MONDIALI 2010: NAZIONALE. CANNAVARO"DECISIVI ULTIMI 90?NESSUNA VERGOGNA"

JOHANNESBURG (SUDAFRICA) (ITALPRESS) - Italia campione del mondo e a rischio eliminazione nell'ultima partita del girone in programma domani contro la Slovacchia. Un giornalista spagnolo chiede a Fabio Cannavaro se c'e' da vergognarsi..."Nessuna vergogna - replica in spagnolo il capitano azzurro ed ex Real Madrid -. Giochiamo a calcio e sappiamo che puo' succedere, siamo l'Italia, abbiamo vinto 4 Mondiali e la gente ci chiede sempre il massimo, ma ci siamo abituati". Dopo la risposta di Cannavaro, la battuta di Lippi: "hanno subito alzato la cresta", ha detto il ct azzurro riferendosi agli spagnoli. (ITALPRESS).

Mondiali 2010 - Arjen Robben si scalda per l'Italia?

L'Olanda, già qualificata, affronta a Città del Capo il Camerun, già eliminato. Gli Orange vogliono assicurarsi il primo posto e testare le condizioni fisiche del recuperato Robben in vista degli ottavi di finale (e del probabile incrocio con gli Azzurri di Lippi)

L'Olanda si gioca il primo posto nel Gruppo E nell'ultima sfida contro il già eliminato Camerun, un incontro che potrebbe finalmente vedere tra i suoi protagonisti Arjen Robben. Il fuoriclasse del Bayern Monaco ormai si sta allenando con la squadra da una settimana e dovrebbe disputare almeno uno spezzone di gara contro i Leoni Indomabili.
eurosport

"Quando Robben è in piedi si dovrebbe farlo giocare. Non possiamo fare a meno di un calciatore di questo calibro", ha sottolineato l'interista Wesley Sneijder, pur ammettendo che nelle prime due gare anche Van Der Vaart e Kuyt hanno disputato delle buone prestazioni. In prospettiva è l'esterno del Liverpool a rischiare il posto, con il velocissimo Elia che a sua volta si candida per giocare titolare sull'altra fascia.

La certezza del passaggio agli ottavi di finale potrebbe infatti convincere Van Marwijk a mischiare un po' le sue carte, ma il ct orange non esagererà al fine di oliare a dovere i meccanismi offensivi dei suoi che hanno funzionato solo a strappi nelle prime due partite. "Ovviamente sono felice delle vittorie ottenute finora - ha dichiarato l'allenatore olandese - ma possiamo crescere ancora. Nelle qualificazioni abbiamo giocato un calcio più spettacolare e abbiamo segnato molto di più, quindi abbiamo certamente la possibilità di migliorare, anche se qui ai Mondiali è tutto più difficile, soprattutto perché i nostri avversari sono sempre molto organizzati e pensano quasi solamente a difendersi".

Se l'Olanda va alla ricerca del suo proverbiale calcio-spettacolo, il Camerun da parte sua spera di poter salutare il Sudafrica degnamente. Eto'o e compagni hanno deluso profondamente perdendo le prime due partite contro Giappone e Danimarca e meritandosi così un'eliminazione prematura e inaspettata. Il quartier generale dei Leoni Indomabili, inoltre, è stato scosso dalle dichiarazioni di una leggenda del calcio camerunese come Roger Milla, che ha criticato aspramente la squadra definendo i giocatori "indisciplinati, disorganizzati e impreparati". Il ct Le Guen, da parte sua, spera di chiudere questa esperienza con orgoglio: "Dobbiamo mantenere la giusta professionalità fino alla fine. Quello contro l'Olanda non è un match amichevole, ma una gara dei Mondiali e dobbiamo onorare questo impegno per tutti i tifosi".

Mondiali 2010, Inghilterra-Slovenia 1-0 e Don Fabio ce la fa

Nell’ultimo incontro della fase a gironi del Mondiale, l’Inghilterra supera per 1-0 la Slovenia grazie ad una rete di Defoe e riesce ad accedere agli Ottavi di Finale. L’attaccante del Tottenham Jermain Defoe, mandato in campo dal primo minuto al posto di Heskey (fallimentare contro l’Algeria), scaccia così i fantasmi che tormentavano la compagine di Capello, incapace di andare oltre al pareggio nei primi due match contro Stati Uniti e Algeria.

Primo Tempo - Dopo un avvio della partita in sordina, è la compagine di Fabio Capello a passare in vantaggio al 23′ con l’ex punta del West Ham, abile ad anticipare un difensore sloveno su un bel cross di Milner dalla sinistra. Qualche minuto dopo è Lampard a sprecare il pallone del 2-0, mandando alle stelle una uscita di Handanovic sui piedi dell’assistman Milner. Poco dopo è il capitano della Nazionale e del Liverpool Gerrard a provarci, ben imbeccato da Rooney, ma stavolta non è un errore di mira ad impedire all’undici di Don Fabio di pareggiare: è il portiere dell’Udinese a superarsi, bloccando il pallone in due tempi.

Secondo Tempo - Nella ripresa è Defoe, tenuto in linea da Jokic, a mancare la rete del raddoppio. Ad un errore sottoporta degli inglesi, corrisponde un bell’intervento di Handanovic: su un incornata di Terry il portiere della compagine slovena (fino a questo momento qualificata agli ottavi) riesce a salvarsi grazie ad un intervento di istinto. Mancano i legni a negare la gioia del gol alla squadra della Regina, così ci pensa il palo a negare a Rooney la possibilità del primo gol nel corso del Mondiale. Dopodicché l’Inghilterra alza un muro e senza correre eccessivi rischi riporta la prima vittoria al Mondiale, conquistando il passaggio agli ottavi di finale.


SLOVENIA (4-4-2): S. Handanovic; Brecko, Suler, Cesar, Jokic; Birsa, Koren, Radosavljevic, Kirm (34′ st Matavz); Ljubijankic (17′ st Dedic), Novakovic. In panchina: J. Handanovic, Seliga, Ilic, Mavric, Filekovic, Dzinic, Komac, Stevanovic, Krhin,Pecnik. All. Kek.

INGHILTERRA (4-4-2): James; Johnson, Upson, Terry, A. Cole; Milner, Lampard, Barry, Gerrard; Defoe (40′ st Heskey), Rooney (27′ st J. Cole). In panchina: Green, Hart, Dawson, Warnock, Carrick, Lennon, Crouch, Wright-Phillips. All. Capello.

ARBITRO: Stark (Ger)

RETE: 23′ pt Defoe
newnotizie.it