L'Argentina vince. Obama spinge gli Usa. Grecia inguardabile, la Corea passeggia

Decisivo gol di Heinze, Messi non illumina. Per Milito solo 15'. In serata l'inghilterra di Capello contro gli Stai Uniti

Seconda giornata del Mondiale e due debutti importanti: quello dell'Argentina guidata da Maradona contro la Nigeria, e quello dell'Inghilterra di Capello, che in serata affronta gli Usa. Apertura con la Grecia sconfitta nettamente 2-0 dalla Corea del Sud. Poi l'Argentina batte solo 1-0 la Nigeria: tanto gioco ma poca concretezza. Risolve Heinze nel primo tempo, Milito entra nell'ultimo quarto d'ora. In serata l'atteso match che vedrà gli inglesi di Capello in campo con gli Stati Uniti. Per questi ultimi un tifoso d'eccezione: il presidente Barack Obama. Che, a poche ore dall'esordio della nazionale americana al Mondiale, ha scelto Twitter per caricarla. «Auguro le migliori fortune alla squadra. State rappresentando tutti noi nella Coppa del Mondo e siamo estremamente orgogliosi per quanto avete già fatto», ha scritto l'inquilino della Casa Bianca.

Seconda giornata



ARGENTINA-NIGERIA - La vittoria è venuta, ma con molta più fatica del previsto. Maradona debutta sulla panchina mondiale dell'Argentina e dà spettacolo, come la sua squadra in campo. Ma Messi e compagni raccolgono molto meno del gioco prodotto e devono accontentarsi del gol di testa di Heinze al 6' del primo tempo, mentre la Nigeria nel finale (quando Oba Oba Martins entra in campo al posto di Obinna) sfiora più volte il pari. L'ex Pibe de oro lancia Milito solo nell'ultima quarto d'ora al posto del confuso Higuain e negli ultimi cinque minuti il romanista Burdisso al posto di Di Maria per coprire la difesa dalle folate africane. Da Veron la solita geometria a centrocampo, ma manca lo spunto di Messi, che cerca più volte il gol senza trovarlo. Da Tevez e Mascherano un buon compitino, ma nulla di più, dietro Samuel è una sicurezza. Argentina certamente forte, ma da rivedere. E a Maradona l'incarico di trasformare un'enorme potenzialità in azioni concrete.

COREA DEL SUD-GRECIA - Undici furie rosse travolgono i resti di ciò che una volta (sei anni fa) fu la squadra campione d'Europa. La Corea del sud travolge 2-0 la Grecia, con un risultato che va anche un po' stretto agli asiatici, vista la quasi nullità della formazione guidata dal tedesco Rehhagel. Le due reti sudcoreani arrivano allo stesso minuto, il settimo, del primo e del secondo tempo: la prima con Lee Jung-soo, la seconda con Park Ji-sung, la stella del Manchester United. Pessima soprattutto la difesa della Grecia, mentre l'attacco non è mai stato in grado di creare una palla-gol. Nella ripresa il ct Rehhagel lascia capitan Karagounis negli spogliatoi, una mossa che però non produce alcun effetto.

Redazione online - corriere.it

Sudafrica 2010: i Mondiali catturano anche il Vaticano

Citta' del Vaticano, 12 giu. (Adnkronos) - I mondiali di calcio non lasciano indifferente nemmeno il Vaticano dove tantissimi prelati resternanno incollati allo schermo per vedere le partite. Nonostante l'agenda colma di impegni, e' facilmente immaginabile che il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato della Santa Sede, juventino dichiarato nonche' telecronista di grande competenza, lunedi' guardera' l'esordio della Nazionale contro il Paraguay. Appartamento papale, ore 20.30 di domani sera. Che accadra'? Non e' da escludere che papa Raztinger e il suo segretario particolare don Georg Ganswein, tifosissimo della Germania, sosterranno la squadra del cuore che dovra' affrontare l'Australia. Del resto, in occasione dei Mondiali 2006, il Pontefice, come confesso' don Georg, fece raffreddare la cena: la Germania era finita ai rigori con l'Argentina.Sicuramente incollato alla tivu per vedere la sfida di domani sera ci sara' monsignor Joseph Clemens, per quindici anni segretario di Ratzinger, che confida: "io la vedro' sicuramente e faro' il tifo per la squadra migliore in campo". Tra i tifosi di lungo corso il romanissimo cardinale Fiorenzo Angelini, di fede romanista nel corso del campionato, fara' un tifo sfegatato per gli Azzurri di Lippi. E non perdera' le varie sfide nemmeno il cardinale Jose' Saraiva Martins, gia' prefetto della congregazione per le Cause dei Santi di origini portoghesi. Se il Papa vedra' o meno le partite, almeno quelle che vedranno in campo l'Italia e la Germania, e' indubbio che il Pontefice, oltre all'altissima competenza teologica vanti anche una privata competenza calcistica. Sia come tifoso del Bayern sia come tedesco che da tempo segue le vicende della nazionale. Ne fu diretto testimone Franz Beckenbauer quando quattro anni fa ando' in udienza generale in piazza San Pietro a consegnare al Papa il gagliardetto dei Mondiali. Benedetto XVI non si limito' a chiedere notizie della organizzazione del grande evento calcistico ma s'informo' sulle ultime prestazioni della nazionale tedesca. "Adesso mi sembra che la squadra tedesca stia facendo bene", disse il Papa.

Mondiali/ Settore vuoto per Sudafrica-Messico, Fifa ape indagine

Johannesburg (Sudafrica), 12 giu. (Ap) - La Fifa ha aperto un'indagine interna per arrivare a conoscere ai motivi che ieri hanno portato ad avere diversi spazi vuoti al Soccer City di Johannesburg nel match tra Sudafrica e Messico (1-1), gara inaugurale dei Mondiali di calcio. "C'era un settore rimasto vuoto, i nostri addetti alla biglietteria stanno cercando di capire come mai", ha spiegato il portavoce della Fifa, Nicolas Maingot. Il settore nel secondo anello dello stadio è poi stato occupato nel corso del match dai volontari della Fifa presenti al Soccer City.

Mondiali Calcio 2010: il programma della seconda giornata

Si apre oggi la seconda giornata dei Mondiali di Calcio. Dopo un debutto poco emozionante delle partite di ieri in cui le squadre del Girone A non sono andate oltre il pareggio, oggi ci attendono altre 3 partite, speriamo più interessanti di quelle di ieri.

Alle 13.30 inaugurano la seconda giornata Corea del Sud- Grecia, segue alle ore 16 Argentina- Nigeria e infine stasera se la vedranno Inghilterra contro Stati Uniti.

Mondiali Sudafrica 2010: Italia con il dubbio De Rossi

Milano, 12 giugno 2010 – Mancano poco più di 48 ore alla gara d’esordio dell’Italia campione del Mondo contro il Paraguay. Oggi, ultima seduta di allenamento prima della partenza per Città del Capo dove avrà luogo la partita. Nella seduta di oggi il ct Marcello Lippi proverà in gran segreto l’11 titolare anti-Paraguai.

Si prospetta un 4-3-3 con Chiellini spostato sulla fascia sinistra e Montolivo al posto di Pirlo infortunato. In attacco Iaquinta e Quagliarella preferiti a Di Natale. Da verificare le condizioni di Daniele De Rossi che ha saltato il test con il Gauteng All Stars per motivi precauzionali e oggi dovrebbe riaggregarsi al gruppo. (sportevai.it)

ASCOLTI TV: RAI, LEADER INTERA GIORNATA. PARTE BENE IL MONDIALE

(ASCA) - Roma, 12 giu - Positivo risultato per il programma di Raiuno ''Attenti a quei due la sfida'' con Fabrizio Frizzi e Max Giusti trasmesso su Raiuno ieri, venerdi' 11 giugno, che ha stravinto il prime time avendo ottenuto 4 milioni 738 mila spettatori e uno share del 23.03.

La serata televisiva prevedeva su Raidue un triplo appuntamento con il telefilm ''N.C.I.S.'' che ha realizzato nel primo episodio1 milione 860 mila spettatori e uno share dell'8.57; nel secondo 2 milioni 90 mila con il 9.56 e nel terzo 1 milione 874 mila e il 10.09.

Su Raitre il programma ''La grande storia'' e' stato visto da 1 milione 583 mila spettatori e uno share del 7.45.

Ottima partenza per i Mondiali di calcio: la Cerimonia d'apertura in onda alle14.05 su Raiuno ha raggiunto 3 milioni 28 mila spettatori e uno share del 19.78.

La partita inaugurale tra Sud Africa e Messico trasmessa su Raiuno alle 16.00 ha fatto registrare 3 milioni 750 mila spettatori e uno share del 39.17.

Molto bene anche i programmi di Raisport dedicati all'avvenimento: alle 18.05 ''Mondiale Rai Sprint'' ha registrato 1 milione 819 mila spettatori e uno share del 21.59, mentre in seconda serata ''Notti mondiali'' ha totalizzato 1 milione 98 mila con il 14.69.

Si conferma vincente nell'access prime time ''Soliti ignoti'' con 4 milioni 674 mila spettatori e uno share del 22.28.

Da segnalare su Raiuno alle 10.00 la Santa Messa per l'Anno Sacerdotale con il 18.20 di share; su Raitre alle 7.30 ''Buongiorno regione'' con il 15.51 e la seconda parte di ''Cominciamo bene estate'' con 1 milione 234 mila e il 9.80.

Bene anche in seconda serata ''Blu notte'' con 1 milione 179 mila e il 9.19.

Vittoria delle reti Rai nel prime time con 8 milioni 939 mila spettatori e uno share del 41.80; in seconda serata con 3 milioni 955 mila e il 40.39 e nell'intera giornata con 3 milioni 512 mila e il 40.98.

red/did/ss

CALCIO, MONDIALI; GATTUSO: DOPO SUDAFRICA LASCIO L'AZZURRO

Un altro azzurro campione del mondo annuncia l'addio alla Nazionale dopo i Mondiali. Si tratta di Rino Gattuso che dichiara: "Ho 33 anni, anche per il ruolo che interpreto è giusto dare spazio per il futuro a chi avrà più benzina. Poi, il mio sogno è un giorno fare un Mondiale da ct azzurro".(12/06/2010)(spr)

Mondiali/ Il giorno di Capello, Maradona e del mistero Nordcorea

E' il giorno di Fabio Capello, Diego Maradona e della misteriosa Corea del Nord. Seconda giornata di incontri ai Mondiali di calcio che, archiviato l'attesissimo venerdì del taglio del nastro (Sudafrica-Messico 1-1 e Uruguay-Francia 0-0) propone oggi gli esordi di due delle grandi favorite: l'Inghilterra del ct italiano e l'Argentina del Pibe. Per gli inglesi il primo impegno nel Gruppo C sarà contro gli Stati Uniti (ore 20.30 a Rustenburg), mentre per la Seleccion la prima partita nel Gruppo B sarà contro la Nigeria (ore 16 a Johannesburg). La giornata sarà però aperta alle 13.30 (Port Elizabeth) dalla sfida, sempre nel Gruppo B, fra la Grecia e la Corea del Nord. Con grandissima sorpresa qualificati alla fase finale, i nordocoreani rappresentano la squadra più misteriosa del Mondiale: pochissime infatti le notizie sulla squadra uscite dal Paese e dal ritiro blindato. La Corea del Nord mancava dai Mondiali dal 1966, quando gli asiatici eliminarono clamorosamente l'Italia al primo turno piegando gli azzurri per 1-0 con un gol del famigerato Pak Doo Ik. (apcom)

Messico: durante i mondiali i narcos fanno una strage

Un gruppo di più di 30 uomini armati a Chihuahua, nel centro cristiano 'Fe y Vida' ieri ha fatto irruzione in un centro per tossicodipendenti e ha aperto il fuoco, uccidendo 19 persone e ferendone altre quattro.
Con armi di grosso calibro il gruppo ha sparato a pazienti e dipendenti.

Un'altra ondata di violenza legata al traffico degli stupefacenti c'era stata verso la mezzanotte di giovedì. Degli uomini armati erano arrivati a bordo di sei camion.

Nella località sono violente le lotte tra i cartelli della droga per il controllo del commercio di cocaina, principalmente verso gli Stati Uniti.

Le autorità dicono che i centri di riabilitazione sono spesso presi di mira dai cartelli perché sono usati dagli individui per la vendita di piccole quantità di droga e come rifugio di bande rivali.

Il presidente messicano Felipe Calderon da Johannesburg, in cui era in corso l'inizio dei Mondiali, ha condannato la violenza e ha espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime.

La associazioni per i diritti umani hanno detto che le brutali guerre per la droga in Messico hanno ucciso circa 913 bambini dal dicembre 2006.
indies.info

I Mondiali di calcio 2010 si sono aperti

I Mondiali di calcio 2010 si sono aperti con il pareggio per 1-1 tra i padroni di casa del Sudafrica e il Messico a seguito di una gara altalenante che ha visto protagoniste quasi in egual modo le due formazioni.
In vantaggio al 56' con il bellissimo gol di Siphiwe Tshabalala, i sidafricani sono infatti stati raggiunti ad una decina di minuti dalla fine da Rafa Marquez e all'89', a ridosso del fischio finale, hanno colpito in pieno il palo con Katlego Mphela.
Decisamente più soporifera la seconda partita della prima giornata, Francia-Uruguay, che si è conclusa con un deludente pareggio 0-0.
I sudamericani hanno giocato la partita chiusi in difesa mentre i francesi, dopo un'occasione nei primi minuti, sono scomparsi dal campo tornandosi a far vedere solo al termine della gara.
La partita tra Francia e Uruguay passa alla storia solo per aver "regalato" il primo cartellino rosso del mondiale di calcio 2010: ad essere espulso è stato Lodeiro dell'Uruguay per una doppia ammonizione. Il primo giallo Lodeiro lo aveva ottenuto per avere allontanato il pallone mentre il secondo, al 35° del secondo tempo, per un brutto fallo su Sagna.
dgmag