete della vittoria al Sorrento. Proprio quel giorno inizia la splendida cavalcata dei rossoneri che si arresterà a metà del girone di ritorno quando la serie B sembrava quasi sicura.
Per finire è da ricordare anche l’ultimo incontro della serie disputatosi il 17 febbraio 2008 che opponeva la capolista Salernitana ad un Sorrento impegnato nella lotta per evitare i playout. Quel giorno i rossoneri guidati in panchina da Massimo Morgia ottennero un’importante successo grazie alla rete del difensore Errico Braca, salernitano di nascita.
In campionato Sorrento e Salernitana si sono incontrate 22 volte. Il bilancio complessivo vede 6 affermazioni dei rossoneri contro le 7 dei granata. I gol realizzati sono finora 10 quelli subiti 14. Al campo Italia il Sorrento ha ottenuto 5 vittorie; le restanti 6 gare si sono concluse tutte con il risultato di 0 a 0.
Domenica prossima le due formazioni sono pronte a scrivere un altro capitolo. La Salernitana è appena retrocessa dalla serie B dopo un campionato da dimenticare. In estate è stata sul punto di fallire, riuscendo ad iscriversi al campionato per il rotto della cuffia ed è tuttora in attesa di una penalizzazione per le irregolarità commesse. La squadra granata ha conservato diversi elementi della passata stagione e sarà senz’altro tra le protagoniste del campionato. Il Sorrento in estate si è rinforzato con giudizio e punta a disputare un buon campionato. Si annuncia quindi una sfida vibrante che potrebbe lanciare la vincitrice nelle alte vette della classifica.

Articolo Aggiunto il: 19/08/2010 - sorrentoedintorni.it


Samuel: «Inter, vinci le due Supercoppe. Roma? È forte!»

MILANO, 18 agosto - Quella di sabato contro la Roma, «sarà una partita difficile» contro una squadra «che si è rinforzata molto bene» ma l'Inter, archiviato il triplete della scorsa stagione «cercherà di dare il massimo e vincere, già sabato, un trofeo», il primo dell'era Benitez. A inquadrare in questo modo la sfida di Supercoppa italiana contro i giallorossi di Raniera è il difensore nerazzurro, Samuel, intervistato da Inter Channel. «Stiamo lavorando bene - ha osservato - e stiamo cercando di ritrovare la forma».

LA GRINTA - Supercoppa italiana ed europea, ha proseguito «sono due trofei che si possono vincere. Questa è la nostra motivazione: cercheremo di dare il massimo e vincere già sabato un trofeo», proseguendo la strisca di vittorie dello scorso anno. L'ultima, ha sottolineato Samuel, «è stata una stagione bellissima, un'annata fantastica. Difficile ripetere un'annata così: campionato, Champions League e coppa Italia sono competizioni difficili, dobbiamo andare avanti passo dopo passo. A nessuno piace perdere - ha aggiunto l'argentino -: cercheremo già da sabato di dimostrare che vogliamo vincere, quello che parla è il campo».

«LA ROMA È FORTISSIMA» - Quanto alla Roma, ha puntualizzato l'ex giallorosso, «si è rinforzata molto bene. La partita sarà difficile. Adriano - ha argomentato ancora - lo conosciamo e conosciamo il suo valore: vedremo, loro sono fortissimi». Chiusa l'era Mourinho, Samuel non vede problemi con le novità introdotte da Benitez, in particolare con il desiderio del tecnico di una difesa più alta. «Ha le sue idee - ha chiosato - e non cerchiamo di arrivare a quello che dice». Una difesa alta «non vuol dire che si debba per forza rischiare di più, una volta trovata la coordinazione».
tuttosport


Diego: «Juve, il gol con il Milan è solo l'inizio»

Il brasiliano: «Ho ancora molto da dimostrare in questa stagione. Sono molto felice per la rete contro i rossoneri, mi dispiace di non aver vinto il Trofeo Tim. Ma affrontare le più forti squadre italiane in un torneo amichevole è un modo eccellente per migliorare la condizione»

TORINO, 14 agosto - Diego non lascia. Raddoppia. Nonostante le voci che lo vorrebbero vicinissimo all'addio alla Juve, il brasiliano punta tutto sul riscatto con la maglia bianconera. Dopo la bella rete contro il Milan nel Trofeo Tim, il fantasista sembra più carico che mai: «Non si segnano gol come quello tutti i giorni - scrive sul proprio sito personale - Sono molto felice, ma sfortunatamente non abbiamo vinto il trofeo. Affrontare i più forti team italiani in una torneo amichevole è un modo eccellente per migliorare la preparazione pre campionato. Ma questo gol è solo l'inizio. Ho ancora molto da dimostrare in questa stagione».

tuttosport


Il Palermo vuole chiudere la sfida con il Maribor questa sera

La squadra di Delio Rossi al gran completo con Pastore, Maccarone e Hernandez in attacco, Nocerino, Liverani e Migliaccio a centrocampo e Balzaretti, Bovo, Glik e Cassani a difesa del nazionale Sirigu. Gli sloveni del Maribor hanno superato il turno di preliminare contro gli scozzesi dell’Hiberniana. Giocheranno in difesa per poi ripartire in contropiede. Il Palermo deve provare a chiudere l’incontro in casa altrimenti in Slovenia le cose si potrebbero complicare.A spingere i rosa nero ci saranno 30 mila spettatori. L'incontro è previsto per le 20.45

lagone.it


Boateng: Il Milan è meglio di Real e Barcellona

Home / Articolo » Boateng: Il Milan è meglio di Real e Barcellona
Boateng: Il Milan è meglio di Real e Barcellona

Il Milan ha prelevato dal Genoa il centrocampista ghanese Kevin-Prince Boateng. Il giocatore, immediatamente arrivato a Milanello, a poche ore dalla sua presentazione, ha subito concesso una intervista a “La Gazzetta dello Sport”.

Il giocatore ha esordito dicendo: “Giocare in questo club era un sogno, e adesso l’ho realizzato. Ho voluto il Milan con tutte le mie forze. Cosa sapevo del Milan fono ad ora? Ne conoscevo la storia. Quindi sapevo che sarei venuto nella società più importante del mondo. Il Milan è al primo posto, davanti a Real e Barcellona“.

“Se potrò trovare delle difficoltà nel campionato italiano? Quello inglese è uno dei tornei migliori, come il vostro, quindi non è un problema. E poi il Milan ha giocatori fantastici, non c’è nulla da temere. Il mio obiettivo è aiutare questa squadra a fare bene e ricevere in cambio la possibilità di dimostrare il mio valore“, ha proseguito il ghanese.

“Se so che il Milan preferisce la Champions al Campionato? Per un club di alto livello è normale sia così. Si punta a vincere soprattutto oltreconfine, è questione di visibilità e ritorni economici. Ma la qualità del Milan è talmente elevata che si può vincere tutto. L’Inter? E’ la favorita, ma io ho una filosofia semplice: le partite durano 90 minuti e può succedere di tutto. Lo stesso vale per un intero campionato. Ci andrei piano a dare tutto per scontato“, continua il giocatore.

Boateng chiude poi parlando di se: “Se è vero che ho un caratteraccio? Un normale ragazzo di 23 anni che ama giocare a pallone. So di avere questa fama, e allora vi chiedo una cosa sola: giudicatemi per quello che vedrete in campo. Il passato è passato, ora penso a far bene qui. Anche Gattuso è uno tosto, ma è un ragazzo d’oro“.
calcioline.com


Champions: Hapoel espugna Salisburgo

Nelle gare di andata dei preliminari di Champions League, successi per Hapoel Tel Aviv, Basilea e Braga. Pari tra Partizan e Anderlecht. Ecco i risultati: Basilea-Sheriff (9' Stocker); Salisburgo-Hapoel Tel Aviv 2-3 (pt 3' Enyeama (H, su rigore), 28' Pokrivac, 44' Sahar (H); nel st 8' Shechter (H), 22' Wallner (rigore); Braga-Siviglia 1-0 (17' st Mathaeus); Partizan Belgrado-Anderlecht 2-2 (nel st 9' Gillet (A), 12' Cleo, 19' Lecjaks (autorete), 21' Juhasz (A). (ansa)


Preliminare Champions: Werder-Samp 3-1

Nella gara d'andata del preliminare di Champions, Werder Brema-Sampdoria 3-1. Reti: 51' Fritz, 67' Frings (rig), 69' Pizarro, 90' Pazzini. La Samp inizia bene e al 4' sfiora il gol con Pazzini. Il Werder trova la rete ad inizio ripresa con Fritz. Immediata reazione e Pazzini colpisce il palo. Al 66'la svolta: Lucchini trattiene in area Prodl e viene espulso, rigore di Frings, gol. Poi segna Pizarro,servito di tacco da Almeida. Al 90' colpo di testa vincente di Pazzini su assist di Stankevicius. (ansa)